Color Run Milano 2017 - Il Racconto

Milan4News

Milano Color Run 2017

loading...

 

Milano Color Run 2017 - Il racconto

 

www.viaggiaconalice.it/eventi/40-una-corsa-a-colori-al-parco-experience-di-milano-alla-the-color-run-c-ero-anch-io

 

Alice @viaggiaconalice

 

 

Avete mai partecipato ad una corsa dove si parte puliti e si taglia il traguardo tutti ricoperti di polvere colorata? Beh...finalmente posso dire di averlo fatto e vi assicuro che è veramente divertente, un tripudio di colori che riempie la giornata di energia positiva! Tutto questo qualche giorno fa. Ho infatti partecipato alla The Color Run Dream - World Tour 2017, la corsa organizzata da RCS Sport- RCS Active Sport che, dopo 4 edizioni e 300 mila partecipanti, anche quest'anno sta attraversando l'Italia da maggio a settembre con 6 diverse tappe. Dopo Bologna (20 maggio) e Verona (28 maggio), per questo sabato 10 giugno è stata la volta della città di Milano.

Non è la prima volta che questa corsa colorata tocca la capitale lombarda ma, mentre per la scorsa edizione del 2016 è stato scelto lo Stadio San Siro e per la precedente del 2015 l'Autodromo di Monza, quest'anno è stato il Parco Experience di Milano, ad ospitare la terza tappa del tour italiano della The Color Run Dream. Considerando il tipo di evento e la location sensazionale, di certo non potevo perdermi l'occasione di trascorrere un pomeriggio diverso dal solito in compagnia.

Ma esattamente, di che cosa si tratta? The Color Run è la corsa più colorata d'Italia. È nata negli Stati Uniti nel 2011 per promuovere il benessere psicofisico ed ormai è presente in più di 50 Paesi e in 200 città nel mondo, raccogliendo la partecipazione di diversi milioni di persone. La particolarità che spinge giovani, adulti, bambini, famiglie intere a partecipare a questa corsa, è data dallo spirito che la caratterizza: tanti colori, tanta musica, tanta persone, tanti sorrisi, tanta gioia e tanto divertimento. Per dirla in breve: si parte puliti e vestiti di bianco e si arriva colorati alla linea del traguardo. La corsa non è competitiva, non ci sono né vincitori né perdenti: si snoda lungo 5 km che ognuno è libero di percorrere come meglio crede (correndo, camminando, rotolando, mano nella mano...) e ad ogni chilometro sono allestite delle apposite postazione dove i volontari dell'evento si impegneranno a cospargere tutti i partecipanti di polvere colorata 100% naturale (composta da amido di mais). Terminata la gara, non penserete mica di andare a casa! La festa arcobaleno non finisce qui: tutti i runners sono radunati per il Color Festival durante il quale sono previsti tanti altri lanci di colore e di gadget a suon di musica: così si balla, si canta e si festeggia a colori fino al tramonto! Una festa da non perdere!

Una color runner ai piedi dell'Albero della Vita

Come sono arrivata ad iscrivermi alla Color Run? Tutto è cominciato qualche mese, quando ho scovato l'evento per puro caso su facebook; così ho avvisato un pò di amici e... in poco tempo si forma un bel gruppetto di 13 pazzi scatenati pronti a correre con un solo obiettivo: riempirsi di colore dalla testa ai piedi! Nel gruppo non potevano certo mancare Francesco, il mio fidanzato, e la mia cara sorella, che, se devo essere sincera, ha preso in mano lei le redini dell'organizzazione. Abbiamo avuto la fortuna di trovare su internet dei coupon di Groupon scontati per iscriverci alla corsa, così abbiamo risparmiato qualcosina sulla quota d'iscrizione (anziché 24 € per iscrizioni singole o 21 € a persona per un team di almeno 4 adulti, abbiamo speso 16 € a testa, non male direi!). Dopo il pagamento con paypal, ci siamo registrati direttamente sul sito della manifestazione per ottenere poi via mail la conferma necessaria per ritirare il kit gara. Con i nostri moduli in tasca, una maglietta bianca, un paio di pantaloncini e delle scarpe da ginnastica, in questo caldo sabato pomeriggio di inizio estate, partiamo alla volta di Milano. Essendo in 13, ci organizziamo con 3 macchine, un pò strettini ma per un'oretta di viaggio si può sopportare! La nostra meta è il famoso Parco Experience di Milano, l'ex Area Expo, simbolo della città di Milano nel 2015. La giornata è molto calda e afosa. L'inizio della corsa è previsto per le h 16.30-17.00, ma già dalle h 13.00 è possibile ritirare il race kit per poi intrattenersi presso il Color Village. Per cui decidiamo di partire per le h 12.30. I parcheggi custoditi a disposizione sono quelli di Expo, situati o all'ingresso Ovest Triulza o all'ingresso Est Roserio. Noi scegliamo l'ingresso di Triulza. Il parcheggio ci è costato 12 euro per l'intera giornata. Lasciata l'auto, accediamo al Parco Experience. E' molto presto e c'è ancora pochissima gente. Ci mettiamo subito in coda al banco registrazione per il ritiro dei race kit. Il race kit, uno per ogni runner iscritto, è costituito da: uno zainetto a sacca, una T-shirt dell'evento bianca con il logo al centro (mi è piaciuto molto il logo di quest'anno: una specie di cielo arcobaleno, con delle nuvolette su sfondo colorato a righe, davvero simpatico!), una fascia, il pettorale numerato, alcuni tatuaggi e alcuni coupon per ritirare dei gadget agli stand del Color Village. Ci cambiamo la maglietta e ci prepariamo "in divisa" per la corsa. Il mio pettorale è il numero 5386, wao! Il pettorale è un elemento molto importante, da non perdere nel corso della gara perchè, una volta superato il traguardo, permette di ritirare una bevanda fresca e una busta di polvere colorata da utilizzare sotto al palco per i vari Color Blast finali.

