TERRITORIO

Milan4News

TERRITORIO "da scoprire"

La nostra pagina sul TERRITORIO "da scoprire" con le più belle città e località su Milan4News

MILANO CITTA' Tutte le notizie su Milano

ATTUALITA'

Tutte le notizie di Attualità

SPORT

Segui le partite del Milan

EVENTI

Tutte le notizie su Milano

Milan4News TV - Scopriamo Mantova

Le migliori città e località:

TERRITORIO - DA DOMODOSSOLA A BERNA OGNI DUE ORE

30.03.2017

A partire dal 9 luglio 2017 BLS circolerà ogni due ore da Domodossola attraverso il valico del Lötschberg da Briga a Berna. Il miglioramento dell’offerta offre dei collegamenti attrattivi per i pendolari e per i turisti sulla linea ferroviaria del Sempione.

BLS migliora l’offerta ferroviaria sulla linea del Sempione: a partire da domenica 9 luglio 2017 i pendolari e turisti potranno spostarsi con cadenzamento biorario tra Domodossola e Berna via Briga, Kandersteg e Spiez. BLS ha concordato questo miglioramento dell’offerta nel traffico ferroviario regionale tra Domodossola e Briga con le autorità competenti – l’Agenzia della Mobilità Piemontese, La Regione Piemonte, il Canton Vallese e l’Ufficio federale dei Trasporti.

Con il nuovo orario i viaggiatori beneficeranno giornalmente dalla mattina fino al tardo pomeriggio di un collegamento Regioexpress tra Domodossola e Berna ogni due ore, e dal lunedì al venerdì e negli orari di punta, ogni ora. In confronto all’offerta attuale con treni regionali concentrati quasi esclusivamente negli orari di punta, il cadenzamento biorario può essere offerto in modo molto più efficiente. I treni non effettueranno più una sosta a Briga di 20 minuti, ma continueranno direttamente fino a Domodossola prima di ritornare a Berna. Per questo motivo BLS non necessita di ulteriori treni su questa linea per effettuare le nuove modalità di servizio.

BLS gestisce il traffico pubblico locale attraverso il Sempione a partire dal cambio orario entrato in vigore l’11 dicembre 2016 con treni Regioexpress panoramici serviti da accompagnatori di viaggio sul modello di quanto avviene sul „Trenino Verde delle Alpi/Lötschberger“.

A partire da Pasqua circoleranno dei treni extra

Un anticipo del miglioramento nell’offerta ferroviaria sul Sempione sarà disponibile dalle prossime festività. A Pasqua, per la Festa della Mamma e durante le feste svizzere dell’Ascensione e di Pentecoste, BLS offrirà tra Domodossola e Berna sia al mattino che al pomeriggio due coppie di treni diretti andata e ritorno. Le esperienze con i treni straordinari effettuati gli scorsi anni dimostrano che i clienti apprezzano un’offerta più frequente.

Con il miglioramento dell’offerta al Sempione, BLS porta il concetto turistico „Regione del Trenino Verde delle Alpi/Lötschberger“ in Norditalia rafforzando così il turismo nella regione del Sempione, Ossola e Lago Maggiore, nel Vallese e nel Oberland Bernese. Diversi partner nel Norditalia hanno aderito alla piattaforma – come la Ferrovia Vigezzina, Comazzi Bus, i giardini botanici di Villa Taranto, il Parco Nazionale Val Grande o il comune di Verbania. Insieme ai partner in Italia ed in Svizzera BLS promuove l’escursione in treno per raggiungere le destinazioni lungo la tratta.

I viaggi con il „Trenino Verde delle Alpi“ sono disponibili a tariffe promozionali presso Monique Girod Viaggi a Domodossola, Verbania e Momo e le migliori agenzie di viaggio. Attraverso il miglioramento dell’offerta e la promozione, BLS contribuisce alla generazione di valore aggiunto nelle regioni

 

 

Redazione

TERRITORIO - Il Forte di Bard, guida alla visita e le mostre temporanee

16.03.2017

Non siete mai stai al Forte di Bard in Valle d’Aosta? Dovete assolutamente andarci, un luogo tra storia e realtà, con splendide mostre da visitare e luoghi incantati dalla storia. Di seguito raccontiamo brevemente le mostre temporanee presenti nella primavera 2017, assolutamente da non perdere.

Come dipingeva Tiziano? Quale forza creativa ispirava il suo pennello? Perché tornava a distanza di tempo sullo stesso soggetto? Quale differenza c’è tra una replica e una copia? L’evento Discovering Tiziano tenta di rispondere a queste domande presentando, all'interno della Cappella della fortezza, il capolavoro Deposizione di Gesù Cristo al Sepolcro (olio su tela, 138 x 177 cm, collezione privata).

In mostra le immagini premiate alla 52esima edizione della mostra Wildlife Photographer of the Year promossa dal Natural History Museum di Londra. L'anteprima esclusiva per l'Italia è solo al Forte di Bard e resterà aperta al pubblico dal 4 febbraio sino al 4 giugno 2017.

Il Forte di Bard dedica una mostra ad uno dei più grandi fotografi del Novecento: Robert Doisneau. Dal 17 dicembre 2016 al 1° maggio 2017. Sono 43 le opere del percorso di arte moderna e contemporanea FdB Modern allestite lungo un suggestivo itinerario che si snoda attraverso i camminamenti esterni e i volumi imponenti dei corpi di fabbrica del Forte di Bard.

Scopri le splendide foto sul Forte di Bard nella nostra Fotogallery

 

Redazione

 

 

TERRITORIO – SCOPRIAMO MALTA

23.02.2017

Nel bel mezzo del “Mar Nostrum” si trova la meravigliosa isola di Malta, territorio ricco di storia, colori, profumi e sapori indimenticabili. Per poter esplorare ed assaporare completamente l'essenza del loco non basta certamente un solo week-end. Malta è capace di suscitare stupore per il suo territorio naturale quasi incontaminato; attraversando difatti l'isola da un capo all'altro, si possono incontrare vaste distese verdi, piante dai succosi frutti selvatici, tutto questo arricchito dai profumi che provengono da aromi spontanei come finocchio, origano solo per citarne alcuni. Ma l'emozione che l'isola è in grado di generare non finisce certo qui, se ci dirigiamo infatti verso le zone costiere il nostro sguardo quasi si perde, amplificandosi alla vista di un mare privo di limiti. Suggestiva è la visuale dai Digly cliffs del sud, o delle zone a nord dell'isola. Altrettanto affascinante per i suoi colori è la zona del porto di Marsaxlokk, nota per essere il villaggio dei pescatori, uno dei punti più importanti e più ricchi per la pesca. Dulcis in fundo la ricchezza storica dell'isola è testimoniata dalla capitale la Valletta, sede dei Cavalieri dell'ordine di San Giovanni, nonché dai dolmen e dai resti di templi megalitici. Francesca Papagni

 

