Attualità

05.01.2016 -

A Milano per la "prima" delle azioni del Cavallino dopo la separazione da Fiat. Il titolo debutta a 43 euro per azione, poi viene sospeso in una giornata difficile per tutti i mercati per colpa del ribasso delle borse asiatiche.

Presente anche il premier, Matteo Renzi.

Lunedi nero delle norse in Asia che hanno trascinato in ribasso l'Italia e la neo quotazione del cavallino di Maranello.

Era dal 1932 che Wall Street non apriva cosi male l'anno. Oggi segnali di ripresa ma le quotazioni restano deboli. D.S.

22.12.2015 -

Il 16 dicembre è uscito nelle sale italiane il settimo film della saga di Star Wars, Star Wars: Il risveglio della Forza. La nuova trilogia è prodotta da Disney, che nel 2012 ha comprato i diritti d’immagine di Star Wars da George Lucas, il creatore della saga.

I prossimi due film della saga principale sono titolati provvisoriamente Star Wars Episode VIII e Star Wars Episode IX. Il primo uscirà il 26 maggio 2017, mentre il secondo uscirà nel 2019 in una data ancora non nota. J.J. Abrams, che ha scritto e diretto Il Risveglio della Forza, non avrà più a che fare con la saga: l’episodio VIII sarà scritto e diretto da Rian Johnson, regista americano finora noto per aver diretto la commedia The Brothers Bloom e il film di fantascienza Looper con Bruce Willis. Dell’episodio IX si sa ancora meno: solamente che sarà diretto da Colin Trevorrow. Il primo spin-off di Star Wars si chiamerà invece Rogue One: A Star Wars Story e uscirà nei cinema il 16 dicembre 2016, esattamente un anno dopo Il risveglio della Forza. Sarà diretto da Gareth Edwards, il regista dell’ultimo Godzilla, e sarà ambientato poco prima di Una nuova speranza, il primo film della saga uscito nel 1977. Il 25 maggio 2018 uscirà invece uno spin-off ancora senza titolo che avrà come protagonista un giovane Han Solo. Il film sarà scritto da Lawrence Kasdan, storico sceneggiatore di Star Wars. Simone Novara

 

Milan4News

Attualità

Tutte le notizie in anteprima su Milan4News

EVENTI

I migliori eventi del 2017

Prima Pagina

ESTERI - USA-COREA DEL NORD: UN PASSO VERSO IL CONFLITTO

26.09.2017

"Non abbiamo dichiarato guerra alla Corea del Nord". Così la portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders risponde alle domande dei giornalisti. "L'idea che sia così è assurda" sottolinea mentre il portavoce del Pentagono, il colonnello Robert Manning, ricorda al mondo che "gli Stati Uniti hanno un arsenale immenso da fornire al presidente Trump per affrontare la questione della Corea del Nord". E sottolinea senza tanti giri di parole che "tutte le opzioni sono sul tavolo". "Offriremo al presidente - dice - tutte le alternative necessarie se le provocazioni di Pyongyang continueranno".Che tutte le opzioni siano sul tavolo, nessuna esclusa, è anche una certezza espressa dal ministro degli Esteri nordcoreano Ri Yong Ho che, in un raro incontro con la stampa a New York, ha precisato che le recenti affermazioni del presidente americano Donald Trump sono "una chiara dichiarazione di guerra" alla Nord Corea. "La carta delle Nazioni Unite sancisce il diritto all'autodifesa degli stati membri e, visto che gli Usa hanno dichiarato guerra al nostro paese, noi abbiamo il diritto di rispondere e di abbattere i caccia americani anche se non sono ancora all'interno dei nostri confini", ha detto Ri Yong Ho.Il ministro degli Esteri di Pyongyang ha poi precisato che il paese asiatico "spera sinceramente che la guerra di parole non si trasformi in azioni reali". E ancora: "La comunità internazionale deve ricordare chiaramente che sono stati gli Usa per primi a dichiarare guerra alla Nord Corea". Dietro l'escalation di tensione tra Kim Jong Un e Donald Trump c'è la sorellina del dittatore americano: Kim Yo Jong. E' lei, scrive il Corriere della sera a guidare il Dipartimento Propaganda e Agitazione. Trent'anni, discreta, riservata e donna di grande potere, insieme a Ri Chun-hee, 74 anni, presentatrice in vestito tradizionale rosa che dal 1971 scandisce in tv successi e dolori della Repubblica, rappresenta il volto femminile del regime. Ed entrambe sono le messaggere del progetto di grandezza di Kim III. Del resto è proprio il Dipartimento Propaganda e Agitazione della sorellina del dittatore il quartier generale che seleziona e diffonde le immagini dei test missilistici nordcoreani. E' lei a far passare il messaggio: "Vogliamo stabilire l'equilibrio della forza reale, quella nucleare, perché gli americani non osino più pensare di sfruttare l'opzione militare". Insomma, il crescendo di tensione tra Corea del Nord e Stati Uniti è legato per molti all'azione diretta di Kim Yo-jong. Sarebbe lei la regista occulta di molte iniziative per celebrare il fratello e alimentarne il culto della personalità. La ragazza, classe 1987, ha frequentato la stessa scuola di Berna, in Svizzera, dove aveva studiato il fratello. Poi, nel 2000, sarebbe tornata in patria. Da allora il legame con Kim Jong Un è cresciuto e si è rafforzato. Finché nel 2007 lei è entrata nel partito e due anni più tardi è apparsa in pubblico per la prima volta al fianco di Kim.

Simone Novara

 

SERIE TV - LA FOX LANCIA THE WALKING DEAD 8

07.09.2017

The Walking Dead 8” inizia ad essere nell’aria, il suo inizio è previsto infatti per il prossimo 22 Ottobre. Per rendere ancora più ansiosi gli appassionati ,la AMC ha pubblicato sul suo sito ufficiale la prima sinossi dell’ottava stagione: “La scorsa stagione in “The Walking Dead 7” abbiamo visto il gruppo di Rick Grimes e compagni imbattersi nella prova più mortale di tutte. A causa de comodità di Alexandria il gruppo aveva abbassato la guardia per ricordarsi solo poi, nel modo più brutale possibile, in che mondo pericoloso vivono. Impotente alle richieste di Negan, Rick chiede al gruppo di non ribellarsi. Ma con Negan è impossibile ragionare e così Rick inizia, poco alla volta, a radunare una serie di comunità soggiogate da Negan e dai Saviors. Grazie al sostegno di Hilltop e deil Regno Rick ha riunito finalmente abbastanza potenza di fuoco per contrastare i Saviors. In questa stagione, “The Walking Dead 8″, Rick scatenerà contro Negan ed i Saviors una” guerra totale”. I Salvatori sono più numerosi, meglio equipaggiati e senza pietà. Ma Rick e le comunità amiche stanno combattendo per la promessa di un futuro migliore. Il fronte della battaglia viene delineato mentre si lanciano in un’offensiva ricca d’azione. Fino ad ora in “The Walking Dead” l’obiettivo di Rick e dei suoi era la sopravvivenza…ora non più! Ora combatteranno per la loro libertà e per rimanere in vita e poter così ricostruire un mondo migliore. Come in ogni battaglia ci saranno perdite e vittime. Rick guiderà gli uomini di Alexandria, Maggie le forze di Hilltop e Re Ezekiel quelle del Regno, saranno finalmente in grado di spezzare il controllo che Negan e i Salvatori hanno su questo mondo? “ Un deciso ritorno all’azione per Rick e compagni. Sarà davvero la première più emozionante di sempre quella di “The Walking Dead 8“? Dato che coinciderà con il centesimo episodio Greg Nicotero ha promesso scintille. Appuntamento al prossimo 22 ottobre per la première di “The Walking Dead 8” su AMC per vedere se ha detto la verità! Simone Novara

 

ESTERI - Harvey colpisce gli USA

29.08.2017

Al quarto giorno di inondazioni in Texas le previsioni parlano ancora di piogge nelle prossime ore, per quella che è oramai chiaramente una delle catastrofi naturali più disastrose della storia degli Stati Uniti. Intanto il bilancio delle vittime dell'uragano Harvey è salito ad almeno dieci morti. Ma - spiegano le autorità - non si ha ancora un'idea chiara di quante siano le persone disperse e quelle ancora bloccate e intrappolate.

"Un evento senza precedenti", afferma in un tweet il servizio meteo federale americano, secondo cui le piogge potrebbero raggiungere i 127 cm in alcuni luoghi, il livello più alto mai registrato in Texas. Simone Novara

 

ESTERI - COREA DEL NORD: VENTI DI GUERRA

29.08.2017

Allarme in Giappone a causa del lancio di un nuovo missile da parte della Corea del Nord. Pyongyang ha effettuato il 28 agosto un test missilistico, indirizzando il missile verso il mar del Giappone. Il premier giapponese Shinzo Abe ha affermato che il missile ha sorvolato lo spazio aereo giapponese e ha dichiarato che il governo farà il massimo sforzo per proteggere la popolazione. Fonti militari hann confermato che la città di Hokkaido è stata sorvolata dal missile. Il missile è caduto spezzandosi quindi in tre pezzi nel Mar del Giappone. Lo riferiscono la Bbc e la tv pubblica giapponese. Quest'ultima ha anche riferito non ci sono segni di danni sul territorio giapponese. l missile balistico è il primo disegnato per trasportare una testata nucleare: lo riportano i media sudcoreani. Caduto nel Pacifico settentrionale dopo ben 2.700 km e il sorvolo del Giappone, il vettore fa parte di una mossa che, secondo i militari di Seul, è la più aggressiva di Pyongyang verso un alleato Usa. Costituisce poi un monito a Washington e Seul per le loro manovre militari su vasta scala, commentano i media. Gli ultimi lanci-provocazione del regime di Kim Jong-un risalgono al 25 agosto quando, nella notte tra venerdì e sabato in Europa (sabato mattina a Pyongyang) tre missili balistici a corto raggio sono stati lanciati nell'arco di 30 minuti: uno è esploso subito, gli altri due hanno percorso circa 250 chilometri.Simone Novara

 

SOCIETA' - DIECI ANNI DI GUSTO SPAZIALE

21.06.2017

La fama dei prodotti Fiasconaro ha 'letteralmente' varcato i confini dell'atmosfera. Pare una favola ma è pura realtà. Il 23 ottobre 2007 (la data resta negli annali), un piccolo-grande carico di dolcetti a base di panettone e pasta di mandorla, creati ad hoc dal maestro pasticcere Nicola, andò infatti letteralmente in orbita a bordo del Discovery Shuttle della Nasa.

Dopo aver superato i più accurati test microbiologici, i dolcetti furono imbarcati sulla navicella per poi essere consumati a bordo, a distanze siderali dalla Terra, in occasione della cena in onore dell’astronauta italiano Paolo Nespoli, uno dei componenti dell’equipaggio.

Una grande soddisfazione, non c’è che dire, per questa azienda che rappresenta il meglio dell’imprenditoria siciliana e che, nata circa sessant’anni fa come piccola gelateria artigianale è oggi ormai apprezzata nel mondo intero. E nei più sconfinati orizzonti spaziali.

Cibo e Spazio si è rivelato quindi un binomio vincente e gustoso. Hanno parlato anche di questo gli astronauti, scienziati e studiosi di fama internazionale che si sono alternati sul palco del convegno scientifico durante il Festival Del Volo. L'iniziativa tenutasi al Parco Experience di Milano dal 2 al 4 giugno 2017 ha riunito le più grandi menti e le più alte cariche del settore per raccontare le loro emozionanti esperienze. Tra gli ospiti anche Franco Malerba, primo astronauta italiano volato 25 anni fa nello Spazio, Debora Corbi, Capitano dell'Aeronautica ed Emanuele Viscuso, artista siciliano dal multiforme ingegno e maggior esperto di ‘alimentazione extraterrestre’. Photo credits: Emanuele Viscuso

Redazione

 

SOCIETA' - DAL 15 GIUGNO SI NAVIGA GRATIS IN EUROPA

13.06.2017

Questione di ore, quelle che ci separano da giovedì 15 giugno: data fissata da tempo per la «fine del roaming» nell’Unione europea. Quest’estate tutti gli europei potranno viaggiare all’estero senza pagare tariffe maggiorate per l’uso del telefono per conversazioni, messaggi e navigazione internet (già da qualche tempo fanno lo stesso anche per i servizi di intrattenimento). Le tariffe uguali a quelle di casa (“roam like at home” è lo slogan Ue) saranno circa i due terzi dei 754 milioni di abbonati europei. Quasi tutti i principali operatori telefonici hanno iniziato ad applicare il nuovo regime, e chi non provvederà entro il 15 giugno sarà soggetto ai controlli delle autorità nazionali che dovranno sanzionare gli inadempienti.

Per gli operatori ci sarà una riduzione degli introiti calcolata complessivamente in oltre un miliardo; ma, come spiegano fonti della Commissione europea, solo 36 piccoli operatori, tra i 5-6.000 che offrono i loro servizi in tutta Europa hanno chiesto la deroga temporanea prevista dalle regole (e già concessa a 25 società). Si tratta dei piccoli operatori virtuali del nord Europa (Danimarca, Lettonia e Norvegia), in cui già da prima le tariffe erano molto contenute: i cosiddetti «casi specifici ed eccezionali» sui cui conti le nuove regole determinano perdite significative, ovvero «superiori al 3% del margine realizzato sui servizi mobili», secondo la Commissione.

Redazione

 

ATTUALITA'- TERRORISMO: ALLERTA IN ITALIA

24.05.17

Massima allerta anche in Italia, seppure in assenza di segnali specifici, dopo l’attentato di Manchester. A valutare l’evolversi della situazione, nel pomeriggio, sarà il Comitato di analisi strategica antiterrorismo convocato dal ministro dell’Interno, Marco Minniti, ma da tempo nel nostro Paese già vige l’allerta 2, il livello che precede immediatamente quello dell’attacco in corso. Nel lungo elenco degli obiettivi potenzialmente a rischio figurano ovviamente sedi delle istituzioni, ambasciate, luoghi di culto, porti, aeroporti, stazioni ferroviarie, metro e terminal bus ma anche quelli che gli analisti chiamano “soft target”, ovvero tutti «i luoghi di massima aggregazione» richiamati in diverse circolari: centri commerciali, stadi, discoteche, cinema, ristoranti. L’imprevedibilità della minaccia, spesso concretizzata dall’entrata in scena di “lupi solitari”, non legati a cellule organizzate, impone in particolare la necessità di valutare con estrema attenzione qualsiasi segnale o comportamento «anomalo» e soprattutto di «implementare l’attività di prevenzione e controllo sul territorio» con verifiche e posti di blocco.

 

Simone Novara

MOTORI - 500 miglia di Indianapolis: GUIZZO DI ALONSO

22.05.17

Nelle qualifiche della 500 miglia di Indianapolis, spicca il quinto posto di Fernando Alonso. Lo spagnolo, che guida la monoposto della McLaren Honda del Team Andretti, ha infatti fatto registrare un ottimo 231.300 di media di miglia orarie, guadagnandosi quindi la seconda fila alla partenza della corsa che si disputerà il prossimo 28 maggio. Ottimo risultato per il pilota di F1, arrivato dopo l’ingresso nella Fast 9. Pole per Scott Dixon. Ottima prestazione di Fernando Alonso nelle qualifiche della 500 miglia di Indianapolis. Dopo il settimo posto che gli è valso l'ingresso nella Fast-9, il pilota spagnolo si è piazzato quinto nella griglia di partenza. All'accensione dei semafori, il due volte campione del mondo di Formula 1 partirà in seconda fila (domenica alle 18.20). Risultato ottenuto grazie al tempo di 231.300 miglia orarie di media, ottenuta calcolando i tempi dei 4 giri previsti per questa sessione di qualifiche.

A conquistare la pole è stato Scott Dixon, del Team Ganassi, con 232.164 miglia orarie. Secondo Ed Carpenter dell'omonimo team e Alexander Rossi del Team Andretti. Quarto un'altra vecchia conoscenza della Formula 1, il giapponese Takuma Sato. Infine, Fernando Alonso, pronto a partire dalla seconda fila nella gara che si disputerà domenica 28 maggio sullo storico circuito di Indianapolis. Un'iniezione di fiducia per lo spagnolo, che nelle prime cinque gare di Formula 1 ha tagliato il traguardo solo due volte, e senza collezionare nemmeno un punto finora nel Mondiale 2017.

 

Simone Novara

PROGRAMMI - BORGHESE E 4 RISTORANTI AD ARONA

22.05.17

Il lungolago di Arona nel nuovo spot Sky per il lancio della prossima serie di “4 Ristoranti”, il programma dello chef Alessandro Borghese.

Fino a lunedì sera il conduttore era proprio in piazza del Popolo per girare le ultime scene, vicino a uno dei quattro ristoranti in sfida per la puntata sul Lago Maggiore registrata dalla fine della scorsa settimana: la “Nautica” di Arona, “Mirafiori + La terrazza” di Feriolo, “La Ripa” di Baveno e “villa Pizzini” in località Mottarone di Stresa.

Nello spot-sketch, Borghese passeggia invece sul lungolago e la passeggiata bassa di corso Marconi ad Arona, con in bella vista – sulla sponda opposta - la Rocca di Angera. Cerca di annunciare la ripresa del programma, ma viene interrotto continuamente dai passanti-attori tra un ciak e l’altro. La nuova serie andrà in onda giovedì primo giugno su Sky Uno facendo tappa in vari ristoranti dal nord al sud, a Roma e tra i trulli della Puglia: « Questa volta – annuncia Borghese – andremo alla ricerca dei migliori ristoranti della tua estate». Le location sul Lago Maggiore sono state scelte in questo esclusivo ventaglio di proposte estive: la puntata dovrebbe andare in onda ai primi di luglio. Intanto, in tv e sui social, c’è la pubblicità della trasmissione. E di Arona.

 

Redazione

EVENTI– STEVE MCCURRY, ESPOSIZIONE AL FORTE DI BARD

15.05.17

Il Forte di Bard presenta un inedito progetto espositivo di uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea internazionale. Steve McCurry. Mountain Men è il titolo della coproduzione Forte di Bard, Steve McCurry Studio, Sudest57 che affronta i temi della vita nelle zone montane e della complessa interazione tra uomo e terre di montagna. Una selezione di paesaggi, ritratti e scene di vita quotidiana mette in evidenza il continuo e necessario processo di adattamento delle popolazioni al territorio montano che influenza ogni aspetto dello stile di vita delle persone: dalle attività produttive al tempo libero, dalle tipologie di insediamento, di coltivazione e di allevamento ai sistemi e mezzi di trasporto. Il tema della mostra è la vita in montagna, ossia evidenziare attraverso un percorso di immagini le specifiche antropologiche delle popolazioni che vivono in montagna, i legami e le interazioni fra gli uomini e l’ambiente e la terra in aree non pianeggianti. La montagna influenza il modo di vivere e tutte le attività dell’uomo, dai trasporti al tempo libero, dall’agricoltura alla produzione di energia, al costo stesso della vita.

 

Il percorso è incardinato su 77 immagini del celebre fotografo stampate e allestite in formati diversi e selezionate dai suoi archivi rispetto al concept del progetto. Sono immagini di popolazioni di montagna raccolte da McCurry nel corso dei suoi innumerevoli viaggi: Afghanistan, Pakistan, India, Tibet, Nepal, Brasile, Etiopia, Myanmar, Filippine, Marocco, Kashmir, Slovenia e Yemen.

Oltre a far conoscere al pubblico la vasta produzione di Steve McCurry, la mostra propone in anteprima assoluta, il frutto di una campagna fotografica condotta in tre periodi di scouting e shooting, tra il 2015 e il 2016, che ha avuto come teatro la Valle d’Aosta; un vero e proprio “mountain lab”, laboratorio a cielo aperto sulle specifiche della vita di montagna, dove tra l’altro spiccano i quattro 4.000 metri delle Alpi: Monte Bianco, Cervino, Gran Paradiso e Monte Rosa. Ben dieci gli scatti destinati a entrare nell’archivio del più richiesto fotografo al mondo risultato dell’assiduo lavoro svolto in Valle d’Aosta. Immagini che resteranno quale patrimonio della collezione del Forte di Bard: un racconto visivo ed emotivo ricco di suggestione.

L’esposizione, inoltre, offre ai visitatori la possibilità di assistere alla proiezione in altissima risoluzione di oltre 290 scatti iconici del grande Maestro. Vai alla fotogallery sul Forte di Bard.

Redazione

ESTERI - SHIPPING: ROTTERDAM DA RECORD

27.04.17

Rotterdam detta il passo nell’universo dello Shipping europeo e non. Nel primo trimestre del 2017 il porto di Rotterdam ha visto aumentare i propri volumi del 2% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso. Nel settore container invece la crescita è stata più sensibile (+8,8% in termini di teu e +10,8% per tonnellate). Gli olii minerali e le altre rinfuse liquide sono calate e il totale della merce movimentata dallo scalo olandese è stato pari a 119,3 milioni. Nel settore dry bulk i volumi sono rimasti sostanzialmente stabili: il minerale ferroso ha segnato +0,5% (7,9 milioni di tonnellate) e il carbone ha totalizzato un incremento dell’1.5% a 8 milioni di tonnellate. L’Agribulk è salito del 14% a quasi 3 milioni di tonnellate. I contenitori nel trimestre sono saliti a 3,3 milioni di teu (+8,8%). Maasvlakte 2 è in piena operatività ed ha attirato traffico transhipment che era finite in altri porti nel corso del 2015/2016: non è un caso che i volumi del feeder siano saliti del 22,4% a 5,9 milioni di teu.

 

Simone Novara

SOCIETA' - Macron e Le Pen al ballottaggio

27.04.17

Domenica sera il candidato centrista Macron, che si è aggiudicato il voto del 23 aprile con il 24% dei voti, ha poi commesso l’errore di parlare già da vincitore anche se un trionfo non è assicurato: in due settimane tutto può succedere e anche se Benoit Hamon e Francois Fillon hanno invitato il proprio elettorale a fare scudo contro Le Pen e votare compatti Macron, non è scontato che i francesi si mobiliteranno effettivamente. Una caduta di stile pesante, che potrebbe influire.

Anzi, secondo quanto riferito a Bloomberg da Thomas Guenole, professore di politica all’istituto Sciences Po di Parigi, nel suo intervento Macron ha commesso l’errore di festeggiare già come se fosse stato eletto all’Eliseo, e “poi non ha trovato di meglio da fare che andare a celebrare con i suoi. Avrebbe dovuto mostrarsi come uno statista e invece così si è presentato come un re bambino“.

Con tale comportamento ha fatto il gioco di Le Pen, che punta a rafforzare negli elettori l’idea che Macron faccia parte della casta dei banchieri e dei politici nonostante la giovane età (39 anni, ma un passato professionale al gruppo Rothschild e da ministro dell’Economia). Le Pen si è poi appena dimessa da segretario del Front National, per mostrare di prendere l’impegno a diventare la candidata di tutto il popolo francese. Alla fine le basterebbe recuperare una decina punti per poter sperare di giocarsela al ballottaggio.

Se vuole sperare di vincere con un buon margine di sicurezza, Macron deve conquistare la fascia economicamente più debole della popolazione. I dati dicono che Le Pen ottiene risultati molto migliori tra chi guadagna meno di 2 mila euro al mese e il leader di France Insoumise Mélenchon, candidato carismatico di sinistra che ha portato a casa il 19,6% dei voti al primo turno grazie al voto dei più giovani e dei meno abbienti, si è sinora rifiutato di consigliare di votare per l’uno o l’altro candidato, lasciando libera scelta al suo elettorato.

 

Simone Novara

ESTERI - Usa-Corea del Nord: Venti di guerra

19.04.17

«La Corea del Nord farebbe bene a non mettere alla prova la determinazione» del presidente Usa, Donald Trump: da Seul, il numero due dell’Amministrazione Trump, Mike Pence, ha lanciato un nuovo monito al regime di Pyongyang.

A coronamento di una due giorni pasquale ospite dell’alleato sudcoreano, Pence ha ricordato «la forza e la risolutezza» usati da Trump negli attacchi militari sferrati in Siria e in Afghanistan nelle ultime due settimane. «La Corea del Nord farebbe bene a non mettere alla prova la sua determinazione e la potenza delle forze armate degli Stati Uniti in questa regione», ha aggiunto Pence, al termine dei colloqui a Seul con il presidente "ad interim", il premier Hwang Kyo-Ahn. «Sconfiggeremo qualsiasi attacco e faremo fronte a qualsiasi utilizzo di armi convenzionali o nucleari con una risposta superiore ed efficace». Poche ore prima, visitando la Dmz, la zona demilitarizzata che divide le due Coree al 38mo parallelo, il vicepresidente statunitense aveva detto che «l’era della pazienza strategica è finita». E adesso gli Usa fanno leva sulla Cina affinchè usi «le sue straordinarie leve» per fare pressione affinchè Pyongyang abbandoni le armi: Pence si è augurato che la Cina «faccia di più» per aiutare a risolvere il problema. Washington vuole riportare la sicurezza «con mezzi pacifici, mediante il negoziato», ha ribadito il vicepresidente, parlando a pochi metri da quello che ha definito come «una frontiera di libertà» e definendo l’alleanza tra Usa e Corea del Sud come «corazzata ed immutabile, ma tutte le opzioni sono sul tavolo».

 

Simone Novara

SOCIETA' - Francesi alle urne domenica

19.04.17

I francesi possono dormire sonni tranquilli visto che l’uscita dall’euro non avrà nessuna conseguenza sui loro risparmi. A dirlo la leader del front National Marine Le Pen in un intervista a Le Figaro a pochi giorni dalle presidenziali in programma domenica 23 aprile.

La discussa e contestata leader del Fn, sicuramente protagonista della campagna elettorale d’Oltralpe, traccia la strada che seguirà una volta eletta.

“Sarò l’unica a chiedere il loro parere (ndr: ai francesi) sull’Unione europea, attraverso un referendum. Una volta eletta, avvierò immediatamente le trattative e chiederò una riunione dei capi di Stato, senza le istanze comunitarie. Molti Paesi europei, al sud e all’est, aspettano che la grande e potente Francia prenda la leadership per costringere l’Ue a sedersi al tavolo delle trattative”.

Se non c’è alcun problema per i risparmi dei francesi una volta usciti dalla moneta unica, per la Le Pen il pericolo è un altro.

“Il grosso pericolo per loro è la situazione attuale, con l’unione bancaria legata all’euro che, in caso di crisi finanziaria, impone di attingere ai risparmi delle famiglie. La grande maggioranza dei francesi sono convinti che l’euro sia una palla al piede. Riottenere una moneta nazionale adattata creerà milioni di posti di lavoro e ci restituirà la libertà”.

Contro chi teme un rialzo alle stelle dei tassi di interesse dall’8 maggio se verrà eletta, Le Pen rassicura:

“Non ci sarà nessun movimento di panico. Quello che si osserva attualmente sui tassi è un movimento minimo e per di più è organizzato ad arte, proprio per influire sulle elezioni (…) Si possono sempre fare mille ipotesi, ma la maggior parte risulteranno false. Lo abbiamo visto con la Brexit: le previsioni apocalittiche tese a spaventare gli elettori sono state smentite dai fatti”.

E infine alla domanda se si ritirerà in caso di sconfitta al referendum, la Le Pen risponde:

“Non considero la politica come un rodeo dove bisogna restare in sella al a qualsiasi costo”.

Simone Novara

SOCIETA' - PASSERELLA DI CHRISTO SUL LAGO D'ORTA

04.04.2017

L'artista Christo era stato molto chiaro: malgrado l'enorme successo di The Floating Piers sul Lago d'Iseo aveva subito dichiarato che l'opera sarebbe stata unica e che non sarebbe stata replicata in nessun altro luogo del mondo.

Per nostra fortuna però un gruppo di designers cusiani ha pensato che la firma dell'artista non era necessaria perché anche il Lago d'Orta avesse i suoi pontili galleggianti ed il conseguente enorme ritorno in visibilità e in visitatori. Le aziende che avevano provveduto alla costruzione dei pontili si sono dimostrate entusiaste di fornire gli elementi che formeranno la passeggiata galleggiante ed anche molte delle maestranze che avevano allestito l'opera originale saranno al lavoro per questa nuova fatica.

Il pontile sarà largo 16 metri e lungo circa 1,6 Km e permetterà di raggiungere e circumnavigare l'isola a piedi, un po' come San Giulio che l'aveva raggiunta camminando sul suo mantello disteso sulle acque.

L'inizio dei lavori è atteso a giorni mentre l'apertura al pubblico è prevista dal 31 Giugno al 16 Luglio.

 

dal blog www.ortablog.com

 

SOCIETA' - Air France e KLM tornano a Milano Malpensa

30.03.2017

Air France e KLM tornano a Milano Malpensa, a distanza di sei anni dall’addio allo “scalo della brughiera”. Lo faranno con nove voli sui due hub della compagnia, cinque su Parigi e due su Amsterdam: «un aumento del 20% dell’offerta sugli aeroporti milanesi, ha spiegato il vicepresidente di Air France-Klm, Barry Ter Voert. Va infatti notato che il ritorno a Malpensa è anche un punto a favore dell’aeroporto varesino nella competizione interna tra Malpensa e Linate.

Oggi, martedì 28 marzo, c’è stato il primo atterraggio di un nuovo Boeing 787 di Air France arrivato da Parigi e ripartito subito dopo, intorno a mezzogiorno, per Charles de Gaulle, dopo la spettacolare “cerimonia” del watercannon, il battesimo del volo sotto le colonne d’acqua “sparate” dai mezzi antincendio dei vigili del fuoco.

Redazione

SOCIETA‘ - Royal Caribbean ha le idee chiare

24.03.2017

Symphony of the Seas, nave numero 26 della flotta Royal Caribbean International in costruzione presso i cantieri STX France di Saint Nazaire, sarà consegnata nel mese di aprile 2018 e trascorrerà la stagione estiva inaugurale alla scoperta di esaltanti destinazioni nel Mediterraneo scalando nei porti di Barcellona e Palma di Maiorca in Spagna, visitando la Provenza in Francia ed esplorando l’Italia attraverso i porti di La Spezia, Civitavecchia e Napoli. La nave raggiungerà poi Miami nei primi giorni di novembre 2018, per iniziare itinerari di 7 notti nei Caraibi Orientali e Occidentali a partire da sabato 17 novembre salpando dal nuovo Terminal A, soprannominato “Crown of Miami”. Con 230.000 tonnellate di stazza lorda e 28 cabine in più rispetto alla recentemente inaugurata Harmony of the Seas, Symphony of the Seas potrà rivendicare il titolo di più grande nave da crociera nel mondo. Oltre ad offrire nuove funzionalità e comfort per gli ospiti, la nave potrà vantare molte delle innovazioni rivoluzionarie e delle esperienze emozionanti che hanno ottenuto riconoscimenti a livello mondiale a bordo di Harmony of the Seas.

Simone Novara

 

ESTERI - USA: MOSSE ANTITERRORISTICHE

22.03.2017

Dopo le indiscrezioni di stampa, c'è la conferma di fonti dell'amministrazione americana: nel timore che un terrorista possa imbarcarsi su voli passeggeri con un ordigno nascosto in dispostivi elettronici, gli Usa hanno deciso di vietarli sugli aerei in arrivo da 10 aeroporti mediorientali. Sono interessate 9 compagnie aerei di 8 Paesi a cui sono state date 96 ore, a cominciare dalle 08:00 di stamane, per adeguarsi alle direttive e vietare ai loro passeggeri di portare in cabina altro che i cellulari e gli smartphone: d'ora in poi a bordo di voli diretti verso gli Stai Uniti saranno vietati cellulari, tablet e console per giochi portatili; saranno interessati i passeggeri dei voli, una cinquantina al giorno, che partono da alcuni degli hub più trafficati in Medio Oriente, Turchia e Nord Africa. I passeggeri potranno portare con sé solo cellulari e apparecchiature mediche. Gli scali colpiti sono Amman (Giordania), Kuwait City (Kuwait), Cairo (Egitto), Istanbul (Turchia), Riad e Gedda (Arabia Saudita), Casablanca (Marocco), Doha (Qatar), Dubai e Abu Dhabi (Emirati Arabi).

Simone Novara

 

 

SOCIETA' - Oggi è San Patrizio

17.03.2017

Qualche superstizioso potrebbe obiettare che di venerdì 17 non c’è proprio nulla da festeggiare perché la sfortuna è sempre in agguato! Niente di più sbagliato! A vegliare su tutti, irlandesi e no, quest’anno ci pensa San Patrizio, la cui festa è proprio il 17 marzo. Perciò partecipate alla festa senza paura, all’ombra del verde trifoglio portafortuna di San Patrizio. Celebrazioni e parate si svolgono in ogni città del mondo dove si trovi una comunità irlandese, ma certo il cuore della festa è in Irlanda stessa. Si festeggia ovunque, dai villaggi più sperduti alle città vibranti di vita, Dublino in testa con il suo spettacolare St.Patrick’s Festival, che invade le strade cittadine in un vero carnevale verde, offrendo a tutti un’esperienza unica. Anche in Italia, gli eventi per festeggiare St. Patrick’s Day sono numerosi. Anche quest’anno in diverse città italiane, tra cui Bologna, torna Irlanda in Festa. Da mercoledì 16 a domenica 19 marzo il Parco Nord di Bologna si animerà ancora una volta delle note e dei colori d’Irlanda; e sabato 18 marzo grande concerto dei Modena City Ramblers). A Milano invece lo Spirit de Milan si veste di verde per festeggiare San Patrizio con l’evento Spirit of Ireland: da venerdì 17 per tutto il weekend espositori, specialità culinarie, musica e danze irlandesi. In programma Irish Fest Milan, evento dedicato all’Irlanda e alle sue tradizioni con un ricco programma di attività, tutte a tema Irish.

Simone Novara

 

 

SOCIETA' - LA PEDEMONTANA A VARESE SARA' GRATIS, LO ANNUNCIA MARONI

15.03.2017

Sta nascendo una nuova società per la gestione delle strade lombarde: si tratta di un accordo firmato in Regione Lombardia tra Anas e la Regione stessa che contiene una corposa serie di caratteristiche tecniche tra le quali il numero delle strade coinvolte: 1590 chilometri dei quali 740 km di strade regionali e 850 di strade statali.

Ma la novità destinata a fare più rumore è forse l’annuncio del Governatore Roberto Maroni che in conferenza stampa ha detto che la nuova società quando sarà operativa gestirà anche le Tangenziali di Como e Varese (che oggi ricadono sotto Pedemontana), e che le stessesaranno completamente gratuite.

 

Redazione

 

 

SOCIETA' - A BREVE SI ANDRA' A NEW YORK IN 180 MINUTI

15.03.2017

Da Milano a New York in centottanta minuti. Il tempo di guardarsi due partite di calcio. Da Roma a Sydney in sette ore. Cioè un paio di film della trilogia del Signore degli anelli. Bisognerà aspettare ancora qualche anno, ma in Boom Technology ne sono convinti: dopo tre lustri è finito il purgatorio dei voli supersonici. Da quando, era il 2003, il Concorde venne relegato in un hangar per essere mostrato soltanto ai visitatori dei musei. Ora la start up americana — finanziata da diversi fondi d’investimento e da Richard Branson, patron di Virgin — ha raccolto alcune delle menti più brillanti di Nasa, Boeing, SpaceX, Lockheed Martin e Gulfstream per farle lavorare su un nuovo jet supersonico. Ecco allora «Boom» col suo muso affusolato, lungo 52 metri, apertura alare di 18 e una velocità massima di 2.2 Mach, cioè 2.716 chilometri orari, oltre il doppio della velocità del suono

Redazione

 

 

ESTERI - TRUMP NON SI FERMA… PERO’

08.03.2017

Il nuovo presidente Usa non ha intenzione di ritornare sui propri passi. Trump, come aveva promesso, già nei primi giorni del suo insediamento alla Casa Bianca, ha firmato quel bando utile, a sua detta, per proteggere gli Usa dalla minaccia terroristica. Unico passo indietro sembra quello di aver confermato l'esclusione dell'Iraq dalla lista dei Paesi musulmani dove saranno sospese le richieste di nuovi visti. Criticato, comunque, dall’establishment democratico, anche il suo partito, quello repubblicano sembra scricchiolare sotto i suoi piedi. Persino una frangia di conservatori repubblicani si sono dimostrati perplessi da questa iniziativa, che rischia di minare, una volta per tutte, la già situazione precaria in Medio Oriente. Trump va avanti imperterrito con la sua politica, tra il proibizionismo, il muro al confine con il Messico, l’abolizione dell’ObamaCare, le limitazioni ai finanziamenti pubblici, l’abolire i fondi per le campagne che favoriscono l’aborto, la chiusura verso l’immigrazione. L’American First ha così inizio.

Sei dei sette Paesi musulmani elencati nel primo bando figurano anche nel secondo: Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria, Yemen, secondo documenti pubblicati dal dipartimento della sicurezza interna. L'Iraq ha commentato lo stralcio dei suoi cittadini dal bando-bis sugli ingressi in Usa dai Paesi musulmani voluto dal presidente americano Donald Trump, giudicandolo un "messaggio positivo" per le relazioni dei due Paesi. Il portavoce del governo iracheno ha dichiarato che la decisione di rivedere il bando dimostra che c'è una "vera partnership" tra Washington e Baghdad. La prima versione del bando di Trump, firmato a gennaio, prevedeva lo stop ai cittadini di 7 Paesi a maggioranza musulmana, compreso l'Iraq.

 

Simone Novara

 

 

SOCIETA’ – SVOLTA STORICA MC DONALDS CONSEGNERA’ A CASA

03.03.2017

Clamorosa indiscrezione anche nel mercato italiano. Ora attenzione a non esagerare però. McDonald’s ha deciso di introdurre una novità attesissima dai suoi consumatori. La catena di fast food più famosa al mondo si inserisce nel mercato delle consegne a domicilio.

L’obiettivo è invertire la tendenza sulle vendite, che hanno registrato un calo nelle ultime stagioni. Il vice presidente Lucy Brady, come riportato da Il Messaggero, ha dichiarato: “Il mercato delle consegne vale 100 miliardi di dollari“.

“Questa è un’importante opportunità che non avevamo ancora sfruttato”. Vi porteranno i panini a casa. Addio dieta.

 

Redazione

 

 

ESTERI - Le date cruciali in Europa e nel mondo

23.02.2017

Cerchiamo di analizzare quali sono quelle date chiave per l’Europa e il mondo da qui ad aprile. Tanto per cominciare partiamo dal 23 febbraio, quando riprenderanno i negoziati di pace sulla Siria. L’evento è stato organizzato dall’Onu, a Ginevra. Russia, Turchia e Iran sembrano aver raggiunto l’intesa con lo scopo di fermare le ostilità in diverse regioni del paese. Il 28 febbraio: il presidente degli Usa Donald Trump parlerà, per la prima volta, dal suo insediamento, davanti al Congresso. Il 6 marzo si terrà a Versailles un vertice tra Francia, Italia, Germania e Spagna. Il 15 marzo avremo le elezioni in Olanda. Il leader populista Geert Wilders del Partito per la Libertà sembra essere in vantaggio; i partiti tradizionali hanno già dichiarato di non voler formare nessuna coalizione con lui. Wilders, secondo i sondaggi, avrebbe due milioni e mezzo di preferenze. Il 20 marzo ci sarà il primo dibattito televisivo fra i candidati alle presidenziali francesi, c’è grande attesa per lo scontro fra il centrista Macron e l’estremista Marine Le Pen. Il 16 aprile avremo il referendum costituzionale in Turchia sul presidenzialismo. Il 23 aprile: i francesi saranno chiamati alle urne.