Race kit della The Color Run: zaino a sacca, T-shirt, pettorale, fascia e tatoo

Sono solo le h 15.00; manca ancora molto all'inizio della gara per cui decidiamo di fare un giretto il Decumano. Girando tra ciò che resta dei vari Padiglioni dell'Expo, mi tornano in mente le lunghe code di attesa fatte due anni fa per entrare a conoscere le novità proposte dai vari paesi del mondo. Buona parte delle strutture sono rimaste così com'erano: ecco il Padiglione Italia, quello della Cina, del Nepal e così via...Ne approfittiamo per farci qualche fotografia in un Parco Experience molto diverso da quello di due anni fa. Ed eccolo lì tra un Padiglione e l'altro, l'imponente Albero della Vita, immobile ed immutato, sempre splendido. L'Albero della Vita è stato il simbolo dell'esposizione universale di Milano che ha radunato oltre 21 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo. Sul sito della manifestazione avevo letto che, in occasione proprio della Color Run, l'Albero tornava ad accendersi dando ancora la possibilità ai suoi spettatori di rimanere incantati. Erano in programma i “day fountain show”, giochi d'acqua a ritmo di musica dalle fontane situate ai piedi dell'Albero e gli spettacoli serali con l'accensione delle luci colorate dell'Albero. Ci fermiamo per qualche foto con l'Albero della Vita ed ecco accendersi le fontane davanti a noi! Che fortuna, assistiamo alle loro danze e cogliamo anche l'occasione per rinfrescarci un pò. Il sole picchia e il caldo si fa sentire, ma al tempo stesso comincia a salire l'adrenalina e la carica per la corsa! Non vediamo l'ora di partire! Ci dirigiamo al Color Village, posto nell'area dell'Open Air Theatre proprio di fronte al palco del The Color Festival. Il Color Village è il punto di ritrovo dei runners, il fulcro di tutte le attività di animazione della giornata. Qui si trovano i vari stand degli sponsor e il palco per la festa finale. Sul palco c'è già movimento e l'aria è ravvivata dalla musica di Radio 105, radio ufficiale della manifestazione. La speaker annuncia gli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione dell'evento e cita i nomi di alcuni artisti che si esibiranno sul palco durante questo colorato pomeriggio come Michele Bravi, Silvia Salemi e gli special guest Benji & Fede. Passiamo tra gli stand dello Skipper, dove ci regalano un piccolo succo al gusto ACE, lo stand della CocaCola, dove distribuiscono delle fresche mini-lattine di CocaCola Zero, lo stand delle Dietorelle che regala caramelle gusto fragola o liquirizia, del FlyingTiger Copenhagen, dell'Acqua San Benedetto, della Virgin-Activ, della RioMare e tanti altri ancora.