TERRITORIO: TOUR DELLA GRECIA CLASSICA

01.02.2016

Un tour piuttosto completo della Grecia si può articolare in otto giorni. Da Milano possiamo trovare ottime soluzioni da Malpensa. Per raggiungere Atene possiamo affidarci alla compagnia Ryanar oppure Aegean, in due ore e mezza circa saremo già a destinazione. Per quanto riguarda la posizione dell’albergo, consigliamo la zona della Plaka uno dei quartieri più affascinanti della capitale greca. La mattina seguente ci si può dedicare alla visita della città: Piazza della Costituzione, la Casa del Parlamento, il Memoriale del Milite Ignoto e infine non si può rinunciare ad una visita alla Biblioteca Nazionale. Se decidiamo di percorrere la strada dell’Acropoli, possiamo trovare l’Arco di Adriano, il Tempio di Zeus Olimpio. Merita senza dubbio una osta allo stadio Panathinaiko, dove ebbero luogo i primi giochi Olimpici del 1896. Una volta raggiunta l’Acropoli si visiteranno diversi capolavori architettonici del periodo dell’Età dell’Oro ateniese. I Propilei, il Tempio di Atena Nike, l’Eretteo e il famoso Partenone. Nel pomeriggio possiamo raggiungere Capo Sounio, per contemplare una delle vedute migliori del mare Egeo, a picco sul mare questo promontorio conserva un tempio dedicato a Poseidone. Il giorno dopo si può raggiungere Epidauro per la visita del teatro Policleto, noto per la sua acustica perfetta. In giornata si può proseguire per Micene con visita del sito con le mura ciclopiche, le tombe reali, la porta dei leoni, il tesoro di Atreo e la gigantesca tomba di Agamennone. Nel pomeriggio del terzo giorno si può lasciare Atene, per fermarsi ad Olimpia e proseguire così nella visita del Peloponneso. Oltre al santuario panellenico, merita senz’altro la visita ad Itea, classico villaggio sul mare. Da Itea possiamo raggiungere facilmente Delfi, sede dell’oracolo del Dio Apollo, una delle zone più importanti della Grecia classica. Il sesto giorno ci spostiamo a Meteora, dove possiamo trovare due splendidi monasteri bizantini. Il settimo giorno ritorno ad Atene e per chiudere al meglio il viaggio non si può rinunciare ad una splendida crociera nel golfo di Saronico con sosta alle isole Idra, Poros ed Egina. Ultimo giorno magari dedicato alla visita del museo dell’Acropoli per poi andare in aeroporto. Simone Novara

 

TERRITORIO – INNSBRUCK MERAVIGLIA TRA LE ALPI

18.07.2016

Innsbruck è uno dei gioielli più preziosi delle Alpi. Nel cuore del centro storico si riesce ancora a respirare l’atmosfera dell’epoca medievale. Con 800 anni di storia alle spalle, passeggiando per le strade della cittadina tirolese non ci si può non fermare davanti alla loggia dell’Imperatore Massimiliano I, più nota come il Tettuccio D’oro. La strada più importante è di certo Maria-Theresien-Strasse; lungo questa via molto trafficata sia da turisti che da locali è possibile fare acquisti e bersi un caffè. Non si può, inoltre non rimanere colpiti dalla magnificenza degli edifici barocchi. La vista panoramica migliore è senza dubbio la Torre Civica. Da quest’ultima verso nord possiamo ammirare le cime della NordKette, se invece rivolgiamo lo sguardo verso sud possiamo intravedere il Trampolino Olimpico del Bergisel, emblema della Innsbruck moderna. Se andiamo ad Innsbruck non possiamo non fare un salto al Palazzo Imperiale, ex residenza dei conti tirolesi, ora allestito a museo. Inoltre, in pochi minuti, attraverso le funivie Innsbrucker Nordketten Bahnen è possibile raggiungere il parco naturale più grande dell’Austria ossia il Karwendel. La vetta più alta da raggiungere è il Hafelekar, alta ben 2300 metri. Simone Novara

 

TERRITORIO – Firenze un patrimonio dell’Unesco

13.06.2016

Considerata una delle più belle città al mondo per i suoi numerosi monumenti, riconosciuta dall'UNESCO come patrimonio culturale, l'Italia ha la fortuna di annoverare nel suo territorio la meravigliosa Firenze. Capoluogo della Toscana e per un certo periodo anche capitale del Regno d'Italia, codesta città ha origini antichissime. Fucina di intellettuali, artisti, letterati che hanno diffuso la sua gloria a livello internazionale; come non ricordare infatti il merito per la formazione dell'attuale idioma nazionale, o le scoperte artistiche-tecnologiche che si svilupparono in questo territorio. Città affascinante anche dal punto di vista eno-gastronomico, la rappresentano a pieno titolo la famigerata bistecca alla fiorentina e il Chianti. Insomma Firenze è una città che bisogna visitare per appagare tutti i sensi. Vai alla Fotogallery di Firenze. Francesca Papagni

 

TERRITORIO – Visitate l’ Abbazia di Chiaravalle

01.06.2016

È giunta ormai già da un po’ la tanto attesa primavera. Si sa, questa stagione è solita risvegliare il desiderio di viaggiare e di esplorare nuove mete. il capoluogo lombardo offre numerosi spunti a coloro che per obblighi di qualsiasi tipo non possono spostarsi più di tanto. Questa volta vorrei portarvi in quello che è un mix di arte, religione e natura, tutto a pochi passi da Milano. Si tratta dell’Abbazia di Chiaravalle, meraviglioso monastero cistercense fondato nel 1135 da san Bernardo e dalla popolazione milanese i cui lavori continueranno nel corso dei secoli. il complesso è un chiaro esempio di arte gotica, ben visibile dalla struttura interna a croce latina. Spettacolo degno di ammirazione è la torre nolare detta in dialetto milanese della “Ciribiciaccola”. Pronti dunque, non resta che godersi tale meraviglia! Francesca Papagni

 

TERRITORIO: Lo zoo di Salisburgo per grandi e piccini

13.04.2016

Il paesaggio unico dello zoo, situato ai piedi del monte Hellbrunn, con la sua ripida parete rocciosa da un lato e la collinosa propaggine che declina verso una zona umida dall’altro, è la dimora di circa 1200 animali selvatici. Animali locali, esotici, dallo stambecco delle Alpi alla mangusta striata, vivono si un ampio terreno di circa 14 ettari, in grandi impianti, simili al loro ambiente naturale. Così tanti animali vivono nello Zoo di Salisburgo. Appartengono a 140 diverse specie e hanno trovato una nuova casa nel giardino zoologico di Hellbrunn. Nel recinto all’aperto dei grandi felini passeggiano i ghepardi, le scimmie si arrampicano nel padiglione tropicale e nello zoo dei piccoli animali domestici è permesso accarezzarli e anche dargli da mangiare. Nello zoo di Salisburgo, tra gli altri, si possono ammirare i rinoceronti camusi e gli orsi, linci e antilopi. Particolarmente noti sono i grifoni che vivono liberi. Sui fianchi del monte di Hellbrunn si sentono proprio a loro agio – e quando questi grandi avvoltoi ricevono il loro pasto, si può assistere ad una certa distanza. Distanza che è necessaria anche se a ricevere il loro cibo sono i grandi felidi: la carne, appesa ad una funivia, “corre” attraverso il recinto ad una velocità che raggiunge i 60 km/h! I ghepardi rincorrono e catturano la loro preda. Più tranquilla è l’atmosfera da oche e marmotte. Numerosi cartelli danno informazioni a grandi e piccoli sui tanti animali dello zoo di Salisburgo, zoo che dista da Grödig solo pochi minuti. Simone Novara