Simone Novara

 

 

POLITICA - 50 sfumature di Pd

14.02.2017

Tra chi invoca il Congresso interno al partito, chi vuole le dimissioni di Matteo Renzi da segretario, l’ex premier dalla sua dice sì al Congresso, ma non vuole ricatti. Le anime del Pd sono sempre più molteplici e variegate. Al suo interno il Partito democratico conta almeno sette correnti differenti. Cerchiamo di analizzare la geografia di questo partito. In primis troviamo i Renziani: come dice la stessa parola, questi sono gli uomini più fidati di Renzi; tra loro non può mancare la Boschi, la Serracchiani, Lotti e Guerini. Fra i renziani possiamo individuare una sotto area, composta dai cosiddetti “cattorenziani”, capitanati dal Ministro dei Trasporti Del Rio. L’area dem: la guida è senza dubbio Dario Franceschini, questa componente è entrata in maggioranza, ha sostenuto Renzi quando si è trattato di destituire il governo Letta. I Giovani Turchi: questa corrente vede il ministro Andrea Orlando come suo leader insieme a Matteo Orfini. Sinistra riformista: questa è l’area bersaniana. Componente più numerosa della minoranza, con Roberto Speranza, che dopo la rottura con Renzi si è schierato con il No al referendum. Sinistra dem: Area che fa capo a Cuperlo. Infine troviamo un outsider: si tratta del presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, che ha già dichiarato la sua intenzione di candidarsi a segretario del partito. Simone Novara

 

 

ESTERI – LA FRANCIA AL VOTO IN APRILE

10.02.2017

Il 23 aprile di quest’anno i francesi sono chiamati alle urne per eleggere il proprio presidente. Dopo che Hollande ha deciso di non ricandidarsi, la corsa all’Eliseo è più accesa che mai. In queste ultime settimane sono cresciuti i consensi attorno alla figura di Emmanuel Macron, convinto europeista, ex ministro dell’Economia, si presenta con un movimento indipendente di stampo centrista. Secondo gli ultimi sondaggi Macron è davanti a Francois Fillon, candidato di centro destra, liberista, ex Primo Ministro sotto Sarkozy tra 2007 e 2012, che non ha nascosto certe simpatie nei confronti del leader russo Vladimir Putin. Fillon sta perdendo consensi, indagato per aver utilizzato soldi pubblici per stipendiare la propria famiglia: coniuge e i figli compresi. A sinistra Benoit Hamon ha vinto le primarie del Partito Socialista. Però i riflettori sono tutti puntati su Marine Le Pen, leader indiscussa del Front National, che in questi mesi ha fatto molto parlare di sé. Se si votasse domani, i sondaggi ci dicono che l’europeista Macron raggiungerebbe il 22% delle preferenze, Le Pen si attesterebbe al 25%, Fillon non agguanterebbe nemmeno il 20% dei voti, mentre il socialista Hamon arriverebbe al 17%. Con questo prospetto, secondo la legge elettorale francese ci sarebbe il ballottaggio, previsto in data 7 maggio. A questo punto la sfida sarebbe tra Macron e Le Pen. In caso di ballottaggio Macron viene dato vincitore sulla Le Pen con il 65% delle preferenze. Non solo, il 61% dei francesi vorrebbe il ritiro di Fillon. Il Front National, inoltre, ha promesso, in caso di conquista dell’Eliseo da parte della Le Pen, l’uscita dalla Nato e dall’Eurozona. Simone Novara

 

 

ESTERI - Il Marocco cambia passo

10.02.2017

Grande svolta in Marocco: il Consiglio degli Ulema, massima autorità religiosa del paese sta cercando di superare un nodo cruciale dell’Islam, aprendo alla possibilità di conversione ad altre religioni. In questo modo cadrebbe, a titolo definitivo, la pena di morte, da sempre, destinata a chi decideva di abbandonare la fede islamica. Il Re Mohammed VI ha deciso di muoversi contro l’estremismo e si è quindi dimostrato disponibile ad eliminare quelle leggi che prevedono la condanna a morte dell’apostata e che vietano di fare proselitismi se si appartiene ad un altro credo religioso dall’Islam. Aperto, di recente, ad un certo pluralismo religioso, il Marocco è molto vicino ad una rivoluzione etica e religiosa. Simone Novara

 

 

SOCIETA’ – Scavolini Store Cinisello - Show-cooking con iFood

08.02.2017

Spesso trovare un accordo tra i diversi gusti dei commensali è davvero difficile; i blogger di iFood Lina D’Ambrosio e Marco De Padova presenteranno uno show-cooking ricco di consigli per preparare due semplici ricette, per accontentare sia chi preferisce una cucina casereccia e nostrana, sia chi ama sperimentare con il cibo etnico. Sabato 11 febbraio, dalle 17:00 alle 18:30, Scavolini e iFood vi invitano a partecipare ad uno show-cooking aperto al pubblico presso lo Scavolini Store Cinisello, durante il quale il pubblico verrà coinvolto nella preparazione di due ricette e scoprirà trucchi e curiosità grazie ai blogger di iFood. L’ingresso è libero. C’è chi ama sperimentare in cucina, puntando a piatti etnici, dai profumi intensi; altri invece prediligono le ricette della tradizione con prodotti tipici italiani. Lo show-cooking di sabato 11 lascerà soddisfatti i palati più esigenti. L’India in un piatto: Marco De Padova propone bocconcini di pollo con crema al curry, accompagnati dal riso basmati e arricchiti dalla croccantezza del pane tostato. Lina D’Ambrosio valorizza invece due prodotti nostrani, la mortadella e il parmigiano. La sua ricetta prevede la preparazione di biscottini salati al parmigiano, guarniti con una mousse di mortadella e decorati con pistacchi. Due ricette semplici da realizzare anche con l’aiuto degli ospiti del pubblico.

 

Lina D’Ambrosio, bergamasca di nascita, milanese d’azione e con origine campane, per un melting pot di tradizioni culinarie, nella vita di tutti i giorni è una grafica, ma la sua passione per la cucina l’ha spinta ad aprire il blog Spadellatissima – More than food, dove propone ricette sfiziose, recensioni di ristoranti e dispensa consigli per preparare piatti senza glutine.Marco De Padova è un eventologo, manager del food&beverage e, per chi segue il suo blog In cucina con il Direttore, è IL Direttore, dove recensisce ristoranti e locali, incontra chef e personaggi di punta del panorama della cucina italiana.

L’evento si svolge presso lo Scavolini Store Cinisello, uno spazio di 335 mq in Viale Fulvio Testi, 111 che raccoglie un’ampia selezione della gamma cucine bagni e living Scavolini. Accompagnati dallo staff Bonadei Arreda, che vanta un'esperienza trentennale nel settore dell’arredamento, i visitatori dello Store potranno ammirare proposte più recenti tra cui Foodshelf, Motus e Favilla, oltre ai best seller come Diesel Social Kitchen e Liberamente. A completare l'offerta, i modelli Aquo Baltimora e Rivo per l'arredo bagno.

 

L’evento è parte del progetto Scavolini “iFood inStore”, un blog tour in 100 tappe, organizzato in collaborazione con iFood, che coinvolgerà gli Scavolini Store d’Italia che, per l’occasione, offriranno ai cittadini un’esperienza gourmet, tra buon cibo e design, tutta da gustare.

 

SHOW-COOKING

 

Scavolini Store Cinisello – Viale Fulvio Testi, 111 Cinisello Balsamo

Sabato 11 febbraio – dalle 17:00 alle 18:30

Aperto al pubblico, ingresso libero

Al termine del live, sarà possibile degustare e assaggiare le ricette offerte da iFood.it

 

Elettra Pr Srl

www.elettrapr.it

 

POLITICA - Giorgia Meloni all’attacco

07.02.2017

Giorgia Meloni scende in campo e lo fa a suo modo, con la sua solita grinta e tenacia. La leader di Fratelli d’Italia si è dimostrata, da sempre, una sostenitrice di Trump e delle sue politiche conservatrici. Guarda alla Le Pen come un esempio da seguire. In Italia c’è aria di campagna elettorale. L’alleanza con la Lega di Salvini appare già una certezza. In caso di primarie per scegliere un leader del centro destra, lei ha dichiarato di non volersi tirare indietro. Contro l’ Euro e l’establishment dell’Europa, la Meloni sarà sicuramente protagonista nella futura campagna elettorale. ««Lotta alla globalizzazione senza regole, guerra al fondamentalismo islamico e all'immigrazione incontrollata, "preferenza nazionale" e sovranità monetaria: nel suo discorso di ieri Marine Le Pen ha toccato molti punti programmatici che Fratelli d'Italia condivide. Il 2017 sarà l'anno del riscatto dei popoli contro le oligarchie e l'establishment. Il popolo vuole scegliere un governo che faccia i suoi interessi. Il tempo dei maggiordomi delle lobby è finito: elezioni subito»». Lo scrive su Facebook Giorgia Meloni, leader di Fdi. . Simone Novara

 

 

POLITICA - I SONDAGGI, CON L'ITALICUM NESSUNA MAGGIORANZA

07.02.2017

L’istituto Demopolis si è cimentato nella attribuzione, ipotetica, dei seggi; se si votasse oggi con la legge elettorale, l’Italicum, modificata dalla consulta, nessun partito avrebbe la maggioranza. Secondo le ultime indiscrezioni alle urne andrebbe il 66% degli aventi diritto; il partito più votato sarebbe il Pd con il 30% delle preferenze, a seguire il M5s con il 29%, poi si attesterebbe la Lega grazie al 13%, Forza Italia 11,8%, Fratelli d’Italia 4,7%, Sinistra Italiana 3,7%, Ap 3,5%. Nessun partito, quindi, raggiungerebbe il 40%, utile per ottenere il premio di maggioranza. Il che comporta la seguente distribuzione dei seggi: Pd 192, M5s 185, Lega 84, FI 76, Fdi 30, Si 23, Ap 23. Con questo risultato neanche certe alleanze post elettorali permetterebbero di ottenere i 316 deputati, necessari per una maggioranza. Simone Novara

 

 

POLITICA - Bersani e l’Ulivo 4.0

03.02.2017

Pier Luigi Bersani sta pensando di staccarsi una volta per tutte dal Pd e creare, così, un nuovo soggetto politico; insomma un nuovo partito di centro sinistra è nell’aria. L’ex segretario del Partito democratico è tentato dall’idea di creare un Ulivo 4.0. ««Quando dico Ulivo mi riferisco ad un movimento che ha una solida cultura costituzionale, che possa raccogliere la pluralità delle sinistre. Non possiamo pensare ad un soggetto chiuso nel proprio campo. Serve una pluralità di intenti»». Inoltre, Bersani critica apertamente Renzi quando si tratta di vitalizi. ««I vitalizi non ci sono più, esiste un regime Inps integrativo»». Non solo, secondo Bersani occorre aprire un nuovo Congresso, che possa mettere le basi per un nuovo partito, stabilendo una leadership, in grado di dare un nuovo orientamento politico. Simone Novara

 

 

SOCIETA' - TRUMP SI INSEDIA IN USA

01.02.2017

Gorsuch, finalista in una rosa di 21 candidati, è un magistrato dal curriculum brillante e dalla scrittura incisiva, nominato come giudice federale da George W. Bush e approvato in modo bipartisan, senza alcuna obiezione: una circostanza che però non basta per garantirgli il disco verde del Senato perchè i democratici sono sul piede di guerra su tutti i fronti e potrebbero decidere di boicottare la nomina come hanno fatto i repubblicani con Merrick Garland, scelto da Barack Obama dopo la morte di Scalia. Tanto più che alcune fonti sostenevano che Trump avrebbe usato la nomina di Gorsuch per mandare un messaggio all'ottantenne Anthony M. Kennedy, di cui è stato un collaboratore, rassicurandolo che potrebbe dimettersi senza timori, dando così al presidente la possibilità di una seconda nomina.

Charles Schumer, leader della minoranza dem al Senato, ha già aperto il fuoco di sbarramento, sostenendo di avere «seri dubbi» che Gorsuch appartenga al «mainstream legale». Il giudice, ha aggiunto, «ha ripetutamente preso le parti delle società contro i lavoratori, ha dimostrato ostilità verso i diritti delle donne e, cosa più preoccupante, ha aperto un approccio ideologico alla giurisprudenza che mi rende scettico sul fatto che possa essere un giudice forte, indipendente nella Corte». Questo è stato il processo di selezione più trasparente e importante per la Corte suprema nella storia del nostro Paese, ha sottolineato Trump, che per creare la suspense ha fatto arrivare sino a Washington anche il secondo candidato in pole position, Thomas M. Hardiman (51 anni), cui - per ora - non sono valse le raccomandazioni della collega Maryanne Trump Barry, la sorella giudice del tycoon. Volevo che il popolo americano avesse voce in questa nomina, ha aggiunto, ricordando che molti suoi elettori lo hanno votato solo o in particolare per questo. Il giudice Gorsuch ha un intelletto superbo, una educazione legale senza paragoni e un impegno ad interpretare la Costituzione in base al suo testo, ha aggiunto, sostenendo che ha guadagnato un sostegno bipartisan e auspicando che sia confermato per il bene del Paese. Nell'accettare la nomina con «onore e umiltà», Gorsuch, visibilmente emozionato, ha ricordato Scalia come un «leone della legge». «L'imparzialità e l'indipendenza, la collegialità e il coraggio» sono ciò che ci si aspetta dai giudici, ha osservato. Ma c'è già chi ha cominciato a contestarlo, come il gruppo liberale People for american Way, con il suo presidente Michael Keegan, che lo ha descritto come un «guerriero ideologico che mette le sue politiche di destra sopra la costituzione». Simone Novara

 

 

ATTUALITA' – DUE SCOSSE DI TERREMOTO NEL VCO A MACUGNAGA

25.01.2017

Due scosse telluriche sono state registrate ieri sera a Macugnaga. Testimonianze parlano di forte boato. Altre di boato percepito anche in valle.

La prima scossa di magnitudo 1.5 è stata registrata alle ore 20.49 e viene data ad una profondità di 11 Km.

Seconda scossa magnitudo 1.7 epicentro fra Macugnaga e la Val Sesia (fonte INGV).

Il Servizio Sismico Svizzero segnala la prima scossa alle 20.49 ma alza la magnitudo a 1.7 e colloca l’epicentro a Macugnaga (Latitudine 45.93 Longitudine 7.94) ad una profondità di 5,5 km.

La seconda scossa viene registrata alle 21.46 con magnitudo 1.9 – profondità 5,8 km. (Latitudine 45.93 Longitudine 7.93).

 

Redazione

POLITICA -PRODI SCUOTE IL PD

25.01.2017

Quale sarà il destino del Pd? Resterà unito, oppure sarà destinato a spaccarsi in tante piccole correnti? Sempre più disunito e disorganizzato, tra mal di pancia interni e una insofferenza interna generale e sempre più crescente; tra chi ha perso fiducia già da tempo in Renzi e chi ha preferito confluire nella Sinistra Italiana. Inoltre nomi importanti del Centro Sinistra, come Bersani, Cuperlo e in primis D’Alema hanno mostrato, a più riprese, in questi mesi, di non gradire lo spirito “rottamatore” di Renzi. In occasione del dibattito interno al Pd, da Bologna torna a farsi sentire una voce storica del partito, ossia Romano Prodi. Ex Presidente del Consiglio nel biennio 2006-2008. Prodi vuole che il partito democratico resti coeso, come in passato. <<Non è un’esperienza irripetibile. Bisogna restare uniti, specialmente in questo preciso momento storico. Ci troviamo in un mondo sempre più disgregato, basti pensare alla recente elezione di Trump e il caso Brexit>>. Per Prodi serve ritrovare idee e valori condivisi. Tornare, quindi, a parlare veramente di politica. Secondo lui bisognerebbe puntare su temi come la distribuzione del reddito, l’occupazione e la scuola, con lo scopo di <<riformare una società che sta scivolando nell’ingiustizia>>.

Simone Novara

 

SOCIETA’ – CACHET DA 600.000 PER PAOLO CONTI A SANREMO

21.01.2017

La 67 ° edizione del Festival di Sanremo è alle porte, dal 7 all'11 febbraio ventidue artisti si sfideranno sul palco dell'Ariston per portarsi a casa la vittoria, ma quanto guadagnerà Carlo Conti a condurre per il terzo anno consecutivo?

A rivelare l'indiscrezione è La Stampa. Il quotidiano piemontese scrive che per la sua terza volta al Festival di Sanremo, Carlo Conti incasserà una bella cifra: 650 mila euro, 100 mila euro in più rispetto all'anno scorso.

Il conduttore e direttore artistico del programma guadagnerà 50 mila euro in più rispetto a Fabio Fazio che in passato si "accontentò" di 600 mila euro. Ma non solo. Sempre secondo quanto riporta La Stampa, il contratto che lega Carlo Conti in esclusiva con la Rai aveva la scadenza a giugno di quest'anno, ma il direttore generale dell'emittente pubblica, Antonio Campo Dall'Orto, lo ha prorogato fino a giugno 2019.

 

Redazione

TERREMOTO- POLEMICHE SUGLI SMS E I SOLDI MAI ARRIVATI

21.01.2017

C'è la neve, ma peggio ancora i «protocolli». Più di 28 milioni di euro donati dagli italiani via sms (il famoso 45500) o con bonifico alla Protezione civile, da agosto ad oggi per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto, che però non si possono usare perché i «protocolli» lo impediscono. Un capolavoro di ottusità burocratica, che il neoministro Anna Finocchiaro spiega alla Camera in puro burocratese: «La raccolta di fondi da parte del Dipartimento della Protezione Civile è disciplinato da un protocollo d'intesa preesistente agli eventi sismici approvato con decreto dal capo del dipartimento n. 3903 del 17 ottobre 2014, tra il suddetto dipartimento e gli operatori della telefonia e della comunicazione che vi hanno aderito. Gli operatori si sono impegnati a versare le somme raccolte in favore del Dipartimento sul conto infruttifero aperto presso la Tesoreria centrale dello Stato. Ai sensi della legge le donazioni raccolte confluiscono nella contabilità speciale intestata al Commissario straordinario per la ricostruzione (l'ex governatore Pd Vasco Errani, nominato da Renzi, ndr) e aperta presso la Tesoreria dello Stato. Al termine della raccolta delle donazioni che è tuttora in atto le somme saranno trasferite ai fini della realizzazione di interventi per la ricostruzione dei territori colpiti. Il commissario alla ricostruzione informerà ovviamente il comitato dei garanti, quindi è esclusa ogni utilizzazione a fini emergenziali». Quindi, i 28 milioni di euro non si possono toccare, anche di fronte alla situazione drammatica in centro Italia e all'insufficienza dei mezzi richiesti per rendere agibili le strade che collegano i paesi, ora isolati. I fondi restano fermi alla Tesoreria dello Stato, perché il protocollo d'intesa, firmato dal dipartimento di Palazzo Chigi, stabilisce così, che nevichi o che le scosse di terremoto continuino. Bisogna prima aspettare che l'iniziativa solidale termini secondo il calendario prefissato, quindi aspettare il 14 febbraio. E poi, una volta terminata la raccolta, l'iter burocratico non è finito. La Protezione Civile a quel punto dovrà valutare il possibile utilizzo di quei fondi in accordo con le Regioni coinvolte, dopo di che la proposta verrà affidata al parere di un comitato dei garanti.Eppure la pubblicità del sms solidale fa pensare che i soldi donati vengano usati subito. «Emergenza terremoto in centro Italia. Un aiuto concreto, subito. Manda 2 euro con un sms al 45500, un piccolo impegno per un grande risultato. Contribuisci ad aiutare chi è in difficoltà» recita lo spot in onda nelle radio italiane. Donare subito, per congelare però poi le donazioni nel pantano della burocrazia italiana, senza aiutare chi è colpito dal terremoto.

 

Redazione

ESTERI - PARTE LA PRESIDENZA TRUMP

21.01.2017

Cala il sipario sulla presidenza Obama. La domanda naturale è quindi questa: che tipo di presidente sarà Donald Trump? Il neo presidente ha concesso un’intervista al Times di Londra ed al Bild Zeitung tedesco. Il magnate americano ha delineato il suo programma spaziando dalla politica estera a quella economica, passando dalla sanità. Trump non nasconde di volere fortemente la fine delle sanzioni contro la Russia e definisce la NATO “obsoleta”. Non è certo un segreto che Trump apprezzi molto il Presidente russo Vladimir Putin. “Se a Putin piace Donald Trump, io considero questo una risorsa e non una debolezza, perché il nostro rapporto con la Russia è orribile”. La Russia può aiutare gli Stati Uniti a combattere l’Isis, ha detto, quell’Isis che l’amministrazione Obama “ha creato” lasciando l’Iraq nel momento sbagliato. “È stato creato un vuoto in cui si è formato l’Isis. Se a Putin piace Donald Trump, indovinate un po’, ragazzi, questo si chiama un vantaggio e non una perdita. Ora, io non so se andrò d’accordo con Vladimir Putin. Spero di sì. Ma c’è la possibilità del contrario”. Sul fronte della politica economica Trump ha ripetuto la sua intenzione di ribaltare il processo di delocalizzazione industriale e riportare i posti di lavoro negli Stati Uniti. Le imprese che vogliono trasferire gli impianti all’estero e importarne i prodotti negli Stati Uniti pagheranno dazi punitivi, ha detto. “Allora, se vuoi trasferirti in un altro Paese e vuoi licenziare tutti i nostri grandi lavoratori americani che ti hanno portato lì dove sei arrivato, allora puoi spostarti dal Michigan al Tennessee e alla Carolina del Nord o del Sud, puoi tornare dalla Carolina del Sud al Michigan… non mi importa finché è all’interno dei confini degli Stati Uniti”. Ma se vuoi importare negli Stati Uniti “i tuoi condizionatori o le tue automobili o qualunque cosa tu produca” all’estero, allora “pagherai un alto dazio”. Infine la questione che è stata sollevata è stata quella della sanità. Trump ha intenzione di sostituirà il programma detto Obamacare con un altro sistema e costringerà le imprese farmaceutiche (“Pharma”) a ridurre i prezzi delle medicine, perché oggi “campano uccidendo la gente”. Non solo, “Pharma ha molte lobby e molti lobbisti e molto potere, e fanno pochissime gare. Noi siamo i principali compratori di farmaci al mondo eppure non facciamo le gare come si dovrebbe. Allora cominceremo a farle e salveremo miliardi di dollari nel tempo, e lo faremo con molte altre industrie”. Trump ha anche sollevato il problema dei reduci, molti dei quali soffrono per malattie contratte in combattimento ma, con la legge attuale, sono tra i gruppi sociali con meno assistenza medica.

Simone Novara

 

ATTUALITA'- SONDAGGI ELEZIONI POLITICHE, ECCO I RISULTATI

17.01.2017

E se si andasse alle elezioni? Secondo Index se si andasse domani alle elezioni politiche lo scenario, ipotizzato, sarebbe il seguente: il M5S si attesterebbe sopra il 30%, nonostante, nelle ultime settimane, i consensi siano scesi, specialmente dopo il caso Raggi a Roma. Il movimento di Grillo in pochi giorni avrebbe perso oltre 2 punti. Il partito in caduta libera è senz’altro il Pd, paralizzato al 28%. La Lega cresce con un +0.8, che la porterebbe al 13%. Fratelli d’Italia e dall’altro fronte Sinistra Italiana raccoglierebbero il 4.5 % dei voti, mentre sempre più in picchiata Ncd di Alfano con un modesto 2.8%. Inoltre, Index, ha raccolto anche i dati su quali leader sceglierebbero gli elettori in caso di primarie nei singoli partiti. Nel centrosinistra, nonostante il flop referendum, Matteo Renzi sembra non conoscere rivali. Nelle fila penta stellate ci sarebbe un testa a testa tra Di Maio e Di Battista. Nel centrodestra se la giocherebbero sino all’ultimo voto Salvini e Meloni.

 

Simone Novara

ATTUALITA'- GRILLO PERDE PEZZI IN EUROPA

13.01.2017

In Europa il M5s non fa che perdere pezzi. A Bruxelles il Movimento di Grillo sta vivendo un vero e proprio sconquassamento interno; dopo l’addio di Affronte e Zanni, altri minacciano di lasciare. Il rischio, ora, è che il gruppo si veda costretto a pagare un’ammenda di 250 mila euro. Affronte è passato con i Verdi Europei, mentre il secondo si è legato all’Enf con Marine Lepen e Lega. Anche Daniela Aiuto è stata tentata di abbandonare i 5 Stelle, per aderire, anche lei, al gruppo dei Verdi, poi la deputata ha lasciato la decisione in sospeso.

 

Simone Novara

ESTERI – CALA IL SIPARIO SULLA PRESIDENZA OBAMA

12.01.2017

«Yes we Can!». Barack Obama, in un clima di commozione assoluta, conclude con il suo iconico slogan il discorso di addio alla presidenza. Lo slogan che lo portò alla Casa Bianca e che urlò nella ormai leggendaria election night del 2008. E che ora ripete nella sua Chicago, la città dalla quale partì la sua avventura. Ma stavolta, davanti a 20mila persone in delirio, aggiunge: «Yes we Did». Sì, perchè «oggi l'America è migliore», rivendica con forza. Perchè negli ultimi otto anni il cambiamento c'è stato: «Lo abbiamo fatto, lo avete fatto». Due esempi su tutti: la legalizzazione delle nozze gay e il salvataggio dell'industria dell'auto, sull'orlo della bancarotta dopo la grande crisi. Ma l'elenco dei risultati raggiunti nel corso dei quasi tremila giorni dei suoi due mandati presidenziali non è il cuore dell'ultimo discorso da presidente. Il cuore del messaggio è piuttosto sui valori che rendono l'America 'eccezionale' e che non vanno traditi in nessun modo. E per i quali lui continuerà a combattere anche fuori dalla Casa Bianca: «È stato un onore servire gli americani, non mi fermerò. Continuerò a farlo per il resto dei miei giorni». Le standing ovation non si contano. Le lacrime in platea e in tribuna scendono copiose. Anche Obama più volte appare decisamente commosso. Come quando viene scandito in coro 'four more years, altri quattro anni. Non cita mai Donald Trump, se non per dire che farà di tutto per agevolare la transizione con il suo successore. Ma afferma chiaro e forte come il futuro del Paese dipenda proprio dalla salvaguardia di quei principi di libertà, uguaglianza, democrazia che furono dei padri fondatori, e che in questa fase soprattutto la minaccia del terrorismo rischia di intaccare. Così sottolinea che non accetterà mai qualunque discriminazione contro i musulmani in America. Anche perchè l'Isis sarà sconfitta - sottolinea - solo se non prevarrà la paura e si sapranno salvaguardare proprio quei valori che il terrorismo vuole distruggere. E ancora Obama mette in guardia da un ritorno indietro sul fonte delle discriminazioni razziali nei confronti di tutte le minoranze, a partire da quella afroamericana: «Servono le leggi, anche se queste non bastano. Devono cambiare i cuori «Anche negare i cambiamenti climatici - altra stoccata al suo successore - sarebbe tradire le generazioni future e lo spirito del Paese». E poi il monito a non trasformare l'America come altre potenze che definisce rivali: la Russia e la Cina. «Paesi che non possono eguagliare la nostra influenza nel mondo - afferma - a meno che non siamo noi a mollare quello in cui crediamo e ci trasformiamo in un altro grande Paese che fa il prepotente con i vicini più piccoli». Ancora lacrime quando ringrazia la first lady Michelle: «Sei la mia migliore amica. Mi hai reso orgoglioso, hai reso orgogliosa l'America». E sul palco alla fine c'è anche lei, insieme alla figlia Malia, come nel 2008. E insieme all'amico di questa avventura Joe Biden. E le luci sul 44mo presidente degli Stati Uniti si spengono

 

Simone Novara

POLITICA - GENTILONI RICOVERATO, SALTA LA VISITA A LONDRA

11.01.2017

La notizia come un fulmine a ciel sereno al rientro dalla visita in Francia. Paura per Paolo Gentiloni: è stato ricoverato e operato per un'angioplastica al cuore al policlinico Gemelli di Roma al rientro da un impegno a Parigi. Salta la visita ufficiale a Londra del presidente del Consiglio, prevista per oggi. Il premier è ancora ricoverato "ed è vigile". L'angioplastica è un trattamento per la dilatazione di un vaso sanguigno. Ora si apre un nuovo scenario, con nessuna soluzione esclusa. Auguri di pronta guarigioni bipartisan da tutti i partiti

 

Redazione

ECONOMIA- ECCO I PRIMI NOMI DEI DEBITORI DI MPS

11.01.2017

Per ora chi dovrebbe fare luce sui crediti facili concessi da Mps non ha alcuna intenzione di svelare chi non ha restituito il dovuto all’istituto senese, e continua a difendere la privacy dei bidonisti, come ha fatto anche il nuovo amministratore delegato della banca, Marco Morelli: «Non possiamo fare quei nomi, altrimenti rovineremmo la loro reputazione». Di più: i vertici della banca hanno avvertito con una mail-circolare anche i propri dirigenti e dipendenti: se uscirà qualcuno di quei nomi, scatteranno inchieste interne e provvedimenti disciplinari. Ma il pressing mediatico e politico-istituzionale per fare pubblicare la lista di chi ha preso i soldi e non li ha restituiti è così alto e continuo che difficilmente lo scudo di Morelli potrà resistere a lungo. Anche perché se Mps si trova in queste condizioni e ancora una volta bussa alla porta dello Stato chiedendo un salvataggio pagato dai contribuenti, non poco è dovuto a quei 47 miliardi di sofferenze lorde che si sono accumulate in modo esponenziale negli ultimi anni proprio per il credito facile concesso a medie e piccole aziende.

 

 

Redazione

ATTUALITA' - AUMENTANO I REATI IN CARCERE, ALLERME DALL'UIL

09.01.2017

“I reati in carcere sono triplicati e le aggressioni nei confronti della Polizia Penitenziaria sono quasi raddoppiate: la situazione è al collasso, servono interventi urgenti”. Non usa mezzi termini Angelo Urso, segretario generale della Uil Pa Polizia Penitenziaria che lancia un grido d’allarme. Un grido che ha già lanciato invano nelle sedi opportune, interessando anche il Ministero del Lavoro per quanto attiene all’applicazione del D. Lgs 81/2008. I numeri parlano chiaro: le aggressioni sono passate dalle 344 registrate nel 2013 alle attuali 525; i reati commessi in carcere da 983 a 2.458; gli atti vandalici sono ora 1904 rispetto ai 663 di quattro anni fa mentre le risse tra detenute sono lievitate da 38 a 51. Cifre importanti e preoccupanti che confermano una escalation alla quale occorre porre un freno. Un freno per ripristinare la legalità all’interno degli istituti penitenziari ma, anche e soprattutto, per salvaguardare l’incolumità fisica e garantire l’applicazione delle norme in materia di “salute e sicurezza” a coloro che, con il loro lavoro, rappresentano lo Stato all’interno delle carceri. “Rispetto a quanto avviene in carcere, durante il loro servizio, gli appartenenti al corpo di Polizia penitenziaria possono essere coinvolti in qualità di spettatori, soccorritori o involontari protagonisti delle violenze dei detenuti – spiega Urso - Questo dà la dimensione di quale può essere l’impatto emotivo di questi fenomeni sui poliziotti e di come può essere messa a dura prova la loro capacità di adattamento ad un contesto in cui gli eventi critici diventano una routine. Questi eventi, infatti, possono avere un effetto traumatico sia per colui che è rimasto vittima dell’infortunio/incidente, sia per coloro che hanno assistito direttamente all’evento o hanno prestato soccorso”.

 

Redazione

ATTUALITA' - SCOPERTO UN NUOVO ORGANO NEL CORPO UMANO

06.01.2017

Il corpo umano ha un nuovo organo. No, non mettetevi a cercare cicatrici o cose simili: nessuno è venuto nottetempo ad "aggiungervi un pezzo". Ovviamente non stiamo parlando di qualcosa comparso dal nulla, ma di una parte del nostro corpo che prima si riteneva essere una struttura frammentata e che ora, secondo alcuni ricercatori irlandesi, potrebbe essere "promossa" allo status di organo vero e proprio: il mesentere (o mesenterio).

In un'analisi pubblicata su The Lancet Gastroenterology & Hepatology, il professor Calvin Coffey ha illustrato come, a suo parere, sia necessario categorizzare il mesentere come un organo: "Nel paper, che è stato sottoposto a revisione paritaria e valutato, spieghiamo come abbiamo un organo nel corpo che, ad oggi, non è stato riconosciuto come tale".

 

Redazione

SOCIETA'- DOPO XFACTOR NUOVO AMORE PER ARISA

05.01.2017

Fresca di separazione dallo storico ex Lorenzo Zambelli, Arisa si è presa una cotta per un nuovo ragazzo. Per la cantante lucana però non si tratta di uno qualunque, ma di Fedez, con cui ha lavorato per tre mesi dietro al bancone di X-Factor, ma, che purtroppo per lei, al momento è impegnato con la fashion blogger Chiara Ferragni. Nel complimentarsi con il rapper per il suo nuovo singolo «Meglio tardi che noi», inciso con J-Ax, l’ex-vincitrice di Sanremo ha dichiarato a quotidiano.net: «Mi piace molto. Sinceramente, mi spiace che Fedez si sia messo con la Ferragni, perché sarebbe stato il mio uomo ideale. Ho sempre sognato di avere al fianco qualcuno capace di far fiorire le mie qualità. E poi sotto la corazza da duro che s’è scelta, Federico rimane un ragazzo buono e leale».Arisa è molto soddisfatta dell’ultima edizione di X-Factor, nonostante i fischi ingenerosi della serata finale. «Me ne faccio una ragione - ha detto la cantante -. Però è stato molto bello lavorare in quel contesto perché, a differenza di quanto avviene in altri talent televisivi, a X Factor non ci si preoccupa di essere mainstream, ti lasciano libero di azzardare scelte musicali particolari. Come mi era accaduto già nel 2013 con i Frères Chaos».

 

Redazione

CRONACA – NUOVE REGOLE PER I SEGGIOLINI IN AUTO

22.12.2016

Se tra i prossimi acquisti che avete in programma c’è il seggiolino per la macchina, questo articolo è proprio per voi. Dal 1° gennaio scattano le nuove regole che sono più stringenti di quelle attuali e, soprattutto, prevedono multe belle salate e ritiro di patente. E, considerato che parliamo della sicurezza dei vostri bambini, forse è meglio adeguarsi in fretta.Il seggiolino per la macchina è obbligatorio sempre. Quando uscirete dall’ospedale con la vostra creatura, non pensate neanche lontanamente di andare a casa con la navetta: l’ovetto è ciò che vi serve. E man mano che il vostro bambino diventa grande dovrete adattare la seduta alla sua crescita. Fino ad un metro e mezzo di altezza e 36 chili. Vi sembra troppo? Sappiate che, nel 2015, sono stati 40 i bambini e i ragazzi da 0 a 14 anni morti sulle strade italiane. (fonte: Altroconsumo).L’obbligo del seggiolino per la macchina è stabilito dall’articolo 172 del Codice della Strada. La normadice che i piccoli “di statura inferiore a 1,50 m devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, adeguato al loro peso, di tipo omologato secondo le normative stabilite dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, conformemente ai regolamenti della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite o alle equivalenti direttive comunitarie”.

 

Redazione

CRONACA – LA SFIDA DI RYANAIR LOW COST 180 EURO A NEGLI USA

13.12.2016

La sfida di Ryanair e altre compagnie low-cost è quella di collegare il vecchio continente agli Stati Uniti a prezzi bassissimi. Sono già partiti studi e colloqui per fare il grande salto.

L’idea è quella di collegare alcuni scali europei con gli Stati Uniti, la notizia non è nuova ma il particolare in più è che le compagnie aeree ne stanno già discutendo concretamente . Si sta parlando già di accordi tra Ryanair, EasyJet e altre low cost per portare i passeggeri verso il Regno Unito, l’Irlanda e la Spagnae poi da lì con i voli Boeing 787 Dreamliner o dei già ordinati 107 Boeing 737 Max di Norwegian Air Shuttle decollare verso la costa orientale e occidentale degli Stati Uniti.Quello che stupisce è il costo che per New York per esempio potrebbe partire dai 138-140 euro andata e e ritorno.

 

Redazione

CRONACA – ARRESTATO A NEW YORK LAPO ELKANN

29.11.2016

“Falsa denuncia” per un sequestro simulato. È con questa accusa che, secondo diversi quotidiani statunitensi, Lapo Elkann è stato arrestato e poi rilasciato dalla polizia di New York. Obiettivo della simulazione, ottenere dalla famiglia 10mila dollari dopo aver trascorso due giorni, in un appartamento sulla East 28th Street a Manhattan, in compagnia di una transessuale 29enne. Il New York Daily News, il Daily Mail, la Cbs e il Daily Beast riportano che il rampollo di casa Agnelli si è fatto anticipare una somma di denaro dalla escort per acquistare droga, con la promessa di restituirli. Di qui, secondo le fonti di polizia citate dai media, l’idea di simulare il sequestro e chiamare la famiglia sostenendo che era tenuto in ostaggio e chiedendo appunto 10mila euro per essere rilasciato.

Redazione

EVENTI - A VERONA LEGNOLAND DI GLOBO ALLA 39°MARCIA DEL GIOCATTOLO

26.11.2016

Quest'anno tutti i partecipanti avranno un mattoncino del brand veronese da portare fino all’arrivo in piazza Bra a Verona, come simbolo di una giornata all'insegna della solidarietà. Diventato ormai un appuntamento imperdibile per i podisti veronesi e non solo, arriva la 39° edizione della Marcia del Giocattolo, l a tradizionale corsa dell’8 dicembre, organizzata dall’Associazione Straverona e patrocinata dal Comune di Verona, Assessorato allo Sport e Tempo Libero. Quest'anno partner d'eccezione è Legnoland di Globo, brand diventato il portavoce italiano in Europa del “Giocattolo lento”, un giocattolo che accende l'immaginazione dei bambini per esprimere la propria personalità e, perchè no, per imparare e crescere giocando. Come ogni anno la Marcia del Giocattolo si conferma un evento dalla forte valenza sociale. E proprio un mattoncino del brand veronese sarà protagonista di un progetto di beneficienza, “Un mattoncino per Amatrice”, per supportare la raccolta di fondi destinati all’Associazione “Amatrice l’alba dei piccoli passi”. Si tratta di un’associazione del territorio con l’obiettivo di dare supporto ai bambini che hanno vissuto l’esperienza traumatica del terremoto tramite l’attivazione di programmi di accoglienza e specifici programmi terapeutici per superare il trauma e riprendere la vita quotidiana. Quest'anno, infatti, tutti i partecipanti - chi corre e chi cammina – porteranno per tutto il percorso l’Allegro mattoncino Legnoland di Globo fino all’arrivo in Piazza Bra a Verona, dove verrà costruito simbolicamente un edificio.

 

Redazione

SOCIETA' - APP O NON APP, LA LOTTA PER CONQUISTARE NUOVI UTENTI

23.11.2016

Negli ultimi 20 anni, la proporzione di utenti internet al di fuori degli Stati Uniti misurata da comScore è cresciuta dal 34% all'89%, e l'area EMEA rappresenta oggi un terzo dell'audience complessiva. Ulteriori dati sono disponibili nella relazione 2016 Global Future in Focus.

La crescita globale delle piattaforme mobile ha creato nuovi consumatori digitali e provocato un incremento del tempo dedicato alle attività online. E l'Italia non è certo immune a tale tendenza. Il 70% dell’audience digitale complessiva utilizza dispositivi mobili per accedere a contenuti, sia in maniera esclusiva che in aggiunta a computer desktop. All'interno di questo nuovo ecosistema, i rilevamenti di comScore MMX Multi-platform sottolineano l'importanza delle applicazioni, le quali sono responsabili del 90% del tempo di utilizzo complessivo di dispositivi mobili in Italia. Gli utenti di applicazioni tendono oggi ad affidarsi ai dispositivi smart per soddisfare esigenze di consumo sempre crescenti. Ma, se le opportunità offerte da una tale tendenza sono sotto gli occhi di tutti, i brand devono anche acquisire una più chiara consapevolezza delle sfide associate a questa piattaforma potenzialmente lucrativa.

Gli italiani trascorrono più tempo su dispositivi mobili rispetto ai computer desktop; il mobile rappresenta circa il 64% del tempo complessivo di utilizzo di dispositivi digitali, mentre le applicazioni contano per circa il 90% dei minuti dedicati ai dispositivi mobili.

A giugno, il 28% degli utenti di applicazioni per smartphone ha usato dispositivi mobili per confrontare i prezzi di prodotti, e circa un terzo ha dichiarato di compiere tale attività su base settimanale.

Il 37% degli utenti di applicazioni per smartphone accede a siti di social network quasi una volta al giorno, e circa un terzo degli stessi condivide quotidianamente foto o video.

Il 27% di coloro che hanno scaricato almeno un'applicazione in un dato mese utilizza anche app di notizie locali o internazionali.