Sono ormai le h. 16.15 e ci dirigiamo tutti insieme verso la partenza, carichi alla grande e pronti per scatenarci. La linea di partenza è posizionata lungo il Decumano all'altezza di Piazza Italia, dove ormai si è già formata una lunga coda. Alcuni ragazzi ci dicono che eseguono delle partenze scaglionate per poter far defluire al meglio tutta la folla accalcata per partire. Un pò di pazienza e finalmente arriva il nostro turno: 3...2...1...Via! La nostra corsa colorata ha inizio! Una folla in movimento...corriamo un pò lungo il viale principale che divide il Parco Experience fino ad arrivare alla prima stazione di colore situata verso l’ingresso Roserio, ai piedi della Collina Mediterranea: Punto Colore Blu! Siamo avvolti da una nube di colore e quando ne usciamo assomigliamo ai simpatici "Puffi"! Davvero divertente! Comincio ad avere polvere dappertutto: nelle orecchie, nel naso e persino in bocca! Meno male che non è tossica ma è tutta naturale! Del resto era inevitabile che finisse ovunque! Superiamo il punto colore blu, ci siamo ormai persi di vista tra di noi. Ritrovo Francesco e alcuni amici; meno male che, più avanti, lungo il successivo chilometro, ci ritroviamo tutti quanti. L'ideale sarebbe aspettarsi tutti una volta superato il punto colore perchè tra la folla, l'euforia e la nube colorata, è inevitabile perdersi!

La tappa successiva è il Punto Colore Verde e poi uno spettacolare Punto Colore Arancio fluorescente proprio a Palazzo Italia, ai piedi delle fontane dell'Albero della Vita che continuano a danzare per tutto il pomeriggio. Wao, i colori cominciano a riempirci tutto il corpo, siamo delle tele che mano a mano sulle quali prendono forma fantasie colorate. Il divertimento è al massimo! Ci fermiamo per qualche scatto colorato (mi raccomando, ricordatevi di portarvi delle custodie trasparenti per i cellulari o di ricoprirli con la carta velina trasparente, altrimenti vi ritroverete a fine serata ad avere un cellulare colorato!). Procediamo verso il Punto Colore Giallo, un giallo bello intenso ed acceso. Qui c'è un pò di coda, troppa gente in attesa di essere "ingiallita", ma riusciamo lo stesso ad imbrattarci per bene. Anzi mi arriva un getto di polvere proprio in faccia, così mi ritrovo la fronte e gli occhiali da sole tutti giallo fluo. Un pò accecata raggiungo gli altri! Cominciamo ad essere stanchi e meno male che ci siamo tutti così non dobbiamo aspettarci o cercarci tra la folla. Camminando con calma, con il sole che comincia ad avvicinarsi all'orizzonte, ci dirigiamo lungo gli ultimi due chilometri del percorso dove incontriamo prima il Punto Colore Rosa, nei pressi del Padiglione Zero e poi, al termine della corsa, la novità di quest’anno, il Punto Schiuma Colorata. Onestamente la schiuma in generale non mi entusiasma più di tanto (diciamo che non vado pazza per gli schiuma party!), mi da l'idea di appiccicoso. Così cerco di sviarla, uscendo dal percorso gara senza essere riempita di schiuma!

Ecco il post-gara: un tripudio di colore su tutto il corpo!

Evvai, siamo arrivati in fondo: ci raduniamo e ci guardiamo addosso l'uno con l'altro! Caspita come siamo colorati! Mia sorella ha i capelli rosa fluorescenti, mentre Francesco ha le braccia tutte arcobaleno! La tinta blu, addirittura si è infilata fin sotto la maglietta colorandomi la schiena e la pancia, un pò come se fossi un "Avatar"! Che allegria di colori! Con il pettorale andiamo subito a ritirare la bevanda fresca, la sete si fa sentire, e la bustina di colore, per poi dirigerci sotto al palco, pronti a tirare fuori le ultime energie per il Color Festival: musica, salti ma soprattutto tanti Color Blast, occasioni in cui aprire le nostre bustine colorate, condividere con gli amici un pò di polvere e, nel rispetto del count-down, colorarci ancora una volta a vicenda... rosa, arancio, verde, blu, rosso, giallo: si innalzano nei cieli nubi colorate e ne usciamo sempre più variopinti! La folla sotto al palco aumenta sempre di più, segno che ormai anche gli ultimi runners stanno terminando la corsa. La festa procede senza sosta fino alle h 21.00, quando la speaker lancia le ultime canzoni di Radio 105 e presenta le prossime tappe di questo colorato tour italiano. Non perdetevele: il 9 luglio al Lido di Camaiore, il 29 luglio a Lignano Sabbiadoro e, in conclusione, il 10 settembre a Torino. E finalmente verso le h 21.30, ce ne torniamo al parcheggio auto stanchi ma divertiti e tutti colorati. Che cosa posso dirvi dopo questa esperienza? Beh... ragazzi e ragazze... cercate la tappa a voi più vicina ed iscrivetevi! Dovete provare la magia di correre in un mondo colorato, di vivere una giornata tutta a colori! Di sicuro mettete in calcolo una bella doccia al rientro a casa, magari con una bella spugna e con tanto sapone ma senza preoccuparvi...il colore viene via facilmente sia dal corpo che dai vostri indumenti, ma l'emozione provata rimane nel cuore per sempre!

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright 2017 © All Rights Reserved