 

TERRITORIO: Montenegro: Le Bocche di Cattaro

07.04.2016

Il Montenegro è una terra che sa ammaliare con i suoi percorsi lungo la costa e con i suoi paesaggi rocciosi e verdeggianti. Un teatro di contrasti stupefacenti. Su una piccola striscia di territorio, in forte contrasto c'è il mare da un lato e dall'altro alte montagne coperte di neve per tutto l'anno. Da un ambiente con un clima mediterraneo mite, con più di 2.700 ore di sole all'anno, in meno di tre ore di macchina si possono raggiungere alte montagne coperte di neve e sciare. La prima città sul confine con la Croazia, è Herceg Novi (Castelnuovo), città dei carnevali e degli artisti. Una città con mura e torri vecchie di sei secoli. Questa città ha il maggior numero di giornate di sole della costa, però bisogna sapere che qui a volte non c'è acqua per giorni, perché l'acquedotto parte dalla Croazia e a causa dei ritardi con i pagamenti, i giorni senza acqua sono frequenti. Proseguendo da Herceg Novi si segue il bellissimo golfo delle Bocche di Cattaro (Bokokotorski zaliv) che è il più grande del Mediterraneo. Sempre lungo il golfo verso sud si attraversano piccoli paesi come Risan, il più antico centro abitato nelle Bocche e luogo di soggiorno di Teuta regina illirica; poi l'antica Perast e infine si arriva a Cattaro (Kotor), città di lunga tradizione marittima e delle celebrazioni dei navigatori, circondata da mura ancora ben conservate. Nel 1979, il Comitato dell'UNESCO ha inserito la regione di Cattaro nel suo Registro del patrimonio culturale e naturale. Alle spalle di Cattaro ci sono soltanto le montagne, tra le quali si vede un castello, che si può raggiungere salendo le vecchie scale di pietra e da lì godere un belvedere sulle Bocche di Cattaro. Simone Novara

 

TERRITORIO: Gerusalemme città contesa

29.03.2016

Gerusalemme è un'antichissima città, considerata città santa da Ebraismo, Cristianesimo e Islam. Si trova sull'altopiano che separa la costa orientale del Mar Mediterraneo, dal Mar Morto, a est di Tel Aviv, a ovest di Gerico e a nord di Betlemme. La Città Vecchia e le sue mura, considerate patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, racchiudono in meno di un chilometro quadrato molti luoghi di grande significato religioso come il Monte del Tempio, il Muro del Pianto, la Basilica del Santo Sepolcro e la Moschea al-Aqsa. E' proprio qua e in tutta israele che ogni giorno viene portata avanti l'“Intifada dei coltelli”. Questa ha ormai assunto i connotati di una guerra civile strisciante, che avvelena la vita quotidiana della popolazione che vive in questa splendida terra. A partire dall’ottobre 2015 – la popolazione israeliana si deve confrontare quotidianamente con una nuova e sfuggente forma di terrorismo spicciolo e micidiale. Spesso giovani palestinesi, quasi tutti abitanti in territorio israeliano o pendolari per motivi di lavoro, si armano di coltelli o di pistole e tentano di ammazzare in strada il primo ebreo che incontrano. La vita sulle strade delle città israeliane si è fatta difficile per tutti, turisti compresi. Israele, paese estramente bello e attrattivo rimane ormai un sogno per molti visitatori di tutto il mondo. Questo nuovo modo di attaccare la popolazione sta diventando un terrorismo “fai da te” contro cui lo Shin Bet (il Servizio di sicurezza interno israeliano), sempre molto efficienti nell’infiltrazione dei gruppi terroristici palestinesi, riescono a fare poco e sembrano sempre più scoraggiati. Gerusalemme è una città dilaniata da millenni di guerre, scontri tra religioni, conflitti tra politiche contrapposte. Sarebbe bello che cristiani, ebrei e mussulmani potessero un giorno poter convivere senza rancori ma con tanto rispetto per un luogo così ricco di storia. Giulia Casini

 

TERRITORIO -A tu per tu con l’esperto all’Acquario di Genova

25.03.2016

Acquario di Genova aspetta il pubblico con speciali esperienze alla scoperta delle specie star ospiti delle vasche.

Tutti i fine settimana, dalle 10 alle 14 grandi e piccini saranno condotti dagli esperti alla scoperta di tutti i segreti e le curiosità di lamantini, piranha, meduse, pesci della laguna tropicale e foche, che si aggiungono agli incontri quotidiani “A tu per tu con l’esperto” che consentono di assistere alla sessione dei delfini nel Padiglione Cetacei.

Le animazioni, comprese nel biglietto di ingresso alla struttura, si svolgeranno lungo il percorso espositivo secondo i seguenti orari: primo appuntamento alle ore 10 dalla vasca dei lamantini per conoscere da vicino Tino, il cucciolo nato da mamma Rynke lo scorso 10 settembre e scoprire come da questi grandi mammiferi erbivori sembra sia nato il mito della sirena.

Si prosegue alle ore 11 con un appuntamento dedicato ai piranha, alle ore 12 nella sala meduse per conoscere queste affascinanti creature e imparare come comportarsi in caso di “incontro” in mare.

Due gli appuntamenti nel pomeriggio: alle ore 14 presso la laguna tropicale dove nuotano Striscia, la femmina di squalo zebra nata all’Acquario di Genova nel 2014, Elica, la tartaruga Caretta caretta affidata all’Acquario di Genova dal Corpo Forestale dello Stato servizio CITES per le cure necessarie a rimettersi in salute dopo lo scontro in mare con un’imbarcazione e poter poi tornare in mare; ultimo appuntamento alle ore 15 per approfondire la conoscenza delle foche.