La sfida principale con cui i provider di app in tutto il mondo si ritrovano a dover fare i conti è rappresentata dagli ostacoli al download: in Italia, solo un quarto degli utenti di dispositivi mobili scarica nuove applicazioni nell'arco di un mese.

.Redazione

SOCIETA’ – Da Londra a New York in sole 3 ore con il nuovo XB1

18.11.2016

Si chiama XB1, è l'aereo più veloce del mondo: impiegherà appena tre ore e mezza da Londra a New York. Sarà in volo dal 2023: ad annunciarlo, svelando il prototipo, è stato Sir Richard Branson, numero uno di Virgin Galactic.

XB1 è già stato soprannominato «Baby Boom», dal nome - Boom - della start up di Denver che l'ha progettato, fondata da alcuni dei numeri uno dell'aviazione mondiale: nel team, infatti, ci sono ingegneri Nasa, ex Boeing, e anche l'astronauta Mark Kelly. Hanno cominciato a lavorare al progetto diversi mesi fa con un obiettivo preciso: superare il Concorde (non più in uso dal 2003) in tutti i sensi. Per velocità, costi, design, immaginazione. Infatti Boom volerà a 2600 km/h contro i 2100 del Concorde (e i 900 del volo diretto più lungo del mondo) e costerà meno della metà, ovvero circa 5000 dollari (contro i 12 mila del Concorde). A renderlo così veloce sarà una struttura leggerissima e un assetto mai sperimentati prima: Boom è tutto in fibra di carbonio (normalmente si costruisce in alluminio), ci sono appena 40 posti (il Concorde ne aveva dai 100 ai 128) e le scorte di carburante sono ridotte al minimo. Redazione

SOCIETA' - Al via la stagione sciistica 2016-17, che si annuncia nevosa

17.11.2016

Al via la stagione sciistica 2016-17. Monterosa Ski si fa promotrice di un progetto pilota a livello regionale proponendo una nuova, interessante novità per la stagione 2016/2017 sul fronte delle tariffe. I prezzi dello skipass seguiranno la normale stagionalità – come già avveniva negli anni passati – ma subiranno anche una variazione in relazione alle giornate festive e feriali: dal lunedì al venerdì si potrà sciare ad una tariffa più conveniente, mentre lo skipass sarà leggermente più caro il sabato, la domenica e nei giorni festivi.Un progetto che mira ad incentivare lo sci nelle giornate infrasettimanali quando lo sciatore può godersi piste meno affollate guadagnandoci in termini di divertimento. Quest’anno come mai sono attese numerose precipitazioni fin da inizio dicembre, abbinate a temperature gelide, quindi ideali per una stagione di sci che si annuncia storica.Redazione

CRONACA - I18enni potranno incassare 500 euro da spendere in cultura

04.11.2016

Da domani i 18enni potranno incassare il bonus da 500 euro da spendere in beni e servizi legati alla cultura. Il sito dedicato all’iniziativa (www.18app.it oppure www.diciottapp.it) si sta preparando ad alzare le «saracinesche». Sulla homepage, adesso ancora in versione beta, campeggia un conto alla rovescia che alle nove di domani mattina smetterà di misurare le ore rimanenti al via libera. I neo diciottenni avranno tempo fino al 31 dicembre 2017 per spendere la somma di 500 euro a loro disposizione. Il termine per iscriversi scadrà però già il 31 gennaio 2017. L’iniziativa sarà accompagnata da una campagna di comunicazione anche sui social che partirà già domani. Redazione

CRONACA- Messa in sicurezza di un pilone autostradale sulla A26

04.11.2016

Clamorosa indiscrezione ci giunge in redazione. Uno dei PILONI dell'autostrada A26 Genova Voltri-Gravellona Toce sarebbe A RISCHIO CROLLO a causa dell'erosione dell'acqua dei giorni scorsi. Il pilone in questione è sotto il viadotto del Turchino, tra Masone e Mele, a cavallo di Piemonte e Liguria.

La foto è stata pubblicata su Facebook da una testimone diretta. Resta urgente in Italia la necessità di intervenire per mettere in sicurezza tutti i viadotti e cavalcavia, alla luce del grave fatto successo a Lecco. Sono in corso delle verifiche che riporteranno l'eventuale agibilità e messa in sicurezza del tratto autostradale. Altri aggiornamenti e segnalazioni seguiranno sul nostro sito.

. Redazione

SOCIETA’ - Una nuova droga tra i giovani, facile da trovare ma molto pericolosa

22.10.2016

Una nuova droga sta circolando tra i più giovani e sempre più spesso rimpiazza l'alcol, l'ecstasy e l'Mdma: stiamo parlando del cacao che nella sua purezza è pericolosissimo.

Già da qualche tempo, il cacao è l'anima dei festini e delle serate in discoteca dei ragazzini. Ora, però, la situazione è sfuggita di mano e sta diventando sempre più seria. Il cacao puro, infatti, aumenta i livelli di seratonina e stimola le endorfine creando una sensazione di estasi. Una volta assunto, ci si sente felici e rilassati. Non è allucinogeno, ma amplifica a dismisura le esperienze.

Il vero problema in tutta questa storia è che il cacao è legale. Questa sostanza, che dalla maggior parte delle persone è conosciuta come cibo, è l'ingrediente preferito di tutti quelli che vogliono ballare per ore senza assumere né alcol né droga illegale. Questa polverina, se consumata pura, fa venire come delle scariche e proprio sotto questo punto di vista assomiglia alla cocaina.

A Londra, per esempio, sono nati diversi eventi dove i partecipanti fanno uso di cacao crudo. L'ultimo che è stato organizzato, come scrive Boroadly, si chiama Shhh Dating e si svolge in un ristorante che riproduce l'ambiente di una fattoria. Il tabloid inglese riporta anche la testimonianza di un ragazzo: "Dicono che assumere cacao sia solo un rituale, un modo per entrare in contatto con il corpo. Si usa al posto dell’alcol, che toglie le inibizioni e non ti fa conoscere le persone per quello che sono veramente. Io penso piuttosto che se sei sobrio, in questo mondo, rischi di perderti. Senza alcol, il terreno è più difficile. Comunque mi adatto e con questa polverina sto bene. Redazione

CRONACA – Arrestato a Milano Corona, scoperto patrimonio illegale di 1,7 mln

10.10.2016

Clamoroso a Milano, Fabrizio Corona è stato arrestato lunedì mattina su ordine del gip di Milano Guidi in relazione al milione e 760 mila euro scoperti in casa di una sua collaboratrice nascosti nel controsoffitto di una stanza. Un fulmine a ciel sereno per la famiglia dell’arrestato che credeva nel recupero, almeno parziale dell’ex fotografo più famoso d’Italia. L’accusa è di intestazione fittizia di beni perché, secondo i pm Ilda Boccassini e Alessandra Dolci, quei soldi sono dello stesso Corona e non della sua collaboratrice, Francesca Persi, anche lei arrestata per concorso. Il denaro è stato trovato nel corso di una perquisizione il 7 settembre scorso nell’ambito di un’inchiesta che, secondo alcune fonti, sarebbe partita da un grosso petardo fatto esplodere a Ferragosto davanti all’abitazione dell’ex re dei paparazzi. A breve ancora aggiornamenti sul nostro sito . Redazione

 

CRONACA – Berlusconi operato d’urgenza negli Stati Uniti

04.10.2016

Dieci anni dopo l’installazione del pacemaker a Cleveland, in Ohio, Silvio Berlusconi è tornato a curarsi negli Stati Uniti per accertamenti in seguito al delicato intervento al cuore cui è stato sottoposto il 14 giugno al San Raffaele di Milano. L’ottantenne ex premier ha scelto questa volta New York: è ricoverato da venerdì scorso in uno dei migliori e più grandi ospedali americani, il New York-Presbyterian. Stando a quanto riportato dalla certificazione medica allegata all'istanza di rinvio dell’udienza per legittimo impedimento nell'ambito del processo cosiddetto Ruby Ter, Berlusconi soffre di "scompensi pressori" e "flogosi", conseguenza, quest’ultima, dell’intervento di sostituzione della valvola aortica cui è stato sottoposto quest’estate.. Redazione

 

ESTERO - In Svizzera come in Italia, gli autovelox servono per fare cassa

28.09.2016

Tutto il mondo è paese, in Svizzera come in Italia, gli autovelox servono più per fare cassa che per rispondere a un reale bisogno di sicurezza. Il radar in funzione a Balerna dall'inizio dell'anno ha fatto incassare fino a fine giugno 8 milioni di franchi in contravvenzioni. Sono infatti 68'382 le infrazioni rilevate in sei mesi dall'apparecchio ubicato sull’A2, in direzione sud. Tra queste 3'167 sono gravi o medio gravi. I veicoli transitati, segnala una nota della polizia cantonale, sono 2'462'117. La velocità massima registrata è stata invece di 199 km/h e il conducente è stato pertanto denunciato al Ministero pubblico quale pirata della strada. Il 59% dei multati è di nazionalità straniera. L'apparecchiatura non è stata sempre in funzione, ma la sicurezza stradale ha comunque potuto beneficiare dell'effetto deterrente che anche un radar spento può apportare, precisa il comunicato delle forze dell'ordine. Redazione

 

ATTUALITA' - Scopriamo la social card disoccupati, ecco come richiederla

19.09.2016

La social card disoccupati è un sostegno economico che è stato predisposto dalla Legge di Stabilità e mira a contrastare la povertà. Tale sostegno è infatti rivolto alle famiglie che presentano difficoltà economiche e in cui almeno un membro risulti disoccupato. La social card disoccupati si differenzia dalla social card ordinaria.

Come funziona la social card disoccupati? Quali sono i requisiti e come presentaredomanda? I dettagli della nuova social card disoccupati verranno definiti con un decreto ministeriale che dovrebbe essere emanato a breve. Tuttavia non ci dovrebbero essere grossedifferenze rispetto a quanto previsto lo scorso anno. La social card disoccupati consiste in unsostegno economico erogato ai nuclei familiari con basso reddito e un minore a carico, in cui almeno un membro risulti disoccupato.

L’importo che viene erogato mensilmente varia, e può andare dai 231 ai 404 euro mensili. Per quanto riguarda i requisiti per poterrichiedere la social card disoccupati, anche in questo caso occorre attendere il decreto ministeriale. A presto le novità sul nostro sito.

Redazione

 

 

ATTUALITA' - Belen, il mistero e lo schiaffo: "Cosa succede alla Show Girl italiana?"

16.09.2016

Belen Rodriguez avrebbe chiuso la collaborazione con una nota casa di moda. I dubbi sulla sua situazione professionale. Un clamoroso mistero avvolge la figura di Belen Rodriguez. Come noto la bella showgirl è sempre al centro di gossip e notizie che riguardano la sua vita privata. Difficilmetne qualcosa sfugge ai paparazzi che la seguono. Ma stavolta c'è una sorta di giallo. Secondo quanto scrive il settimanale "Chi" Belen avrebbe chiuso inaspettatamente la collaborazione con una famosa marca del mondo della moda. !Dopo tre anni come testimonial di un’azienda d’alta moda che l’aveva voluta a tutti i costi e pagata profumatamente per la collaborazione – scrive il settimanale - la Rodriguez è stata messa alla porta. Anche il rapporto con Stefano De Martino fa nascere dubbi. Da un lato Cecilia, sorella di Belen, dichiara: «Lui è uno di famiglia». Dall’altro, noi ci chiediamo: è proprio così?". Sulla Rodriguez intanto continuano ad impazzare le voci di un suo avvicinamento a Andrea Iannone, il campione della motoGp che però smentisce, ricordando che ciò che lo lega alla showgirl è solo amicizia. Eppure alcuni giorni fa sono state pubblicare le immagini che li ritraggono mentre si abbracciano affettuosamente su una barca. Quale sarà la verità?

Redazione

 

 

ATTUALITA' - Rivelazioni dal libro, Supernova , sui segreti dei 5stelle

19.09.2016

È solo una delle rivelazioni di un libro, dal titoloSupernova , che uscirà tra due mesi, sul sitowww.supernova5stelle.it e sarà finanziato non da un editore tradizionale, ma attraverso la piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso. Il testo, di cui stamattina sarà pubblicato online il primo capitolo che La Stampa può qui anticipare, è firmato da Nicola Biondo, ex capo della comunicazione del Movimento alla Camera, e da Marco Canestrari, per quattro anni, dal 2007 al 2010, vicinissimo a Gianroberto in Casaleggio associati. Canestrari, tuttora iscritto al M5S, accompagnava Grillo nei Vday, creò e organizzò il coordinamento dei meet up, e ha mantenuto in azienda, anche dopo l’uscita, amicizie che non si cancellano.

« Non ti voglio più sentire», grida dunque al telefono Casaleggio a Grillo. Pochi giorni dopo muore, e Grillo piange, senza aver avuto possibilità di un chiarimento con il suo amico. Non è uno scontro casuale, però, quello tra i due: è una divergenza strutturale su ciò che sta accadendo al Movimento, e sulla strada da prendere. Grillo confida ai suoi: «mi girano le scatole» - scrivono Biondo e Canestrari - per cos’è diventato il Movimento.

Ha nostalgia degli inizi, naif ma puri. È estromesso da scelte di fondo che avvengono senza che lui le conosca: su tutte, la migrazione, cruciale, dal blog beppegrillo.it . Grillo non ne era stato informato, è un’altra rivelazione di Biondo e Canestrari: «Da Genova la cosa è stata presa male, perché in questo modo non è più il blog di Beppe il motore propulsore del Movimento. Casaleggio sceglie di guardare oltre il vecchio sodale, tutelando da una parte la sua azienda, dall’altra accontentando le richieste dei parlamentari che fanno un pressing asfissiante perché vogliono a tutti i costi un loro spazio che non sia all’ombra del blog di Grillo. E questo ovviamente al comico genovese non va giù». Redazione

 

 

ATTUALITA' - L'Europa ricorre alla leva e l'Italia potrebbe seguirla

15.09.2016

Francia e Germania ritengono la leva una necessità. Norvegia primo paese della NATO ad introdurre la coscrizione per le donne. In Svezia giovani arruolabili dal 2019. L'Italia potrebbe ispirarsi al modello tedesco: sei mesi di addestramento per 500 mila giovani ogni anno L’Europa ripensa alla leva e l’Italia potrebbe essere costretta a seguirla per far fronte ai diversi contesti operativi in campo nazionale ed estero. La legge Martino sospese il servizio di leva dal 1 gennaio 2005, seguendo un pensiero largamente condiviso in Europa svanita la minaccia sovietica. Erano gli anni in cui i grandi eserciti erano concepiti solo come dei costosi relitti della guerra fredda. Francia, Italia, Germania, decisero per la professionalizzazione delle forze armate. Nel 2010 anche il Parlamento svedese, sposò la linea della non più necessaria difesa su larga scala. Passano pochi anni e la coscrizione ritorna ad essere considerata non più un’idea dei nostalgici, ma un’esigenza. Il problema nasce dalle difficoltà riscontrate nella transizione ad una esclusiva forza di volontari. La cultura europea dell’arruolamento volontario è ben diversa da quella statunitense. Le stesse forze armate europee difficilmente riescono a competere sul mercato del lavoro, principalmente nei paese con un’economia sana che genera opportunità di lavoro. La Svezia, ad esempio, sta considerando l’opportunità di censire, a partire dal prossimo anno, tutti i diciassettenni arruolabili nel 2019. Il nuovo progetto, che attende il via libera dal parlamento, includerà le donne. Molti altri paesi europei stanno prendendo in considerazione tale opportunità. La Norvegia è il primo paese della NATO ad introdurre la coscrizione per le donne.

Redazione

 

 

TV - Volete partecipare a un programma tv sulla Rai?

14.09.2016

Volete partecipare a un programma tv su importantissima rete nazionale che dia grande visibilità alla tua immagine? Allora partecipa come pubblico a "DOMENICA SPORTIVA" di Rai2 in diretta dagli studi di Milano!!!

Se sei giovane e maggiorenne e vuoi partecipare contatta subito AG MEDIA srl scrivendo un messaggio privato allegando una tua foto e scrivendo i tuoi dati (cognome, nome, età, telefono e città dove abiti), i prescelti saranno invitati alla prima diretta disponibile (è possibile venire anche accompagnati) e avranno posti nelle primissime file con grandissima visibilità mediatica!!!

Per maggiori informazioni potete fare anche riferimento alla nostra pagina lavoro su Milan4News.

Redazione

 

 

ESTERI - Il petrolio la posta in gioco in Libia

14.09.2016

«It’s the oil stupid», è il petrolio la posta in gioco in Libia, scrive Issandr Al Amrani, fondatore di The Arabist. E potremmo aggiungere anche il gas: il 60% del carburante pompato dall’Eni- ogni giorno 35 milioni di metri cubi - alimenta le centrali elettriche locali, sia in Tripolitania che in Cirenaica. In poche parole è la produzione dell’Eni che accende la luce ai libici. Nel momento in cui si mandano un centinaio di medici a Misurata protetti da 200 parà della Folgore, questo aspetto di vitale importanza per la sopravvivenza dei libici non va sottovalutato. Anche il generale Khalifa Haftar e il governo di Tobruk forse dovrebbero pagare la bolletta ma hanno fatto una scelta diversa, ovvero impadronirsi dei principali terminali petroliferi della Cirenaica fino a Ras Lanuf, a ridosso della linea del fronte dove nella Sirte comincia la battaglia al Califfato, quasi passata in secondo piano davanti alle tensioni crescenti tra le fazioni libiche. La guerra in Libia del 2011 per abbattere il Colonnello Gheddafi, come quella in Siria per far fuori Assad, si è trasformata quasi subito in un conflitto per procura con forti connotati economici e strategici. L’intervento francese a favore dei ribelli di Bengasi accompagnato da quello della Nato ha diviso il Paese tra le due regioni principali e l’unità libica, un eredità coloniale italiana, di fatto non si è più ricostituita. Redazione

 

 

MODA - Pence 1979 sarà protagonista in SO POP-UP store a Treviso.

13.09.2016

Pence 1979 annuncia che a partire dal 15 settembre 2016, avrà un corner personalizzato all’interno di SO POP-UP, il nuovo tempo del Fashion nel cuore di Treviso.

SO POP-UP è un multibrand nato dalla collaborazione dei brand Pence 1979, SO e DECLARE, curato nel dettaglio dai protagonisti al fine di trovare un punto d’incontro tra la raffinatezza delle strutture preesistenti e la contemporaneità degli arredi e dei materiali usati per infondere energia allo spazio. Superfici metallizzate, texture e metalli vengono incorniciati da un battuto di terrazzo alla veneziana finemente restaurato e da pareti recanti boiserie di stucco.

Una vetrina importante e di grande riconoscimento per la collezione di Pence 1979 che verrà ospitata lungo le pareti laterali su hanging bars in ferro nero.

L’appuntamento per l’inaugurazione è giovedì 15 settembre alla h. 18,00 in via Santa Margherita, 3 Treviso. Dalle 19:30 lo spazio verrà avvolto da live dj set degli Eclective/Collective. Pence è stato fondato nel 1979, proponendosi come marchio innovatore nel campo dei “tessuti tinti”, tendenza che a cavallo degli anni ottanta ha segnato l’industria dell’abbigliamento.Dopo più di trent’anni, sopravvivendo all’evoluzione delle tendenze e del tempo, nel 2010 Dora Zecchin – a seguito di una vita passata in mezzo alle stoffe e alcuni anni di lavoro nell’azienda - ha deciso di rispolverare il brand di famiglia.

La passione, la curiosità e l'interesse per i tessuti e le loro possibili trasformazioni, sono il patrimonio su cui è stato fondato Pence 1979, le cui competenze tramandate da una generazione all’altra diventano essenza dell’attuale rinascita del marchio.

“Back to the future” è l’anima delle collezioni Pence 1979 che, rielaborate ed adattate in termine di design, praticità, avanguardia, si caratterizzano per la maniacale attenzione ai piccoli dettagli, mescolando tradizione ed innovazione attraverso nuove tecniche manifatturiere.

Per info inviate una mail a tlf@teresalafosca.com

 

CRONACA - Cercasi comparse per il film con Christian De Sica: 86 euro al giorno

24.08.2016

Il regista Fausto Brizzi cerca alcune comparse per il cinepanettone "Poveri ma ricchi". Dal 29 al 31 agosto alcune scene del film, con Christian De Sica ed Enrico Brignano, verranno girate in piazza Duomo, a Milano. Ecco come partecipare ai casting.

Per chi fosse interessato, l'opportunità è sicuramente allettante. In primo luogo per la paga: un compenso di 86 euro giornalieri. Inoltre, le comparse che verranno selezionate potranno trovarsi fianco a fianco con i due attori protagonisti, che parteciperanno assieme a loro alle scene girate in piazza Duomo. Le persone che la produzione sta cercando devono rientrare nelle seguenti caratteristiche: "Hipster, modaioli, anche stile retrò, un po’ fashion". Non si cercano invece "freak". Chi volesse fare un provino può inviare una mail all'indirizzo demichelevaleria@gmail.com con i propri dati – nome, cognome, età e cellulare -, una foto e un’immagine della propria bici: si cercano difatti sia figuranti a piedi, sia ciclisti. Redazione

 

 

EVENTI - A settembre, CIFF-Shanghai, presenterà CIFF Outdoor & Leisure 2016

23.08.2016

A CIFF Outdoor & Leisure i più importanti brand cinesi proporranno innovativi sistemi di arredo per il giardino e le più idonee attrezzature per il tempo libero; i buyer internazionali potranno trovare e ordinare i prodotti attraverso la più grande fiera professionale della Cina.

Arredi per sognare, per allestire in modo speciale lo spazio esterno. Arredi comodi e belli sviluppati da aziende all’avanguardia per tecnologia e per design. E così prenderanno vita stand luminosi e rilassanti in cui godere di alchimie uniche, talvolta insolite, tra natura e arredi pensati per vivere bene il tempo libero, ma ideali anche per organizzare incontri informali in ufficio, in hotel o a casa sorseggiando un the freddo o un cocktail.

Il meglio dell’offerta cinese dell’outdoor sarà dunque in scena al National Exhibition & Convention Center (Shanghai) di Hongqiao, ponendo grande attenzione al design, alla qualità oltre che alla sostenibilità dei prodotti.

La proposta di CIFF-Shanghai per l’arredo da esterno si completa e arricchisce con temi a corredo per offrire al visitatore un visione d’insieme del settore unica e avvincente. E così all’interno del padiglione 5.1 verranno anche affrontati tutti gli aspetti legati al mondo del giardino e del tempo libero, dalle case in legno alle tende da sole e sistemi oscuranti, dalle attrezzature per il giardinaggio a quelle per il campeggio e per la preparazione dei cibi in esterno.

Saranno presenti oltre 150 brand che occuperanno una superficie di 30.000 mq, a testimonianza del fatto che CIFF sia la più grande piattaforma d’affari cinese del settore. Aziende importanti, che molto investono per essere competitive sul mercato interno così come nei mercati internazionali. Solo per citarne alcune, Zhejiang Yotrio Group Co., la più grande azienda cinese di arredamento da esterno. Non mancheranno neppure Dongguan Tengyuan Craftwork Co., che ha arredato la reception del Beijing APEC Summit, la reception di Nanjing Youth Olympic Games, e Ningbo Activa Leisure Inc, leader nella produzione di Ombrelloni, tende da sole e prodotti oscuranti. Vai alla pagina... Redazione

 

CRONACA- Ex ballerino di "Amici" uccide il fidanzato. Poi la confessione su Facebook

23.08.2016

Marcus Bellamy ha strangolato il suo compagno, nella loro abitazione nel Bronx, a causa di un litigio. Dopo l'omicidio il ballerino ha condiviso su Facebook messaggi deliranti. "Perdonami. L'ho fatto per amore": con queste parole l'ex ballerino di "Amici di Maria De Filippi" ha confessato di aver ucciso il suo fidanzato. Come un fulmine a ciel sereno dagli Stati Uniti arriva questa terribile notizia. Il professionista di danza, Marcus Bellamy,che fino al 2009 faceva parte del cast del programma di Canale 5 ha strangolato il suo fidanzato. Il ballerino ha confessato, con messaggi deliranti, l'omicidio suFacebook." Perdonami. L'ho fatto per amore, l'ho fatto perchè ti amo. Lui mi ha detto che odio e amore sono la stessa emozione. Perdonami. Non so quel che faccio. L'ho fatto per amore. Per dio. In alto" - così scrive Marcus Bellamy alle ore 16.02 del 19 agosto. Ma facendo scorrere imessaggi sulla sua bacheca, si vede subito che poco prima di questo pensiero criptico, il ballerino ne aveva scritti moltissimi altri che invocavano il diavolo, chiedevano scusa, parlavano di amore e odio e di Dio. Come ad esempio questo: "Sono Dio. Io do la vita ma la posso portare via. Attenzione". Secondo quanto riporta il dailynews, Marcus avrebbe strangolato il compagnoBernardo Almonte dopo un violento litigio nel loro appartamento al quinto piano di una palazzina del Bronx. Dopo l'omicidio, il ballerino avrebbe confessato l'accaduto su Facebook con il messaggio delirante che abbiamo riportato poco sopra. Subito dopo il terribile fatto, avrebbe lasciato l'appartamento per avvisare un vicino della morte del fidanzato. Redazione

 

SOCIETA'- Ryanair investe più di un miliardo di Euro in Italia

19.08.2016

Michael O'Leary, il patron della compagnia low-cost Ryanair, ha annunciato i programmi di sviluppo della società irlandese in Italia per il 2017.

Un modo di "ringraziare" il governo Renzi e il ministro Graziano Delrio per aver disinnescato la mina del rincaro delle tasse aeroportuali (2,5 euro), che aveva portato a un braccio di ferro con le compagnie aeree. el maxi-piano di espansione nel mercato italiano presentato oggi da Ryanair c’è anche Bologna. Tra le nuove rotte che apriranno per l’estate 2017 da e per l’aeroporto Marconi ci saranno quelle che collegheranno il capoluogo dell’Emilia-Romagna con Eindhoven e Lisbona.

Le cifre del piano di sviluppo di Ryanair in Italia per il 2017 sono state presentate stamattina a Roma dall’amministratore delegato della compagnia, Michael O’Leary insieme al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e al presidente dell’Enac, Vito Riggio.

Il piano prevede l’acquisto di 10 nuovi aerei, con un investimento di un miliardo di dollari. “Apriremo 44 nuove rotte, 23 delle quali dedicate agli aeroporti regionali e per il resto concentrate su Roma e Milano. Cresceremo”, ha poi aggiunto O’Leary, “di oltre 3 milioni di passeggeri, superando quota 35 milioni di passeggeri nel corso del prossimo anno. Questi nuovi passeggeri genereranno circa 2.250 nuovi posti di lavoro presso gli aeroporti italiani”. Redazione

 

CRONACA - Scontro fra due treni in Puglia, almeno 20 morti

12.07.2016

Puglia, il tratto ferroviario Corato-Andria viene percorso ogni giorno da centinaia di pendolari diretti a Bari, ma nella tarda mattinata del 12 luglio la quotidianità si è trasformata in tragedia. Si è infatti verificato uno scontro frontale, su quel binario unico percorso da almeno 200 treni al giorno, in attesa del tanto sperato raddoppiamento. Lo scontro avrebbe provocato almeno 11 morti (il bilancio però potrebbe aggravarsi), e alcune carrozze sono completamente accartocciate. L’incidente si è verificato nei pressi di Corato, in un campo di ulivi, dove sono accorsi vigili del fuoco (da Bari e Barletta), protezione civile, ambulanze ed elisoccorso. La linea ferroviaria è stata interrotta, ed è stato allestito un ospedale da campo. Sono ancora da chiarire le cause della tragedia. Stefania Accosa

 

 

SOCIETA' - L’Acquario di Genova accoglie la foca Tethy

09.07.2016

E’ nato martedì 5 luglio, alle ore 3.50 del mattino il cucciolo della foca Tethy. È un maschio, pesa 12,7 kg ed è lungo circa 1 metro. È nato in modo naturale, fuori dall’acqua e senza necessità di intervento da parte dello staff.

L’arrivo del cucciolo è un motivo di grande festa per l’Acquario di Genova che proprio quest’anno celebra il suo 25° anniversario con un nuovo percorso espositivo e nuove esperienze per grandi e piccini, tra cui il percorso “Alla scoperta dei cuccioli”. Rivolta ai bambini dai 4 ai 10 anni, la nuova esperienza consente di scoprire quotidianamente accompagnati da una guida esperta, come e dove nascono gli animali più amati dell’Acquario e conoscere chi li cura e li alleva. Partenza tutti i giorni alle ore 15:30, a un costo di 8€ per i bambini, 5€ per gli adulti accompagnatori e una tariffa famiglia di 6€ a persona per gruppi di un minimo di 4 persone. Alla scoperta dei cuccioli è acquistabile sul sito www.acquariodigenova.it. Presto l’Acquario di Genova lancerà un’iniziativa che coinvolgerà il pubblico nella scelta del nome. I visitatori dell’Acquario possono vedere, dal primo piano del percorso, mamma e piccolo mentre nuotano e osservarli nelle prime importanti e tenere fasi della vita del piccolo.

Per non recare disturbo alla mamma e al cucciolo e per permettere allo staff veterinario e acquariologico dell’Acquario di svolgere tutti gli accertamenti e il monitoraggio sugli animali, il livello superiore della vasca rimarrà chiuso al pubblico per alcune settimane.

Per lo stesso motivo, lo speech A tu per tu con l’esperto previsto quotidianamente alle ore 15 è sospeso per qualche giorno e riprenderà lunedì 11 luglio trasferendosi davanti all’acrilico della vasca al primo piano del percorso. Lo staff dell’Acquario sta seguendo giorno e notte – con videocamera a raggi infrarossi - il cucciolo e la mamma, per controllarne la crescita, l’allattamento, lo sviluppo della relazione madre-piccolo.

L’allattamento, che è iniziato dopo circa 24 ore dalla nascita, prosegue quotidianamente ogni due ore circa e continuerà per una trentina di giorni, passati i quali il piccolo avrà raddoppiato il suo peso e potrà iniziare la fase di svezzamento con il primo approccio con il pesce che costituirà la sue dieta adulta.

Mamma Tethy per sostenere l’allattamento è passata da una razione giornaliera di 2,5-3 Kg di pesce a 6 Kg.

Per Tethy, esemplare di Phoca vitulina di 23 anni, è il sesto cucciolo: nel ’99 Giotto, prima foca nata nella struttura genovese, nel 2003 la piccola Hope, nel 2004 Pallino, Freccia nel 2007 e Luna nel 2010.

In questo primo periodo il rapporto mamma-piccolo è molto importante in quanto la madre trasferisce molte informazioni al neonato. Come lo staff dell’Acquario ha potuto osservare, ha da subito ha trasmesso il suo imprinting, porgendo il suo muso al piccolo, in modo che riconoscesse l’odore. Tethy, con il suo bagaglio di esperienza, è una mamma molto attenta, segue il piccolo e lo aiuta nel nuoto quando necessario. Il piccolo si è dimostrato fin da subito vivace, curioso, esplora la vasca anche attraverso delle apnee lunghe, vista la sua tenerissima età: quando Tethy ritiene che sia fuori dal suo controllo, gli spruzza acqua addosso aiutandosi con la pinna anteriore e ottenendo l’immediato avvicinamento a lei. Gli sta insegnando a nuotare velocemente, a stare in apnea sempre di più e a dormire sul fondo della vasca, comportamenti che rappresentano strategie di difesa dai predatori.

Le foche ospiti dell’Acquario di Genova sono 6 esemplari: le due femmine adulte, Tethy e Selchie di 23 anni, i maschi adulti, Igor e Hannes, Luna, figlia di Tethy e il piccolo appena nato.

La Phoca vitulina raggiunge la maturità sessuale a partire dai tre anni (maschi 3-7 anni, femmine 3-6 anni) e il ciclo riproduttivo è annuale e stagionale. All'inizio dell'estate, subito dopo la muta, la femmina entra nel periodo riproduttivo e si accoppia in acqua con uno o più maschi.

Tutte le novità e le informazioni sulle proposte dell’Acquario di Genova e del mondo AcquarioVillage sono a disposizione sul sito www.acquariodigenova.it e sui canali social Facebook, Twitter, Flickr, Youtube, Instagram, Pinterest, Google+.

 

Simone Novara

 

SOCIETA' - Si chiama “Mon_Sac” la nuova linea di borse di Parakian Paris

30.06.2016

La Maison francese Parakian, riconosciuta per l’unicità dello stile e la qualità dei prodotti, prosegue la sua ambiziosa strategia di crescita e sviluppo internazionale, sempre nell’alto di gamma, diversificando la sua offerta. Dalla Primavera-Estate 2017, la collezione di abbigliamento sarà arricchita da una completa linea di borse e piccoli accessori.

La nuova linea di alta pelletteria, coordinata dal direttore creativo Sergio Ciucci, sarà prodotta da Maroquinerie Thomas, l’azienda specializzata proprio nel comparto degli accessori in pelle di lusso. La linea sarà distribuita insieme a quella di abbigliamento direttamente dalla Maison e sarà possibile trovarla sia nelle Boutique monobrand sia nei multibrand, oltre che nell’@commerce del proprio sito (http://www.parakian.fr).

La collezione si chiamerà Mon_Sac, “mon” come l’aggettivo possessivo in francese ma anche come le prime tre lettere ricorrenti, in sei speciali luoghi parigini, che possiedono tutti un loro genius loci e che hanno ispirato e dato il nome ad ogni singolo articolo.

Mon_Sac Collection La collezione di borse Parakian Paris è sinonimo di eleganza, raffinatezza e classe. Rispecchia l’identità del marchio che si riassume in uno stile mediterraneo con quella “gioia di vivere” interpretata spesso dai colori accesi, dai contrasti cromatici e dalle stampe esclusive. Come la moda Parakian, si rende da subito riconoscibile per carattere ed energia vitale. Mon_Sac Parakian Paris nasce come oggetto di stile che la Maison vuole dedicare alla propria donna ed è capace di valorizzare qualsiasi outfit, con un suo distinguo di unicità e gusto.

L’ispirazione della collezione racconta il « sogno di una donna appassionata che viaggia col vento, seguendo il maestrale in Provenza, come la nomade Juliette Binoche, nel film Chocolat: attraversa paesaggi onirici, nei campi, sull'acqua e approda in piccoli villaggi di una Provenza idealizzata …»

Le forme delle borse sono morbide ed anche su quelle più strutturate, materiali delicati rendono possibile un effetto soft touch. Tra le fogge troviamo: le handbag, una particolare interpretazione del classico secchiello e piccolissime e medie pochette da portare a tracolla. Tutte proposte in colori vivaci ma anche più neutri come il nero traslucido. La pelle preziosa, lavorata a mano, è sempre abbinata a decorazioni in contrasto, per le quali si è scelto un richiamo alla natura dal sapore naif.

Il gioco di contrasti di colore, sia sull’esterno sia all’interno delle borse e degli accessori, continua e rende speciale ogni singolo pezzo, impreziosito anche da dettagli caratterizzanti come gli innovativi ricami realizzati con la tecnica marquetry, le tirazip a ponpon e le fodere stampate a disegni dedicati.

Per lo spirito brioso e giovane il must have è la piccola tracolla Mon_ge, la shopping bag Mon_torgueil, invece, diventerà irrinunciabile in valigia per la sua possibilità di personalizzazione, grazie alle tre diverse stampe interscambiabili.

Completa la collezione una serie di piccoli pezzi di pelletteria da abbinare alle Mon-Sac, ma altrettanto irresistibili anche da soli.

Public Relations & Press Office 3tlf@teresalafosca.com www.teresalafosca.com

Redazione

 

ESTERO - Strage a Istanbul 41 morti e 239 feriti in un attentato all’aeroporto

29.06.2016

Una giornata di lutto nazionale». Istanbul si risveglia ferita, all’indomani dell’ attacco terroristico che ha colpito poco dopo le 21 ora italiana di martedì l’aeroporto di Istanbul. Un attentato tremendo che lascia dietro di sé 41 morti e 239 feriti, secondo l’ultimo bilancio diffuso dal governatore di Istanbul Vasip Sahin. A colpire sono stati tre kamikaze. Secondo i testimoni, gli attentatori si sarebbero fatti esplodere all’ingresso del terminal dei voli internazionali. «C’è l’ombra di Isis», aveva detto già in serata il ministro della Giustizia turco. Ma sui canali social dell’Isis tutto tace. Nessuna rivendicazione. E anche i fanboys che di solito inneggiano dopo gli attacchi rimangono muti. Non importante nemmeno che sia il secondo anniversario del Califfato e che sia in corso il Ramadan, per rivendicare l’attacco di Istanbul c’è tempo. Nel frattempo le autorità fanno la conta dei morti. Un elenco lungo di passeggeri di diverse nazionalità. Tra le 41 vittime accertate ci sarebbero 5 sauditi - tra cui almeno 3 anche con cittadinanza turca -, 2 iracheni, 1 tunisino, 1 uzbeko, 1 cinese, 1 iraniano, 1 ucraino, 1 giordano. Poi una donna palestinese di 28 anni, Nisreen Melhem, in vacanza a Istanbul con la famiglia. Dei kamikaze invece si sa che sono tre cittadini stranieri. Ma niente nomi, per il momento. Redazione

 

ESTERO - Elezioni congresso Spagna, Podemos non sfonda Spagna nel caos

27.06.2016

L’autodistruzione dell’Europa avanza inesorabile, da Londra verso Madrid. Brexit produce un “richiamo all’ordine”, ma non basta.

La Spagna resta senza governo. Lo choc del referendum britannico ha influito sulle urne spagnole e ha rafforzato i due partiti tradizionali.

I popolari migliorano decisamente rispetto ai sondaggi, così come i socialisti, che evitano il sorpasso di Podemos: annunciato alla vigilia,

confermato dagli exit-poll, smentito dai voti quelli veri. I populisti hanno perso. Ma nessun partito può festeggiare.

Dopo sei mesi di inutili trattative, le nuove elezioni – tra le meno partecipate nella storia della democrazia spagnola - non hanno sciolto il rebus che attende una soluzione dal Natale scorso. In un altro Paese apparirebbe inevitabile la grande coalizione guidata dai popolari, che però

non fa parte della cultura politica di Madrid: troppo grande la distanza anche storica tra un partito nato dalle ceneri del franchismo e il partito socialista operaio spagnolo. Ma anche un governo «pueblo unido» tra Psoe e Podemos rappresenterebbe una forzatura, visti i risultati delle elezioni e i rapporti pessimi tra le due forze della sinistra. Redazione

 

ECONOMIA - Recordati grandi movimenti in borsa nel 2016

25.06.2016

Recordati, il colosso farmaceutico italiano fondato nel lontano 1926, ha da poco acquisito la possente Italchimici per la stratosferica cifra di 130 milioni di euro. L’accordo milionario, giunto dopo una serie di trattative, avrà come obiettivo quello di accrescere ancora di più la potenza di Recordati, che avrà finalmente a disposizione importanti soluzioni nel settore delle patologie respiratorie e della gastroenterologia. Chiudendo con un semplicissimo dato, possiamo ricordare che tale realtà, nel corso del precedente anno, ha avuto la bravura di portare a casa ricavi in aumento del 6% che, tradotti in euro, fanno circa un miliardo. Parole incoraggianti arrivano anche dal presidente ed amministratore delegato che, fiducioso per il futuro, attende risultati in aumento. Essendo il settore farmaceutico uno dei più in crescita in questi ultimi periodi, pensi che Recordati darà soddisfazioni anche a livello azionario? Per tutte le news in questo momento di turbolenza economica, vai alla nostra pagina economica di Milan4News.