Ogni giorno, si riconferma alle ore 12 e alle ore 14.15 l’appuntamento con “A tu per tu con l’esperto”: i visitatori possono assistere alle sessioni di addestramento dei delfini e approfondire i diversi aspetti della vita quotidiana di questi cetacei osservando i loro comportamenti – dal gioco alla socializzazione, dal corteggiamento alla comunicazione – mentre interagiscono con gli addestratori che si prendono cura di loro ogni giorno. A tu per tu con l’esperto è compreso nel biglietto di ingresso alla struttura. Simone Novara

 

TERRITORIO - Zagabria e il suo fascino

25.03.2016

Zagabria si presenta come una città cosmopolita, frizzante, particolarmente dinamica. Nella città croata si mescola una certa architettura medievale, a cui si aggiungono i fasti del periodo austro-ungarico, inoltre restano evidenti i segni del comunismo. La città si divide tra la parte alta, quella più antica di origine medievale e quella bassa, centro dei musei più interessanti. La Cattedrale dell’Assunzione con le sue guglie gemelle domina i tetti della città: di origine gotica è stata maneggiata diverse volte ma conserva ancora uno splendido ciclo di affreschi del 1200. Se siete amanti dei colori e della vita quotidiana di una città non dovete perdervi il Mercato di Dolac: qui arrivano venditori di frutta e verdura da ogni angolo della Croazia e potrete perdervi fra mille bancherelle alla scoperta delle tradizioni culinarie della città. Nei chioschi si può anche mangiare spendendo davvero poco! Kaptol Trg: è il cuore della Zagabria medievale, una magnifica piazza dominata da antichi palazzi, tra cui la Porta di Pietra. La Torre Lotrscak serviva a difendere la porta meridionale della città e da lì ogni giorno viene sparato un colpo di cannone a mezzogiorno, a rievocare il tentato assalto degli ottomani. Non dimenticatevi di salire fino in cima, da cui si gode una vista splendida sulla città! La chiesa di S. Marco è forse l’immagine più rappresentativa della città con il suo originale tetto di mattonelle colorate e gli stemmi medievali della Croazia.

A Zagabria ci sono dei bei locali per passare la serata dove spesso si balla fino all'alba. Ci sono anche numerosi locali dove si può tranquillamente prendere il caffè, chiacchierando o leggendo il giornale. Il centro città abbonda di bar che offrono buon caffè e la vista sul frettoloso ritmo urbano. Ci sono anche dei cocktail bar nei quali potete iniziare la serata. Le vie Tkalciceva e Bogoviceva sono la vera Mecca dove si recano tutti che cercano un bel divertimento, e dove ci sono numerosi bar con la piacevole atmosfera e la musica di tutti i gusti. I club notturni di Zagabria soddisferanno tutti i gusti, e si può ballare scegliendo la musica rock, pop, r&b, punk, ska, le possibilità sono tante, tocca a voi scegliere... In estate è possibile divertirsi al lago Jarun, accanto al quale ci sono dei bar o terrazze per ballare. Zagabria è facilmente raggiungibile con tutti i mezzi, sia per via aerea che su rotaia è ben collegata con tutte le capitali europee. In auto è altrettanto facile giungervi, la rete stradale è in ottime condizioni e l'autostrada è agevole per il viaggio e le soste. L'Italia è ben collegata con il paese, non mancano traghetti che partano da Ancona, Bari e Venezia. In auto ci si può servire dell'autostrada che passa per Trieste. Ottima è la rete degli autobus con collegamenti in tutte le parti del paese. E' possibile anche noleggiare un'automobile ed è efficiente la patente italiana. Nel centro storico di Zagabria potrete tranquillamente girare a piedi, il trasporto pubblico più diffuso è il tram. I biglietti, giornalieri, o validi per una sola corsa (90 minuti, una sola direzione), sono in vendita presso le edicole. Seguite le semplici e pratiche cartine esposte su ogni fermata e non avrete nessun problema a spostarvi da una zona all'altra.

Simone Novara

SOCIETA' - Sorprese all’Acquario di Genova

15.03.2016

L’Acquario di Genova da il benvenuto a sei nuovi ospiti nella grande vasca degli squali:quattro squali grigi (Carcharhinus plumbeus) e due trigoni della specie Dasyatis americana. Fino al 20 marzo, il pubblico può provare l’emozione di venire a conoscerli usufruendo della speciale promozione online: acquistando il biglietto su www.acquariodigenova.it, avrà diritto a uno sconto di 3 Euro su ogni tipologia di biglietto Acquario di Genova, adulto, ragazzo e ridotto.

I nuovi squali grigi, un maschio di 9 anni e tre femmine di 2 anni di età, sono arrivati nella notte tra giovedì 3 e venerdì 4 marzo da Marineland, Antibes, dove sono nati. Il trasferimento, che costituisce un’operazione complessa e delicata, è stato seguito in ogni momento dallo staff della struttura per monitorare lo stato di salute degli animali e garantire un pronto intervento in caso di necessità.10 persone tra tecnici e subacquei sono state impegnate nel montaggio della paratia divisoria per permettere l’entrata in vasca dei nuovi esemplari.

11 persone coinvolte nell’arrivo degli animali si sono occupate di trasferire gli animali uno alla volta dalle vasche di trasporto alla grande vasca che ora li accoglie.

Le due femmine di Dasyatis americana, sono arrivate due anni fa da Rotterdam dove sono nate il 24 aprile 2009. Per due anni sono state mantenute in vasche curatoriali nell’attesa che crescessero e potessero essere inserite nella vasca espositiva insieme agli squali.

Per i primi giorni, tutti i nuovi ospiti sono stati inseriti in una parte della vasca separata dalla speciale paratia per consentire loro di ambientarsi e al tempo stesso agli altri esemplari già presenti nella vasca tra cui altri squali grigi, squali nutrice, squalo zebra, pesci sega, cernie, ricciole, saraghi farone, di abituarsi gradualmente ai nuovi arrivati. Dopo 5 giorni, la paratia è stata aperta, sempre sotto l’attento monitoraggio dello staff ultimando così l’integrazione. Lo squalo grigio vive nelle acque temperate e tropicali di tutto il mondo. Raggiunge i 250 cm di lunghezza e si ciba di piccoli pesci e molluschi. Le femmine gravide si avvicinano a riva al momento del parto probabilmente per mettere i piccoli al riparo da potenziali aggressioni degli altri adulti. È viviparo: le femmine sono dotate di una sorta di placenta e partoriscono fino a 12 cuccioli. Il trigone Dasyatis americana vive nelle acque tropicali e subtropicali dell’oceano Atlantico occidentale, dalle coste del New Jersey al Brasile. Vive in prevalenza in fondali sabbiosi, in lagune e intorno alle distese di alghe non oltre i 25-30 metri di profondità. È una specie dall’indole timida ma curiosa, dotata di un lungo aculeo velenifero alla base della coda di cui si serve per difendersi dai predatori e in caso di pericolo. Si nutre di invertebrati come granchi, gamberi, vermi e piccoli pesci bentonici. Da alla luce dai tre ai cinque piccoli, nati per cucciolata solitamente dopo 5 mesi di gravidanza. Simone Novara

TERRITORIO - Olanda da vivere

11.03.2016

La costa olandese offre un paesaggio stupendo anche in inverno. Si possono fare salutari passeggiate sotto un cielo solcato da bellissime nuvole, riscaldarsi gustando qualcosa di buono in uno degli accoglienti locali vicino al mare e, se nevica, persino praticare snowboard e sci di fondo sulla spiaggia. L'Olanda vanta 250 chilometri di coste magnifiche con incantevoli località balneari, circondate da dune e ambienti naturali meravigliosi. Zandvoort dista appena mezz'ora di macchina da Amsterdam. Zandvoort vanta una spiaggia stupenda ed è circondata da due importanti aree naturali: il Parco nazionale Zuid-Kennemerland e la riserva naturale Amsterdamse Waterleidingduinen, che in inverno offrono la possibilità di fare passeggiate meravigliose. Al termine della passeggiata puoi gustare qualcosa di buono presso uno di questi locali situati in spiaggia: Tijn Akersloot, Parnassia, Thalassa e Beachclub No5.A 10 minuti di macchina da Zandvoort sorge SnowPlanet, una vera pista da sci al coperto dove il divertimento è assicurato.