Redazione

 

CIBO - Dall'Oriente con furore ecco a noi il sushi

13.06.2016

Dall'Oriente con furore ecco a noi il sushi! Piatto che viene da molto lontano, ma che ormai ha acquisito la cittadinanza onoraria anche in Italia. La percentuale degli appassionati di questa pietanza tipica giapponese continua infatti ad aumentare. Molto spesso il termine “sushi” viene erroneamente utilizzato solo per indicare piatti a base di pesce crudo; ma in realtà dal punto di vista etimologico, il vocabolo significa “aspro” e designa una serie di pietanze preparate con il riso. Difatti l'ingrediente di base è il riso acetato, che può essere accompagnato da pesce crudo marinato, verdure o alghe; ottimo da gustare con la salsa di soia e per i temerari anche con il wasabi, salsa dal sapore forte e decisamente piccante. Il sushi è insomma una portata capace di stimolare non solo il gusto, ma anche la vista, irresistibile per i suoi colori. Francesca Papagni

 

TERRITORIO – Firenze un patrimonio dell’Unesco

13.06.2016

Considerata una delle più belle città al mondo per i suoi numerosi monumenti, riconosciuta dall'UNESCO come patrimonio culturale, l'Italia ha la fortuna di annoverare nel suo territorio la meravigliosa Firenze. Capoluogo della Toscana e per un certo periodo anche capitale del Regno d'Italia, codesta città ha origini antichissime. Fucina di intellettuali, artisti, letterati che hanno diffuso la sua gloria a livello internazionale; come non ricordare infatti il merito per la formazione dell'attuale idioma nazionale, o le scoperte artistiche-tecnologiche che si svilupparono in questo territorio. Città affascinante anche dal punto di vista eno-gastronomico, la rappresentano a pieno titolo la famigerata bistecca alla fiorentina e il Chianti. Insomma Firenze è una città che bisogna visitare per appagare tutti i sensi. Vai alla Fotogallery di Firenze. Francesca Papagni

 

ELEZIONI 2016 - Milan4news fa il punto sulle comunali

08.06.2016

Certi i ballottaggi a Milano, Roma, Torino, Napoli e Bologna. A Cagliari, in controtendenza con le altre grandi città, vince al primo turno il sindaco uscente esponente di Sel e sostenuto dal centrosinistra e dal Psd'Az, Massimo Zedda, con il 50,9%. Fra i capoluoghi di provincia Rimini ha visto la vittoria al primo turno di Andrea Gnassi, sindaco uscente del Partito Democratico, con il 57,1%. Mentre a Cosenza di profila la vittoria al primo turno di Mario Occhiuto (centrodestra). Lo scrutinio procede a rilento, con poco meno del 20% dei risultati relativi ai Comuni sopra i 15.000 abitanti. Dei 21 per i quali è già concluso lo spoglio, tre al centrodestra due al centrosinistra e 16 al ballottaggio. MILANO: Ballottaggio tra il candidato del centrosinistra Giuseppe Sala, al 41,7%, e quello del centrodestra Stefano Parisi, al 40,8%. BOLOGNA: Appuntamento al 19 giugno per la sfida tra il sindaco uscente Virginio Merola, sostenuto da Pd e Liste civiche, e la candidata Fi-Ln Lucia Borgonzoni.

TORINO: Dopo 15 anni torna al ballottaggio anche il capoluogo piemontese. Il M5s è riuscito, con la sua candidata Chiara Appendino, a mettere in discussione con circa 10 punti di vantaggio la conferma di Piero Fassino e della sua coalizione di centrosinistra. Il quorum del 50% più un voto è infatti rimasto lontano per il primo cittadino uscente.

ROMA: nella Capitale sarà ballottaggio tra la candidata del M5S Virginia Raggi, al 35,6%, e quello del centrosinistra, Roberto Giachetti, al 24,6. Giorgia Meloni si attesta al 20,8%. NAPOLI: A Napoli saranno l'attuale sindaco Luigi De Magistris (42,1%) e Gianni Lettieri (24,1%), sostenuto da liste civiche e da Forza Italia, a confrontarsi nel ballottaggio del 19 giugno. Esclusa la canditata del Pd Valeria valente (21,7%). CAGLIARI: Massimo Zedda (centrosinistra con l'appoggio di Sel), si riconferma già al primo turnocon il 50,9% dei voti.

Probabile sfida anche a Benevento tra Clemente Mastella e il candidato del centrosinistra Raffaele Del Vecchio. A Cosenza, invece, il candidato del centrodestra Mario Occhiuto si afferma con il 61% in 20 sezioni su 82. Anche nei comuni sopra i 15.000 abitanti (in totale 126) lo scrutinio è andato a rilento: tra i pochi risultati consolidati, Codogno (Lombardia), Albignasego e Villorba (Veneto) avranno un sindaco sostenuto dalla coalizione centrodestra-Lega Nord; Cassano d'Adda (Lombardia) e Città di Castello (Umbria) avranno invece un primo cittadino sostenuto da coalizioni Pd-centrosisnistra; altri 15 Comuni andranno al ballottaggio. Tra le curiosità l'elezione a sindaco di Dorgali (Sardegna) di una candidata pentastellata, Maria Itria Fancello: le è bastato raggiungere il 41,7% dei voti perch‚ Dorgali è un Comune con meno di 15.000 abitanti e dunque non ha bisogno di raggiungere la soglia del 50% più un voto

Simone Novara

 

EVENTI - Concerto di Radio Italia in Piazza Duomo a Milano

07.06.2016

Al Concerto di Radio Italia in Piazza Duomo a Milano hanno confermato la loro presenza anche i big Pausini e Antonacci. La scaletta è completa. E il cast è quello delle grandi occasioni. É tutto pronto per “Radio Italia Live 2016”, l’ormai classico concerto di Radio Italia a Milano che regala alla città due giorni di musica top. Quest’anno l’appuntamento è per l’8 e il 9 giugno, nella solita, magnifica, scenografia di piazza Duomo. Ad alternarsi sul palco saranno diciotto cantanti, tutti presentati dal duo Luca Bizzarri-Paolo Kessisoglu. Due, senza dubbio, gli ospiti più attesi: Laura Pausini, che dopo i due strepitosi concerti di San Siro, è pronta a dare spettacolo anche in piazza Duomo, e Biagio Antonacci, tra i cantanti italiani più amati e ormai habitué del concertone di Radio Italia. Ma non è tutto. Perché a esibirsi, nei due giorni di concerto, saranno anche Alessandra Amoroso, Alessio Bernabei, Annalisa, Benji & Fede, Elisa, Emma. E ancora: Enrico Ruggeri, Fedez, Francesca Michielin, Francesco Renga, Lorenzo Fragola, J-Ax, Malika Ayane, Marco Mengoni, i Negramaro, Noemi e gli Zero Assoluto. L’8 giugno a salire sul palco saranno Alessandra Amoroso, Annalisa, Fedez, Lorenzo Fragola, J-Ax, Francesca Michielin, Noemi, Laura Pausini, Enrico Ruggeri e, per Radio Italia 3.0, Benji & Fede. Il giorno dopo, invece, toccherà a Biagio Antonacci, Malika Ayane, Elisa, Emma, Marco Mengoni, Negramaro, Francesco Renga, Zero Assoluto e, per Radio Italia 3.0, Alessio Bernabei. Redazione

 

SOCIETA' - Statua della libertà di New York è figlia del colosso di San Carlo

06.06.2016

Perché, anche se non a tutti è noto, la Statua della libertà di New York, simbolo degli States, è in qualche modo «figlia» del colosso di San Carlo. Lo scultore francese Frédéric-Auguste Bartholdi, incaricato nel 1874 di realizzare un monumento che celebrasse l’amicizia tra gli Stati Uniti d’America e la Francia, soggiornò alcuni mesi ad Arona proprio per studiare la struttura del San Carlone. Nella primavera del 1869, di ritorno dall’Egitto, Bartholdi si fermò sul Lago Maggiore per analizzare la tecnica utilizzata dal Crespi per ergere il colosso: un insieme di blocchi di pietra e gabbie di ferro su cui sono fissate le lastre di rame. Il fatto viene attestato dalle cronache locali e nei pannelli didattici, all’interno del museo su Liberty Island, si dice chiaramente che Lady Liberty è stata costruita sul modello del colosso di Arona. Un debito d’onore che potrebbe essere ripagato sostenendo il restauro. Erba precisa: «Abbiamo già pronto un progetto redatto dal Cnr di Roma, il cui costo complessivo ammonterebbe a 1,5 milioni di euro, esclusi i ponteggi. L’intervento riguarderebbe principalmente la parte esterna in rame battuto, ma si dovrebbe intervenire anche all’interno, in particolare sul reticolo metallico, che, causa infiltrazioni, è soggetto a ruggine». Il restauro potrebbe divenire «spettacolo» e veicolo di promozione al tempo stesso: «Come accade per il Duomo di Milano. - aggiunge il responsabile tecnico dell’Ambrosiana -. Contribuire alla manutenzione di un monumento conosciuto in tutto il mondo garantisce visibilità e non solo con la pubblicità diretta sulle impalcature. Seguire le operazioni di restauro, posizionare delle webcam, documentare le fasi di lavoro: sarebbero nuove opportunità da sfruttare». In attesa che sponsor generosi e in ogni caso compatibili con la figura e il messaggio del santo di casa Borromeo si facciano avanti, l’Ambrosiana continua con i controlli di sicurezza. Dall’analisi dell’interno, effettuata nei mesi scorsi da uno strutturista, non sono emersi problemi: i visitatori possono continuare ad arrampicarsi lungo la scala verticale che conduce fino agli occhi del San Carlone. Una rassicurazione per i tanti turisti - nel 2015 sono stati 50mila - che ogni anno decidono di entrare nella testa del San Carlone e di osservare dall’alto, con il suo sguardo, il lago tutt’intorno. Redazione

 

MODA - Pitti Firenze, Pence 1979 men’s collection S_S 2017

01.06.2016

Protagonista assoluto l’azzurro. Il colore della profondità pacificante, dell’armonia ma anche dell’inaspettato infinito che si spande come un'onda improvvisa, in tutta la collezione. Le incalcolabili sfumature del cielo hanno portato l’ispirazione verso una delle dimensioni tra le più desiderate dell’uomo: il viaggio per mare. E’ ad un nuovo ed elegante “lupo di mare” che è dedicata la nuova collezione Pence 1979. Un uomo esperto, alla ricerca di nuove mete ma che

sa sempre orientare le scelte verso la giusta rotta. Stile compreso. Il carattere della Collezione Pence risulta ancor più fortificato dai volumi importanti e dalle

forme morbide, senza mai perdere quel tocco di sofisticato allure sempre presente nel brand. I pantaloni dalla gamba morbida allargano di più il fondo e si abbinano ad una work jacket proposta in molte varianti di linea e tessuto, oppure ad una lunga camicia che arriva sino alle ginocchia da indossare sopra le t-shirt, come una sorta di leggerissimo spolverino.

La ricchezza e varietà delle materie e dei trattamenti è vastissima e va dai cotoni spessi tinti in capo, in tinta unita o in falso unito. Nei tinti in filo troviamo il solaro in mischia di lino e cotone e micro disegni nei troni del blu, dell'azzurro, interrotti solo dal beige e infine ma non per ultime, arrivano le gabardine giapponese a densità doppia e ritorta e i freschi di lana con struttura a stuoia.

I disegni più rappresentativi sul cotone sono reinterpretazioni delle reti dei pescatori, mentre sulla seta-cotone, si infittisce il tratto di una pioggerellina estiva. Le reti accostate alle righe ritornano nelle camicie, sempre sui toni dell'azzurro e del beige.

I colori che tingono la collezione sono quelli del cielo riflesso sul mare al mattino, quello più intenso delle giornate tersissime dopo i temporali, fino al blu maiolica e all’indaco della notte. Blu interrotti solo dai colori della terra: i beige dorati come la sabbia di Cala Luna, i grigi chiarissimi come gli scogli di Agrigento, o i bianchi assoluti come gli approdi Pugliesi.

Ogni collezione Pence 1979 è fedele a due anime: una è rappresentata dallo stile sartoriale della main-collection e l'altra più vintage della denim-collection. E’ in quest’ultima non mancano come sempre le tele blu e nere con diverse grammature. Il mood che vince è il patchwork con una forte connotazione vintage. Il must have è il 5 tasche realizzato con una particolare costruzione che evoca due modelli di jeans old-fashioned cuciti insieme. Immancabili le righe bianche e blu indaco, bianche e nero zolfo che si “slavano” con i trattamenti e il tempo.

Teresa La Fosca Public Relations & Press Office – E-mail: press@teresalafosca.com Tel. +39 02 36723607

 

SOCIETA’ - Meno calorie non vuol dire rinunciare alla linea

01.06.2016

Molti atleti finiscono con il diminuire l'apporto calorico per perdere più peso. Una tattica che si può rivelare pericolosa con il tempo, causando esattamente l'effetto contrario. Qui di seguito spieghiamo i motivi scientifici che portano a questo. Ecco quindi spiegato il perché. Innanzitutto, il Metabolismo più lento: una drastica riduzione delle calorie può far sì che il corpo si prepari ad affrontare la fame accumulando più grassi. Da non sottovalutare anche i cali di performance, se non mangi come dovresti, non avrai l'energia necessaria per correre veloce e a lungo. Inoltre dovete considerare il Rischio di overtraining: questo succede quando, senza la giusta quantità di calorie, il tuo corpo non si riprende adeguatamente e inizia un altro allenamento senza un recupero completo. In definitiva non riducete l’apporto di calorie e vitamine per il vostro corpo, in quanto non è la scelta giusta per dimagrire. Redazione

 

ESTERI - Trump a un passo dall nomination, intanto accusa Clinton

25.05.2016

Donald Trump ha vinto le primarie repubblicane nello Stato di Washington. E' la proiezione di vari media Usa. Con oltre il 50% delle schede scrutinate, il magnate americano è al 76%. Anche se vincesse tutti i 44 delegati in palio, non raggiungerebbe la maggioranza per conquistare ufficialmente la nomination. Il tycoon, intanto, ha ricevuto l'endorsement dell'ex candidato presidenziale repubblicano, Rick Santorum.Tensione a un comizio in New Mexico - Per Trump si tratta di un vero trionfo, arrivato però tra le contestazioni. Durante un suo comizio ad Albuquerque, in New Mexico, infatti, la polizia è dovuta intervenire per bloccare alcuni oppositori del magnate. I dimostranti hanno interrotto ripetutamente Trump, mostrato cartelli di protesta e opposto resistenza all'intervento della polizia, che ha eseguito alcuni arresti. Tafferugli anche all'esterno dell'edificio dove le forze dell'ordine, secondo quanto riferito da alcuni giornalisti, hanno usato lo spray urticante e lacrimogeni. I manifestanti hanno bruciato e lanciato t-shirt e altri oggetti con lo slogan di Trump, "Make America Great Again". Redazione

 

BRAND - Out of Order® e Marchesi Antinori ancora insieme

19.05.2016

OOO - Out of Order® e Marchesi Antinori ancora insieme con una Limited Edition. Il brand di orologi dall'aspetto volutamente vissuto, riconferma la collaborazione con Antinori nel Chianti Classico - una tra le più rinomate cantine di Chianti d'Italia e del Mondo - lanciando per la seconda volta in un anno una Limited Edition. Assieme allo staff marketing di Antinori, l'azienda jesolana ha deciso di proporre i propri modelli classici al quarzo in 40mm e 44mm con un cinturino in sughero naturale accoppiato al nabuk per ricordare ciò che più identifica una bottiglia.

All'interno della iconica confezione in legno di OOO - Out of Order®, personalizzata appositamente con entrambi i loghi delle rispettive aziende, è presente inoltre un cinturino di ricambio in pelle barbour a concia vegetale color "ruggine", per ricordare invece il mondo Out of Order, uno dei suoi motti infatti è "In rust we trust".

Per Info info@laurabassopr.com o sul sito www.laurabassopr.com

 

ARTE - Trovati in Ucraina i dipinti rubati al museo di Castelvecchio a Verona.

12.05.2016

Sono stati recuperati in Ucraina vicino al confine con la Moldavia i diciassette dipinti rubati lo scorso 19/11 al museo di Castelvecchio a Verona. L’operazione diretta congiuntamente dalla polizia italiana e quella locale, ha ritrovato i dipinti sull’isola di Turunciuk vicino alle rive del fiume Dnestr, le opere d’arte erano state nascoste in teli di plastica e coperti da alcuni arbusti. A comunicare il rinvenimento dei quadri dal valore di 16 milioni di Euro, è stata la polizia di frontiera ucraina, il comandante Victor Nazarenko ha dichiarato che dopo le analisi del caso i dipinti verranno ricollocati nel museo di Verona. Si conclude così dopo cinque mesi la vicenda relativa al più grande furto d’arte degli ultimi decenni, i diciassette dipinti presto torneranno a casa, e potranno nuovamente essere ammirati da tutti gli amanti dell’arte italiana. Carlo Alberto Ribaudo

 

SCIENZA - Mercurio transita davanti al Sole

11.05.2016

Come probabilmente già sapete, Mercurio si è interposto tra il Sole e la Terra, oscurando con la sua ombra una molto piccola frazione della nostra stella. Il Solar Dynamics Observatory (SDO) della Nasa ha ripreso il passaggio con i suoi numerosi strumenti che osservano il Sole a diverse lunghezze d'onda. L'osservazione del passaggio ci ha permesso di raccogliere dati sull'esosfera di Mercurio, ossia ciò che resta della sua antica atmosfera, un sottile strato di particelle che si ionizzano a contatto con il vento solare. Proprio dalle osservazioni storiche dei transiti si intuì che Mercurio doveva aver perso la sua atmosfera: fu il grande navigatore James Cook, scrutando il transito dalla Nuova Zelanda insieme al suo astronomo di bordo, il 9 novembre 1769, a vedere che il disco di Mercurio di passaggio sul Sole era privo di quel tipico alone luminoso che mostrano i pianeti con atmosfera. In passato (nel 2003 e nel 2006), inoltre, i transiti di Mercurio e Venere ci hanno aiutato a determinare la misura del raggio del Sole (696.342 km) con un'incertezza di soli 65 km. Simone Novara

 

SCIENZA - Alla scoperta di tre nuovi pianeti

03.05.2016

Tre pianeti con dimensioni simili alla Terra sono stati scoperti in un sol colpo da un'equipe di astronomi guidata da Michaël Gillon, dell'Institut d'Astrophysique et de Géophysique dell'università di Liegi (Belgio). Utilizzando il network di telescopi TRAPPIST (TRAnsiting Planets and PlanetesImals Small Telescopes) per osservare la stella 2MASS J23062928-0502285, ora nota anche come TRAPPIST-1, nella costellazione dell'Aquario, hanno individuato una variazione di luce dovuta proprio al passaggio dei pianeti davanti alla stella. E’ una stella nana ultrafredda: molto più fredda del Sole e molto più piccola, con dimensioni di poco maggiori di Giove. È un tipo di stella comune nella Via Lattea e si stima che sia di questa classe circa il 15% delle stelle nei dintorni del Sole. Spiega Emmanuël Jehin, astrofisico, uno degli autori della scoperta: «È la prima volta che si trova un pianeta attorno a simili stelle. Finora l'esistenza di mondi rossi in orbita intorno a stelle nane ultrafredde era solo teorizzata, ma ora abbiamo addirittura un intero sistema planetario attorno a una di queste fioche stelle rosse». L'importanza della scoperta è sottolineata da Gillon: «I sistemi intorno a queste stelle minuscole sono gli unici in cui possiamo effettivamente cercare tracce di vita, almeno con le nostre attuali tecnologie: per cercare la vita, dobbiamo iniziare da qui». In questo caso, gli astronomi cercheranno indizi di vita studiando l'effetto che l'atmosfera dei pianeti in transito ha sulla luce della stella che raggiunge la Terra. Per pianeti della dimensione della Terra, di solito questo effetto minuscolo è sopraffatto dalla luce della stella stessa e solo nel caso di stelle piccole e fredde come TRAPPIST-1 l'effetto ha qualche possibilità di essere osservato e studiato. Due dei pianeti hanno un periodo orbitale (rivoluzione attorno al loro sole) di 1,5 e 2,4 giorni terrestri, mentre il periodo del terzo è incerto, forse compreso tra 4,5 e i 73 giorni. «Periodi orbitali così brevi indicano che i pianeti si trovano da 20 a 100 volte più vicini alla loro stella rispetto alla distanza tra Terra e Sole. La struttura di quel sistema planetario è, in scala, molto più simile al sistema delle lune di Giove che al Sistema Solare», spiega Gillon. Simone Novara

 

SOCIETA' - Arriva il matrimonio low cost

03.05.2016

È sempre più caro pronunciare il fatidico sì: un matrimonio "tradizionale" (nel senso dei festeggiamenti) può arrivare a costare oggi fino a 60 mila euro, secondo i calcoli dell'Osservatorio di Federconsumatori. Cifre proibitive per molti ed ecco che quindi ci si industria per trovare strategie di risparmio. Un matrimonio low cost, secondo Federconsumatori, può riuscire ad abbattere la spesa del 75%, facendo spendere meno di 13 mila euro tutto compreso. Tra le strategie di risparmio, ne emergono alcune che si stanno sempre più affermando. Una è quella del matrimonio ecologico: consiste nell'allestire il locale con decorazioni in carta, canapa, materiali riciclati ma l'idea si applica a tutto, dal bouquet al portafedi al centrotavola alle partecipazioni rigorosamente in carta riciclata. Anche le bomboniere vengono realizzate con fiori e decorazioni di carta: gli sposi risparmieranno il 70%. Un'altra idea è il matrimonio country-chic: in masseria o in malga, decorazioni con fiori di campo, bouquet di limoni, alimenti a km zero. Ancora, il matrimonio sulla spiaggia, che sicuramente fa risparmiare sulle calzature (piedi nudi) e magari anche sugli abiti se si decide di sposarsi in costume da bagno. Prende poi sempre più piede il matrimonio "due per uno", cioè la scelta di condividere le nozze con un'altra coppia di amici. In questo modo entrambe le coppie possono risparmiare fino al 42%: infatti si potranno condividere tutte le spese per gli addobbi, per il pranzo, per la musica e magari anche per le partecipazioni. E anche gli invitati potranno risparmiare, almeno sul vestito. Infine, sui siti che vendono coupon scontati sono comparse le prime offerte relative ai matrimoni. Dal wedding planner al pacchetto trucco e benessere, dal ricevimento al noleggio auto, dall'abito da sposa alla torta: i pacchetti scontati spaziano su una vasta gamma di prodotti e servizi, l'unica accortezza è quella di rispettare i tempi di scadenza e di verificare la qualità dei servizi offerti. Simone Novara

 

SOCIETA’ - Il New York Times si chiede se sia Milano la vera Capitale d’Italia

28..04.2016

Ha fatto discutere l’editoriale realizzato da Beppe Severgnini per il New York Times, dove al centro della discussione vi era un tema già sentito molte volte: è Milano la vera Capitale d’Italia? L’articolo parte proprio da tale quesito, al quale il giornalista e saggista ha cercato di rispondere prendendo in esame tutte le differenze tra Roma e Milano, analizzando ciò che funziona e al contempo anche i rispettivi aspetti negativi. Discorsi a cui siamo tutti già stati sottoposti. Da un lato troviamo Roma, la “città eterna” con la sua storia, la sua bellezza e la sua arte, ma che al contempo sembra incapace di rinnovarsi. Inoltre, ultimamente si è trovata al centro di scandali quali “Mafia Capitale”, inchieste sulla sporcizia e il malfunzionamento dei servizi e dei trasporti pubblici, senza scordare “affittopoli” con le centinaia di unità abitative coinvolte «Roma è un posto cupo – scrive Severgnini - l'economia è stagnante, la corruzione è diffusa e nessuno sembra sapere o anche interessarsi al come far ripartire le cose, sembra che si accontentino della sua bellezza». Dall’altra troviamo Milano, una città che al contrario di Roma è riuscita ad evolversi in positivo, tanto che all’estero si è parlato addirittura di “Rinascimento” della città meneghina. Severgnini ne sottolinea l’efficienza e magnetismo, sia per gli affari che per lo stile di vita (dice che si vive bene e si è felici), descrivendo come il capoluogo lombardo sia sempre più riuscito a creare attrazioni per turisti interni ed esterni, basti pensare ad Expo, al Salone del Mobile e al FuoriSalone, che hanno richiamato centinaia di migliaia (anzi, milioni) di visitatori, coniugando gli eventi a mostre e spettacoli. A beneficiarne è stata l’economia, e davvero si ha la sensazione che la città sia viva, proiettata verso il futuro. Ma Severgnini non si ferma qui, elenca tutti quegli elementi di settore che si ricollegano a Milano e rilevanti a livello mondiale: l’industria manifatturiera, la moda, l’editoria, la finanza, il design, e prosegue: «Se cammini lungo le strade di Milano (...) subito capisci perché i milanesi pensano che la loro città sia il vero faro dell'Italia. E' diventata, nel giro degli ultimi anni, una calamità irresistibile per i giovani da tutto il Paese, che arrivano in massa per lavorare nel design, nei media, nella moda e nel campo del cibo. In tutto il mondo ci sono "grandi rivalità" - New York e Los Angeles, Rio e San Paolo, Pechino e Shanghai - ma mai come quella italiana tra Roma e Milano "è, in questo momento, impari"». Conclude sperando che Milano possa “trainare” il resto d’Italia, compresa Roma, con il suo “Rinascimento giovane e colorato” annullando questo gap divenuto “impari”. Ha davvero ragione il giornalista del Corriere? Stefania Accosa

SOCIETA' - Le migliori idee regalo per la Festa della Mamma

27..04.2016

Siete ancora alla ricerca del regalo per la festa della mamma? Ecco le migliori idee regalo per non farsi trovare impreparati e per trovare la migliore sorpresa per la vostra mamma. Di seguito trovate degli splendidi articoli segnalati da Milan4News con il relativo link per procedere all’acquisto. Ecco le migliori idee 2016:

POCHETTE OHMAI, euro 128 (www.ohmai.it) - Pochette Luxury reversibile con un lato in ecodainetto con fantasia originale OHMAI, un lato tinta unita in ecopelle

POCHETTE LUXURY OHMAI , euro 235 - Pochette Luxury reversibile con un lato in ecodainetto con fantasia originale OHMAI, un lato tinta unita in ecopelle, arricchiti da un pannello estraibile lavorato con ricami di fiori, pietre, intarsi e altre scintillanti applicazioni.

TOTE OHMAI , euro 196 - Tote reversibile con un lato in ecodainetto con fantasia originale OHMAI, un lato tinta unita in ecopelle

OROLOGI OOO-OUT OF ORDER (www.outoforderwatches.com)

Modello Croco leather (stesso prezzo per i vari colori): movimento al quarzo, cassa in acciaio 40mm, ghiera nera, cinturino in pelle stampa cocco spazzolato rosa, 10 atm, made in Italy, euro 229

Modello quarzo: movimento al quarzo, cassa in acciaio 40mm, ghiera blu, cinturino in jeans cucito a mano, 10 atm, made in italy, euro 229

Modello quarzo: movimento al quarzo, cassa in acciaio 40mm, ghiera nera, cinturino in sughero cucito a mano, 10 atm, made in italy, euro 229

JCM JEY COLE MAN (www.jeycoleman.com)

- abito fantasia etnica, euro 185

- Giacca mille righe con due bottoni, euro 285

- Maglia in seta girocollo con spacchi, euro 170

MIKKY EGER (www.mikkyeger.com)

- Orecchini in bronzo con zircone, 55 euro

- Bracciale con bronzo e pietra topazio e cinturino in corda, 45 euro

- Collana in argento e particolare in ametista, euro 340

COSMETICWEAR (info@bewellitalia.it)

Ma Box Obbiettivo Pancia Piatta: box con culotte cosmetotessile modellante per affinare il girovita e 50 capsule di Terrafor per la riduzione immediata dei gonfiori addominali, euro 39,90

 

SOCIETA’ – Ci sarà possibilità di guadagnare online con Facebook

22.04.2016

Ora anche chi ha delle pagine Facebook profili praticolarmente apprezzati potrebbe rendere quello dell'internauta una "professione". E magari raccogliere anche un bel gruzzoletto. Facebook, infatti, sta pensando di dare il via libera all'opzione "barattolo delle mance". In questo modo gli utenti potrebbero raccogliere soldi dai post condivisi oppure con specifiche campagne online.

In pratica, gli utenti potranno donare piccole cifre alle pagine o alle persone che apprezza di più. A riportarlo è stato il sito The Verge, venuto in possesso di un sondaggio che Facebook avrebbe somministrato ad alcuni utenti.

Non solo. Tra le altre opzioni ancora al vaglio dei fedeli di Zuckerberg ci sarebbe anche la condivizione dei ricavi con gli inserzionisti pubblicitari e la possibilità di fare acquisti direttamente sul social network più famoso del mondo. D.S.

 

SOCIETA' - Fotografia a 360 gradi in Italia.

19.04.2016

In tutta Italia è tempo di mostre fotografiche. Molti sono gli appuntamenti fra Nord, Sud e Centro Italia. In vista del 25 aprile, gli appassionati di fotografia possono letteralmente sbizzarrirsi. Per cominciare non si può di certo perdere la mostra dedicata a Steve McCurry a Pordenone. Chi non è riuscito a visitare l’esposizione di Forlì, non ha di che preoccuparsi. Il reporter statunitense fa tappa in questi giorni, e fino al 12 giugno 2016, alla Galleria Harry Bertoia della città, in Corso Vittorio Emanuele II, 60. Da consigliare agli amanti dei reportage. Aperta da mercoledì a domenica dalle ore 15 alle ore 19 (biglietteria 15.00 – 18.30). Herb Rittz lo ritroviamo invece a Milano. C’è tempo fino al 5 giugno per ammirare i 100 scatti del fotografo statunitense in mostra a Palazzo della Regione (Piazza Mercanti 1). L’esposizione è chiusa di lunedì; aperta normalmente il venerdì e la domenica ore 9:30-20:30 e il sabato ore 9:30-22:30. La National Geographic torna in mostra a Torino. Se si ha voglia di immergersi nel mondo “Fashion”, esplorato attraverso gli scatti di 36 maestri, bisogna allora andare al Palazzo Madama, in Piazza Castello. Normalmente la mostra segue questi orari di apertura: lunedì ore 10-18; mercoledì-venerdì ore 10-18; sabato ore 11-19 e domenica ore 10-19. A Bologna sono due le mostre fotografiche imperdibili, entrambe ospitate negli spazi della Galleria Ono Arte Contemporanea in via Santa Margherita 10: una che esplora il mondo dietro le quinte di David Bowie, attraverso le foto di Michael Putland, e l’altra dedicata a Stanley Kubrick e in particolare all’esplorazione del set di Arancia Meccanica, grazie agli scatti di Dimitri Kasterine. Non si può perdere il Festival della Creatività Contemporanea a Parma. Perché non approfittarne per vedere tante mostre in un unico grande raccoglitore? Nella città emiliana apre al pubblico fino al 15 maggio “Parma360”, con il suo ricchissimo ed eclettico cartellone di eventi al sito www.parma360festival.it. Al Museo di Roma in Trastevere (Piazza Sant’Egidio 1/b) va in scena la mostra “Patagonica. Paesaggi dalla fine del mondo”, raccontata attraverso gli scatti di Luca Bragalli. Aperta al pubblico fino al 12 giugno 2016. Simone Novara

CRONACA - Sgarbi:«No al parco eolico tra Tarquinia e Tuscania.

18.04.2016

Vittorio Sgarbi invita alla mobilitazione dell'opinione pubblica e delle più alte istituzioni contro la realizzazione di un parco eolico tra Tarquinia e Tuscania. «Nel giorno del referendum sulle trivelle - osserva Vittorio Sgarbi - due capitali della bellezza italiane, più che vincolate dall'Unesco, Tarquinia e Tuscania, continuano a essere minacciate dal progetto di un parco eolico, espressione di violenza contro il paesaggio e speculazione mafiosa, in pieno contrasto con l'articolo 9 della Costituzione.

La Provincia di Viterbo - rivela Sgarbi - ha programmato una Conferenza dei Servizi per il 5 maggio prossimo; occorre pertanto mobilitarsi facendo arrivare alla Regione Lazio e al Presidente della Repubblica Mattarella una petizione con migliaia di firme contro questa nuova testimonianza di barbarie. Per quel che mi riguarda - assicura Sgarbi - io denuncerò la minaccia in ogni sito. Chiedo, inoltre, la piena adesione del Comune di Viterbo che aspira a diventare capitale italiana della cultura nel 2018, e non può certamente presentarsi con questo marchio d''infamia delle vicine città più belle della sua provincia.No alla mafia, no all'eolico». D.S.

REFERENDUM - Dove e cosa votare a Milano domenica 17 aprile sulle Trivelle

15.04.2016

Domenica 17 aprile 2016, dalle 7 alle 23, sono aperti i seggi per il referendum nazionale cosiddetto "sulle trivelle". Il referendum, per la prima volta in Italia, è stato indotto su richiesta di nove consigli regionali. Possono votare tutti i maggiorenni italiani.

IL QUESITO. Gli elettori dovranno decidere se i permessi per estrarre gas naturale e petrolio in mare, entro 12 miglia dalla costa (circa 20 km), debbano durare fino all'esaurimento del giacimento (come avviene attualmente) oppure fino al termine della concessione (quindi prima che il giacimento si esaurisca, senza proroghe). Non cambierà nulla per le perforazioni oltre le 12 miglia, che proseguiranno, e nemmeno per le nuove perforazioni entro 12 miglia, già proibite.

COME SI VOTA. Occorre recarsi nel proprio seggio di residenza muniti di tessera elettorale e documento d'identità (qui le informazioni per Milano). Verrà consegnata la scheda con il quesito e le due caselle "SI" e "NO". Occorre barrare la casella prescelta ("SI" se si vogliono gli effetti del referendum, "NO" se non si vogliono). C'è anche la possibilità di astenersi non recandosi alle urne.

EFFETTI SE VINCE IL SI'. Le attività di "ricerca, prospezione e coltivazione" degli "idrocarburi liquidi e gassosi" entro le 12 miglia (si tratta di 21 piattaforme) continueranno fino al termine delle relative concessioni, poi dovranno cessare. La maggior parte delle scadenze si concentra tra 5-10 anni, le ultime invece riguardano scadenze tra circa 20 anni.

EFFETTI SE VINCE IL NO. Quando sarà scaduta una concessione, la compagnia potrà sottoporre la sua piattaforme ad una Via (Valutazione di impatto ambientale) e chiedere l'autorizzazione a prolungare le attività fino all'esaurimento del giacimento. Redazione

CRONACA - Dal Brennero non si passa

12.04.2016

Costruire barriere fra stati di Schengen, e ora in particolare quella fra Austria e Italia, non è la soluzione giusta": lo ha affermato al Parlamento europeo in sessione plenaria a Strasburgo il Commissario per l'immigrazione, Dimitris Avramopoulos. "Credo nella costruzione di ponti, non di muri - ha osservato - serve una politica dell'immigrazione che non conduca a chiudere i confini interni mettendo a rischio Schengen, e questa politica va attuata". "Costruire barriere fra stati di Schengen, e ora in particolare quella fra Austria e Italia, non è la soluzione giusta": lo ha affermato al Parlamento europeo in sessione plenaria a Strasburgo il Commissario per l'immigrazione, Dimitris Avramopoulos. "Credo nella costruzione di ponti, non di muri - ha osservato - serve una politica dell'immigrazione che non conduca a chiudere i confini interni mettendo a rischio Schengen, e questa politica va attuata". La Commissione europea "è molto preoccupata" dall'annuncio dell'Austria di voler realizzare una barriera al passo del Brennero , confine con l'Italia. "Per ora - ha detto la portavoce Natasha Bertaud - abbiamo visto l'annuncio sulla stampa, ma se il piano dovesse materializzarsi guarderemo alla situazione con molta serietà". Le barriere, ha constatato, ostacolano il principio della libera circolazione che è un principio fondamentale dell'Ue. "Non c'è evidenza per ora di un trasferimento dei flussi di migranti irregolari dalla Grecia all'Italia", ha aggiunto, riferendosi al più temuto degli "effetti collaterali" degli ostacoli che i profughi incontrano sulla rotta balcanica anche in seguito all'accordo con la Turchia. Simone Novara

 

SOCIETA' - Il Fleet Motor Day 2016 alla sua seconda edizione

12.04.2016

Car sharing e Top Thousand, nello specifico, ha presentato i risulti della ricerca “Flotte Aziendali 2016”, evidenziando i principali trend di questo particolare ambito di mercato. Il Fleet Motor Day, quest’anno alla sua seconda edizione, rappresenta l’appuntamento annuale dedicato allamobilità aziendale. Nella sessione 2016, appena conclusasi a Roma, hanno partecipato centinaia di aziende (442) e 26 autorevoli brand automobilistici, che hanno presentato oltre 10 anteprime nazionali. È stata l’occasione per molte imprese di testare sul campo possibili vetture da immettere nella propria flotta aziendale, grazie ai 1650 test drive effettuati su diversi circuiti (alta velocità, guida sicura, rally, off road, guida assistita) presso l’autodromo di Vallelunga. Tra queste FCA con Alfa Romeo Giulia, Nuova FIAT Tipo 5 porte e Nuova FIAT Tipo SW e Fullback, FORD con S-Max Vignale e Ford Edge, Jaguar Land Rover Jaguar F-Pace, Kia con la nuova Kia Optima e Opel con la nuova Opel Astra. Inoltre l’evento, promosso da Sumo Publishing, ha visto la partecipazione e il patrocinio dell’Osservatorio Top Thousand, composto da Fleet e Mobility Manager di grandi aziende nazionali e multinazionali e dall’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici ANIASA. D.S.

 

STORIA ANTICA: Le tavolette greche maledette

11.04.2016

Cinque tavolette di piombo recanti una serie di maledizioni incise 2400 anni fa sono state rinvenute nella tomba di una giovane donna a nordest del Pireo, il porto di Atene. Quattro riportano versi che invocano le divinità degli inferi contro alcune coppie di tavernieri dell'antica Grecia; una è senza scritte e doveva servire per pronunciare un incantesimo o un anatema. Le tavole sono state rinvenute nel 2003, ma i dettagli sui loro contenuti sono emersi in un articolo recentemente pubblicato sulla rivista Zeitschrift für Papyrologie und Epigraphik. Furono probabilmente commissionate, da tavernieri rivali, a un professionista di questo genere di improperi, perché sono scritte in una prosa elegante e dettagliata.

Su una tavola in particolare, rivolta a una coppia di tavernieri, si sono concentrati gli studi. Tradotta dal greco antico, recita più o meno così «Getta il tuo odio su Phanagora e Demetrios e la loro taverna e la loro proprietà e i loro possedimenti. Legherò il mio nemico Demetrios, e Phanagora, nel sangue e nelle ceneri, con tutti i morti».

Il testo prosegue invocando i nomi di Ermes, Artemide ed Ecate, gli dei del commercio, della caccia e della magia apostrofati come ctoni(sotterranei), affinché eseguano gli incantesimi. La tomba del IV secolo a.C. in cui sono state trovate le tavole apparteneva a una giovane donna che probabilmente non era coinvolta nella disputa, ma che si trovò a morire all'epoca dei dissidi. Spesso i testi recanti maledizioni - piuttosto diffusi nel mondo greco antico - erano posti in tombe, o pozzi, con l'idea che potessero arrivare prima alle divinità dell'oltretomba invocate. Simone Novara

 

CRONACA - Finmeccanica condannato in appello gli ex vertici

10.04.2016

La risposta ieri della Corte d’Appello di Milano è la condanna a 4 anni e mezzo dell’ex amministratore delegato di Finmeccanica, Giuseppe Orsi, e a 4 anni di Bruno Spagnolini, ex a.d. di Agusta, non solo (come già nel 2014 nel Tribunale di Busto Arsizio a 2 anni) per «frode fiscale» nella sovrafatturazione di 14 milioni con la società tunisina Ids nel 2008-2011, ma anche per il reato di «corruzione internazionale»: la tangente da 30 milioni che i pg Gianluigi Fontana e Tiziano Masini, sulla scia dell’indagine del pm Eugenio Fusco, sostenevano mascherata da fittizi contratti di progettazioni ingegneristiche, e destinata (tramite tre suoi cugini) al capo di Stato maggiore dell’Aeronautica indiana 2004-2007 Sashi Tyagi e a non identificati politici indiani allo scopo di propiziare la fornitura al governo indiano da 560 milioni. Impietriti gli imputati (anche dalla confisca di 7,5 milioni e dal risarcimento di 300.000 euro all’Agenzia delle entrate), sono i difensori Ennio Amodio, Novella Galantini e Massimo Bassi a bollare come «inspiegabile» una sentenza che afferma la corruzione non per atto contrario ai doveri di ufficio ma per l’esercizio delle funzioni; che «nel merito trasforma una poltiglia indiziaria in un costrutto inidoneo ad assumere dignità di prova»; e «che è fuori dall’Europa e nulla, in quanto la Corte avrebbe dovuto dare alle parti il potere di interloquire sulla modifica della qualificazione del fatto». D.S.

 

SOCIETA' - Panorama d’Italia all’Acquario di Genova

06.04.2016

Costa Edutainment ha partecipato a “Panorama d’Italia”, il viaggio organizzato dal newsmagazine Panorama attraverso il Paese tra informazione, cultura, spettacolo, enogastronomia e intrattenimento con tre appuntamenti.

Venerdì’ 1 aprile a Palazzo Lercari Parodi, il Presidente di Costa Edutainment Beppe Costa ha parlato di economia territoriale, nella tavola rotonda “Un incontro di eccellenze”.

Nella stessa giornata, il pubblico ha preso parte, presso l’Auditorium dell’Acquario di Genova al primo dei grandi incontri di Focus, dedicato ad “Ambiente, clima ed energia ecosostenibile”. Un viaggio alla scoperta del clima con Guido Guidi (Tenente Colonnello dell’Aeronautica Militare), Giancarlo Morandi (Presidente Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo), Elisa Palazzi (Ricercatrice dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima –ISAC- del CNR) e il direttore di Focus Jacopo Loredan.

Sempre all’Acquario sabato 2 aprile alle ore 10.30, “A spasso nello spazio”, si è tenuto l’incontro di Focus con l’astronauta Umberto Guidoni e Barbara Negri, responsabile dell’esplorazione e osservazione dell’universo dell’Agenzia Spaziale Italiana. Simone Novara

 

ESTERI - Il viaggio dei profughi

05.04.2016

I primi rifugiati siriani ospitati temporaneamente dalla Turchia sono arrivati in Germania come previsto dall’accordo tra Unione europea e Ankara, firmato a Bruxelles il 18 marzo. Sedici persone sono arrivate ad Hannover a bordo di un aereo di linea partito dalla Turchia, poi sono stati subito indirizzati ai bus per essere trasferiti in un centro di prima accoglienza di Friedland, nei pressi di Gottinga. Intorno alle 13, sono arrivati i sedici rifugiati ad Hannover, sempre a bordo di una aereo. Altri 11, invece, sono attesi in Finlandia, mentre domani un altro gruppo andrà in Olanda. Tra i profughi arrivati questa mattina, ci sono anche casi di "malati gravi", secondo quanto dice una portavoce dell'ente federale per l'immigrazione e i profughi Bamf all'Ansa. Herzlich Willkommen!" (“Benvenuti di cuore”) twitta l’edizione regionale di Hannover della Bild per salutare i nuovi arrivati. La redazione locale del tabloid di Axel Springer segnala in questo modo di appoggiare la politica di accoglienza promossa da Angela Merkel.

Venerdì l'ambasciatore tedesco ad Ankara Martin Erdmann aveva anticipato l'invio di "circa 40 persone da Istanbul ad Hannover", spiegando che sarebbe anche servito come test per la gestione dei ricollocamenti in Europa. Secondo quanto dichiarato oggi dal ministro turco per gli Affari Europei Volkan Bozkir i rifugiati saranno mandati in Germania e poi, se previsto, smistati verso altri Paesi.Altri 202 migranti, invece, sono stati rimandati in Turchia dalle isole greche di Lesbo e Chios, nell'ambito dell'accordo con l'Ue. Sono in prevalenza pachistani (130) e afgani (42), secondo le autorità di Atene. La maggior parte, 136 persone, è stata rinviata da Lesbo. Tra questi ci sono 135 uomini e una sola donna. Due di loro sono siriani che secondo le autorità avrebbero scelto volontariamente di tornare in Turchia. Altri 66 - 56 uomini e 10 donne, in maggioranza afgani - sono invece partiti da Chios. Simone Novara

 

SCIENZA - Il Sole non è una stella tranquilla

04.04.2016

Il Sole è una stella di mezza età che, nata circa 4,5 miliardi di anni fa, si è coronata di pianeti. Ogni tanto fa le "bizze": sulla sua superficie si verificano esplosioni immense, i flare. Durante questi eventi la nostra stella espelle grandi quantità di particelle che, raggiunta l'atmosfera della Terra, si manifestano nelle aurore boreali.

Queste violente e spettacolari eruzioni di materiale solare si verificano quando un'area del campo magnetico del Sole collassa e provoca una forte accelerazione delle particelle della parte più esterna della sua atmosfera. Eruzioni particolarmente violente possono avere un impatto significativo sulla Terra, come avvenne per esempio nel corso dell'evento di Carrington (28 agosto/2 settembre 1859), la più grande tempesta geomagnetica mai osservata, con l'interruzione delle linee telegrafiche (tecnologia che all'epoca aveva poco più di vent'anni) e aurore polari visibili persino alla latitudine di Roma. Eppure la differenza tra le eruzioni quasi quotidiane sul Sole e quelle simili all'evento del 1859 è relativamente piccola, "solamente" da 10 a 100 volte in termini di energia emessa, e questo rende quasi normale il flare del 1859.

Una nuova, recente ricerca rivela però un ulteriore stadio del fenomeno, il superflare. Lo studio si basa sulle osservazioni di Kepler, il telescopio spaziale che scandaglia una porzione di Spazio alla ricerca di pianeti rocciosi e perciò tiene sotto controllo un gran numero di stelle simili al Sole.

L'analisi dei dati di Kepler ha permesso di scoprire che i superflare sono abbastanza comuni. Questi eventi mettono in gioco un'energia stimata 10.000 volte superiore all'esplosione del 1859: se si verificasse sul Sole, e la Terra ne fosse investita, ci sarebbero conseguenze molto serie per la vita. Non si tratterebbe infatti di un semplice blackout della tecnologia, ma di alterazioni della nostra atmosfera di una portata che non siamo al momento in grado di valutare. Simone Novara

 

CULTURA - Prove invalsi, per i ragazzi delle scuole italiane

04.04.2016

Come ogni anno tutti gli insegnanti italiani sono chiamati a preparare i ragazzi di ogni ordine e grado scolastico per far sostenere ai propri allievi le prove INVALSI. Le prove INVALSI sono rivolte a tutti gli studenti che frequentano le seguenti classi: II e V primaria; I e III secondaria di I grado (solo per la classe terza è prevista la valutazione); II secondaria di II grado. Servono per controllare il Sistema Nazionale d’Istruzione e compararlo con gli altri Stati Europei. Le prove, si svolgono sul territorio nazionale nella stessa giornata e sono importanti perché permettono di confrontare ciascuna classe e ciascuna scuola con: l’intero Paese, le singole regioni/province e le scuole della stessa tipologia.

E' importante precisare che le prove non sostituiscono la valutazione dell’insegnante. I risultati delle prove sono comunicati alle singole scuole in forma anonima. Ciascuna scuola potrà analizzare dunque i risultati dell’apprendimento dei propri studenti confrontandoli al proprio interno. Queste prove consentano a ogni Istituto Scolastico di valutare la propria efficacia educativa e di riflettere sulla propria organizzazione didattico-metodologica al fine di promuoverne il miglioramento. Contro i test, si crea ogni anno una polemica enorme da parte di insegnanti e genitori, con le motivazioni più varie. Comunque sia, il grande giorno sta arrivando. Non ci rimane che incoraggiare i nostri allievi e figli e dirgli che questo sarà uno dei tanti esami della vita. Giulia Casini

SOCIETA' - Pedemontana, impossibile pagare, ricavi a picco: - 70%

02.04.2016

Non funziona la fatturazione con Conto Tar - La società sta iniziando a far pagare con Telepass ma il rischio è che arrivino tutti i conti in una volta sola. Nuovi paradossi di Pedemontana, le tratte tanto belle e costose sono sempre più deserte con transiti del 70 per cento inferiori a quelli indicati nel piano economico, e intanto una parte degli utenti non può nemmeno pagare il pedaggio. Ancora non funziona la fatturazione agli iscritti al “Conto Targa”, cioè l’addebito automatico inventato proprio dalla società Pedemontana. Servirebbe a far pagare le tratte di competenza in alternativa al più diffuso Telepass di Autostrade per l’Italia, e il condizionale è d’obbligo: gli addebiti sarebbero dovuti partire dal mese di gennaio mentre a fine marzo non è ancora stata inviata la prima fattura. Significa che questi utenti iscritti al conto targa dopo un percorso obbligato e complicatissimo di documenti da consegnare, problemi e disservizi, rischiano di trovarsi spiacevoli sorprese. Se hanno usato spesso la Pedemontana, l’autostrada più cara d’Europa per tariffa chilometrica, prima o poi si vedranno addebitata una cifra altissima pari alla sommatoria dei pedaggi dal primo novembre 2015 in avanti. D.S.

 

 

CRONACA - L’Italia antisismica

30.03.2016

Un rapporto dell'Enea mostra come l'Italia sia leader in Europa e nel mondo in fatto di tecnologie e applicazioni antisismiche: resta però il problema dell'edilizia esistente.

Nonostante il fatto che ogni qualvolta l'Italia viene colpita da un terremoto, anche di media intensità, si verificano morti e distruzioni,una ricerca dell'Enea, l'Agenzia nazionale per lo nuove tecnologie, sostiene che il nostro è tra i Paesi leader a livello mondiale per numero di strutture protette da sistemi antisismici: è prima in Europa e quinta nella classifica mondiale, dopo Giappone, Cina, Russia e Stati Uniti. n cambiamento profondo, che si sarebbe avviato e consolidato dopo il terremoto in Abruzzo del 2009: solo all'Aquila i nuovi edifici isolati con sistemi salva-vita sarebbero oltre un centinaio.

E c'è di più: stando allo studio siamo primi nel mondo per sistemi antisismici a tutela del patrimonio culturale. Sarebbero infatti oltre 400 gli edifici dotati di dispositivi a prova di terremoto a tutela di opere come i Bronzi di Riace, protetti da speciali basamenti capaci di dissipare l'energia cinetica in caso di terremoto.

A fronte di tali risultati, l'Enea - che insieme al Politecnico di Torino ha brevettato un sistema antisismico per edifici monumentali - ricorda nel suo rapporto che il parco edilizio esistente ha molte criticità, tant'è che oltre il 70% dell'edificato attuale, comprese scuole e ospedali, non sarebbe in grado di resistere a terremoti anche di bassa intensità. Come si spiega? «La maggior parte dei nostri edifici ha più di 50 anni ed è stata realizzata in fretta, senza adeguati controlli, con sistemi e materiali scadenti. Inoltre, interventi architettonici e strutturali impropri hanno spesso accelerato gli effetti dell'età, e il degrado è peggiorato dalla mancanza di manutenzione", commenta Paolo Clemente, dirigente di ricerca Enea. Le strade da seguire per rendere antisismiche le infrastrutture sono due: innanzi tutto si deve rendere la struttura sufficientemente robusta affinché possa resistere al massimo terremoto atteso nella zona in cui viene costruita. Poi si devono applicare dispositivi di isolamento sismico, che riducono drasticamente l'azione sismica trasmessa dal terreno alla struttura: gli edifici dovrebbero essere "scatole" poggiate su strutture e dispositivi in grado di assorbire l'energia cinetica del sisma, evitando così che si scarichi sui muri portanti. In 30 Paesi del mondo dove il problema è sentito e gestito, si sono edificati circa 25.000 strutture dotate di sistemi antisismici. Il Giappone resta primo per numero complessivo (sono circa 10.000), ma la Cina si sta avvicinando, e così la Russia, Stati Uniti e, scopriamo adesso, anche l'Italia. La prevenzione dei terremoti rimane a oggi la contromisura più importante per mitigare e addirittura evitare danni alle persone e agli edifici, mentre la previsione, nonostante qualche piccolo successo, rimane molto di là da venire. Simone Novara

 

SOCIETA': La paura fa 90… e anche Fo!

29.03.2016

Una grande sorpresa, la città di Milano, ha riservato all’inimitabile artista Dario Fo. Al Piccolo di Milano, lo scorso 23 marzo, giorno che precedeva il suo compleanno, amici, celebrità e spettatori hanno applaudito ai 90 straordinari anni dell’attore. La sala era gremita di compagni di avventura, colleghi ma anche tanti ammiratori, e tutti hanno cantato per il grande maestro del teatro Italiano. Più che ricevere un regalo da parte degli altri, come è solito fare da parte del festeggiato, lui stesso si è donato al pubblico con performance e omaggi. Nei giorni precedenti, numerosissime troupe televisive sono arrivate da tutta Europa, per intervistare il premio Nobel per la letteratura, "Se va avanti così finirà che arrivo al compleanno stordito", questo il suo commento in una delle interviste. Rosanna Di Franco

 

SOCIETA': Beni sequestrati alla mafia, riassegnati al terzo settore.

29.03.2016

Nasce una nuova ciclofficina in zona Loreto che grazie all’ Associazione gruppo volontari Onlus, insegnerà ai ragazzi provenienti dal Beccaria l’arte della riparazione delle biciclette. Lo afferma il Comune di Milano a seguito della confisca dello stabile alla mafia di via Paisiello 5. Gli assessori alla sicurezza sociale, Marco Granelli, alla mobilità, Pierfrancesco Maran e alle politiche sociali, Pierfrancesco Majorino sostengono che “è molto positivo che un bene tolto alla mafia diventi uno strumento per sostenere percorsi di legalità e progetti utili per il futuro dei giovani milanesi. E’ importante che all’interno di questi locali sia sorta una ciclofficina, un servizio che promuove l’uso delle due ruote e della mobilità sostenibile in una città dove i ciclisti sono sempre più numerosi”. Importante appuntamento, da segnare in agenda, si svolgerà ad aprile, dove nell’edizione 2016 del Forum delle politiche sociali, si vedrà la consegna della chiavi di ben tre beni al Centro ambrosiano di solidarietà e alla Fondazione padri somaschi Onlus che saranno destinati all’accoglienza di donne maltrattate e vittime di violenza. Giorgia Pacione Di Bello

 

SCIENZA - Due comete si avvicinano alla Terra

23.03.2016

Tra ieri e oggi due comete ci passeranno vicino (in termini astronomici): ieri (21/3/2016) 252P/LINEAR a 5,2 milioni di chilometri dalla Terra, oggi /22/3/2016) è la volta di P/2016 BA14 a 3,5 milioni di chilometri dal nostro pianeta, ossia circa nove volte la distanza tra la Terra e la Luna.

Non è cosa di tutti i giorni avere una cometa che ci accarezza così da vicino: l'ultima volta è accaduto nel 2003, quando la 289P/Blanpain passò a 3,7 milioni di chilometri dalla Terra. Le due comete sono di grande interesse scientifico perché la loro vicinanza fa pensare che siano in qualche modo imparentate: secondo alcuni astronomi potrebbero essere frammenti di una cometa più grande andata in frantumi. La prima delle due, 252P/LINEAR, ha un periodo di rivoluzione attorno al Sole di 5,3 anni e sembra che la sua orbita sia stata profondamente alterata dalla forza di gravità di Giove, vicino al quale passò in un periodo a cavallo tra il 1986 e il 1987.

La seconda, P/2016 BA14, è stata avvistata la prima volta molto di recente, il 22 gennaio 2016, con il telescopio robotizzato delle Maui (Hawaii) il cui principale compito è appunto quello di scovare oggetti in avvicinamento. Inizialmente si pensò che fosse un asteroide, ma dopo pochi giorni dalla prima osservazione apparve una coda, seppure debole, che lo classificato come cometa. È grande circa la metà di 252P/LINEAR (che ha un diametro stimato di 230 metri) ed è il fatto di avere un'orbita molto simile a quest'ultima che fa ipotizzare che sia un frammento della prima.

Il massimo avvicinamento di 252P/LINEAR è stato il 21 marzo alle 14:15; il 22 marzo alle 15:31 è la volta di P/2016 BA14: le due comete saranno visibili dall'emisfero australe solamente con telescopi molto potenti, e per tutti gli aggiornamenti del transito potete seguire la diretta in tweet sulla pagina di AsteroidWatch. Nella serata del 22 marzo, il Virtual Telescope offrirà a tutti gli appassionati l'osservazione del passaggio. Simone Novara

 

SOCIETA' - Vivere da sportivi: abbattere l’indifferenza con zero indifferenza

21.03.2016

Si è svolto nella mattinata di venerdì 18 marzo il Convegno “L’importanza dello sport, dell’arte e della cultura quali fattori determinanti per la diffusione dei valori etici” promosso e organizzato da Zero Indifferenza, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata ” in collaborazione con “Vivere da Sportivi “ . Scopo dell’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione è sensibilizzare gli studenti e l’opinione pubblica sull’importanza dell’arte ,della cultura e dello sport quali strumenti fondamentali di integrazione sociale, di valorizzazione delle differenze e di interazione con le persone con disabilità. La cultura della parità e dei valori di non discriminazione. Monica Promontorio, presidente del Comitato promotore di Vivere da Sportivi, ha descritto nel suo intervento il ruolo che la campagna ha svolto e sta svolgendo in questo specifico ambito, ricordando in particolare il successo della sezione riservata agli Ospedali pediatrici italiani. “Ma - ha sottolineato Monica Promontorio - la componente dedicata alla “diversità” nella sua accezione più ampia è sempre stata uno degli elementi fondamentali di Vivere da Sportivi”. L’importanza di Vivere da Sportivi nel contesto dell’integrazione è stata sottolineata nell’intervento del delegato del Rettore per la Responsabilità Sociale dell’Ateneo di Tor Vergata, Cosimo Tudisco, che ha ricordato come Vivere da Sportivi, con il suo format, abbia accompagnato già dalla prima edizione Zero Indifferenza. Infatti anche Zero Indifferenza ha il suo concorso video “Valori in Corto”, del quale è stato proiettato il video vincitore realizzato da una studentessa di Tor Vergata. Di grande impatto gli interventi del Rettore, Prof. Giuseppe Novelli, dell’on. Laura Coccia della Commissione Cultura della Camera, dell’Avv. Luca Pancalli, presidente del CIP e di Diana Bianchedi, general Coordinator di Roma 2024 ,che hanno preceduto l’intervento di Monica Promontorio. Molto empatico anche l’intervento di Dario D’Ambrosi, attore, regista e fondatore del Teatro Patologico: il teatro come strumento di integrazione e di affrancamento da situazioni di criticità e di disagio psico-fisico. Da quest’anno oggetto di un corso universitario per le persone con disabilità. Nella sua conclusione la presidente del Comitato Vivere da Sportivi ha evidenziato la difficoltà che i progetti di solidarietà sociale stano attualmente trovando nei rapporti con le Istituzioni competenti. “Purtroppo – ha concluso la Promontorio – la mancanza di risorse penalizza e mette a rischio la realizzazione stessa di progetti di grande utilità sociale e di importanza strategica”. Simone Novara

 

SOCIETA'- I termini iPhone e il nuovo vocabolario Italiano

19.03.2016

Ho fatto la puzza a casa… io non oedirbo… pensavo Aveasi chiamato Ll'alteo… sugo all'aria vista… pagina db…sto accendendo il Po… non è né arabo, né armeno, né greco antico, ma è la lingua del futuro, quella che ormai parlano tutti, giovani, meno giovani, cinesi, norvegesi, canadesi in Italia. E’ la lingua che il vostro iPhone utilizza e crea per voi quando cercate di comunicare con i vostri amici e parenti attraverso Whatsapp, messaggi e e-mail. Quando si scrive un messaggio, ognuno di noi si ripete che sarà l’ultima volta che commetteremo errori nella composizione del testo che stiamo per inviare, che ormai abbiamo imparato la lezione, e invece anche quella, e la prossima volta, sarà uguale alle altre 800esime volte prima, il nostro telefono avrà la meglio come sempre! “Chi siamo? Utenti iPhone! E cosa vogliamo? Disabilitare il correttore automatico! E quando lo vogliamo? Annesso! Alessio! Ammesso! F......” Un’incomprensione del T9 tra Obama e Putin farà scoppiare la terza guerra mondiale. Rosanna Di Franco

 

ESTERI - In Norvegia c’è voglia di ecologico

16.03.2016

La Norvegia ha preso il proposito di diventare "carbon neutral" entro metà del secolo molto seriamente: il governo locale ha annunciato di voler stanziare 8 miliardi di corone norvegesi (poco meno di 847 milioni di euro) in una rete di 10 autostrade a due corsie dedicate esclusivamente alle biciclette, e distribuite per tutto il Paese, dalle città alle aree extraurbane. Si spera così di incentivare l'utilizzo delle due ruote e alleggerire il congestionato trasporto pubblico: le autorità locali sperano che, da qui al 2030, il 10-20% del totale degli spostamenti possa avvenire in bici, e di dimezzare nel breve periodo i gas serra legati ai trasporti, nell'ottica di divenire un Paese a zero emissioni entro il 2050. Il governo sta anche progressivamente aumentando le tasse sui veicoli nell'ottica di arrivare alla crescita zero nell'impiego di auto da qui a 14 anni. Le nuove autostrade dovrebbero consentire ai pendolari di viaggiare a velocità fino a 40 km all'ora, anche se il clima e le caratteristiche del territorio non sono esattamente propizie: chi si oppone al progetto sottolinea che i norvegesi sono già abbastanza impegnati a liberare i loro veicoli dalla neve, e che - usciti dalle città - salite e dislivelli si fanno importanti. Forse anche per questo motivo le due ruote, in Norvegia, sono meno popolari che negli altri paesi scandinavi. Simone Novara

 

CRONACA - La storia del marinaio mummificato

16.03.2016

La storia è tra le più drammatiche e strane che si possano raccontare. Qualche giorno fa l’equipaggio di una barca a vela impegnata in una regata attorno al mondo, la LMAX, ha incontrato al largo delle coste di Guam, nell'Oceano Pacifico, una piccola imbarcazione a vela alla deriva e con l'albero spezzato.

Come vogliono le regole marinare, il gruppo ha dimenticato la gara e si è dato da fare per verificare se a bordo della piccola barca ci fosse qualcuno, magari ferito, in attesa di aiuto.

Saliti a bordo i soccorritori hanno pensato che fosse stata abbandonata. Poi sottocoperta hanno trovato un corpo umano, l’unico membro dell’equipaggio, completamente mummificato.

Seduto a un tavolino, vicino alla radiotrasmittente, con la testa reclinata su un braccio. Forse aveva tentato di chiamare qualcuno in aiuto. Tutto il resto era in ordine. Lo sfortunato marinaio solitario probabilmente è morto per cause naturali, forse un infarto. Mentre i venti oceanici, le alte temperature e l’aria salmastra hanno contribuito a preservare il corpo intatto.

Un corpo può venire mummificato dalla sabbia del deserto, grazie al sale cristallizzato che lega l’acqua e impedisce la proliferazione dei batteri. Lo stesso può accadere in zone desertiche, sia fredde che calde, grazie al vento e all’aria secca che sottraggono i liquidi a un organismo morto, oppure nelle caverne grazie alla temperatura costante e all’umidità dell’aria. Simone Novara

 

SOCIETA'- 500 px: il nuovo orizzonte della fotografia

15.03.2016

500px é una community di fotografi per la condivisione, ricerca, acquisto e vendita delle foto nata nel 2009. Una community che contiene 37 milioni di foto, scattate da 3 milioni di fotografi da 200 paesi diversi. La piattaforma è ovviamente incentrata sul cosiddetto photosharing. È possibile mettere like su una foto, aggiungere scatti ai preferiti, condividere con amici sui social network. Lo scopo di 500px è dare visibilità massima agli scatti. I fotografi hanno la possibilità di creare un vero e proprio portfolio personalizzato. Proprio perché pensato e ideato da fotografi il copyright delle foto è tutelato: è necessario, infatti, chiedere il diritto per usare le foto. C’è poi la possibilità di acquistare delle immagini royalty-free. Nella sezione Prime è possibile acquistare per 250 dollari un opzione che fornisce la foto in versione in alta definizione, la possibilità di usare la foto in tutto il mondo con royalty-free su qualsiasi media e senza scadenze. Come scegliere la foto migliore per la vostra prossima ad? 500px offre un sevizio di audience insights, per scoprire quali sono le foto piú viste, quelle più condivise e la loro forza virale. Grazie alla possibilità di votare, aggiungere favoriti, inserire commenti e scegliere chi seguire, le foto entrano nelle categorie Popular (le più popolari), Upcoming (gli scatti che stanno raggiungendo il punteggio per diventare popular), Fresh (le ultime postate) e Editor (quelle scelte) e sono fruibili da tutti. Per ogni fotografo sono immediatamente visibili i dati che raccontano la sua popolarità, insieme a tutti i bottoni social per seguirlo e a quelli degli altri social media. Ogni fotografo può inserire la propria biografia e i modi con i quali contattarlo e dove vive. C’è anche la descrizione del tipo di attrezzatura che il fotografo utilizza. Simone Novara

 

ESTERI - La Siria dopo cinque anni di guerra e 270mila morti: i numeri dell’orrore

15.03.2016

Sono ormai passati cinque anni dall’inizio del conflitto che ha distrutto la Siria e che non si accinge a terminare. Dal 15 marzo 2011 sono stati cinque anni di atroce guerra civile, tra bombe, morte, fame, terrore, e con l’ombra dello Stato Islamico che avanza. Nonostante la Russia abbia annunciato il ritiro delle sue truppe, e si parli di “avvio delle negoziazioni politiche tra le forze del Paese” o di “negoziati di pace a Ginevra sotto l’egida delle Nazioni Unite”, ricostruire le fondamenta di questa nazione in ginocchio sembra un obiettivo inconseguibile. Sembra ormai che anche la speranza sia fuggita dalla Siria insieme a 4,7 milioni di siriani, decisi a sfidare il destino via mare e via terra, sulle rotte che portano a un Europa restia all’accoglienza. Basta guardare le immagini delle città composte di sole macerie, e soprattutto ai dati raccolti, per capire la disperazione di coloro che sono fuggiti e di chi resta. Ciò che si offre ai nostri occhi è uno scenario distopico: Sono ben 12 milioni i siriani che non hanno accesso all’acqua potabile, mentre in 9 milioni vivono in condizioni di insicurezza alimentare e la metà della popolazione (13 milioni) è stata costretta a lasciare la propria casa. Sono stati distrutti 177 ospedali, con ben 700 membri del personale sanitario uccisi. Secondo L’Onu sono 500mila le persone che vivono in città sotto assedio quali Madaya e Yarmouk, mentre il tasso di povertà nel 2015 è cresciuto del 142% rispetto al 2007, interessando l’85% della popolazione. L’economia è regressa di “tre decenni”La guerra civile ha inciso ovviamente anche sull’aspettativa di vita, scesa a 55 anni, rispetto ai 79,5 anni del 2010. Dall’inizio del conflitto sono stati 161 gli attacchi con armi chimiche, che hanno provocato 1400 morti e circa 14.600 feriti. I morti totali accertati dall’OSDH sono 271.138, tra loro 79mila civili uccisi, di cui 13.500 bambini e 8.760 donne. Numeri terrificanti che danno l’idea della portata del conflitto, ma che non trasmetteranno mai la sofferenza, il tragico dolore, che traspare dalle testimonianze di chi “ha visto”, di chi è riuscito a fuggire annoverandosi tra quei sopravvissuti sfregiati per sempre dalla guerra. Stefania Accosa

 

SCIENZA - Due sonde vanno sul Pianeta Rosso

15.03.2016

Dal punto di vista scientifico si tratta di una sfida molto ambiziosa: trovare le prove dell’esistenza di forme di vita, oggi o nel passato, con una serie di strumenti appositamente pensati per questo. Ma lo è anche dal punto di vista tecnologico, perché l'ESA non ha mai realizzato nulla di paragonabile per livello di complessità. La prima missione partirà questo marzo in circa 9 mesi porterà sul pianeta Rosso due sonde: una sonda madre, chiamata ExoMars Trace Gas Orbiter (TGO), che orbiterà attorno a Marte a un'altezza di 400 km e che appena giunta nell'orbita prevista sgancerà verso il Pianeta Rosso un lander dimostrativo, chiamato Schiaparelli in onore dell'astronomo italiano famoso per i suoi studi su Marte.

Le due sonde sono state realizzate in Italia, nei laboratori di Torino di Thales Alenia Space, una società franco italiana che le ha progettate e costruite. Siamo andati a vederle a Cannes, durante i test finali e poco prima della loro partenza per il cosmodromo di Bajkonur, in Kazakistan. Grande quanto un'utilitaria e pesante 3,7 tonnellate, l'orbiter è dotato di una serie di strumenti per realizzare il primo inventario completo dei gas atmosferici di Marte.

ExoMars 2018 sarà il rover più sofisticato mai realizzato. Grazie alle sue 6 ruote potrà muoversi in tutte le direzioni: avanzare e indietreggiare, spostarsi di lato come un granchio, potrà persino camminare, sollevando le ruote come fossero le zampe di un ragno. A bordo disporrà di un laboratorio chimico per analizzare i campioni di suolo marziano e una piccola trivella, costruita in Italia, in grado di prelevare campioni di terreno alla profondità record di 2 metri, dove i raggi cosmici non sono in grado di arrivare e di distruggere eventuali forme di vita.

Se la missione andrà bene, sarà solo il primo passo verso il prossimo obiettivo dell'ESA: inviare su Marte una sonda in grado di prelevare e portare sulla Terra campioni di suolo. Simone Novara

 

ESTERI - Primarie Usa, ultimo sprint per Donald Trump

11.03.2016

Martedì è atteso negli Stati Uniti il voto per le primarie in quattro stati: Illinois, North Carolina, Florida e Ohio. Un eventuale risultato positivo per Donald Trump potrebbe spingere il tycoon a un passo dalla nomination ufficiale repubblicana per le elezioni presidenziali di novembre.

Sebbene il Grand Old Party, vale a dire il Partito Repubblicano, abbia provato in vari modi a fermare la corsa dell'eccentrico candidato newyorkese, screditando la sua figura politica e attaccandolo senza nascondersi troppo, Trump ha tirato dritto per la sua strada e conduce la lotta per la candidatura tra i suoi, riuscendo ad aggiudicarsi Stati molto diversi tra loro, a prova del fatto che la sua comunicazione raggiunge in modo efficace e trasversale tutti i repubblicani. Marco Rubio è sicuramente la grande delusione di queste elezioni, mentre Ted Cruz (vittorioso a Porto Rico) e John Kasich, governatore dell'Ohio, non riescono a minacciare concretamente il primo posto di Trump. Sul fronte democratico, il socialista Bernie Sanders, vincendo in Maine, ha creato più di un grattacapo all'ex first lady Hillary Clinton, e ora la corsa che terminerà nella Convention dei delegati pare non aver più un esito scontato: l'ex segretario di Stato non riesce infatti a conquistare fette di elettorato giovane e bianco, sfondando perlopiù negli stati del sud grazie all'appoggio della comunità afroamericana, mentre il suo competitor, difendendo posizioni politicamente inusuali per gli Usa, proverà a strapparle la nomination fino all'ultimo. Andrea Concolino

 

SOCIETA' - Un tatuaggio è per sempre.

11.03.2016

Una vera e propria storia d’amore quella che si instaura tra il tatuaggio e il tatuato, dove a consacrare il tutto è il tatuatore. Nata tantissimi anni fa, i primi tatuaggi risalgono addirittura al 500 a.C., la moda del tatuaggio non scomparirà mai. Dalle coloratissime rose con le spine, al tipico “I Love Mamma”, dei più temerari, la storia dei tatuaggi è una gran bella storia… una storia che vuole rivelare al mondo quello che sei dentro, quello che si vive o si vuole vivere, e non è sempre vero che i disegni, le illustrazioni vengono “scolpiti” solo sulla pelle di chi e pieno di se e dei presuntuosi. Simboli, immagini e disegni delineano anche i corpi delle persone più introverse e timide, che proprio con quel gesto vogliono raccontano al mondo un po’ del loro mondo. La carta d’identità della nuova era questa, che ha lasciato, lascia e lascerà il segno. Rosanna Di Franco

 

SOCIETA' - Evoluzione del giornalismo.

10.03.2016

Ritorna attivo il dibattito che da qualche anno sta facendo scontrare molti opinionisti e ricercatori nel campo dell'informazione. Oggi infatti, si è tenuta la conferenza annuale sull'evoluzione delle comunicazioni giornalistiche. Xhentic (ente per le previsioni di commercio) , ha infatti affermato che nel 2017 le vendite dei quotidiani cartacei caleranno del 25% rispetto al 2016. A rispondere sono stati giornalisti di molte testate note, che hanno definito i dati :" semplici calcoli statistici" , infondati e costruiti per aumentare le possibilità delle editrici online. Non sono ancora arrivati i dati reali delle

previsioni dell'anno scorso . Ad oggi quindi non si può sapere chi ha realmente ragione in questo dibattito

Testate giornalistiche di grande portata hanno però già iniziato a configurare i loro siti ufficiali, forse per paura di non rimanere ultimi nella corsa al digitale dell'informazione. I blog e i siti di informazione, prettamente in rete, hanno subito un'evoluzione, sono diventati vere e proprie miniere di informazioni, che consentono di ricavare sempre notizie valide ed aggiornate. Allora la domanda che tutti si fanno è questa : sta iniziando l'era che farà scomparire definitivamente il cartaceo? Mai si sarebbe pensato infatti, già 15 anni fa, che il giornalismo si sarebbe proiettato così radicalmente e velocemente nel mondo del digitale. Oggi si può solo sperare che il romanticismo e la tradizione del cartaceo vengano riflesse appieno dai numerosi giornali online, la cui peculiarità è la precisione e la rapidità di diffusione. Alessandro Paladini Contatto: alessandropaladini7@gmail.com

 

SOCIETA' - Arriva l’unico Sole nero dell’anno

09.03.2016

Mercoledì 9 marzo la Luna, in posizione intermedia tra la Terra e il Sole, occulterà con il suo cono d'ombra il disco solare per una ristretta fascia di osservatori dell'ovest del Pacifico e del Sudest asiatico. Sarà l'unica eclissi totale di Sole dell'anno, dopo quella spettacolare del marzo 2015, e avrà una peculiarità: inizierà il 9 marzo, e finirà l'8.

L'ombra lunare investirà prima alcune parti del Pacifico mercoledì mattina dalle 7:00 alle 11:00 circa ora locale (con il culmine dell'oscuramento che durerà al massimo 4 minuti, a seconda della posizione dello spettatore).

Poi, attraverserà la linea internazionale del cambiamento di data per apparire, dall'altra parte (a est) del 180esimo meridiano, nel pomeriggio dell'8 marzo ora locale. Potranno ammirare l'eclissi totale di Sole, inclusa la corona solare (la parte più esterna dell'atmosfera della nostra stella, visibile solo in queste occasioni) i fortunati abitanti di una sottile striscia di Indonesia, Borneo e Sulawesi larga circa 145 km. Gli abitanti di Australia, Sud della Cina, altre parti del Sudest asiatico, Alaska e Hawaii assisteranno invece a un'eclissi parziale. Per la prossima eclissi totale in Italia, dovremo invece aspettare il 3 settembre 2081. Simone Novara

ESTERI - Sanders e la sua corsa alla Casa Bianca

07.03.2016

Bernie Sanders ha ancora voce per sfidare Hillary Clinton. E lo fa con convinzione durante il primo confronto tra i due dopo il Super Tuesday e il Super Saturday che hanno conferito un notevole vantaggio di voti (tradotti anche in delegati) per la ex segretario di Stato, ma cui il senatore liberal sembra fare poco caso quando, con un certo vigore, torna a ad elencare punto per punto ciò che lo differenzia dalla sua rivale. Allora Wall Street, il salvataggio delle banche, ma anche l'establishment e i discorsi super pagati. I nodi vengono al pettine uno ad uno. Bernie e Hillary sono a Flint, in Michigan, la città dell'acqua killer emblema del malgoverno, del sistema che non rende giustizia agli americani. Una città impoverita dalla cattiva gestione e abbandonata, fino ad essere commissariata. Una città 'working class' e una città nera. Entrambi ci sono già stati, hanno incontrato i residenti provati dal disastro dell'acqua contaminata, ad oggi dai loro rubinetti sgorga veleno. In Michigan si vota marted per le primarie democratiche e i due candidati sono tornati a garantire che non accadrà più. Flint e il Michigan sono un altro test per gli aspiranti alla nomination democratica, perchè la partita non è ancora chiusa. Non 'matematicamente' almeno, e dopo i caucus del Super Saturday Sanders prende anche il Maine. E' carburante per la sua campagna che va soprattutto a entusiasmo. Così che non vuole mollare lo conferma scandendo ancora una volta perchè lui è un altro tipo di candidato. Allora appena ne ha l'occasione attacca: "Io sia dannato se la gente deve pagare per il salvataggio di Wall Street", irrompe con il suo cavallo di battaglia. E' poi subito scontro quando il dibattito si sofferma sui temi della finanza e delle politiche per l'occupazione me sono perfino scintille sul salvataggio dell'industria dell'auto voluto da Obama: "Io ho votato per salvare l'industria dell'auto", ha detto Hillary Clinton, mentre Sanders "ha votato contro il denaro" che l'ha salvata.

Il senatore poi torna ad attaccare sui discorsi super pagati da banche e corporation di Wall Street: "Devono essere fantastici", dice invitando la rivale nuovamente a renderli pubblici, mentre si parla molto anche di anni '90, con Hillary che difende l'operato del marito allora presidente Bill Clinton e Sanders che ricorda di aver sostenuto molte delle proposte di Clinton; insistendo tuttavia che in quel periodo "si è deregolato Wall Street" e che gli accordi internazionali raggiunti, "come Nafta, hanno avuto un impatto deleterio". D'accordo, ma non proprio, Hillary e Bernie. Come per il fracking, la tecnica di estrazione cui Sanders dice un 'no' fermo, mentre Hillary pone condizioni. Simone Novara

SOCIETA' - Coni + oso = conioso… pieno di conio?

03.03.2016

Da Antonio Banderas alla pagina facebook: “Il Terrone Fuori Sede”, dalle Associazioni di Pubblica Assistenza, fino ad arrivare alla pagina fan di facebook della CartaBcc del Credito Cooperativo, tutti chiedono all’Accademia della Crusca, a gran voce, di inserire anche le loro parole “ben formate e chiare” nel vocabolario della lingua italiana. Nessuna nuova parola come “Inzupposo”, di Banderas, “Inzivoso” del “Terrone Fuori Sede” e le decine di migliaia di parole che Luca Giurato ha provato a coniare nel corso della sua lunga carriera di giornalista e conduttore, è riuscita a creare attorno a se tutto questo interesse e mormorio come PETALOSO e il piccolo Matteo, inventore della parola, insieme alla sua divulgatrice dell’ “errore bello” l’insegnate di italiano. Il termine verrà, dopo il grande boom, usato da ora in poi per indicare un fiore con tanti petali? Chissà. Rosanna Di Franco

SOCIETA' - D di donna e b di bassa, Stereotipi, preconcetti, frasi fatte?

03.03.2016

Si ebbene si, possiamo affermare e sottolineare che nella botte piccola c’è il vino buono, anzi buonissimo. Si, certo la quantità non è molta ma il sapore che restituisce è unico se non raro.

E’ ormai noto che sempre più uomini prediligono le donne basse. Mentre il canone di bellezza che ci viene proposto dalla moda e dalla pubblicità prevede la classica top model alta e magra, gli uomini scelgono, nella vita reale, una donna “a portata di mano”… ma perché? Tanti sono i motivi di questa preferenza, le donne poco alte sono più femminili, sono più passionali, sanno fare meglio l’amore, ma la vera è unica verità, il vero motivo che spinge gli uomini ad essere attratti dalle donne basse è, il loro grande ed esuberante EGO. A livello inconscio, il maschio si sente il lato forte della coppia, poiché la ragazza bassa ispira un senso di protezione e difesa, quasi non fosse in grado di affrontare i mali del mondo…ed ecco che arriva lui, l’eroe che su un cavallo bianco salva lei, la donna bassa! W le donne, soprattutto quelle BASSE! Rosanna Di Franco

ESTERI - Elezioni Usa: Clinton e Trump sempre più su

02.03.2016

Nessuna sorpresa nel Super Tuesday, o quasi. Hillary Clinton e Donald Trump la fanno da padroni, vincendo sette stati per uno, mentre - come ampiamente previsto - Ted Cruz vince nel suo Texas e Bernie Sanders nel suo Vermont. Ma il senatore democratico si consola portando a casa anche altri tre stati, Oklahoma, Colorado e Minnesota: «Questa campagna è per cambiare l'America», esulta. Mentre Cruz la spunta anche lui in Oklahoma, ritagliandosi almeno per una notte il ruolo del vero anti-Trump: «Sono l'unico che può batterlo».