Scheveningen è una destinazione molto popolare anche in inverno. Qui puoi fare splendide passaggiate sulle lunghe spiagge sabbiose. Per il massimo relax ti consigliamo di visitare il Kurhaus, che offre eccellenti saune e trattamenti benessere.

E se un giorno hai voglia di sciare su una pista al coperto, puoi recarti al vicino centro SnowWorld di Zoetermeer. Da non perdere!

Noordwijk è famosa per la sua meravigliosa spiaggia di sabbia bianca incorniciata da splendide dune. Ma è anche una destinazione ideale per gli amanti dello sport. Infatti qui puoi praticare kitesurf e blokart; inoltre, se nevica, queste dune ondulate sono perfette per sciare e praticare snowboard o sci di fondo. Vai poi a riscaldarti in uno degli attraenti locali che sorgono lungo la spiaggia di Noordwijk, come ad esempio il Zeemeeuw.

La regione Zelanda è stata creata dall'acqua, dal vento e dagli zelandesi dal carattere forte. Anche qui le spiagge e le dune bellissime offrono la possibilità di trascorrere meravigliose vacanze invernali. Naturalmente puoi fare passeggiate stupende sia a piedi che in bicicletta, ma vi è anche un'ampia scelta di attività sportive. È possibile praticare kitesurf e blokart, nonché sci di fondo e persino sciare quando nevica abbondantemente. Al termine puoi ristorarti presso i locali che sorgono lungo la spiaggia e gustare ottime specialità zelandesi.

Simone Novara

TERRITORIO - Le meraviglie di Lubiana

04.03.2016

La Commissione europea, nel giugno 2014, ha conferito a Lubiana il prestigioso titolo di “Capitale verde d’Europa per il 2016”, grazie alla "sensibilizzazione ambientale dei cittadini, strategia sostenibile Vision 2025, implementazione di una serie di misure urbane verdi nell’ultimo decennio nonché all’impressionante rete di trasporti pubblici."

Nell’aprile 2015, all’incontro mondiale del World Travel & Tourism Council (WTTC), Lubiana ha ricevuto anche il premio Tourism for Tomorrow come destinazione più sostenibile. La giuria ha sottolineato che l’immagine di Lubiana è stata "completamente ridisegnata in linea con un orientamento sostenibile." Lubiana è una città che vanta superfici verdi ottimamente conservate e numerosi piacevoli angoli verdi persino nel pieno centro cittadino. Il Castello di Lubiana domina la città dal verde colle, sul quale troverete anche passeggiate e attrezzi ginnici all’ombra degli alberi.

Le pittoresche rive del Ljubljanica, sistemate dall’architetto Jože Plečnik, sono abbellite da alberi, e soprattutto nei quartieri di Krakovo e Trnovo, anche da superfici erbose. Nelle immediate vicinanze si trova uno dei più vecchi giardini botanici d’Europa.

Nella zona di Lubiana sorgono ben quattro parchi ambientali. Uno di loro, il parco Tivoli, Rožnik e Šišenski hrib, raggiunge il pieno centro cittadino. Il parco più centrale e più bello, il parco Tivoli, è il punto di partenza di una serie di sentieri destinati al tempo libero che si snodano nel bosco dei colli Rožnik e Šišenski hrib. I sentieri più lunghi raggiungono il Mostec e lo Zoo. Lubiana può vantare ben 542 m2 di superfici verdi per abitante.

Una delle particolarità di Lubiana è anche il Sentiero della rimembranza e della solidarietà, lungo 34 chilometri, che circonda la città al posto del filo spinato militare della seconda guerra mondiale. Lungo il sentiero crescono più di 7000 alberi. Il Parco ambientale Ljubljansko barje (della Palude di Lubiana) che parte dalla periferia della città, insieme ai ritrovamenti archeologici, iscritti nella lista del Patrimonio mondiale dell’Unesco, può vantare un’estrema biodiversità ed è uno dei pochi ambienti di questo tipo relativamente ben conservati in Europa. Il giardino botanico di Lubiana è attivo dal 1810 e rappresenta così l’istituzione culturale, scientifica ed educativa slovena più antica che non ha mai interrotto la propria attività. Nel giardino crescono oltre 4.500 specie, sottospecie e forme, di cui più di un terzo locali, il resto sono piante di varie zone europee e di altri continenti. Il giardino botanico collabora con oltre 270 giardini botanici di tutto il mondo e si occupa delle attività scientifiche di ricerca e pedagogica. Il giardino svolge un importante ruolo nell'educazione e nella tutela delle specie endemiche e minacciate (colpite, vulnerabili e rare) del nostro territorio. Nella grande serra si possono visitare il mondo vegetale della giungla tropicale. Nella serra, costruita per festeggiare i 200 anni del Giardino botanico, si possono ammirare più di 380 specie vegetali provenienti dalle varie zone tropicali del mondo. Simone Novara

SOCIETA' - Acquario Fashion Night con Enzo Micio

24.02.2016

Venerdì 4 marzo Enzo Miccio condurrà all’Acquario di Genova l’”Acquario Fashion Night”, una serata glamour dedicata al fascino femminile in preparazione alla festa della donna.

Tra moda, stile e bon ton, l’event planner più famoso in Italia trasformerà l’Acquario in un vero e proprio atelier alla scoperta di tutti i segreti per valorizzare la bellezza e le caratteristiche di ogni donna e non sbagliare mai abito in nessuna occasione.

La serata avrà inizio alle ore 20.30 e si svolgerà presso l’Auditorium dell’Acquario di Genova. L’evento, su prenotazione fino ad esaurimento posti, ha un costo di 35 Euro per partecipante.

Il biglietto è acquistabile sia online su www.acquariodigenova.it e www.incomingliguria.it, sia direttamente presso la biglietteria dell’Acquario di Genova (non oltre le ore 18 del 4 marzo).