Finisce infatti quasi a mani vuote la serata di Marco Rubio, primo solo in Minnesota, quando mancano solo i risultati dell'Alaska. Su di lui puntava l'establishment del partito repubblicano sperando nel miracolo. Ma il miracolo non c'è stato, e ora il giovane senatore di origini cubane dovrà tentare il tutto per tutto il 15 marzo nel suo stato, la Florida. Dove però i sondaggi non lo danno come favorito, ma sempre dietro Trump. Ecco allora che la maggior parte dei commentatori politici dà ormai Rubio a fine corsa. La sfida in vista della volata finale verso la Casa Bianca, insomma, è sempre più tra l'ex first lady e il tycoon newyorchese. «Questo Paese appartiene a tutti noi, non solo a chi guarda in una direzione, prega in una direzione o pensa in una direzione», ha detto un'entusiasta Hillary Clinton parlando nel suo quartier generale di Miami, avendo oramai nel mirino solo lui, Donald Trump, che replica a pochi chilometri di distanza, a Palm Beach: «Quello che ha fatto Hillary è un atto criminale», attacca riferendosi allo scandalo delle email. Tutti in Florida, dunque, come del resto Rubio. È lì che fra due settimane si svolgerà una partita decisiva. Ed è lì, come in altri stati-chiave, che si assegneranno molti delegati con la regola del 'winners-takes-all', chi vince piglia tutto. «Mi dispiace per Rubio, per lui è stata una serata molto dura. E ha speso anche un sacco di soldi...», ironizza Trump, che negli ultimi giorni è stato al centro di attacchi pesantissimi da parte del giovane senatore che ha cercato disperatamente di rimontare. Troppo tardi però, con i vertici del partito repubblicano che vedono l'incubo Trump materializzarsi sempre più. Così come lo spettro di una Casa Bianca per almeno altri 4 anni in mano democratica. Poco conta che il tycoon nella notte del Super Tuesday cerchi di smorzare i toni definendosi «un conservatore di buon senso». Anche se il muro col Messico, insiste, ci sarà eccome: «Come la Muraglia cinese». Dietro di lui sul palco Chris Christie, il governatore del New Jersey che gli ha dato a sorpresa l'endorsement. A conti fatti la Clinton trionfa in 7 stati (Georgia, Virginia, Tennessee, Alabama, Arkansas, Texas e Massachusetts). Lo stesso Trump (Georgia, Alabama, Tennessee, Massachusetts, Virginia, Arkansas e Vermont). In totale negli stati del Super Tuesday erano in palio 595 delegati per i repubblicani, quasi la metà dei 1.237 necessari per la nomination. E ce n'erano 865 per i democratici. Simone Novara

CRONACA - Il lato oscuro del web

02.03.2016

Giro d'affari tra i 300 mila e i 500 mila dollari al giorno sul "Dark Web", l'ambiente online sommerso usato per la vendita di sostanze stupefacenti, frodi finanziarie, pedo-pornografia e da organizzazioni terroristiche come l'Isis. Lo rivela il Rapporto 2015 di Clusit, Associazione italiana per la sicurezza informatica.

Il "Dark Web" è un insieme di contenuti accessibili pubblicamente che sono ospitati in siti con indirizzo IP nascosto. È difficile da monitorare per ammissione stessa dell'intelligence e delle forze dell'ordine. Tra le "darknet" più popolari ci sono la rete Tor, Freenet ed anoNet. "Il Dark Web è un luogo particolarmente interessante per le comunità di sviluppatori di malware e per i loro clienti", spiega l'indagine che riporta una sorta di tariffario del "black market". Si scopre così che viene venduto ad 1 dollaro l'insieme di alcune informazioni personali di un utente; hackerare un profilo Facebook o Twitter può costare dai 50 ai 200 dollari, mentre per un account PayPal ed eBay il prezzo sale a 300 dollari. Infine, il codice sorgente di un "malware" bancario è quotato tra i 900 e i 1500 dollari. Un gruppo di esperti ha studiato i 35 principali "black market" verificando che riescono a gestire transazioni per un ammontare che oscilla dai 300 mila ai 500 mila dollari al giorno.

"Un'economia in espansione - spiega il rapporto - considerando che il popolare sito Silk Road(eCommerce per prodotti di contrabbando come droga, armi e farmaci, ndr) nel 2012 aveva un giro di affari annuo di circa 22 milioni di dollari".

Altra piaga del "Dark Web" sottolinea Clusit, è la pedo-pornografia: i siti contenenti questo materiale ammontano al 26% del totale. Il "Dark Web", infine, è usato da organizzazioni come l'Isis per attività di propaganda. "Abbiamo notizia - spiega il rapporto - di alcuni siti utilizzati per condividere indirizzi Bitcoinper la raccolta di fondi per finanziare attività delle cellule operative in Occidente, mentre in rete è reperibile il testo "Bitcoin wa Sadaqat al Jihad" che spiega come acquistare armi nel Dark Web per azioni terroristiche".

Simone Novara

SCIENZA - Alla scoperta del nono pianeta

01.03.2016

Lo scorso mese di gennaio due astronomi del California Institute of Technology (Pasadena, Usa) hanno presentato l'affascinante ipotesi dell'esistenza di un altro pianeta nel Sistema Solare, mai rilevato e subito etichettato Planet Nine, pianeta nove ("nove" è la posizione lasciata libera da Plutone quando è stato declassato da pianeta a pianeta nano). L'ipotesi si basa sulle anomalie orbitali di alcuni oggetti della Fascia di Kuiper, la “ciambella” di asteroidi e comete che circonda il Sistema Solare, che si spiegherebbero considerando gli effetti gravitazionali esercitati da un altro pianeta con massa 10 volte quella terrestre. È però un calcolo tutto matematico: i due ricercatori hanno sottolineato di poter identificare un'orbita, ma non la posizione del pianeta che la percorrerebbe in un tempo indefinito compreso tra i 10 e i 20 mila anni.

La ricerca è dunque iniziata, e sempre grazie ai calcoli un team di scienziati francesi ha dimostrato che si può ridurre di molto l’area di cielo dove cercarlo. In un lavoro pubblicato su Astronomy and Astrophysics i francesi avrebbero dimostrato che, in base ai dati di Cassini (Nasa/Esa), la sonda in orbita attorno a Saturno dal 2004, è possibile escludere dalla ricerca due grandi aree del cielo. Usando un modello matematico i ricercatori francesi hanno studiato quale potrebbe essere l’influenza del nono pianeta su Saturno, in particolare, e sugli oggetti della Fascia di Kuiper, se ruotasse sull’orbita prevista dagli americani. In questo modo avrebbero dato una risposta all'incertezza della distanza tra Saturno e la Terra e, per il pianeta nove, identificate (per esclusione) le aree del Sistema Solare dove potrebbe trovarsi: un contributo prezioso, considerati i carichi di lavoro dei grandi telescopi terrestri e dell'Hubble Space Telescope - probabilmente gli unici che potrebbero rilevarlo. Simone Novara

SOCIETA' - Oscar a 87 anni a Ennio Morricone per miglior colonna sonora

01.03.2016

Finalmente l’Oscar è arrivato nelle mani di Ennio Morricone, 87 anni, compositore italiano famoso in tutto il mondo. Ha ottenuto la prestigiosa statuetta per la colonna sonora di Hateful Eight, il film di Quentin Tarantino: «Grazie per il prestigioso riconoscimento. Un pensiero va agli altri nominati, in particolare a John Williams. Non c’è una grande colonna sonora senza un grande ispiratore come Tarantino ed il suo team che ringrazio per avermi scelto. Dedico questa musica e questo Oscar a mia moglie Maria» sono state le sue parole, rotte dal pianto e dalla grande emozione, davanti a una platea di star, tutte in piedi per omaggiare un maestro del cinema mondiale: «Non credo di essere un narcisista e ritengo che il successo sia un evento provvisorio. Ed è duro, molto duro, confermarlo nel tempo. Ogni volta che penso di aver fatto il massimo, so che si può ancora fare meglio» ha dichiarato in una sua recente intervista. D.S.

 

ESTERI - Trump cita Mussolini e per alcuni è “il nuovo Hitler”, scatta la polemica

29.02.2016

New York, ha fatto scalpore un tweet del repubblicano Donald Trump che riporta una frase di un account dichiaratamente fascista “@ilduce2016”: “It is better to live one day as a lion, than 100 years as a sheep” (meglio vivere un giorno da leone che cento da pecora). La citazione, benché sia in realtà frutto dell’idea di un soldato anonimo nel 1918 a Fagaré, venne utilizzata spesso dal dittatore, per poi entrare nell’uso quotidiano italiano. Consapevole che “@ilduce2016” è un account fascista, Trump si è difeso affermando con un’innocenza disarmante: “Sapevo di citare Mussolini, ma mi piace come suona, che differenza fa se è lui a dirlo o un’altra persona?”. Se avesse scritto solamente la frase, lo scalpore non vi sarebbe stato, ma è proprio questa sua consapevolezza dei “modelli” da cui trae ispirazione, ad aver lasciato attonita l’opinione pubblica americana e non. Comunque questo retweet rappresenta solo la punta dell’iceberg delle gaffe e dichiarazioni off limits del candidato milionario. Non si possono tralasciare infatti alcune sue prese di posizione, quali l’elogio della tortura, l’opposizione a Papa Francesco in merito all’immigrazione, le offese rivolte a Hilary Clinton, per terminare con il rapporto nei confronti del Ku Klux Klan, la tristemente nota setta razzista, dalla quale non ha voluto prendere pubblicamente le distanze durante un’intervista sulla Cnn: “Non posso condannare qualcuno di cui non so nulla”. Schivo anche sulla questione fascismo e Benito Mussolini, infatti quando gli è stato chiesto se la sua intenzione fosse stata quella di essere associato a un fascista, avrebbe risposto “Me ne frego”. L’ex moglie ha inoltre confidato che un suo cugino, che lavora alla Trump Organization, ha l’abitudine di salutare Donald con “Heil Hitler”. Richiami sinistri, che mettono i brividi anche alla sorellastra di Anna Frank (Eva Shloss) sopravvissuta alla “soluzione finale” nazista, che ha definito Trump come “un nuovo Hitler che incita al razzismo”. Non si sa però, se siano maggiormente inquietanti tali paragoni e citazioni, o il fatto che continui a racimolare voti tra gli americani, consentendogli così di poter concorrere alla carica presidenziale. Per ora, il futura degli U.S.A. non è mai stato così caliginoso e incerto. Stefania Accosa

 

SOCIETA' - Le emoticons che fanno emozionare

27.02.2016

Impazza su facebook la notizia delle nuove opzioni da utilizzare per esprimere il proprio consenso o dissenso rispetto ad un post pubblicato da un amico o da una pagina che seguiamo.

Sullo stesso social, tantissime sono le reazioni degli uteni. C’è chi scrive che le nuove emoticons sono un’ottima trovata per poter esprimere ancor meglio la propria l’idea rispetto a un post, c’è invece chi sostiene che, è solo un nuovo stratagemma di facebook per far parlare di se, e del suo nuovo cambiamento, e addirittura c’è anche chi suggerisse al social network, come la famosissima pagina “Io ti Maledico”, quali sono le nuove faccine, simboli o gesti da adottare! Ecco che il social network più famoso, seguito e usato al mondo, in qualche modo torna a far parlare di se e propone agli utenti un nuovo modo per non annoiarsi e impiegare il proprio tempo segliendo quale nuova icona può identificare al meglio il nostro lo stato d’animo.Quale sarà la prossima mossa? Rosanna Di Franco

 

SOCIETA' - A.A.A. Cercasi nuove parole

26.02.2016

Questa questione del petaloso sta sfuggendo di mano. Ora, ogni giorno un pargolo sulla faccia della Terra conia nuove parole: vogliamo prenderle in considerazione tutte quante? La fantasia è sempre una bella cosa, ma storpiare la lingua italiana è indegno, soprattutto se quest’atto proviene proprio da chi dovrebbe tutelarla: l’Accademia della Crusca. Delle attenuanti però le avete… né citerò due: la prima risale al 2011, anno in cui avete sferrato un primo duro colpo all’italiano introducendo la parola: whatsappare. Questa, secondo i luminari, costituirebbe un’alternativa sintetica a locuzioni troppo complesse come: “mandare un messaggio su Whatsapp”. Avete precisato, inoltre, che termini come whazzappare, uozzappare, uotsappare, uazzappar , anche se sono meno diffusi (grazie al cielo) mostrano una tendenza all’adattamento verso la lingua italiana. Vorrei illuminare i luminari della lingua che coloro che scrivono gli scempi sopra detti o non sanno scrivere in inglese o sono mezzi analfabeti. Non pensate a cose elevate come “un adattamento verso la lingua italiana”. Si chiama: ignoranza. Semplice. Conciso. Efficace. Il secondo attacco si è verificato nel 2012, anno in cui avete introdotto la parola: svapare. Questo è un termine giovanile usato per indicare l’atto di fumare una sigaretta elettronica. Per l’Accademia della Crusca, questa esigenza, nasce perché sarebbe incongruente fumare una sigaretta elettronica, dal momento che questa genera solo vapore e non fumo. E io mi domando: questa esigenza (definita così da voi) vi è nata dopo che avete sbattuto la testa e riportato un trauma cranico o mentre eravate sotto effetto di stupefacenti? No, perché tutta questa esigenza io non l’avevo. Però fate voi. Ma la cosa esilarante e che L’accademia della Crusca ha una sezione dedicata alle “parole più segnalate dagli utenti”. Quelle di maggiore interesse e quindi destinate ad essere vagliate come “nuove parole” sono: killare, inzupposo, biciclare, colazionare, gengle, forneria, merendare, petoso, squalofico, scoiattolare. E dopo ciò… non posso che augurarvi buon lavoro. Giorgia Pacione Di Bello

SOCIETA' - Uomo barbuto ad oggi piaciuto… e domani?

24.02.2016

al quella incolta a quella finto non curata, da quella colorata a quella lunga metri, la barba è il trend del momento. I “portatori di barba”, definiscono il tutto più che una moda, uno stile di vita, un modo di essere, ogni barba ha dietro di se una storia, un aneddoto da raccontare. Se negli anni passati veniva considerata, soprattutto nei luoghi di lavoro, come segno di sciatteria, disordine e poca pulizia, ad oggi, addirittura viene associata ad una persona professionale e competente. E non parliamo dell’effetto che questa ha sulle donne. Il suo fascino sul genere femminile è indiscusso, è una vera e propria calamita che suscita curiosità interesse e desiderio, per il carattere misterioso e oscuro che accende nelle donne. La domanda è lecità… quanto durerà? Rosanna Di Franco

ESTERI - L’Austria e la questione migranti

24.02.2016

Tempo dieci settimane al massimo e al Brennero l'Austria potrebbe allestire una sorta di barriera per il controllo dei migranti. La stampa austriaca ipotizza anche come potrebbe essere allestito l'impianto che potrebbe costituire un serio problema nei transiti nell'asse tra il sud ed il nord dell'Europa. Si dovrebbe realizzare una carreggiata di controllo sulla strada al cui margine sorgerebbero dei container. All'interno vi sarebbero i gendarmi, incaricati di controllare i documenti di chi passa e di smistare i migranti. Che la situazione sia seria lo hanno confermato le parole del ministro degli Esteri austriaco Sebastian Kurz. Il giovanissimo leader dei Popolari in questi giorni sta compiendo una missione nell'Europa orientale per una serie di contatti con i governi, tesi proprio a trovare una soluzione al problema del transito dei migranti. Parlando in Macedonia, Kurz ha annunciato che l'Austria ha quasi raggiunto il numero massimo di rifugiati che prevede di raccogliere entro l'anno e che è pronta a chiudere le frontiere a nuovi arrivi. Kurz ha precisato che il limite massimo dei 37.500 migranti sarà raggiunto «entro un mese»: a quel punto Vienna fermerà ai profughi le proprie frontiere.

Alle dichiarazioni di Kurz ha risposto il premier di Skopje,Nikola Poposki che senza problemi ha affermato che «la Macedonia lascerà entrare dal confine con la Grecia tanti migranti quanti l’Unione europea sarà disposta ad accogliere». Queste parole fanno capire anche il significato del “raddoppio” della barriera edificata in questi giorni dall’esercito macedone lungo il confine ellenico. Infatti il premier ha spiegato che dalla Grecia rimarrà aperto ai migranti un unico valico dove saranno registrati e poi lasciati proseguire lungo la rotta balcanica. Da rilevare che Kurz ha chiaramente fatto capire a Skopje che se l’Austria bloccherà l’ingresso di migranti, lo stesso dovrà fare anche la Macedonia. Altrimenti è chiaro che ci sarà il disastro umanitario in Slovenia dove si fermerebbero decine di miglia di rifugiati che la Croazia non aspetta altro che di mandarli avanti verso Nordovest. E dei migranti si è parlato anche nel corso di un incontro a Roma con il presidente del consiglio Matteo Renzi, il cancelliere austriaco Werner Faymann ha chiesto l'impegno dell'Unione europea: la Commissione - ha auspicato - con l'Europa tutta metta in cantiere degli accordi di rimpatrio. Il cancelliere ha poi sottolineato: «Non si possono lasciare da soli paesi come l'Austria e l'Italia. Insieme saremo più forti». E intanto l'ipotesi di una barriera al Brennero impensierisce seriamente le autorità altoatesine in primis, ma anche trentine e quelle della regione austriaca del Tirolo. In quest'area il confine del Brennero viene sentito con una tonalità particolare, dato che taglia in due il “Tirolo storico”, dal quale i sudtirolesi vennero separati con l'annessione all'Italia. I tre governatori di Bolzano, Trento e Innsbruck hanno annunciato una riunione d'urgenza per lunedì prossimo: «Un eventuale blocco - ha detto il governatore altoatesino Arno Kompatscher - sarebbe per noi un fatto estremamente negativo. La caduta delle barriere al Brennero era stata infatti una pietra miliare nella riunificazione delle parti separate del Tirolo». Quasi a sottolineare infine la particolare valenza simbolica della frontiera italo-austriaca del Brennero, è nato nelle ultime ore anche un gruppo Facebook in lingua tedesca, all'insegna del motto «nessun confine al Brennero», che ha già registrato centinaia di adesioni. Simone Novara

 

MODA - Countdown per il grande evento di moda, via alla fashion week milanese

24.02.2016

Countdown per il grande evento della moda poche ore e via alla fashion week milanese. Alla vigilia dell’apertura della settimana della moda, Milano freme e vibra. La capitale indiscussa del gusto e del trendy dal 24 al 29 febbraio oltre ad ospitare vip, artisti e curiosi, sarà costellata di eventi, numerose sfilate (circa 73) e centinaia presentazioni. Il programma è fitto e intenso e ad aprire le danze sarà Grinko, seguito da Gucci e da tanti altri. Tra le new entry di questa edizione, dedicata alle collezioni autunno/inverno 2016/2017, troviamo invece Diesel Black Gold, Atsushi Nakashima, Lucio Vanotti e Piccione. L’attesa è tanta e le aspettative lo sono ancora di più. Francesca Sassone.

ESTERI - La fragile tregua siriana e le nuove elezioni politiche

23.02.2016

Russia e Stati Uniti hanno raggiunto un accordo sulla cessazione delle ostilità militari sul territorio siriano a partire dal 27 febbraio. Rimangono esclusi dalla tregua gli attacchi aerei condotti contro postazioni dell'Isis e di Al Nusra, affiliata siriana di Al-Qaeda, mentre Putin vorrebbe che anche altre organizzazioni anti-governative venissero inserite nella lista degli obiettivi possibili. Di sicuro si tratterà di un anomalo 'cessate il fuoco', dal momento che gli aerei delle diverse forze internazionali continueranno a volare sui cieli siriani e che le forze jihadiste non porranno fine alle battaglie che stanno polverizzando intere città e uccidendo migliaia di civili. Data la fragilità di questa tregua, la novità più importante sembra quindi essere il fatto che Bashar Assad abbia indetto nuove elezioni politiche in Siria, includendo anche territori attualmente sotto il controllo dell'Isis e di altre formazioni islamiche, così come dei ribelli curdi. La Turchia, tramite il suo ministro degli esteri, pochi giorni fa ha auspicato per l'ennesima volta una transizione politica che porti alla sostituzione al potere di Assad, protetto dalla Russia (e non solo) prima diplomaticamente e infine militarmente, da quando il Cremlino, a fine settembre, decise di intervenire a difesa del regime. Andrea Concolino

CRONACA - Facebook, la polizia invita a interrompere "la sfida delle mamme"

23.02.2016

Fate attenzione a Facebook, alle vostre bacheche e quello che postate e condividete con i vostri amici. In questi giorni le bacheche del social sono invase da foto di bambini postate da donne che vogliono dimostrare il loro orgoglio di essere madri. Ma le forze dell'ordine mettono in guardia sul pericolo pedofilia E' una delle tante catene che si diffondono su Facebook. Ma questa volta è intervenuta la polizia postale. Le bacheche del social in questi giorni sono infatti riempite da post dimamme che pubblicano tre foto dei loro bambini e invitano loro conoscenti a fare altrettanto. La polizia postale ha quindi invitato le mamme a smettere: per rispetto nei confronti dei bimbi e perché le foto potrebbero finire in siti pedopornografici. Attenzione quindi a queste false catene he oltre a essere dannose potrebbero essere molto pericolose per la vostra privacy. D.S.

EVENTI - Ultima settimana per accedere a Alimenta2Talent 2016

22.02.2016

Ultima settimana per accedere alla 3° edizione del programma Alimenta2Talent 2016. Alimenta2Talent, il programma co-finanziato dal Comune di Milano e Sviluppato da PTP-Science Park, cerca progetti d’impresa innovativi nel settore agroalimentare, della Bioeconomia e delle Scienze della vita. Numerose sono già le iscrizioni, provenienti da tutto il territorio nazionale e dall’Europa. Dopo la deadline del 29 febbraio 2016, la Commissione di valutazione, partecipata da Unicredit, Barilla, Microsoft, da IAG (Italian Angel for Growth) e altre importanti attori del settore, valuterà i progetti sottomessi che parteciperanno al percorso di accelerazione di Business “Alimenta Accelerating Program”: 6 mesi intensi di sviluppo del business con il team di Alimenta, i suoi advisor e i suoi mentori. In palio voucher per un valore complessivo di 30.000,00 e un contributo in kind, da parte del PTP per 80.000,00 a ciascun progetto d’impresa supportato.5 progetti d’impresa saranno selezionati, ma uno solo sarà il Champion di Alimenta: su questo progetto d’impresa PTP-Science Park valuterà una proposta di investimento.

Per adesioni: telefonare al Parco Teconologico di Lodi: 0371 4662200 Contatti: www. Alimenta2talent.eu

PER INFORMAZIONI ALLA STAMPA: UFFICIO STAMPA PARCO TECNOLOGICO DI LODI -

Marco Fanini, tel 339 6668750, fanini1@faniniufficiostampa.com

Anna Feola, tel 333 2135978, fanini2@faniniufficiostampa.com

 

CRONACA - L'ultimo addio a Umberto Eco: martedì il funerale

22.02.2016

Si svolgerà domani a Milano Il funerale di Umberto Eco, il famoso scrittore, semiologo e filosofo, noto al pubblico internazionale soprattutto per il successo ottenuto da alcuni suoi romanzi, come "Il Nome della Rosa".

La notizia relativa al funerale è stata data da Mario Andreose, editore ed amico di Eco.

La cerimonia inizierà alle 15.00 e si svolgerà presso il Cortile della Rocchetta del Castello Sforzesco di Milano. La salma sarà portata fuori mezzora prima dell'inizio della cerimonia, che, ha affermato Andreose, sarà semplice e laica.

Al funerale parteciperanno, oltre ai familiari e agli amici più stretti dello scrittore, il sindaco di Alessandria, la città dove Eco è nato il 5 gennaio del 1932, quello di Monte Cerignone, il paesino delle Marche dove lo scrittore trascorreva le sue vacanze, il Rettore dell'Università di Bologna, che forse terrà un discorso pubblico, e diverse figure istituzionali. Rosa Aimoni

SCIENZA - L’Universo e le galassie nascoste

22.02.2016

Un gruppo internazionale di radioastronomi è riuscito a individuare una zona di cielo pressoché inesplorata. La porzione di cielo era nascosta alla nostra vista dalla presenza stessa della nostra Galassia, in particolare dal denso agglomerato di stelle e nubi di polveri che si concentrano nel piano della Via Lattea. I ricercatori sono riusciti a scovarla attraverso una lunga serie di osservazioni con il radiotelescopio da 64 metri di diametro dell’Osservatorio di Parkes (Nuovo Galles del Sud, Australia). Le galassie scoperte sono centinaia e si trovano a distanze relativamente piccole in termini astronomici, circa 250 milioni di anni luce, praticamente dietro l’angolo, se consideriamo che conosciamo ormai galassie lontane circa 13 miliardi di anni luce, al confine estremo dell’Universo. Le galassie che sono state individuate sono 883, di cui circa un terzo non erano mai state osservate in precedenza. Questi risultati hanno richiesto un lunghissimo lavoro, prima osservativo e poi di elaborazione dei dati raccolti. Basti pensare che le osservazioni sono state effettuate tra il 1997 e il 2000, quasi 20 anni fa, a dimostrazione di quanto tempo può essere necessario per elaborare, analizzare e pubblicare i complessi dati provenienti dai grandi radiotelescopi. Una sfida che diverrà ancora più impegnativa a partire dal prossimo decennio, quando il futuro ciclopico radiotelescopio Square Kilometre Array (SKA), un progetto internazionale che vede coinvolti 20 Paesi e la cui realizzazione prevede l’installazione di migliaia di antenne interconnesse tra di loro in Australia e Sud Africa. La superficie di raccolta totale di queste antenne sarà di oltre un chilometro quadrato. L’avvento di SKA spingerà la problematica dell’elaborazione dei dati a livelli estremi.

La scoperta delle galassie “nascoste” potrebbero aiutare a spiegare un'anomalia gravitazionale al centro del Superammasso Locale, chiamato anche Superammasso della Vergine. Questa anomalia fa convergere verso un punto dello spazio, noto come Grande Attrattore, centinaia di migliaia di galassie, compresa la Via Lattea, come se si trovassero sotto l'influenza di una forza gravitazionale equivalente a un milione di miliardi di Soli.

Nel loro studio, i radioastronomi coordinati da Lister Staveley-Smith hanno cercato di arrivare a capo di questo misterioso Grande Attrattore, i cui effetti furono riscontrati già negli anni ‘70 e ’80, senza arrivare in seguito a una spiegazione convincente di questo fenomeno. «In tutta franchezza, noi non capiamo che cosa stia causando questa accelerazione gravitazionale sulla Via Lattea o da dove provenga», ha affermato Staveley-Smith. «Sappiamo però che in questa regione si trovano alcuni raggruppamenti molto grandi di galassie, che chiamiamo ammassi (cluster) o superammassi, e tutta la nostra Via Lattea si sta muovendo verso di loro ad una velocità superiore ai 2 milioni di km/h».

Anche se complessivamente queste strutture non hanno una massa sufficiente a spiegare il Grande Attrattore (una galassia media contiene un centinaio di miliardi di stelle) la loro scoperta fa supporre che si sia sulla strada giusta e che ulteriori ricerche in quella porzione del cielo permetteranno di spiegare completamente questa misteriosa anomalia. Simone Novara

ESTERI - Attacco Kamikaze ad Ankara

18.02.2016

Ancora sangue in Turchia dopo l'esplosione di ieri (17 febbraio) ad Ankara. Poche ore fa un'esplosione ha colpito un convoglio militare nel Sud-est della Turchia. Almeno sette soldati turchi sono rimasti uccisi. Da sabato l'artiglieria turca sta bombardando dal suo territorio postazioni delle milizie curde nel nord della Siria, a pochi chilometri dalla frontiera. A colpire il convoglio militare è stata una mina fatta detonare a distanza alle 9:40 locali da sospetti membri del Pkk. Attacchi del genere contro i soldati sono stati compiuti diverse volte negli ultimi mesi nel sud-est della Turchia, dopo che la scorsa estate è riesploso il conflitto tra Ankara e i combattenti curdi. Ankara considera il Pyd, principale forza curda in Siria, e il suo braccio armato Ypg, come organizzazioni terroristiche. Nei giorni scorsi forti contrasti sono emersi con gli Usa, attaccati dal presidente Recep Tayyip Erdogan perché si rifiutano di considerare i membri del Pyd come terroristi. Washington ha più volte espresso apprezzamento per il ruolo dei curdi nella lotta all'Isis sul terreno.

Intanto è stato identificato l'autore dell'attentato suicida compiuto ieri ad Ankara, costato la vita a 28 persone: si tratta di un cittadino siriano entrato di recente in Turchia come profugo e ritenuto vicino alle milizie curde attive in Siria. Lo ha confermato il premier turco, Ahmet Davutoglu. L'uomo, 24 anni, sarebbe stato identificato attraverso le impronte digitali. Simone Novara

ESTERI - La Guerra Fredda che non crollò col quel muro

17.02.2016

Negli scorsi giorni si sono incontrati a Monaco i rappresentanti della politica estera statunitense e russa, vale a dire John Kerry e Sergej Lavrov, per trovare un accordo politico e militare che possa cambiare la situazione in Siria. La volontà degli USA è sempre la stessa, e cioè quella di eliminare politicamente Bashar Al-Assad e di impedire che i russi, tramite le loro azioni militari, proteggano il regime siriano non solo dall'Isis, che rappresenta un nemico comune a entrambe le superpotenze, ma anche dall'opposizione moderata e dai curdi siriani, che Mosca sta bombardando dai cieli di Aleppo e non solo. Kerry si è spinto oltre, affermando ciò che Obama per anni non aveva osato dichiarare, e cioè che gli Stati Uniti sarebbero pronti a inviare truppe di terra in Siria. Le forze americane, se dovessero entrare in gioco, si troverebbero necessariamente contrapposte, data la divisione degli schieramenti in campo, a quelle aeree e navali russe: ciò segnerebbe il primo caso lampante di scontro tra le due potenze, eventualità che per tutta la durata della guerra fredda era stata temuta e ostacolata, per la paura concreta di una escalation nucleare.

La conferma delle tensioni che da anni segnano i rapporti tra due dei giganti del pianeta, dopo l'espansione a est della Nato e dell'Unione Europea, la conquista da parte russa di parte del territorio ucraino, la difesa di Assad in Siria da parte di Putin, arriva dal premier Medvedev, che senza troppi giri di parole ci ricorda che una nuova guerra fredda segna le relazioni odierne tra Russia e Occidente...la speranza del mondo è che anche questa guerra non si accenda mai. Andrea Concolino

 

CRONACA - Lontani ancora dalla verità sulla morte del ricercatore italiano

15.02.2016

A fine 2015 l’università di Cambridge chiese a Giulio Regeni di fare ricerche all’interno del sindacato. Il ragazzo di Bologna fu cosi sollecitato ad ottenere maggiori notizie su quanto stava accadendo in quel settore dove forte è l’opposizione al regime del presidente Abdel Fattah Al Sisi. Perché questa richiesta? Ecco il primo dubbio. Cosi fini all'interno di una questione che evidentemente non era in grado di controllare. Vittima di interessi che andavano oltre i semplici approfondimenti sulla realtà egiziana. Per questo bisogna adesso scoprire chi ha ricevuto i suoi «report», soprattutto l’uso che ne è stato fatto a sua insaputa. Gli investigatori appaiono convinti che la sua cattura si inserisca proprio nella volontà degli apparati di sicurezza locali di conoscere l’origine delle informazioni che aveva ottenuto, l’elenco delle persone con cui era in contatto. Carabinieri del Ros e poliziotti dello Sco stanno analizzando i dettagli sulle indagini che filtrano dal Cairo ma valutano con estrema cautela i racconti dei testimoni che si sono affacciati recentemente sulla scena. L’incrocio dei dati ricavati esaminando gli ultimi sms inviati da Giulio ai suoi amici anche attraverso una chat di Facebook, smentisce il racconto del ragazzo che aveva sostenuto di aver visto Giulio portato via da due poliziotti: lui parla delle 17.30 ma due ore dopo scrive alla fidanzata e al professore. Un nuovo depistaggio per impedire che si arrivi alla verità sulla sua fine, all’identità di quegli uomini dell’apparato statale egiziano. D.S.

 

POLITICA - Unioni civili, il diktat di Bagnasco

14.02.2016

Si aggiunge un nuovo capitolo alla storia delle frizioni tra Stato italiano e Chiesa sul tema dei diritti civili. L'intervento del cardinale Bagnasco, nel quale il presidente della CEI auspica che il voto in aula sul DDL Cirinnà sia 'protetto' dal voto segreto, ha scatenato le reazioni di diverse forze politiche (Pd, Sel, Ala) e dello stesso governo.

Se ieri ad intervenire era stato il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, Luciano Pizzetti, che aveva specificato che spetta ai regolamenti parlamentari, e al presidente del Senato Grasso, decidere in materia di voto segreto, oggi non si è fatta attendere la replica del Presidente del Consiglio Renzi. Il premier ha sottolineato la bontà del disegno di legge sulle unioni civili, dicendosi convinto che l'Italia è pronta ad accettare la nuova regolamentazione delle unioni civili molto più di quanto lo sia stata la classe politica degli ultimi anni.

Insomma, se l'auspicio di Bagnasco voleva offrire una sponda a quei parlamentari della maggioranza che, nel segreto dell'urna, vorrebbero affondare la legge Cirinnà, sembra che non abbia fatto altro che inasprire una discussione già eccessivamente al centro del dibattito politico e culturale, e ribadire l'influenza che la Chiesa vuole continuare ad esercitare nella politica italiana. Andrea Concolino

 

 

CRONACA - Attenzione a non aprire le finte mail sono virus

12.02.2016

Sono decine gli utenti che in queste ore stanno ricevendo per e-mail falsi avvisi di pagamento firmati Enel, Equitalia o Tim. I casi e le segnalazioni alla polizia Postale negli ultimi giorni si sprecano. E dal canto loro le “vere” società coinvolte – non solo Enel ma anche Tim, Telecom, Equitalia – corrono ai ripari e mettono in guardia gli utenti.Segnala il tutto un grossetano in pensione, 73 anni, che ha ricevuto in queste ore una strana bolletta di Enel. Balza agli occhi come il testo riporti alcuni dati anomali: un numero cliente, un codice fiscale strano. E per ben due volte invita a cliccare in un link dove il cliente (entrando) può leggere tutti i dettagli del suo oneroso consumo riportato sulla home: ben 453 euro di luce, riferiti a un bimestre. I

l pensionato non si è fidato e non ha cliccato sul link, distruggendo anzi la mail e salvandone una copia in cartaceo che ha poi mostrata alla polizia Postale,La società mette in guardia gli utenti Internauti. Il destinatario riceve una bolletta ed è invitato a cliccare un link che rimanda a un sito clone di truffatori informatici. Cliccando il link riportato, il cliente si collega al sito “trappola” dov’è invitato a scaricare una finta bolletta che in realtà contiene un virus informatico molto potente che blocca il contenuto del pc. L’obiettivo è chiedere un riscatto alla vittima dell’attacco per ottenere lo sblocco del pc e la decifratura dei dati». D. S.

 

ESTERI - Messico, rivolta in carcere, almeno 50 morti

12.02.2016

È terminata nel sangue la tentata evasione di massa dal carcere di Monterrey in Messico. Tutto ha avuto inizio in piena notte, con alcuni detenuti che hanno dato fuoco a un settore della prigione, utilizzando ciò che avevano a loro disposizione, quindi mobilia in legno e rifiuti. L’obiettivo era attirare le guardie con l’incendio appiccato nell’area riservata alle visite, per poi aprirsi una via di fuga. Un vero e proprio ammutinamento, che ha gettato nel panico i secondini e i familiari delle rispettive fazioni, che in seguito all’eco delle tragiche notizie, si sono assiepati di fronte alla recinzione del carcere messicano in attesa di risposte e conferme. Si è verificata una dura battaglia tra detenuti e guardie, e i colpi di armi da fuoco si udivano anche dall’esterno, un conflitto che si sarebbe concluso intorno all’1.30 della scorsa notte, lasciando a terra decine di morti e feriti. La dinamica è ancora chiusa tra le mura della prigione, dalla quale le fonti governative lasciano trapelare poco o nulla, ma la cosa certa è la seguente: il numero di vittime arrivato a 52, è destinato a salire. Stefania Accosa

 

CRONACA - Il virus Zika in Italia

11.02.2016

Primo caso di virus Zika in Emilia-Romagna, a Rimini. Lo ha contratto un 30enne riminese rientrato da una vacanza a Santo Domingo il 31 gennaio scorso. Nel giro di pochi giorni dal suo arrivo in Italia, l'uomo ha iniziato ad accusare sintomi come febbre alta, congiuntivite e dolori articolari. Così il 3 febbraio si è rivolto al suo medico di base che, visti i sintomi e il recente viaggio in un'area considerata a rischio, gli ha prescritto accertamenti specifici al Dipartimento di microbiologia dell'ospedale Sant'Orsola di Bologna. Le analisi del sangue hanno confermato i sospetti: il riminese ha contratto la cosiddetta «febbre Zika». Trasmessa con la puntura di zanzara, attualmente trova massima diffusione nell'America del Sud. «Il virus - conferma la dottoressa Raffaella Angelini, direttrice del Dipartimento di sanità pubblica dell'Ausl Romagna - viene trasmesso attraverso il pizzico della zanzara tigre. I sintomi normalmente rientrano da soli nel giro di pochi giorni e non è necessario sottoporsi a una terapia specifica. I rischi maggiori sono per le donne in gravidanza, che possono trasmetterlo al feto. Non viene trasmesso invece nei contatti diretti tra persone. Il principale vettore resta la zanzara». In Sud America c'è parecchia apprensione perché si ritiene che i numerosi casi di microcefalia dei nascituri siano legati proprio alla contrazione del virus da parte delle donne in gravidanza. È molto importante tenere sotto controllo la diffusione delle zanzare.«In Emilia-Romagna - continua la dottoressa Angelini - gli entomologi monitorano costantemente la situazione e sanno indicare il momento in cui la zanzara tigre è in attività. Se il caso fosse stato accertato in un momento in cui l'insetto si diffonde, il Dipartimento di sanità avrebbe dovuto provvedere alla disinfestazione per un raggio di 100 metri dalla casa del contagiato per evitare la trasmissione ad altre persone con la puntura di zanzare». L'allerta scatterà quindi con i primi caldi quando l'insetto abitualmente inizia a deporre le uova. Simone Novara

 

SOCIETA - Nuove norme per il pagamento del canone RAI

10.02.2016

Da quest’anno le modalità di pagamento dell’amato canone Rai sono cambiate: a luglio arriverà la bolletta dell’energia elettrica con allegato l’addebito di 70 euro inerenti al pagamento del canone Rai per i sette mesi precedenti. Gli altri 30 euro saranno spalmati nelle successive bollette, per arrivare a un totale di 100 euro. Nonostante sia allegato alla bolletta dell’energia elettrica, il canone non sarà aggravato dall’IVA. Devono pagare l’imposta tutti coloro che posseggono apparecchi muniti di “sintonizzatori per la ricezione del segnale di radiodiffusione dell’antenna radiotelevisiva”. Gli studi commerciali e uffici se posseggono un apparecchio televisivo devono pagare il canone attraverso un bollettino postale e non in bolletta. Se si abita in una casa in affitto già ammobiliata e con un televisione non di vostra proprietà deve pagare il canone l’affittuario, in quanto detentore dell’apparecchio. Se invece convivete con un’altra persona ma non siete sposati, paga il canone Rai solo una delle due. Se si possiede un computer che consente la visione di programmi radiotelevisivi via internet e non attraverso la ricezione del segnale terreste o satellitare non si deve pagare il canone. Sono esenti dal pagamento: gli ospedali militari, case del soldato, sale convegno dei militari e i soldati stranieri appartenenti alla NATO. Se si ha una seconda casa con un televisore non si deve pagare il canone Rai due volte, e tutti coloro che hanno un età superiore o pari ai 75 anni e un reddito annuale di 8000 euro sono esenti dal pagamento fino al 2018. Infine, se non si è possessori di apparecchi televisti e quindi non si è sottoposti al pagamento dell’imposta si deve fare una dichiarazione da inviare all’Agenzia delle entrate. La comunicazione dovrà essere spedita ogni anno e se si dovesse dichiarare il falso si andrebbero in contro a sanzioni anche di natura penale. Giorgia Pacione Di Bello

 

ESTERI - L’attore di Wes Anderson rimane a terra

10.02.2016

All'attore e designer indiano-americano Waris Ahluwalia, famoso in Italia per aver partecipato a numerose pellicole del regista Wes Anderson, è stato impedito di imbarcarsi su un volo della Aeromexico da Città del Messico a New York perché si è rifiutato di togliersi il suo turbante. "Questa mattina a Città del Messico mi è stato detto che non mi potevo imbarcare sul mio volo a causa del mio turbante", ha scritto Ahluwalia sul suo account Instagram. L'attore 41enne ha postato una foto di se stesso alzando la carta d'imbarco e un altro di fronte ad un banco di servizio clienti Aeromexico. Ahluwalia, che gestisce una casa di moda, "la Casa di Waris", si stava dirigendo alla settimana della moda di New York. "Cara settimana della moda di New York, potrei essere un po' in ritardo". L'attore indiano non si toglie mai il turbante in pubblico per motivi religiosi. Fa parte infatti del Sikhismo, una religione monoteista nata in India settentrionale nel XV secolo. Una religione molto evoluta che non prevede caste o clero e che ritiene che la donna abbia la stessa anima dell'uomo e che quindi goda degli stessi diritti dell'uomo ad una crescita spirituale. I sikh non possono mai togliere il turbante in pubblico, solo in circostanze informali, di fatica o nelle gare sportive, gli osservanti possono coprirsi il capo con la sorta di bandana con la quale vengono tenuti fermi i capelli sotto al turbante: "È come chiedere a qualcuno di togliersi i vestiti", ha dichiarato l'attore. Simone Novara

 

ESTERI - Politica estera , l'importanza di chiamarsi Stati Uniti

10.02.2016

Ad ogni tornata elettorale negli Stati Uniti, assistiamo in Italia, e non solo, ad una massiccia copertura mediatica intorno agli eventi che segnano la corsa alla Casa Bianca.

L'elemento che sfugge, nelle analisi riguardo ai candidati, siano essi Repubblicani o Democratici, o indipendenti, siano essi beneficiari di fondi elettorali provenienti da lobby e holding di Wall Street, è che gli USA, per il loro peso geopolitico e quindi per la loro strategia, non potranno rispondere ai sogni e alle speranze di chi vede questo o quel candidato come il più indicato per ristabilire un ordine mondiale, per lo meno nelle zone a rischio. Lo stesso Obama, insignito del Nobel per la pace ancor prima di agire concretamente come Presidente americano, ha dovuto piegarsi alle logiche di potenza e alla realpolitik che domina l'azione di una delle superpotenze mondiali, ben al di là del colore politico dei candidati e delle loro proposte propagandistiche. Andrea Concolino

 

ESTERI - Il muro israeliano, Netanyahu vuole circondare l'intero stato d'Israele

10.02.2016

E' di ieri sera la notizia Ansa che riporta la volontà del premier israeliano, Netanyahu, di circondare l'intero stato d'Israele con un muro difensivo volto a proteggere il Paese dalle ''belve feroci che lo circondano'', stando alle parole del primo ministro in persona. Negli ultimi mesi e anni, non è l'unico muro la cui costruzione è stata annunciata da uno Stato sovrano: alcuni hanno riguardato stati intenzionati a chiudere le proprie frontiere al passaggio dei migranti in arrivo dal Medio Oriente, mentre in altri casi le barriere sono state erette con il chiaro scopo di difendersi da un possibile attacco via terra da parte delle forze regionali nemiche. E' in quest'ottica che si colloca l'annuncio di Netanyahu e l'intento israeliano di cominciare a erigere una prima difesa di fronte alla situazione siriana e palestinese, che non accenna a mostrare segnali di stabilizzazione. E' comprensibile la sindrome di accerchiamento che Israele soffre, considerando le potenze avverse che operano nella regione, ma resta da capire quale sarebbe la reazione del governo di Tel Aviv nel caso in cui il caos che brucia la Siria dovesse bussare alle porte del Mediterraneo. Andrea Concolino

ESTERI- L’Italia vuole chiarezza su Regeni, polemiche sulla Polizia egiziana

09.02.2016

«In un contesto autoritario e repressivo come quello dell’Egitto dell’ex generale A-Sisi, il semplice fatto che vi siano iniziative popolari che rompono il muro della paura, rappresenta di per sé una spinta importante per il cambiamento». È quanto ha scritto Giulio Regeni nel suo ultimo articolo, 11 giorni prima della sua sparizione, parole che gettano un’ombra sulla sua morte, che non ha ancora un colpevole ma solo tante domande senza risposta. Il ricercatore 28enne italiano, specializzato sul medio oriente, eccellente studente di Cambridge e giornalista per Nena News e “Il Manifesto”, ha perso la vita a Il Cairo, sconvolgendo la nazione. Scomparso il 25 gennaio (notizia che sarà tenuta sotto silenzio dal fronte egiziano per 6 giorni), la scoperta del ritrovamento del suo cadavere raggiunse l’ambasciatore Massari solo il 3 febbraio. A sconvolgere sono i particolari emersi dal referto autoptico: il corpo presenta numerose ferite e tagli, segni di percosse e di prolungate torture, comprese bruciature di sigaretta, una morte lenta e dolorosa, sopraggiunta in seguito a una torsione innaturale del collo che ha provocato la frattura della vertebra cervicale. Aumenta l’ipotesi che dietro al suo omicidio vi sia stata una motivazione politica, infatti come confermato da Acconcia de “Il Manifesto” aveva contatti con gli esponenti dell’opposizione egiziana, nemici del regime, conosce nomi e cognomi, la strategia, la rete. Erano fonti preziose per lo suo studio dei movimenti sindacali egiziani, e per gli articoli. Il giorno della sparizione di Regeni inoltre, una giornalista egiziana ha menzionato l’arresto di un cittadino straniero a Giza, proprio nel quartiere dove viveva l’italiano da ottobre. Amnesty rincara la dose: «La tortura in Egitto è prassi quotidiana, è una coincidenza che non può non far pensare». Il ministro della sicurezza egiziano Magdi Abdel Ghaffar si oppone a una possibile implicazione della Polizia o dei Servizi segreti: «Non è mai stato arrestato questo è inaccettabile. Non è la nostra politica». Conosceremo mai la verità? Per la giustizia e per Giulio si spera di sì Stefania Accosa

POLITICA - Politica, le diverse anime del Movimento 5 Stelle

08.02.2016

Fa discutere l'apertura di Beppe Grillo riguardo alla libertà di voto dei parlamentari pentastellati sul disegno di legge Cirinnà, contenente disposizioni in materia di unioni di fatto e adozioni.

Il Partito Democratico, giocando con le maggioranze variabili, aveva trovato nel Movimento l'alleato ideale per far passare questa legge tanto discussa, rinunciando ai voti di Alfano e dei suoi.

L'improvviso cambio di rotta del leader del Movimento, che ha lasciato libertà di coscienza riguardo al voto sul provvedimento del governo Renzi, ha scosso alla base il Movimento stesso, che in questi giorni sta cercando di capire in quale direzione volga la sua parte preponderante. Essendo un partito composto da persone provenienti da diverse origini politiche, è normale che su temi etici e sociali come quelli trattati nella legge Cirinnà si apra una discussione sulla linea da tenere in Parlamento. Forte però è la componente cosiddetta laica del Movimento, che vorrebbe offrire una sponda al PD e permettere al DDL di superare l'esame dell'aula, e che in queste ore si è rivoltata contro la presa di posizione di Grillo. Quella del leader del M5S è stato un gesto di apertura verso chi, all'interno del Movimento, la pensa diversamente, o un puro calcolo politico e strategico di chi non vuole aiutare Renzi a conquistare i voti su una legge che sta divenendo ormai bandiera dell'azione di governo.Andrea Concolino

 

ESTERI - Continua la disavventura legale di Julian Assange

04.02.2016

Julian Assange, fondatore di Wikileaks, all’ambasciata dell’Ecuador a Londra dal 2012, ha assicurato che se venerdì le Nazioni unite annunceranno che ha perso il suo caso legale contro il Regno Unito e la Svezia lo stesso giorno abbandonerà la sede diplomatica ed è disposto ad «accettare l’arresto della polizia britannica». Se al contrario però dovesse avere la meglio, dice Assange, allora vorrebbe «la restituzione immediata del passaporto e lo stop di ulteriori tentativi di arrestarmi».Lo scorso 19 giugno sono scattati i tre anni da quando Assange si è rifugiato nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra al termine di un lungo processo nel Regno Unito, che si era concluso a favore della sua consegna alle autorità della Svezia, dove è indagato per reati sessuali. Il giornalista australiano ha voluto evitare l’estradizione in Svezia per timore di essere inviato agli Stati Uniti, dove potrebbe affrontare un processo per i segreti sulla sicurezza statunitense rivelati da Wikileaks.

Il ministro dell’Ecuador per le Relazioni esterne Ricardo Patiño mercoledì si era mostrato «preoccupato» per la salute di Assange e aveva affermato che soffre di problemi di salute per cui deve sottoporsi a controlli medici fuori dall’ambasciata. Il responsabile della diplomazia dell’Ecuador ha insistito sul fatto che aspettano «solo che il Regno Unito possa dare il salvacondotto» affinché Assange possa partire per l’Ecuador. Dall’altra parte lo stesso Patiño ha detto che non ha alcuna informazione ufficiale sulla decisione del Gruppo di lavoro sulla detenzione arbitraria dell’Onu, che questo venerdì secondo notizie di stampa si pronuncerà sul caso su richiesta degli avvocati di Assange. A questo proposito il ministro ha detto che bisogna superare «due ostacoli»: la richiesta di arresto da parte della Svezia e la decisione del Regno Unito di accettare questa richiesta. Simone Novara

 

 

03.02.2016 -

Ryanair si scaglia contro l'aumento delle tariffe aeroportuali deciso dal governo e, come conseguenza dei nuovi rincari, si vede «costretta» a chiudere le sue basi di Alghero e Pescara, a tagliare alcune rotte e a chiudere tutti i voli di Crotone, a partire dal prossimo mese di ottobre.

Ad annunciare la decisione è stato oggi il chief commercial officer, David O' Brien nel corso di una conferenza stampa a Roma. Nel mirino dell'aviolinea low cost irlandese sta "l'illogica decisione del governo italiano di aumentare ancora le tasse municipali, danneggiando il turismo italiano, il traffico e i posti di lavoro".

Secondo una prima stima, la decisione di Ryanair determinerebbe la perdita di 600 posti di lavoro. "Il governo italiano - ha detto O' Brien- ha aumentato le tasse di circa il 40% da 6 a 9 euro, per ciascun passeggero in partenza dall'Italia dal 1° gennaio di quest'anno per sussidiare il fondo per la cassa integrazione degli ex piloti Alitalia".

Di qui la decisione inevitabile, per Ryanair di spostare aeromobili e posti di lavoro fuori dall'Italia verso altre basi Ryanair in Spagna, Grecia e Portogallo dove, spiega il manager dell'aviolinea, non vengono addebitate tali tasse per passeggero; chiudere le sue basi di Alghero e Pescara e cancellare tutti i voli da Crotone a partire da ottobre; tagliare il traffico da e verso aeroporti italiani e spostare la capacità dagli aeroporti regionali a Roma e Milano. Simone Novara

 

03.02.2016 -

Ha trionfato il senatore del Texas Ted Cruz, ai caucus repubblicani dell'Iowa, battendo il favorito Donald Trump. Sul fronte democratico, è finita praticamente alla pari tra Hillary Clinton e Bernie Sanders, mentre Martin O'Malley ha annunciato il ritiro dalla corsa per la Casa Bianca.

Hanno vinto "i conservatori coraggiosi", ha esultato Cruz, citando niente di meno che lo slogan "Yes we can" di Barack Obama. Il senatore del Texas ha ottenuto il sostegno del 28% dei votanti Gop, staccando Trump che si è fermato al 24%, poco sopra Marco Rubio al 23%. "Siamo arrivati secondi e sono onorato. Congratulazioni a Ted Cruz", ha detto il magnate del real estate incassando la sconfitta con un inusuale fair play.

Per l'Iowa si è trattata di una tornata elettorale senza precedenti dal punto di vista dell'affluenza, soprattutto tra gli elettori repubblicani che sono accorsi in oltre 180.000, secondo i dati Gop, contro i 120.000 scarsi del 2012. Rubio ha ironizzato sul fatto che lo davano senza speranze "perché con i capelli non sufficientemente grigi e gli stivali troppo alti". L'Iowa ha provocato una defezione anche nel partito dell'Elefante, con Mike Huckabee che ha annunciato il ritiro.

Sul fronte democratico si è trattato di una lotta all'ultimo voto. La Clinton, in lievissimo vantaggio rispetto al rivale (49,9% contro 49,6%) non ha potuto dichiarare vittoria perché i risultati non sono ancora definitivi ma ha parlato di "un profondo sospiro di sollievo" e di una "rara opportunità" che si presenta. "Quella di avere un reale confronto di idee - ha detto - riflettendo seriamente su ciò che conta per il partito democratico e su quale futuro vogliamo per il nostro paese". Il socialista Sanders ha rilanciato la sua "idea radicale", sostendo che l'America "è pronta per un'idea che funziona per la classe dei lavoratori e non solo per i miliardari". Oggi in Iowa "è partita una rivoluzione politica", ha esultato il senatore del Vermont, dichiarandosi "commosso e sopraffatto". Simone Novara

 

02.02.2016 -

Il Cairo, Egitto, è dal 25 gennaio che si è persa ogni traccia di Giulio Regeni, un 28enne italiano di Fiumicello, in provincia di Udine. Mercoledì scorso la famiglia ha raggiunto la capitale egiziana appena ha appreso la notizia della scomparsa del figlio, e ancora non vi sono indizi su dove possa essere, e cosa sia accaduto al giovane. L’ambasciata italiana in Egitto sta seguendo la vicenda «con la massima attenzione e preoccupazione», e lo stesso ministro degli esteri, Paolo Gentiloni, ha intrattenuto recentemente un colloquio con il ministro Shoukry, al quale ha richiesto la massima collaborazione delle autorità egiziane nella ricerca di Giulio. Il 28enne aveva vinto in passato due premi al concorso internazionale “Europa e Giovani” grazie a studi sul Medio Oriente, e si trovava all’estero per un dottorato. Amici e familiari non hanno più contatti con lui dal 25 gennaio, giorno della festa nazionale della Rivoluzione di Piazza Tahrir, simbolo della “Primavera Araba”. Ambasciata e Farnesina sono in attesa di ricevere elementi sulla dinamica della sparizione. Stefania Accosa

02.02.2016 -

È una storia di vero e proprio orrore quella che si è consumata in provincia di Napoli, dove un uomo ha dato fuoco alla propria compagna incinta. È bastata una lite violenta per scatenare la follia. La vittima, Carla Caiazzo di 38 anni, è stata infatti cosparsa di liquido infiammabile, poi una scintilla, le fiamme, il soccorso di un passante e la corsa in ospedale dove lotta tra la vita e la morte. A Pozzuoli sono increduli, e a rendere più spregevole l’atto di tentato omicidio è il fatto che la donna fosse incinta. Ricoverata presso il Centro Grandi Ustionati dell’ospedale Cardarelli, precedentemente era stata trasportata all’ospedale Marie delle Grazie di Pozzuoli, dove i medici hanno fatto nascere la sua bambina, Giulia Pia, nata prematuramente alla 34esima settimana. La sopravvivenza e il futuro della madre però, versano nell’incertezza, al contrario della bambina che fortunatamente si trova in buone condizioni di salute. Il colpevole, che si era dato alla fuga, è stato arrestato dalle Forze dell’ordine. Stefania Accosa

01.02.2016

Un'esplosione a Sanremo, sembra dovuta ad una fuga di gas, ha causato il crollo di una villa dove, per preparare il Festival 2016 (9-13 febbraio), in questo periodo viveva l'attore Gabriel Garko. Una donna anziana è morta nel crollo. L'attore ha riportato un lieve trauma cranio ed escoriazioni diffuse, oltre ad aver subito un forte choc. Garko è stato già dimesso ma la prognosi è di 10 giorni.

L'anziana che è morta si chiamava Maria Grazia Gugliermetti, ed era la madre del proprietario dell'immobile.L'esplosione è avvenuta alle 9 nella cucina al secondo piano di villa della Rosa, nel quartiere residenziale del Solaro.La donna dormiva al secondo piano, nell'ala destra della villa. Garko, che si trovava al primo piano, ha subito un forte choc. L'attore è stato trasportato in ospedale da una ambulanza: i soccorritori hanno raccontato che l'attore è salito da solo sul mezzo di soccorso. Luigi Lanzilotti

SCIENZA- Torna la febbre da UFO

01.02.2016

In occasione della trasmissione della nuova serie di X-Files, anche la CIA ha pubblicato 10 X Files veri. Si tratta di una serie di casi verificatisi in diverse parti del pianeta e raccolti dalla Central Intelligence Agency nel periodo compreso tra il 1952 e il 1953. Questi documenti fanno parte della vasta serie resa pubblica a partire dalla fine degli anni Settanta e includono due tipi di resoconti: quelli ancora inspiegabili, che l'agente Fox Mulder avrebbe utilizzato per persuaderci dell'esistenza di un'attività extraterrestre; e quelli che hanno una spiegazione scientifica, e per questo motivo più adatti allo scetticismo dell'agente Dana Scully. Ad ogni modo, sono tutti molto interessanti e insoliti. Oscar Linke, 48 anni, fu testimone insieme a sua figlia, dell’incontro con una “enorme padella volante”, con un diametro di circa 15 metri, adagiata in una radura della foresta tedesca. Era il 1952. Lasciata la moto sulla quale i due stavano viaggiando, si avvicinarono all’UFO dapprima fino a 45 metri di distanza, poi Oscar, lasciata la figlia a distanza di sicurezza, fino a 10 metri dall'oggetto. A quel punto riuscì a osservare la presenza di due esseri dalle sembianze umane vestiti con tute lucide e metalliche che armeggiavano e lavoravano su quella che sembrava un'astronave. La presenza di Linke destò in loro paura o sospetto e così, “impauriti”, ritornarono velocemente dentro la loro navicella che ripartì verso il cielo. Sebbene molto scettico sull'avvistamento, lo stesso Linke affermò che la navicella aveva lasciato un’impronta sul terreno. Non sapendo nulla di dischi volanti Linke affermò anche che pensava che fosse una navicella segreta costruita dai sovietici. Solo in seguito, anche grazie a testimonianze di altre persone che videro l’oggetto salire in cielo da una cittadina vicina, pensò che quella potesse essere una macchina non terrestre. La stessa CIA ha pubblicato una serie di istruzioni molto pratiche. Eccole in breve:1. Stabilire un gruppo che indaghi e valuti gli avvistamenti. 2. Decidere quali sono gli obiettivi della vostra indagine. 3. Consultare gli esperti. 4. Creare un sistema per gestire i resoconti in modo da organizzare i nuovi casi che arrivano. 5. Eliminare i falsi positivi. 6. Sviluppare metodi per identificare gli aerei comuni e altri fenomeni aerei spesso scambiati per UFO. 7. Esaminare la documentazione dei testimoni. 8. Condurre esperimenti controllati. 9. Raccogliere ed esaminare reperti fisici e forensi. 10. Disincentivare le segnalazioni fasulle. Simone Novara

 

01.02.2016 -

In Svizzera, di autostrada, si spende 40 euro l'anno. Un contrassegno adesivo (comunemente chiamato 'vignetta') permette di viaggiare sull'intera rete. Costa 40 franchi e lo si puòacquistare un po' ovunque: distributori di carburante, garage, uffici postali e doganali. Il contrassegno è valido dal momento in cui lo si incolla sul parabrezza. Può essere sfruttato fino a 14 mesi, poiché è in vendita dal 1° dicembre dell'anno precedente a quello iscritto sul contrassegno stesso, e scade il 31 gennaio dell'anno successivo.Non può però utilizzato con un altro veicolo, né essere ceduto, se non insieme al mezzo stesso. Per chi si immette in autostrada senza vignetta, è prevista una multa di 200 franchi (staccarla e reincollarla, o fissarla con materiali diversi, è invece illecito penale ai sensi dell'art. 245 CP). All'interno del Paese, i controlli sono effettuati a campione dalla polizia o dalle Guardie di confine. Sistematico, invece, il controllo alle dogane autostradali in entrata, dove chi è sprovvisto di contrassegno deve acquistarlo per poter proseguire il viaggio in Svizzera. Non tutti necessitano della vignetta per viaggiare in autostrada. I veicoli di soccorso, militari, di protezione civile e di polizia ne sono esentati. Gli automezzi di peso superiore alle 3,5 tonnellate pagano invece unatassa sul traffico pesante: forfettaria (TFTP) per autobus, camper e roulotte; commisurata a peso, emissioni e chilometri percorsi (TTPCP) per chi trasporta merci.D.S.

01.02.2016 -

A partire dal 2 febbraio sarà vietato fumare in automobile se sul veicolo sono presenti minori di 18 anni o donne in stato di gravidanza. Inoltre il divieto viene esteso anche «alle aree all’aperto di pertinenza delle istituzioni del sistema educativo di istruzione e di formazione nonché alle pertinenze esterne delle strutture universitarie ospedaliere, presidi ospedalieri e IRCCS pediatrici e alle pertinenze esterne dei reparti di ginecologia e ostetricia, neonatologia e pediatria delle strutture universitarie ospedaliere e dei presidi ospedalieri e degli IRCCS». Nel decreto non è specificato l’ammontare della pena. D.S.

30.01.2016 -

Che lo Stato Islamico si sia insediato in alcune aree della Libia è cosa nota da tempo. Che questo fatto rappresenti una minaccia, agli occhi della comunità internazionale, è altrettanto noto. Ciò che forse ai più sfugge, è che in queste ultime settimane, mentre le diplomazie hanno lavorato incessantemente per costruire un governo riconosciuto dalle forze non jihadiste, il Parlamento di Tobruk ha negato la fiducia al governo di unità nazionale di al-Serraj, ponendo così un improvviso stop sul cammino della ricostruzione istituzionale post-Gheddafi. In questo contesto di incertezza l'Italia si prepara ad essere alla guida di una coalizione internazionale, nel caso in cui nel paese libico si rendesse necessario un intervento armato contro l'Isis e le forze che lo appoggiano. Il ministro della difesa Pinotti ha a chiare lettere spiegato l'importanza dell'Italia nello scacchiere del Mediterraneo, e ancor di più, in Libia, paese che conosciamo e nel quale abbiamo interessi economici e geopolitici da difendere. Andrea Concolino

28.01.2016 -

Diretta streaming, itinerari per i pellegrini, video documentari. È arrivata la app del Giubileo, per poter seguire tutti gli eventi. «L'applicazione consentirà a tutti i fedeli di partecipare virtualmente al grande evento cristiano dell'anno santo con i collegamenti in live-streaming che saranno trasmessi fino al 16 novembre 2016», spiegano da Spes Nostra che distribuisce la app per smartphone, sia per iOs e Android. La app del Giubileo della Misericordia mette a disposizione un tour virtuale delle quattro basiliche: la Basilica di San Pietro, San Giovanni Laterano, San Paolo fuori le Mura e Santa Maria Maggiore e le tre chiese della Misericordia, Santo Spirito in Sassia, Santa Maria in Transpontina e Santuario del Divino Amore. «Immagini inedite ed esclusive realizzate con le più moderne tecnologie, tra cui le straordinarie riprese effettuate con i droni che hanno consentito di cogliere ogni minimo particolare all'interno e all'esterno delle basiliche», spiegano Spes Nostra. C'è poi una dedicata alle preghiere e anche una parte di interazione con i fedeli. È possibile caricare i video e le foto della propria chiesa giubilare o della propria parrocchia per vederli poi condivisi sui canali social del Giubileo (Facebook, Twitter e Instagram) collegati alla app. Simone Novara

27.01.2016 -

Almeno 20 persone sono state arrestate questa mattina in Francia durante la mobilitazione dei tassisti indetta contro le auto a noleggio con conducente e contro Uber. Secondo la prefettura, circa 1.200 tassisti hanno bloccato le strade intorno ai due aeroporti di Parigi, Roissy e Orly, e nei pressi di Porte Maillot, nel versante nord della città. Qui la polizia ha sparato gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti che hanno incendiato pneumatici in mezzo alla strada. Circa 20 persone sono state arrestate nel corso della mattinata, la maggior parte delle quali durante il blocco del périphérique, l'anello stradale che circonda Parigi. A Orly un manifestante è stato ferito ad una gamba dopo essere stato investito da un bus navetta che tentava di forzare il blocco. Lo sciopero, iniziato alle 6 del mattino, ha coinciso con la protesta dei controllori del traffico aereo e con l'astensione dal lavoro indetta dai sindacati dei dipendenti pubblici contro il regime di austerità dal luglio 2010. In agitazione anche gli insegnanti contro la riforma della scuola. La mobilitazione degli uomini radar, anch'essi contro il congelamento degli stipendi e il deterioramento delle condizioni di lavoro, ha spinto le autorità dell'aviazione civile a chiedere alle compagne aeree di annullare preventivamente 20% dei voli. Nelle scuole, le prime cifre parlano di un terzo degli insegnanti in sciopero, mentre il ministero avanza la cifra del 13%. Simone Novara

CRONACA- Ritrovata in provincia di Treviso l’Audi gialla RS4

26.01.2016

E' stata ritrovata in provincia di Treviso verso la mezzanotte del 25 Gennaio dagli operatori del 112, la carcassa in fiamme dell’Audi RS4 che aveva terrorizzato il triveneto negli scorsi giorni. L’automobile guidata da alcuni malviventi si era resa protagonista di una rocambolesca fuga dalle forze dell’ordine in contromano a 260 km/h sul passante di Mestre, provocando la morte di una donna russa. I carabinieri dopo aver appurato che si trattava di un auto rubata lo scorso Dicembre a Milano, hanno subito posto sotto sequestro la vettura per effettuare tutte le analisi del caso.

Quasi contemporaneamente al ritrovamento dell’auto, un albanese di 32 anni si è presentato alla questura di Torino per smentire la veridicità delle fotografie dei presunti colpevoli trasmesse dalle autorità. Secondo la versione dell’uomo, lui e le altre due persone ritenute colpevoli e ritratte nelle foto, sarebbero totalmente estranee ai fatti. L’uomo arrivato da Forlì è risultato senza permesso di soggiorno e dopo i dovuti controlli verrà espulso, ed è ora trattenuto al CIE di Torino. Carlo Alberto Ribaudo

 

POLITICA– Il passo di lato di Grillo e il ritorno ai teatri

26.01.2016 -

Non hanno stupito le ultime dichiarazioni di Beppe Grillo, in un'intervista concessa al Corriere della Sera, con le quali annuncia di voler fare un passo di lato, per quanto riguarda la sua attività politica, e riprendere la sua carriera di showman. Più volte il comico ligure nel corso degli ultimi mesi aveva fatto capire che le gerarchie all'interno del Movimento5Stelle sarebbero cambiate nel corso di questa legislatura vissuta all'opposizione, con il chiaro intento di presentarsi alle elezioni politiche del 2018 (sempre che non si vada alle urne prima) con un candidato forte e una reale possibilità di contendere il primato al PD, stando agli attuali sondaggi, e considerando che difficilmente il centrodestra si presenterà unito in un'unica lista.

Ad oggi sembra Luigi Di Maio il maggior indiziato a conquistare la leadership del Movimento, ma non è da escludere che gli altri deputati e senatori di spicco possano avanzare qualche dubbio...e qualche protesta: la lotta per la successione è aperta? Andrea Concolino

 

26.01.2016 -

Manca pochissimo al nuove evento Danza in Fiera che si svolgerà a Firenze negli ultimi 4 giorni i febbraio. Un evento aperto a tutti i ballerini d ‘Italia, di ogni stile e genere. Danza in Fiera permette di aggiornarsi, scoprire numerose opinioni dell’ universo della danza e offre spettacoli bellissimi da poter vedere nei 4 giorni. Ma oltre a questo l’evento offre la possibilità di vedere sfilate di nuove linee e collezioni del ballo, lezioni aperte a tutti con docenti pazienti e bene formati, visitare gli stand dei migliori prodotti per la danza, sport e benessere, assistere a convegni, mostre, talk show con personaggi famosi. Inoltre si terranno audizioni per accedere a percorsi professionali. Il biglietto ha un costo accessibile, 15 euro al giorno, 40 per tutti e quattro i giorni. Danza classica, Moderna, Dance Fitness, Flamenco, Hip Hop, Contemporaneo, Modern Jazz, Tip Tap, Burlesque, e tanto altro vi aspettano per un fine settimana diverso e a tempo di musica! Giulia Casini

25.01.2016 -

Arrivano le immagini della la tempesta di ghiaccio che ha travolto la costa orientale degli Stati Uniti vista dallo spazio. I satelliti della Nasa hanno inviato le foto della gigantesca perturbazione mentre si abbatte su New York e un video dell'Agenzia statunitense per l'atmosfera e gli oceani (Noaa) permette di seguire il 'cammino' fatto dalla tempesta, dalle regioni centrali degli Stati Uniti fino alla costa atlantica. Nel frattempo, dalla Stazione Spaziale l'astronauta americano Scott Kelly ha pubblicato su Twitter immagini spettacolari della tempesta di neve.

Almeno 7 gli Stati colpiti dalla tempesta (West Virginia, Virginia, Washington DC, Maryland, Pennsylvania, New Jersey e New York)e in alcune località, rileva il Noaa, ''sono stati superati tutti i record storici di neve, dalla durata della nevicata (fino a due giorni consecutivi), alla quantità, come in alcune aree del West Virginia e Maryland, dove è caduto fino a un metro di neve''.

. Luigi Lanzilotti

25.01.2016 -

Sarri o Mancini? Lo “scontro” tra i due allenatori è stato uno dei tormentoni mediatici di questa settimana, e l’esercito dei commentatori - sportivi e non, di professione o solo per passione - non ha perso l’occasione di schierarsi da una parte o dall’altra.

Chi ha accusato Sarri di essere un omofobo (parolone decisamente in voga), per di più recidivo, chi invece ha derubricato la vicenda ad uno scontro di campo; chi ha plaudito al coraggio di Mancini nell’andare davanti alle telecamere a denunciare l’accaduto, chi all’opposto ha catalogato il suo sfogo come un opportunistico e un po’ patetico tentativo di destabilizzare l’ambiente napoletano. Sono arrivate le sanzioni del Giudice sportivo (decisamente miti), e adesso Mancini ha pubblicamente accettato le scuse del collega. Quindi pace fatta, lo spettacolo può andare avanti.

Ma cosa rimane dell’appassionato dibattito di questi giorni? Ci rimane una straordinaria fotografia della nostra società: per costringere gli Italiani a prendere posizione e a fronteggiarsi dialetticamente, qualche epiteto colorito a margine di una partita di calcio funziona molto meglio della “guerra” all’ISIS, della perdita di sovranità nazionale causa Unione Europea, delle questioni legate all’immigrazione o del disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili.

D’altra parte chiunque si sente in grado di giudicare se una parolaccia sia un fatto esecrabile o una semplice bischerata, mentre per affrontare temi più complessi bisogna prima informarsi, confrontare le fonti, analizzare, e per farlo bisogna prima superare quella comoda condizione di pigrizia intellettuale che caratterizza la nostra epoca.

E così ancora una volta la nostra bella Italia si è mostrata pigra e divisa a metà. Tante parole o pochi fatti.

Morena Restelli

25.01.2016 -

La crisi dei migranti sta seriamente mettendo a repentaglio l'integrità dell'area Schengen in Europa.

Mentre alcuni stati hanno già deciso di sospendere temporaneamente il trattato e di ripristinare i controlli alle frontiere, la Commissione Europea allontana ogni spettro di possibile 'scioglimento' dell'intera area, che priverebbe il continente di quella libertà di circolazione di persone, beni e mezzi conquistata nel 1993.

Dal momento che la situazione mediorientale non da segnali di miglioramento, è lecito chiedersi quale sarebbe il destino europeo se nei prossimi mesi, e anni, le guerre dovessero spingere verso di noi milioni di migranti? Ad oggi l'Europa non sembra avere una strategia di emergenza, e gli Stati membri, isolandosi e sospendendo univocamente gli accordi, mettono in mostra la debolezza del progetto politico europeo. Andrea Concolino

 

25.01.2016 -

La lotta all’Isis continua anche in Afghanistan, dove sono 16 i militanti appartenenti al Califfato, rimasti uccisi in tre raid aerei effettuati poche ore fa. A riportarlo sono fonti della sicurezza locale e il portale Khaama Press, che hanno annunciato il successo dell’operazione messa in pratica dall’aviazione afghana. Ad essere colpiti sono stati alcuni avamposti Is, siti nelle aree di Abdulkhil e Bandar, del distretto di Achin, e nell'area di Gurguri del distretto di Haska Mina. In quest’ultima base, durante il bombardamento, è rimasto ucciso anche un comandante dello Stato Islamico. Grazie agli imponenti attacchi condotti dal governo di Kabul, appoggiato dagli Stati Uniti, il controllo e l’avanzata dell’Isis nel territorio stanno divenendo sempre più problematiche. Stefania Accosa

 

25.01.2016 -

Potrebbe essere una donna il primo astronauta a mettere piede su Marte, al cinquanta per cento di possibilità. Per la prima volta, infatti, tra le nuove reclute della NASA, la metà esatta è di sesso femminile.

Dei 6.100 candidati della classe del 2013, solo otto hanno superato la selezione, durata 18 mesi, e per la prima volta il rapporto tra maschi e femmine e di uno a uno (“scelti non in base al sesso, ma perché i più qualificati”, sottolineò al momento dell'annuncio Janet Kavandi, direttore del Glenn Reserch Center della NASA).

Ora le aspiranti astronaute – Cristina Hammock, Nicole Mann, Anne McClani e Jessica Meir - si stanno sottoponendo con i loro colleghi a due anni di intenso addestramento, prima di aggiungersi ai 46 oggi ufficialmente attivi alla NASA. Un bel passo avanti dal 1978, quando la NASA annunciò di aver reclutato la prima donna, Sally Ride. E ancora di più da quando, nel 1962, a una donna che avrebbe voluto indossare la tuta spaziale, la NASA aveva risposto con queste parole: «non abbiamo programmi che riguardino donne astronaute e non prevediamo piani simili per il futuro». Invece, a lasciare la prima impronta sul Pianeta Rosso, potrebbe ben essere un piede femminile. Simone Novara

 

24.01.2016 -

La costa est degli Stati Uniti e' in stato di massima allerta per una eccezionale ondata di maltempo, che ha fatto gia' registrare tre vittime. La neve si prepara a cadere abbondante nelle prossime ore lungo un corridoio che comprende ben quindici stati, per un totale di 80 milioni di persone interessate da quella che gli esperti hanno definito "una tempesta colossale". Stato di massima allerta a New York, Washington, Philadelphia e Boston. Nella Grande Mela sabato potrebbero cadere fino a 30 centimetri di neve. Il sindaco Bill de Blasio ha annunciato un dispiegamento imponente di uomini e mezzi spazzaneve gia' dalle prossime ore, e ha invitato i cittadini a non sottovalutare le condizioni meteo. Ha tuttavia promesso che non si ripeteranno gli inconvenienti dello scorso anno, quando fu prevista una tempesta simile e per precauzione il governatore dello stato di New York ordino' di chiudere la metropolitana lasciando isolate migliaia di persone. La neve in realta' e' gia' cominciata a cadere in Virginia, Maryland, West Virginia e nell'area intorno a Washington. La capitale in particolare e' gia' andata in tilt e il traffico si e' paralizzato. Problemi anche per i voli. Luigi Lanzilotti

21.01.2016 -

C’è qualcosa che i genitori possono fare per aiutare i figli ad andare meglio a scuola in matematica? Probabilmente sì: intrattenersi a giocare un po’ con loro con la matematica usando un tablet e una app. Diverse ricerche dimostrano che, sebbene ci sia una componente ereditaria della cosiddetta “intelligenza matematica” e “spaziale”, anche gli input ricevuti nell’ambiente scolastico e a casa contano molto, e contribuiscono - in positivo o in negativo - al successo scolastico in questa disciplina. Lo studio pubblicato su Science è uno dei primi esempi di un’attività casalinga testata sperimentalmente che sembra funzionare. La buona notizia è che anche al genitore più pigro non è richiesto uno sforzo eccessivo: perfino un’ora di gioco a settimana basterebbe a migliorare i risultati di un bambino che inizia la scuola elementare.

L’ansia di molti adulti nei confronti della matematica è un fatto assodato: è stato coniato anche il termine "matofobia" per descriverla. Gli autori dello studio, della University of Chicago, avevano già mostrato che facilmente i genitori la trasmettono ai figli, in particolare quando si intromettono aiutandoli nel fare i compiti.

Per il nuovo studio, i ricercatori hanno reclutato un campioni di quasi 600 famiglie, genitori e figli in prima elementare, in 22 scuole dell’area di Chicago. A un gruppo di loro, la maggioranza, è stato assegnato all’inizio dell’anno scolastico un iPad con una app di argomento matematico, chiamata BedTime Math(matematica all’ora di dormire). Le famiglie sono state poi lasciate libere di giocarci a piacimento durante l’anno scolastico, mentre i ricercatori avevano la possibilità di verificare la quantità di tempo da loro passata a usarla. Risultato: tra i bambini che avevano usato con i genitori la app di argomento matematico, i risultati nella materia a scuola alla fine dell’anno scolastico sono stati nettamente migliori. Simone Novara

21.01.2016 -

I lavoratori del settore privato si ammalano meno frequentemente dei dipendenti pubblici, però stanno a casa per un numero maggiore di giorni: è il risultato di un’analisi della CGIA nel nord est sulle assenze per malattia nel mondo del lavoro in Italia. Il dato generale è il seguente: i dipendenti del privato mediamente nel 2014 sono stati a casa almeno una volta per malattia nel 35% dei casi, contro il 55% dei colleghi del settore pubblico. Significa un lavoratore su tre nel privato e uno su due nel pubblico. La forbice si allarga però se allarghiamo l’analisi alle regioni meridiosnali. In ogni caso, però la durata media dell’assenza per malattia di un lavoratore del privato è di 19 giorni, contro i 17,9 del pubblico. In totale, i giorni di malattia nel privato sono più del doppio rispetto a quelli del settore pubblico, 77.195.793 contro 31.525.329, così come gli eventi di malattia, 8.523.249 contro 4.869.303. I numeri assoluti del settore sono più alti perché il numero dei dipendenti del privato è più alto di quello dei lavoratori del settore pubblico, ma come detto in percentuale si ammalano più frequentemente i dipendenti pubblici. D.S.