Con la sua inimitabile ironia, Enzo Miccio, inizierà il suo intervento con una panoramica delle varie tipologie fisiche di donna e delle strategie per migliorare il proprio look, a volte stravolgendo il guardaroba, a volte seguendo alcuni piccoli consigli e accorgimenti, capaci di trasformare anche la donna con il look più disastroso in una donna alla moda. Durante la serata, Enzo Miccio sceglierà 10 fortunate spettatrici a cui rifarà il look con il supporto di un parrucchiere e un make up artist professionisti. Diversi i partner che affiancheranno Enzo Miccio nel difficile compito di trasformare il look delle fortunate ospiti: McArthurGlen Designer Outlet di Serravalle, già partner dell’Acquario di Genova per altre attività nel corso del 2015, per l’abbigliamento e gli accessori, Equipe Giorgio per le acconciature e per la parte di make-up. L’”Acquario Fashion Night” è un esempio di come l’Acquario di Genova sia una location unica, emozionante e flessibile, in grado di accogliere eventi moda e glamour e capace di rinnovarsi e stupire il pubblico con proposte sempre nuove. Tutti gli aggiornamenti sulla serata e sulle novità dell’Acquario di Genova sono disponibili sui canali social dell’Acquario di Genova - Facebook, Twitter, Flickr, Youtube, Instagram, Pinterest, Google+ Foursquare - e sul sito www.acquariodigenova.it.

Simone Novara

TERRITORIO - Ungheria da scoprire

25.02.2016

Budapest, la capitale dell’Ungheria, è una sorpresa nuova ogni volta che ci si ritorna. Il suo volto varia a seconda delle stagioni e della disposizione d’animo del viaggiatore: meta ideale per innamorati, giovani, appassionati di arte o gastronomia, o viaggiatori in cerca semplicemente di relax. Le terme e i numerosi castelli testimoni, nella loro architettura, delle dominazioni che si sono succedute, il Danubio con al centro l’isola della Maddalena e il ponte delle catene: sono solo alcune delle attrazioni della capitale dell’Ungheria. Definita la Parigi dell’est, Budapest è divisa dal corso del Danubio in Buda e Pest. Buda, la città antica, si erge in collina e ha la sua principale attrazione nel Palazzo reale che è anche sede della Pinacoteca Nazionale. Ma soprattutto da Buda si può godere di una vista veramente suggestiva del Danubio: provare per credere! Pest, la città nuova, adagiata in pianura, vede i turisti affollarsi soprattutto intorno al Parlamento o in Piazza degli Eroi, un grande piazzale d’onore al centro del quale svetta la colonna sormontata dall’arcangelo Gabriele e dietro cui inizia il parco civico della capitale dell’Ungheria.Da visitare a Budapest sono i 5 impianti termali: Gellert, Szechenyi, Kiraly, Rudas, Lukacs. Particolarmente suggestive sono le terme di Kiraly che funzionano ancora oggi come un vero e proprio bagno turco aperto a giorni alterni agli uomini e alle donne. Il lago di Balaton è la più grande distesa d’acqua dell’Europa occidentale ed è sfruttato dagli ungheresi come un vero e proprio mare interno. Attorno ad esso sono sorti villaggi turistici e attrezzati impianti balneari. La costa meridionale, dove le acque sono più basse, è meta preferita delle famiglie che si recano in viaggio in Ungheria. A nord invece sorge uno dei più grandi impianti termali dell’Ungheria. Caratteristici e molto interessanti per gli appassionati di etnografia ungherese sono i piccoli paesini arroccati sull’altopiano retrostante il lago di Balaton: qui si conservano le antiche tradizioni d’Ungheria e si possono osservare chiese romaniche, gotiche e barocche. La chiesa più famosa è quella settecentesca a due campanili che si erge sulla penisola di Tihany, ma i monumenti ungheresi di questo tipo sono molto numerosi e tutti da scoprire. Chi è in cerca di vita mondana resterà piacevolmente soddisfatto se sceglierà Siofok come meta per la sua vacanza in Ungheria: ricca di eventi culturali e dalla vita notturna molto attiva, la città, posta sulla riva meridionale del lago di Balaton, è paragonabile alla nostra Rimini. Zalakarov è la località termale più importante del cosiddetto “Transdanubio meridionale”, regione adatta a una vacanza all’insegna del relax. Mohacs è famosa per il suo carnevale, mentre Pecs per il suo patrimonio artistico. Il “Transdanubio settentrionale”, invece, è la zona dei grandi castelli e delle città storicamente più importanti dell’Ungheria: Sarvar, Koszeg, Tata e Sopron. Quest’ultima, in particolare è la città più ricca di patrimoni storici dell’Ungheria tale da ottenere, nel 1975, il premio “Europa Nostra”. Simone Novara

 

TERRITORIO - New york, new york: le foto di 50 anni di cambiamenti

24.02.2016

New york, new york: le foto di 50 anni di cambiamenti della capitale del cosmopolitismo

Gli anni passano e tutto muta: nuovi grattacieli, nuove strade, nuovi colori, nuove insegne stravaganti nella Piazza di Times Square, nuovi negozi, nuovi modi di vestire. Ma la storia è sempre la stessa. Proprio come cinquant’anni fa, New York è ancora la capitale delle opportunità, della modernità, del successo e dei taxi gialli; è ancora quella città così lontana, ipnotica caotica e gigante da far paura. Ed è sempre bella. Ecco allora alcune foto che ci fanno vivere un viaggio tra il vecchio e il nuovo della Grande Mela. Francesca Sassone

 

TERRITORIO - Sabato, Ambra Angiolini madrina d’eccezione all’Acquario di Genova

16.02.2016

Sabato 20 Febbraio Ambra Angiolini madrina d’eccezione per il battesimo dei 3 cuccioli di lamantino, delfino e squalo zebra. Questi i nomi dei cuccioli: il delfino Indy, il lamantino Tino e lo squalo zebra Striscia. I 3 cuccioli dell’Acquario di Genova hanno finalmente un nome: Indy il piccolo delfino, Tino il cucciolo di lamantino e Striscia la giovane femmina di squalo zebra.

L’Acquario di Genova organizza uno speciale “battesimo” sabato 20 febbraio con una madrina d’eccezione, Ambra Angiolini. L’attrice italiana, che aveva già avuto occasione di visitare l’Acquario due anni fa in occasione della sua tournée teatrale, ha accettato in via amichevole di assumere questo importante ruolo.

Sabato 20 febbraio, i visitatori potranno approfondire la conoscenza dei tre cuccioli grazie agli incontri a tu per tu con lo staff e Ambra, che si svolgeranno alle ore 14.30 davanti alla vasca della laguna tropicale, alle ore 15.15 davanti alla vasca dei lamantini e alle ore 16.30 davanti alla nursery del Padiglione Cetacei.

Alle ore 16.45, il pomeriggio di festa si concluderà con il taglio della speciale torta dedicata ai cuccioli.

Proprio il 20 febbraio, Indy compie 6 mesi. Il piccolo, che ormai pesa circa 60 kg, ha iniziato il primo approccio con il pesce, che costituirà la sua dieta da adulto, pur continuando a prendere il latte dalla mamma. Insieme a mamma Luna, Indy ha iniziato il percorso di integrazione con gli altri delfini: dopo aver incontrato e condiviso per un certo periodo la nursery con Goccia e Naù, oggi nuota in vasca con papà Robin, nell’attesa di integrarsi con tutto il gruppo sociale e fare il suo ingresso nella vasca principale del Padiglione. Indy è molto curioso e indipendente e comincia, proprio nei momenti del pasto, a interagire con lo staff.

Tino partecipa ormai assiduamente alle sessioni di cibatura, avvicinandosi alle rocce e prendendo dalle mani dello staff alcune delle sue verdure preferite, tra cui la barbabietola. Oltre a prendere il latte da mamma Rynke, il piccolo si nutre inoltre dell’insalata che viene messa negli appositi girelli a disposizione di tutti i lamantini nella vasca. All’età di quasi sei mesi, Tino pesa 80 kg ed è lungo circa 160 cm. Striscia presenta ormai una livrea a pois, come gli esemplari adulti di questa specie di squalo. Si è ormai definitivamente integrata nella vasca della laguna tropicale dove continua a essere nutrita dallo staff quotidianamente e singolarmente per controllare che riceva il giusto quantitativo di cibo. Pesa oggi 9,5 kg ed è lunga 147 cm. Simone Novara

 

LUOGHI - Washington. Una città immersa nel verde e nella cultura.

Febbraio 2016

Una sola parola: Washington. Se state organizzando un tour della costa est degli Stati Uniti, non potete non fare una tappa in questa fantastica città.

Washington è immersa nel verde e nella storia. Vi consiglio di girare per le strade del centro per poterne apprezzare la bellezza. Se avete a disposizione solo un giorno, la prima tappa obbligatoria da fare è il Campidoglio che è la sede dei due rami del congresso degli Stati Uniti d’America. Vi accoglierà un immenso giardino circondato da fiori rossi e un immensa scalinata. C’è la possibilità di visitarlo: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 16.30. Sicuramente vale la pena entrarvi per ammirare lo stile architettonico e poi… potrete dire di essere entrati in uno dei posti dove vengono prese le decisioni più importanti al mondo.

Usciti dal Campidoglio vi troverete di fronte il Grant Memorial, il Peace Monument e il Garfield Memorial. I primi due furono rispettivamente realizzati per commemorare i morti che ci furono durante la guerra civile. Il Grant Memorial, in particolare, fu dedicato a tutti i marinai morti in mare durante la guerra. Il Garfield Memorial, fu eretto per ricordare il presidente James A. Garfiel che fu eletto nel 1880 e assassinato nel 1881. Alle spalle di questi tre monumenti inizia la National Mall. Un imponente vialone immerso nel verde, dove potrete scorgere, camminando, anche qualche scoiattolo. Se volete dedicare un po’ di tempo a qualche museo, qua avrete l’imbarazzo della scelta. Infatti lungo la National Mall potrete trovare tutti e nove i musei di Washington. Molto interessante sia per i più grandi che per i più piccoli è quello dello spazio. Dove troverete le varie riproduzioni degli shuttle e tutte le scoperte aerospaziali fatte dalla NASA. Continuando a camminare arriverete di fronte al famoso obelisco, il Washington Monument. Costruito in memoria di George Washington, primo presidente degli Stati Uniti d’America. È una delle strutture in muratura più alte al mondo, con un altezza superiore a 169 metri e fu realizzato negli anni quaranta ad opera dell’architetto Robert Mills. Continuando la passeggiata immersi nel verde più avanti troverete il Lincoln Memorial preceduto da altri quattro monumenti: due sono dedicati a tutte le donne e gli uomini morti nella guerra del Vietnam, uno è in memoria dei morti durante la guerra di Corea e l’ultimo è dedicato alla seconda guerra mondiale. Adesso fate un ultimo sforzo: ritornate verso il Washigton Monument e procedete verso nord. Dopo poco vi troverete di fronte alla White House. La potrete ammirare solo dall’esterno, ma è una tappa obbligatoria quando si viene a Washington.

Per il pernottamento vi consiglio l’Hotel Palomar che è situato in centro. Per il pranzo o la cena c’è l’imbarazzo della scelta. Ovviamente ricordatevi che siamo in America, la terra degli Hamburger! Un posto molto buono, per mangiarlo è il “Five Guys”. L’ambiente è molto informale e giovanile. Ricorda i Fast Food, ma con una qualità nettamente superiore. Con 9 euro potrete mangiare l’hamburger con o senza pane e una bibita. Le salse e i contorni sono a scelta e free!

Giorgia Pacione Di Bello

LUOGHI - L’Acquario di Genova e le sue splendide sorprese

Gennaio 2016

In occasione della festa di San Valentino, l’Acquario di Genova offre a tutti gli innamorati diverse esperienze per celebrare in modo unico questa speciale giornata: dall’offerta dedicata alle cene a lume di candela “immersi” nei suggestivi fondali marini, dall’esclusivo pacchetto soggiorno a un corner dedicato per immortalare la magia della giornata.

Sabato 13 e domenica 14 febbraio, le coppie potranno visitare l’Acquario più grande d’Europa alla speciale tariffa di €40. Opportunità per godere di una romantica passeggiata tra i fondali e gli ambienti acquatici del mondo tra foche, lamantini, pinguini, meduse, squali, delfini e colorati pesci della barriera corallina. Per immortalare e condividere sul web i momenti magici della giornata di San Valentino, l’Acquario allestirà lungo il percorso un corner tematizzato: le coppie in visita sono invitate a realizzare un selfie nel corner o lungo il percorso di visita e pubblicarlo sul proprio profilo Instagram.

Alla sera, per i più romantici, la cena a lume di candela propone un’esperienza emozionante ed esclusiva in una delle location più suggestive della città. La serata all’Acquario di Genova inizia con un drink allestito nella sala dei moli antichi, prosegue con un’affascinante visita accompagnata della struttura durante la quale, grazie alla particolare illuminazione che riproduce i raggi lunari, si potranno scorgere in alcune vasche il cambiamento notturno di movimenti, colori e riflessi di alcuni pesci e animali marini. Al termine del tour accompagnato, verrà servita una raffinata cena nella spettacolare cornice marina della vasche che consentirà di vivere una serata emozionante. La cena si svolgerà nelle due serate del 13 e 14 febbraio e avrà inizio alle ore 19.30. Ha un costo di 90 Euro a persona. È necessaria la prenotazione, fino ad esaurimento posti.

Per coloro che vengono da fuori Genova e desiderano prolungare l’atmosfera romantica, è disponibile l’esclusivo pacchetto di Incoming Liguria con pernottamento in hotel a cinque stelle in centro città. Il pacchetto prevede, dopo la cena in Acquario, il pernottamento in camera doppia con prima colazione in hotel 5 stelle e libero accesso alla zona Wellness, dotata di piscina con idromassaggio, bagno turco, doccia tropicale e nebulizzata, zona relax e una piccola palestra modernamente attrezzata. Simone Novara

CITTA' - Salisburgo: la Roma delle Alpi

Gennaio 2016

Salisburgo è definita da molti la Roma delle Alpi, la città della cultura, della musica, dei concerti, la città di Mozart. Un piccolo paese che si presenta con uno scenario quasi teatrale, grazie al suo Baracco estremo di tardo seicento, mescolato da frizzanti elementi Rococò. In alto la massiccia fortezza che affacciandosi su chiese, palazzi e conventi, troneggia sul fiume Salzach, che separa e allo stesso tempo unisce l’agglomerato urbano dalla dolce collina austriaca. Se si va a Salisburgo non si può non visitare il Mirabell, castello situato tra il fiume e l’Università di musica e delle arti, il noto Mozarteum, a fare da cornice alla struttura, una serie di giardini magniloquenti e coloratissimi, intervallati da fontane e scalinate di marmo dal gusto classicheggiante. Salisburgo, è inoltre, famosissima, per il suo festival estivo, che ormai ha superato le 90 edizioni. Il festival, che si tiene tra luglio e agosto, rappresenta uno degli eventi di musica classica più importanti d’Europa. A pochi chilometri dalla cittadina austriaca, si può arrivare a Grodig, piccolo paese, ai piedi del monte Untersberg, che segna un confine naturale fra Austria e Germania. Gli amanti di trekking e arrampicate, possono salire sulla vetta, grazie ad una funivia che parte proprio da Grodig. Dal centro di Salisburgo, grazie alla linea bus 25, si può raggiungere, agevolmente, il castello di Hellbrunn. Fin dall’inizio l’acqua è stata l’elemento determinante nella concezione architettonica del castello. Le numerose sorgenti del monte di Hellbrunn infondono un’atmosfera briosa all’imponente tenuta arcivescovile. I visitatori hanno la possibilità di passeggiare tra statue raffiguranti divinità ed eroi, grotte misteriose, fontane incastonate nella pietra, e di ammirare il Teatro della pietra, il teatro all’aperto più antico d’Europa. Sulla collina di Hellbrunn si erge anche il giardino zoologico. Lo zoo si prefigge di creare un connubio fra la bellezza del paesaggio di Hellbrunn e l’habitat degli animali. Per questo motivo vengono realizzati continuamente spazi particolari in cui i visitatori di ogni età possono ammirare da vicino l’equilibrio naturale fra la flora e la fauna. Simone Novara

CITTA MONTANE - Zermatt il gioiello delle Alpi

Gennaio 2016

Le Alpi nascondono sempre i loro gioielli, uno di questi è, senza dubbio, Zermatt, ai piedi del Monte Cervino, località svizzera situata nel Canton Vallese, con i suoi 5.746 abitanti. Un connubio fra tradizione e modernità. Zermatt, può incarnare, per molti aspetti, il classico paese di montagna, a cui si aggiungono splendidi impianti sciistici e funivie incredibilmente all’avanguardia. Questa apparente contraddizione di paesaggio riesce a creare un’ armonia perfetta. Sempre frutto di una modernità che avanza senza minare gli aspetti caratteristici del posto, è la funicolare sotterranea che porta all’area sciistica di Sunnegga, località in cui si può sciare anche durante la stagione estiva. A Zermatt, inoltre, possono circolare soltanto veicoli elettrici, ed è quindi vietato l’utilizzo delle automobili nel centro storico. Simbolo indiscusso di questa perla, nascosta fra le Alpi, è lo storico treno che raggiunge i 3200 metri di Gornergrat. Non solo, dalla stazione principale, parte anche il famoso Gracier Express, treno che propone un viaggio entusiasmante di ben sette ore, che permette un tour completo di buona parte della Svizzera. Con questo mezzo di trasporto, si arriva dal Cervino a St. Moritz, per poi giungere a Coira, fino alle gole del Rodano e del Reno. In questa autentica avventura ferroviaria si attraversano la bellezza di 291 ponti, 91 gallerie e 2.033 metri del passo dell’Oberalp. Il viaggiatore potrà così immergersi in paesaggi fiabeschi, innevati, animati da torrenti di montagna, castelli, prati e laghetti in quota. Simone Novara

NATALE 2015 - Riscoprire l’amore

Dicembre 2015

Ovunque voi siate, vi auguriamo di trascorrere un sereno e gioioso Natale, vi auguriamo di poter accogliere nei vostri cuori e nelle vostre famiglie la sua luce, per poterla poi riflettere nel mondo, nel nostro mondo, che ha bisogno di luce piu’ che mai. Cogliete l’occasione per scoprire, anzi per riscoprire, l’amore, e lasciate che vi commuova. Esso è nascosto, ma c’è: è negli occhi di un bambino che guarda con stupore ogni cosa, è nelle gambe di un anziano che affronta l’ennesima salita, è nella mano tesa verso chi ha bisogno, è in un gesto inaspettato verso l’altro, è nella forza di chi combatte contro le difficoltà nonostante tutto. Che questo Natale vi aiuti a riscoprire la forza che è in voi e vi rialzi, vi aiuti a ritrovare la vostra passione per la vita, che non è facile, ma vale la pena di essere vissuta, vi doni l’occasione per partire di nuovo. C.T.

LOCALITA MONTANE - Il natale a Livigno ai piedi delle piste

Dicembre 2015

Di fronte a cotanta bellezza, non si può non avere l’impressione di trovarsi in un piccolo, quanto magico, angolo di mondo. Isolato in mezzo al nulla, a Livigno, in Lombardia, al confine con la Svizzera, lungo la via principale, via Fontana, è possibile passeggiare immersi in un’atmosfera unica. La nostra attenzione è subito rapita dalle piste da sci illuminate che costeggiano la strada e scendono fino a sfiorare i mille negozi, in cui si può acquistare con la convenienza che una zona extradoganale offre. Gli addobbi natalizi contribuiscono ad amplificare lo spettacolo di questo centro di alta, anzi altissima, montagna, in cui si ritrovano ogni anno turisti provenienti da tutto il mondo. Il freddo pungente invita ad una sosta in uno dei locali caratteristici e accoglienti della zona, per sorseggiare qualche bevanda calda. Questo è il luogo ideale per praticare gli sport invernali, per divertirsi in compagnia, e per rendere indimenticabili le vacanze natalizie! C.T.

TERRITORIO- Ricaricare le pile immersi nella natura

Dicembre 2015

Una fuga dal caos della città e dalla frenetica routine di tutti i giorni: ecco quello che ci vuole per ricaricare le pile e affrontare il lunedì con un’energia tutta nuova. Oggi voglio portarvi in Val di Campo, ubicata nella Svizzera italiana, meta ambita da molti turisti italiani, e non solo, che offre camminate di varia difficoltà. Una volta accettata la fatica della salita, all’arrivo si apre agli occhi una vista mozzafiato, un paesaggio crogiolo di colori che sfumano uno nell’altro, con il cielo che si specchia nell’acqua, creando giochi visivi che si imprimono nella memoria. È il luogo ideale per lasciare liberi i pensieri, per riflettere su noi stessi, per liberarci dalle preoccupazioni che risucchiano le nostre energie, per fare incetta di positività. È il posto ideale per ascoltare il silenzio che regna sovrano, per ammirare il capolavoro che la natura ci offre, per lasciarci stupire da tanta e tale perfezione. C.T.

Copyright © All Rights Reserved