 

20.01.2016 -

Le vessazioni compiute dallo Stato Islamico ai danni del patrimonio culturale del Medio-Oriente sembrano non voler cessare. L'Isis continua quindi la sua opera di distruzione non solo di vite umane. L'agenzia Associated Press ha rivelato che i jihadisti hanno raso al suolo il più antico monastero cristiano in Iraq. Si tratta del monastero di St. Elijah, a Mosul, costruito 1.400 anni fa. Il monastero di Sant'Elijah, fondato nel 590 dopo Cristo, era situato su una collina che sovrasta Mosul. Secondo gli esperti le antiche mura di pietra sono state polverizzate, grazie all’utilizzo di bulldozer, probabilmente tra l'agosto e il settembre 2014. Sant'Elijah era già stato teatro di tragedie e atti di vandalismo, anche ad opera di militari americani durante l'occupazione dell'Iraq. L'Isis ha già compiuto distruzioni di chiese, moschee e mausolei; ha distrutto, nel maggio del 2015, l’arco di trionfo romano di Palmira, la cui costruzione risale a duemila anni fa in epoca romana. Lo stato islamico ha raso al suolo il corpo centrale e i due archi laterali. La notizia è stata data su Twitter da Khaled Al Homsi, archeologo e attivista dei diritti umani. Al Homsi ha postato una foto del monumento prima che venisse distrutto e ha indicato in rosso le parti prese di mira. Il sito archeologico era stato conquistato nel maggio 2015, perché considerato un simbolo dell’odio contro l’occidente. Nei mesi successivi hanno cominciato a raderlo al suolo: dopo la distruzione del Tempio di Bel, in agosto sono state eliminate tre tombe a torre costruite tra il 44 e il 103 dopo Cristo. Il 19 agosto è stato decapitato il riseponsabile del sito, Khaled Assad, uno dei più importanti studiosi del Medio Oriente; la sua testa è stata appesa a una colonna romana. A settembre sono stati presi di mira alcune torri funerarie di Palmira, dove erano contenute i resti della famiglie più ricche della città antiche.“Palmira potrebbe scomparire in tre o quattro mesi se lo Stato islamico continuerà la sua distruzione. È come se ci fosse una maledizione che ha colpito questa città e mi aspetto solo notizie peggiori” ha commentato Màmun Abdelkarim, direttore generale siriano delle Antichità e dei Musei di Damasco. Simone Novara

20.01.2016 -

Parlando di web series, non si può non commentare The Lady di Lory del Santo. Basta la prima serie per rimanere basiti. Non esiste una trama. Fin dalla prima puntata non si capisce chi è questa Lady, cosa faccia nella vita e perché tutti vogliono portarsela a letto. Non si capisce perché ad un certo punto the Lady cerchi una segretaria che sappi ballare rap, o perché Costantino Vitagliano reciti. Sarebbero più piacevoli le unghie di un gatto su una lavagna. Tutte le undici puntate sono un susseguirsi di amanti usa e getta che spuntano come dei funghi e scompaiono nella nebbia dopo due battute. E grazie al cielo. Il livello della recitazione è davvero imbarazzante. Non hanno un minimo di studio alle spalle. Dizione non ne parliamo e una rigidità fisica che fa invia agli iceberg del polo nord. Magari si potrebbero chiarire i criteri secondo cui sono stati scelti: forse in base a chi le sa cucinare meglio uno spaghetto al pomodoro. Visto che lei stessa in un intervista ha affermato che tutti i suoi uomini, essendo più giovani di lei, le cucinano: “La pasta al pomodoro o azzardano del pesce”. O forse a chi ha più i bicipiti pompati. Un consiglio: Lory, cambia il casting director! Giorgia Pacione Di Bello

20.01.2016 -

Alla luce ei dati ISTAT dell’inizio 2015 gli stranieri residenti in Italia arrivano a quota 5 milioni e 74 mila, cioè l’8,4% della popolazione totale. La concentrazione i stranieri è presente in 4 regioni: Lombardia, Veneto, Lazio, Emilia-Romagna. La maggior parte dei migranti è impiegata nel settore dei servizi alla persona, degli alberghi e ristoranti, delle costruzioni, dell’agricoltura, dell’industria, e del trasporto. La popolazione italiana sembra divisa su questo assunto. Guardando le foto degli emigrati italiani non si può non notare la similitudine con le immagini di oggi. Sono stati circa 31 milioni gli immigrati arrivati nel “Nuovo Mondo “ fra il 1880 e il 1915. Non possiamo dimenticare che la maggior parte dei primi emigranti florensi nell’ottocento e soprattutto all’inizio del Novecento si imbarcarono a Napoli per la via delle Americhe. La posizione delle prime donne meridionali emigrati negli Stati Uniti era di arroccamento su posizioni culturali integraliste, dai vestiti neri, al dialetto, al cibo acquistato solo in negozi di altri italiani e dall’imporre alle figlie un marito italiano e non americano. Inoltre c’è da ricordare che l’esodo Italiano e Europeo verso le Americhe fu cosi’ imponente che il finanziamento a credito del viaggio transoceanico divenne fonte di arricchimento per individui di poco scrupolo. Insomma i personaggi cambiano ma la storia si ripete. Ormai l’Italia sta vivendo un punto di non ritorno. Dobbiamo solo guardare gli stranieri come una risorsa e non come un problema. Non possiamo pensare di essere i padroni dell’Italia. Siamo solo degli ospiti di breve passaggio su questa terra non nostra.. Giulia Casini

11.01.2016 -

Donne è arrivata la FIERA EL BIANCO! Solitamente ogni anno in questo periodo si svolge la Fiera del Bianco, dunque un lungo mese nel quale la biancheria per la casa viene scontata.: lenzuola, federe, asciugamani, teli, ecc. Ma siate sagge! Comprare on line dimezza le spese ma attente alle frodi sempre dietro l’angolo. Inoltre prima di comprare andate in vari negozi, fatevi una lunga cultura sulle offerte e dopo comprate e farcite i corredi delle vostre figlie. Inoltre attenzione ai tessuti in commercio. Un tempo le donne erano attente alla qualita’ dei tessuti oggi le donne sono troppo interessate al prezzo economico, ma dove c è prezzo economico spesso c’ è qualita’ economica - Non mi rimane che dirvi : buon shopping!. Giulia Casini

18.01.2016 -

Lady di ferro alias Hillary Clinton data, in questi mesi, come la candidata numero uno dei democratici alle elezioni Usa del 2017 per sostituire Obama alla Casa Bianca, sembra aver perso progressivamente consensi nonché una leadership, che pareva inattaccabile. Bernie Sanders, senatore del Vermont, si sta dimostrando l’uomo giusto per combattere l’ex first lady alle primarie democratiche. A Charleston, in South Carolina, tra Hillary Clinton e Bernie Sanders è andato in scena l’ultimo confronto prima dell'inizio delle primarie a febbraio. Un dibattito televisivo trasmesso dalla Nbc che ha visto Hillary e Sanders, affrontarsi su svariati temi: la politica estera, la sanità, la riforma di Wall Street etc. Lei, scaltra e concreta, promette continuità con la politica riformista di Obama. Lui, decisamente tradizionalista, si è mostrato più idealista e prudente, si è guardato bene dal professarsi sostenitore delle politiche di Obama. I due contendenti sembrano più vicini in materia di politica estera. Sull'Iran usano toni prudenti, lodando il miglioramento delle relazioni dopo l'accordo sul nucleare ma ammonendo sulla necessità di tenere gli occhi aperti sull'operato di Teheran. Sulla Siria concordano: è necessaria una serrata lotta al terrorismo, attraverso una via diplomatica, che non contempli un intervento bellico diretto, ma che si prefigga, invece, di risolvere, in tempi brevi, la crisi che sta coinvolgendo i paesi islamici. Simone Novara

18.01.2016 -

Il 5 Gennaio in America e il 15 Gennaio su sky Atlantic (Italia) è stato trasmesso il primo episodio di The Shannara Chronicles. La serie, promossa da MTV, è liberamente tratta dalla celebre saga letteraria fantasy partorita dalla mente di Terry Brooks, avvocato statunitense che esordì nel 1977 con il libro La Spada di Shannara, opera che rimase nella classifica del New York Times dei libri più venduti per oltre cinque mesi. Se l'autorità e il genio di Brooks sono indiscussi (lo stesso George Lucas, creatore di Star Wars, chiese personalmente a Terry di scrivere il romanzo Star Wars Episodio I: La Minaccia Fantasma. Terry, essendo un fan della saga, accettò e, un mese prima dell'uscita del film nei cinema, il libro fu pubblicato), l'uscita di The Shannara Chronicles ha spinto, inevitabilmente, a fare il paragone fra questa serie e il telefilm fantasy più seguito e amato degli ultimi anni: Il Trono di Spade, tratto dalla prolifica penna di George R. R. Martin e dalla sua saga Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Un paragone tuttavia superfluo; come i fan di Brooks sanno bene, la saga di Shannara è ambientata in una dimensione fantasy post-futuristica, dove i popoli tipici della narrativa di questo genere (elfi, nani, troll ecc., assenti nel mondo creato da Martin) vivono in una sorta di pianeta Terra stravolto e cambiato in seguito a terribili guerre, che ne hanno alterato il clima, e il DNA dei suoi abitanti. Se nei libri questo elemento è tutto sommato marginale, nel telefilm viene sottolineato da ruderi e riferimenti alla nostra epoca presenti nello spazio di azione. Ciò segna un brusco distacco dal mondo di Trono di Spade, dove l'ambientazione è priva di elementi classici del fantasy come elfi e nani, e collocata in una dimensione che richiama, senza ombra di dubbio, il Medioevo e il primo Rinascimento europeo. Un altro elemento che caratterizza The Shannara Chronicles è il recupero di quelle atmosfere “di evasione” tipiche del fantasy: le avventure dei giovani protagonisti, guidati dal druido Allanon coinvolgono lo spettatore, lo trasportano in un'altra dimensione e assicurano quaranta minuti di svago puro e semplice. Game of Thrones, pur essendo un format di alta qualità, non è un programma di “svago”: sconvolge, tormenta, tiene in tensione il pubblico. Con le sue caratteristiche, The Shannara Chronicles si presenta come un format ad ampio raggio, adatto a tutte le fasce di età, anche ai giovanissimi. Simone Novara

18.01.2016 -

Secondo l’Istituto Dermatologico Europeo, lavarsi i capelli tutti i giorni non fa male. Bisognerebbe però fare attenzione allo shampoo che si usa. L’ingrediente principale dovrebbe essere una molecola di tensioattivo che legandosi con l’acqua permette l’eliminazione del sebo e dello sporco. Possono essere utilizzati diverse categorie di tensioattivi: per capelli normali, secchi, grassi, con la permanente, colorati e decolorati. Il pH dovrebbe essere acido, intorno a 5. Infine si dovrebbe dedicare al lavaggio 3 o 4 minuti, altrimenti il prodotto non potrà agire. Bisognerebbe evitare di compare shampoo che contengono silicone e paraffina, perché danno solo l’impressione di rendere i capelli più luminosi e corposi. In realtà li seccano e sfibrano. Giorgia Pacione Di Bello

18.01.2016 -

Vacanze di Natale terminate. Abbuffate finite. Ma non cantate vittoria troppo presto… Sicuramente vi sarà capitato in questi giorni di entrare in un supermercato. E quasi sicuramente volevate fare una spesa sana, visto le quantità industriale di cibo che si è mangiato in queste feste. Se non fosse che girato l’angolo delle cipolle, avete trovato un intera parete di: chicchere, frittelle, bugie alla marmellata all’albicocca, alla pesca, al limone, al cioccolato e alla crema. Giustamente. Vorrei caldamente ricordare che carnevale è l’8 e il 9 febbraio per il rito romano e il 12 e il 13 per quello ambrosiano. Il che significa che mancano esattamente 24 e 27 giorni. Per il bene del fegato dei milanesi, supermercati: ci fate passare gennaio, senza dover rincorrere carnevale? Tanto arriva. State tranquilli. Giorgia Pacione Di Bello

18.01.2016 -

La coppia dell’acido è ufficialmente diventata banda: nel processo di primo grado con rito abbreviato per lo sfregio di Stefano Savi, oltre alla Levato (16 anni di reclusione) è stato condannato anche il complice Andrea Magnani (9 anni di reclusione).

L’ex compagno della Levato, Alexander Boettcher, aspetta invece l’esito del dibattimento.

Ma la Levato non ci sta: in un’intervista a Repubblica denuncia l’ingiustizia della disparità di trattamento fra lei e Magnani, perché lei si è pentita, ha confessato ed ha collaborato, eppure il trattamento sanzionatorio è stato più severo di quello riservato al complice.

La Levato invoca quindi il diritto di crescere il figlio avuto da Boettcher, magari in una comunità, ed annuncia che i suoi avvocati spiegheranno all’opinione pubblica che se uno sbaglia ma si pente e collabora, allora merita una seconda chance.

Siamo sicuri che in qualche modo Martina Levato avrà la sua “seconda possibilità di vita”: la finalità riabilitativa della pena è stabilita dalla Costituzione, e il coraggiosissimo gesto del pentimento va premiato, giusto?

Peccato solo che per Stefano Savi e le altre vittime dell’acido voltar pagina sarà più difficile, perché le vigliacche aggressioni di Levato & co. hanno lasciato deturpazioni indelebili sui loro volti.

“Sì ma lei si è pentita”. Ah bè, e allora: ubi maior minor cessat! Morena Restelli

18.01.2016 -

Per fare impresa ci vuole sempre coraggio, ma gli imprenditori che hanno registrato il marchio “Nativa” hanno fatto una vera e propria scommessa: per loro il 2016 sarà l’anno della rivoluzione, e allora hanno deciso di precorrere i tempi e di dar vita al primo brand italiano che, quando sarà lecito, produrrà e distribuirà marijuana per uso ricreativo.

Quelli di “Nativa” sono davvero “avanti”, perché sul loro sito internet hanno già annunciato nomi e caratteristiche delle 5 varietà di cannabis che intendono lanciare sul mercato, ed hanno anche già avviato la campagna di affiliazione per la creazione della rete di franchising che servirà per la distribuzione.Magari è un azzardo, ma se avessero ragione loro?

Se legalizzato, si tratterebbe di un mercato con potenzialità davvero enormi, e una società già pronta per la produzione e la vendita sarebbe in pole position per diventare leader del settore.

Audaces fortuna iuvat, o se volete, più semplicemente, chi non risica non rosica. Morena Restelli

15.01.2016 -

Addio all'attore e regista inglese Alan Rickman, il Severus Piton di Harry Potter,interprete di una settantina di film. Era malato di cancro. L'annuncio arriva dai suoi cari che in un comunicato hanno dichiarato che è morto "circondato da famigliari e amici". Avrebbe compiuto 70 anni il prossimo 21 febbraio. Nella sua lunga carriera, iniziata negli anni Settanta a teatro, aveva conquistato un Emmy e un Golden Globe per la serie tv Rasputin.

Il successo popolare a livello mondiale lo deve però al personaggio del professore Severus Piton della saga multimilionaria di Harry Potter, il ruolo dell'insegnante di pozioni risulta all'inizio della storia l'ennesimo cattivo ma nel gran finale si rivela la figura più carismatica, pronta all'estrema sacrificio per le ragioni del bene.

Tra i primi ad esprimere il suo dolore per la perdita di Alan Rickman è stata la scrittrice J.K. Rowling: "Non ci sono parole per esprimere quanto sia scioccata e devastata. E' stato un attore magnifico e un uomo meraviglioso" Luigi Lanzilotti

14.01.2016 -

Il rischio che un asteroide impatti con la Terra è serio e, sempre di più, è considerato dalle agenzie spaziali "una questione da non sottovalutare". A oggi, si conoscono 13.665 bolidi la cui orbita li ha portati, o li porterà prossimamente, vicino alla Terra: il censimento è del Minor Planet Center.

Nessuno di questi oggetti è, al momento e in base ai calcoli, in rotta di collisione con il nostro pianeta, ma potrebbe non essere così per sempre, per questi stessi oggetti o per altri che si scopriranno in futuro, e il "perché" è molto facile da capire: il 95% degli oggetti è stato scoperto dal 1998 ad oggi,e ogni anno se ne trovano 1500 nuovi. 54 sono stati identificati tra il 1° e il 13 gennaio 2016. È per questo che l’ente spaziale americano ha dato il via ad un progetto con l'obiettivo di supervisionare tutti i progetti finanziati dalla Nasa stessa che hanno come compito quello di rilevare e tracciare gli asteroidi potenzialmente pericolosi per la Terra. Anche per evitare bufale, che, come in un gigantesco effetto domino, si propagano alla velocità della luce su Internet. Simone Novara

13.01.2016 -

La scrittrice J.K.Rowling ha confermato di essere impegnata nella stesura di una nuova trilogia ambientata ad Hogwarts. Harry è invecchiato ma il suo volto presenta una nuova cicatrice..

E' uscito infatti un racconto sul sito pottermore.com

La storia ha la particolarità di essere scritta sotto forma di articolo da un'indiscreta giornalista Rita Skeeter della “Gazzetta del profeta”. La Skeeter si trova alla finale della coppa mondiale di Quidditch, dove si interessa soprattutto degli ospiti presenti all'evento.

Tra gli illustri ospiti scopre che Harry Potter 34enne, ha avuto due figli, James e Albus, dalla moglie Ginny Weasley, sorella di Ron. Presente anche Ron accanto alla moglie Hermione e ai due figli Hugo e Rose.

Harry oltre a essere un po' brizzolato prensenta una nuova cicatrice, sulla guancia. Cosa sarà successo?

Questa puntata, è in realtà il preludio per una nuova e fantastica magica saga..

Nella trilogia emergerà un nuovo personaggio, un magizoologo in viaggio per conto del Ministero della magia, tale Newt Scamander. Il tutto ambientato negli anni '30.

I fan di Harry potter saranno entusiasti di tutto ciò.Con i libri ovviamente usciranno anche i film, in collaborazione con Warner Bros. Le date di uscita per ora sono previste per il 2016 in America e 2017 in Italia.

Luigi Lanzilotti

11.01.2016 -

Nella notte di lunedì si è tenuta la 73esima edizione dei Golden Globe Awards. Protagonista indiscusso dell’evento, nella sezione cinematografica, senza dubbio, il film Revenant che ha portato a casa ben tre riconoscimenti: premio come miglior film drammatico, per il miglior regista (Inarritu) e il miglior attore in un film drammatico (Leonardo DiCaprio). Invece la pellicola, The Martian-Sopravvissuto vince il premio come miglior commedia e come miglior attore in una commedia (Matt Damon); Joy infine ha vinto il premio come migliore attrice in una commedia (Jennifer Lawrence). Anche Sylvester Stallone può alzare una statuetta al cielo come miglior attore non protagonista per Creed. È utile sottolineare che i Globes vengono assegnati quando la procedura delle nomination agli Oscar è già chiusa. Quindi è difficile trarre conclusioni su cosa succederà il mese prossimo al Dolby Theatre, per la serata degli Oscar. Nonostante Inarritu abbia vinto tre premi, non è assolutamente certo che poi Revenant trionfi agli Oscar: un anno fa Birdman perse a favore di Grand Budapest Hotel, per poi trionfare agli Oscar. Negli ultimi undici anni solo tre vincitori del Golden Globe come miglior film drammatico hanno ottenuto l’Oscar (12 AnniSchiavo, Argo e The Millionaire) e solo una commedia (The Artist). L’unico riconoscimento per il quale quasi sicuramente l’Academy seguirà i Globes è il premio come miglior attore non protagonista a Sylvester Stallone in Creed. Simone Novara

11.01.2016 -

L'addio a Lemmy Kilmister, fondatore del Motorhead, sarà in diretta su youtube.La decisione è stata presa dalla famiglia, che datp l'alto numero di fan, ha deciso di far trasmettere

il funerale in diretta streaming.

La cerimonia di oggi 9 gennaio 2016 sarà tenuta al Forest Lawn Memorial Park di Los Angeles.

La band su Facebook invita i fan all'appuntamento online per non affollare il cimitero.Lemmy Kilmister è scomparso il 28 dicembre all'età di 70 anni.

I Motorhead scrissero su Facebook: “ Il nostro splendido, nobile amico Lemmy è andato via oggi, dopo una breve battaglia con un cancro estremamente aggressivo”.

Nato il 24 dicembre del 1945 a Stoke-on-Trent in Inghilterra, Lemmy cominciò a suonare il basso e a interessarsi alla musica negli anni '60.

A metà del '70 fondò la band Motorhead, che si trasformò in punto di riferimento indiscutibile dell'heavy rock con Lemmy al basso e alla voce. Luigi Lanzilotti

11.01.2016 -

Quando si entra per la prima volta in carcere lo shock è molto profondo. Il colore grigio predomina, tutto è grigio: i muri, le celle, le porte che si chiudano alle spalle. Pagare una pena è necessario, chi sbaglia deve pagare ma attraverso la libertà, la pena deve essere assenza di libertà ma non di dignità, di rispetto e di diritti. Troppe ingiustizie accadano in carcere che noi al di fuori non sappiamo, troppe violenze nascoste raccontate dai detenuti agli educatori, ai maestri, agli assistenti sociali, violenze di ogni tipo. Ci si scorda spesso che chi compie un delitto deve essere rieducato, riformato attraverso percorsi interiori molto profondi. Levando ogni diritto alla persona, il detenuto uscirà dal carcere ancora più malato di prima, così facendo il detenuto diventa un pericolo molto grande nella società. Troppi carceri sovrappopolati, senza nessun tipo e forma di percorso rieducativo. Sembra interessante il problema della percentuale di detenuti tossicodipendenti, per i quali il carcere sembra essere la prima barriera e invece dovrebbe essere l'ultima; a questo infatti si dovrebbe sostituire pene alternative, finalizzate al recupero degli individui.Ancora oggi la politica non ha risolto un problema molto grave e pericoloso della società. Sembra che non ci sia interesse a sanare i “malati” di comportamento. In questi anni lo Stato non è mai intervenuto in modo efficace sul miglioramento della situazione carceraria.

Spesso si è ritenuto giusto comporre leggi aspre e rigide che con il tempo hanno portato disagio nel contesto quotidiano e reale carcerario.

A queste leggi va sommato l'abbandono del progetto di riforma della Commissione Pisapia, la quale avrebbe sicuramente migliorato la situazione carceraria. La classe politica spesso si limita a finanziare aziende per la costruzione di carceri al fine di migliorare la condizione carceraria e certe volte tutto ciò avviene in gran segreto. Per esempio, tre degli appalti per la costruzione degli istituti penitenziari sardi sono andati a società che poi li hanno vinti, nel 2008, anche per le opere alla Maddalena: Opere Pubbliche spa per il carcere di Cagliari, Anemone srl per quello di Sassari, Gia.fi costruzioni per quello di Tempio.

L’aggiudicazione l’ha fatta il SIIT (Servizi integrati infrastrutture) del Lazio, braccio operativo del Ministero delle Infrastrutture guidato, fino al settembre del 2005, da Angelo Balducci, il soggetto attuatore del G8 finito in carcere, insieme al successore Fabio De Santis con l'accusa di corruzione.

Ovviamente non c’è alcun profilo penale. Solo un filo rosso che tiene insieme almeno tre società nella realizzazione dei più rilevanti interventi pubblici in Sardegna degli ultimi anni. Poi in Italia ci sono molti carceri costruiti ma mai entrati in funzione. Per esempio ad Oristano c'è un carcere nuovo ma completamente abbandonato. Il Ministero della Giustizia dopo anni ha deciso di regalarlo al comune di Busachi (il comune dove sorge l'istituto) ma il comune non sa cosa farsene. Il carcere non è entrato mai in funzione ma è costato allo Stato 5.000.000.000 di lire. Anche il carcere di Gela, che fu inaugurato da Clemente Mastella durante il governo Prodi non è stato mai terminato. Quello di Arghillà, nella provincia di Reggio Calabria, iniziato nel 1996, ha subito la stessa fine, nonostante il Governo Berlusconi stanziò in passato altri 21.000.000 di euro per terminarlo. E infine c'è quello di Melito sempre in Calabria, che come quello di Busachi non c'è più niente da fare, solo spendere altri soldi per buttarlo giù.

Le carceri mai terminate in Italia sono quaranta, quindi il popolo italiano spende i suoi soldi in opere utili ma che rimangono incomplete, mentre i detenuti continuano a vivere stipati in carceri molto vecchie come nel carcere di ''San Sebastiano'' nel centro di Sassari. Giulia Casini

11.01.2016 -

Un'esplosione si è verificata in un poligono di tiro privato a Portomaggiore, in provincia di Ferrara. Nell'esplosione, secondo le prime informazioni dei vigili del fuoco sono morte tre persone e altre tre sono rimaste ustionate.

Feriti anche due vigili del fuoco a causa del crollo di un solaio durante le operazioni di spegnimento dell'incendio.

L'incidente è avvenuto attorno alle 10.00 in un poligono che si trovava al secondo piano di un piccolo capannone di circa 400 metri quadri. Ancora da accertare le cause che hanno provocato l'incidente. L'esplosione ha provocato un violento incendio, ancora in corso. Sia i tre ustionati sia i due vigili del fuoco coinvolti nel crollo del solaio sono stati trasportati in ospedale. D.S.

 

11.01.2016 -

II nostri gattini sono ormai come membri della famiglia. Ci preoccupiamo per loro, pensiamo a loro quando siamo a lavoro e stiamo male se loro non stanno bene. È essenziale però stare attenti a non dare del cibo non adeguato ai nostri amici pelosetti. Il pesce crudo che piace tanto a loro è assolutamente vietato, infatti questo rallenta l’assorbimento della tiamina che è una vitamina molto importante per il gatto. Il cioccolato può essere fatale per i mici. Loro lo amano, come noi lo amiamo ma mentre per noi la cioccolata mangiata in piccole dosi può fare anche bene, per i gatti è molto pericolosa data la teobromina. I dolci possono far diventare obesi i nostri animaletti e nei casi più gravi farli ammalare di diabete. Gli alimenti assolutamente tossici sono: le cipolle e l’aglio; L’alcol; Le noci; L’uva e l’uvetta. I gattini domestici hanno un metabolismo differente dai gattini randagi dunque non possiamo dargli tutto da mangiare ma anzi stare molto attenti alla loro alimentazione. Giulia Casini

11.01.2016 -

Il 2015 è destinato a conquistare il triste record di anno più caldo di sempre, ma il 2016 potrebbe risultare ancora più torrido. Agli effetti del riscaldamento globale potrebbero infatti sommarsi quelli di El Niño, il fenomeno meteorologico che periodicamente scalda le acque del Pacifico e che quest'anno, secondo i meteorologi, si sta manifestando con un’intensità senza precedenti.

Secondo la World Meteorological Organization, l'organizzazione meteorologica mondiale delle Nazioni Unite, le temperature superficiali medie terrestri hanno raggiunto, nel 2015, la soglia "simbolica" e preoccupante di +1 °C rispetto all'era pre-industriale (1880-1899) e di 0.73 °C rispetto al periodo compreso tra il 1961 e il 1990. Il valore medio registrato è stato di 14 °C, il più alto di sempre grazie - si fa per dire - a una combinazione tra global warming e El Niño.

«I dieci anni più caldi per il pianeta si sono verificati tutti dopo 1998, e otto di questi sono avvenuti dopo il 2005» denunciano dall'organizzazione. In particolare, tra il 2011 e il 2015 si sono registrate temperature più alte di 0,57 °C rispetto al 1961-1990. Durante questo periodo, le temperature oceaniche globali hanno raggiunto picchi mai toccati finora, e l'anno che verrà è destinato ad essere anche peggio: per la WMO, l'anno in cui il termometro globale sarà maggiormente influenzato da El Niño sarà il 2016, e non il 2015.

Il fenomeno infatti dovrebbe raggiungere la massima intensità a gennaio, per poi scemare in primavera. Ma poiché il picco delle temperature si registra, solitamente per il calore immagazzinato dagli oceani, è lecito aspettarsi un record al rialzo anche per l'anno alle porte. Simone Novara

 

11.01.2016 -

Il riso un alimento semplice da cucinare e low cost, ma molto utile per la nostra salute e forma fisica!

Gli effetti benefici sono molteplici: alta digeribilità, regola la flora batterica, contrasta l'ipertensione, non contiene glutine, le sue proteine sono qualitativamente superiori, ha un elevato potere saziante ed aiuta a mantenere il peso forma.

Visti i molteplici effetti benefici, l'alimento è stato di recente rilanciato in Italia con una campagna di promozione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con l'obiettivo di avvicinare il pubblico al patrimonio risicolo italiano.

Ricordiamoci che i principali consumatori di riso sono gli orientali, sarà per questo che è il popolo con la minor incidenza di sovrappeso?!? Morena Restelli

08.01.2016 -

Il mondo è piccolo, sempre più piccolo, scrivono gli amici del Nyt, e «dai templi più antichi alle acque cristalline, queste secondo noi sono le destinazioni top da visitare durante l’anno». Quali sono? Al primo posto c’è, a sorpresa, Mexico city, capitale sterminata del Messico. Consigliata perché, oltre ad avere ospitato Papa Francesco e centinaia di migliaia di pellegrini provenienti da tutto il paese, ormai attrae sempre più pellegrini ma di un altro genere: viaggiatori che vogliono scoprire i segreti di una delle migliori cucine al mondo, musei, oggetti di design. Giovani da Spagna, Sud America e Stati Uniti arrivano a fiotte a Mexico city attratti dalla movida, la sua energia, ma anche per la favorevole quotazione del peso, la moneta locale, che è arrivata a livelli bassissimi rispetto al dollaro. Secondo posto al mondo da visitare nel 2016 per gli americani è: Bordeaux, la città futuristica e la regione dei vini francese, piacevolmente demodè. Quest’anno aprira i battenti il futuristico Museo del vino a Bordeaux, ambiziosa costruzione lungo il fiume Garonne dedicata alla storia della viticoltura francese. L’edificio completamente in legno progettato dallo studio di architettura X-TU , è parte di uno sforzo di rivalutazione sostenibile delle sponde e delle vie d’acqua di Bordeaux che comprende anche il più grande ponte levatoio europeo, il Ponte Jacques Chaban-Delmas , e il recupero di una vasta area costiera abbandonata in più di 5mila nuovi appartamenti, parchi e installazioni sull’acqua. Insomma Bordeaux è una delle città più interessanti di Francia, la seconda dopo Parigi secondo un recente report transalpino. Con tanti locali che aprono e ristoranti stellati. Gordon Ramsey da poco ha preso in gestione Le Pressoir d’Argent, il ristorante dell’albergo InterContinental. Mentre lo chef stellato francese Philippe Etchebest guida il Café Opera nel Gran Teatro. Il quartiere neoclassico di Bordeaux, in buona parte restaurato, dal 2007 fa parte dei siti urbani degni di protezione dell’Unesco. Al terzo posto, sempre sul podio, c’è Malta, il mediterraneo racchiuso nello spazio di una monetina.Un clima favorevole, spiagge sublimi, templi megalitici e una cultura mix, piena di influenze di ogni tipo ne fanno uno dei posti preferiti dal Nyt. Da quarto al decimo posto, per restare nella top ten della interessante classifica del Nyt, che invita a scoprire posti nuovi, poco conosciuti, al di fuori dai circuiti soliti, ci sono, nell’ordine:Coral Bay a St John nelle Virgin Island’s, al quarto posto; il Theodore Roosevelt National Park, in North Dakota, al quinto posto. Il Mozambicoe i suoi 5mila chilometri di coste vergini, in Africa, al 6°, Toronto, in Canada, a poca distanza da New York (7°), seguite da Abu Dhabi (8°), dalla penisola di Swane in Svezia, dove trovare la vera cucina svedese, nono posto e, al decimo, la valle vulcanica diVinales e le sue colline sul mare, a Cuba, dove si trova una regione ancora intatta a livello paesaggistico. Torino, Italia, e le dolci colline di Langhe, Roero e Monferrato. I suoi saperi, e i suoi sapori di questa «antica capitale industriale» sono al 31esimo posto tra i luoghi consigliati da visitare. Consigliato c'è il Museo Egizio appena riaperto dopo la ristrutturazione totale e poi i Docks Dora, sede di gallerie, atelier e club underground, la street art alla Barriera, il nuovo headquarter di Lavazza vicino Porta Palazzo, il più grande mercato europeo all’aperto. Torino, viene ricordato, è la città dell’annuale Salone del Gusto organizzato da Slow Food che tanto piace agli americani. Ma è anche la città di tanti spazi espositivi e rassegne culturali (Camera, Art Week, Artissima, Paratissima e Luci d'Artista, Torino Jazz, Kappa Futur, Todays, Movement Torino). Sempre Torino è a un passo dalla splendida area di Langhe-Roero e Monferrato, patrimonio dell’Unesco.

. D.S.

 

08.01.2016 -

Le molestie di Capodanno diventano un caso europeo, dopo le dichiarazioni alla tv tedesca delle ragazze. Fa discutere la strategia del governo tedesco che ha minimizzato i casi, ma ora non può più nascondersi.

Secondo il settimanale Der Spiegel ci sarebbero inoltre 4 fermati: due nordafricani accusati di furto e arrestati già a Capodanno, e altre due persone, in cella da quattro giorni, su cui le autorità non hanno dato informazioni e che sono invece accusate di molestie sessuali. Il caso sicuramente non finirà qui ma farà discutere in ogni parte dell’Europa…

. D.S.

 

07.01.2016 -

Decine di persone sono morte per un attentato nella città di Zlitan, sulla costa del Mediterraneo nell’ovest della Libia, a circa 35 chilometri da Misurata. Alcune fonti parlano di 65 morti. L’esplosione, provocata da un camion imbottito di esplosivo, ha colpito il centro di addestramento della polizia giudiziaria di Al-Jahfal nella zona Suq al Thulatha. La deflagrazione è avvenuta alle otto del mattino ora locale mentre numerose reclute si affollavano davanti all’ingresso del centro e per questo il numero delle vittime è molto alto. Nel centro si stavano addestrando in questi giorni 400 reclute della guardia costiera. Il portavoce dell’ospedale di Zliten ha riferito di aver ricevuto già numerose salme provenienti dal luogo dell’attentato, ed ha lanciato un appello per una raccolta di sangue, mentre è stata smentita la notizia dell’esplosione avvenuta in un secondo punto della città.

 

06.01.2016 -

Pronti partenza e via: SALDI invernali 2016! Se non siete super organizzate e non avete già il vostro outfit da saldo in testa perchè non prendere qualche spunto e farsi aiutare dalle Fashion Blogger?!

Le trovate ovunque basta un click su Instagram o sui loro Blog. Ce ne sono per tutti i gusti e l'età. Sono ragazze che propongono i loro outfit in tutte le varianti dal casual all'elegante. E allora cliccate, trovate la fashion blogger che più si avvicina al vostro stile e seguite i suoi consigli di moda. Morena Restelli

 

06.01.2016 -

Siamo circondati dalla tecnologia, siamo sempre connessi e tutti sono reperibili, sempre in allerta per il lavoro e per ogni sorta di esigenza.

Consultare la posta elettronica è diventato semplice e necessario come respirare.

Questa è la tendenza che emerge dal recente studio apparso sulle pagine del Sunday Telegraph condotto da un team di psicologici britannici su un campione di 2.000 persone: c'è chi controlla la posta elettronica durante tutta la giornata, chi lo fa come prima cosa al mattino o come ultima cosa la sera prima di dormire. Ma quali sono le conseguenze per il nostro benessere? Semplice, un impatto negativo sul nostro benessere emozionale messo a dura prova dala verifica continua delle mail o di altri messaggi e dal susseguirsi di bip e vibrazioni che determinano un aumento della tensione e delle preoccupazioni. Il consiglio è semplice: mettete un pò a riposo la tecnologia e non consideratela indispensabile! Morena Restelli

05.01.2016 -

Cresce la tensione in medio oriente. La Russia è pronta ad agire come intermediaria per contribuire alla soluzione della tensione tra Iran e Arabia Saudita, seguita all’esecuzione dell’imam sciita Nimr al-Nimr a Riad. Lo ha annunciato un funzionario del ministero degli Esteri di Mosca, citato dalle agenzie russe.Nuove violenze e tensioni si registrano intanto tra sunniti e sciiti in almeno tre paesi in seguito all’esecuzione dell’imam: sono Iran, Iraq e la stessa Arabia Saudita dove il leader sciita è stato giustiziato. Il tutto mentre gli Stati Uniti si dicono preoccupati per le tensioni in Medio Oriente e chiedono a Iran e Arabia Saudita di «fermare l’escalation» e di «mostrare moderazione e non infiammare ulteriormente la situazione nella regione».

04.01.2016 -

Si parla spesso di editoria in crisi, in questa era digitale, quella in cui sta dilagando senza sosta l’uso dell’ebook, che appare come l’unica garanzia valida per contenere i costi, sempre più gravosi, della messa in stampa. Eppure un mercato dei libri esiste ancora e non è difficile sapere quali siano i libri più letti dagli italiani in questi primi giorni dell’anno. L’opera che sta registrando maggiori consensi sia tra i sostenitori del formato digitale sia tra i fedelissimi del cartaceo è È così che si uccide di Mirko Zilahi; edito da Longanesi, è disponibile in tutte le librerie a partire dal 1 gennaio. La trama vede come protagonista un commissario della omicidi, il fragile Enrico Mancini, esperto di crimini seriali alle prese con un caso che lo affascina e allo stesso tempo lo affligge. A seguire il libro di Gennaro Sangiuliano: Putin. Vita di uno zar, lavoro che analizza nel dettaglio la vita e l’ascesa al potere di uno dei leader più carismatici, nel bene e nel male, del nostro tempo. In vetta troviamo anche un classico firmato da Allende Isabel: L’amante giapponese, edito da Feltrinelli, un’epica storia d’amore che spazia dalla Polonia della Seconda guerra mondiale alla San Francisco dei giorni nostri. Simone Novara

04.01.2016 -

Dal giorno di uscita, a Capodanno in 1300 sale, è stata una corsa inarrestabile: quasi 7 milioni di euro il primo giorno (con proiezioni alla mezzanotte per i fan di Checco che volevano cominciare il nuovo anno con il loro idolo), altrettanti il secondo e ancor di più (8,2 milioni di euro) il terzo, cioé domenica. Checco Zalone ha quindi portato al cinema tre milioni di spettatori compreso il premier Matteo Renzi, andato in sala il primo dell'anno con la famiglia a Courmayeur e che, intervistato da La Stampa, ha detto: "Ho riso dall'inizio alla fine. I radical chic che lo snobbavano ora lo osannano".

Il film, che racconta l'epopea di un impiegato statale che pur di mantenere il suo posto fisso in un ufficio che rilascia licenzia di pesca e caccia è disposto ad andare persino al Polo Nord, è verosimilmente destinato a battere tutti i record di incassi in Italia e superare il primato dello stesso Zalone che nel 2013, con Sole a catinelle, incassò quasi 52 milioni di euro, diventando il secondo incasso di sempre nel nostro Paese (dietro Avatar, film in 3D di James Cameron che aveva incassato nel 2009 65 milioni di euro).

23.12.2015 -

È giusto chiedersi quale siano le mete predilette per festeggiare l’ultima notte dell’anno. In vista di Capodanno 2016, il trend delle ultime settimane, ci dice che la capitale europea che ospiterà più turisti, superando Londra e Parigi, è proprio Berlino. La capitale tedesca, considerata ormai da molti una città dinamica, giovanile e quindi di tendenza, allestirà, come di consueto, una festa magniloquente e pirotecnica presso la Porta di Brandeburgo. Non solo Berlino, ma anche altre località suggestive della Mitteleuropa come Vienna, Praga, Budapest e Bratislava, accoglieranno migliaia e migliaia di visitatori. È prevista una grande affluenza anche in Costa Azzurra, specialmente a Nizza. La città francese è nota per la sua grande vita notturna, la buona cucina e gli alberghi molto economici. In Italia, invece, la città d’arte che vanterà un considerevole boom di presenze sarà Firenze, seguita da Roma e Venezia. Simone Novara

23.12.2015 -

La cometa di Natale è stata battezzata C/2013 US10 Catalina, questa, a partire dai primi giorni del mese di dicembre, si potrà vedere in piena notte, non solo, ma anche prima dell'alba con un piccolo telescopio o un binocolo. Raggiungerà il punto più vicino alla Terra il prossimo 17 gennaio, per poi dirigersi verso i confini del Sistema Solare.

Catalina è una cosiddetta cometa periodica individuata il 31 ottobre 2013 dal Lunar and Planetary Laboratory dell'Università dell'Arizona. Ha toccato il perielio (il punto dell'orbita di massimo avvicinamento al Sole) il 15 novembre 2015; prima di allora era stata visibile per mesi solo nell'emisfero australe. Si tratta del suo primo e unico passaggio all'interno del Sistema Solare e di un'occasione irripetibile per poterla osservare. Il 17 gennaio la cometa sarà a "soli" 108 milioni di chilometri dalla Terra: in quella data farà capolino nel cielo dalle ore 22, nei dintorni dell’Orsa Maggiore. Simone Novara

22.12.2015 -

Davanti agli attacchi terroristici anche in Europa «dobbiamo rispondere lavorando costantemente per non farci sconfiggere dalla paura in patria ma venendo anche qui, con la consapevolezza e l'orgoglio di essere italiani». Lo ha detto oggi il presidente del Consiglio Matteo Renzi ai 'caschi blu' italiani dell'Unifil, la forza di interposizione dell'Onu di base a Shama, in Libano. «Questo è un luogo che ci rende orgogliosi di essere italiani», ha aggiunto Renzi. C'è «una specificità del made in Italy anche nel fare operazioni di peacekeeping», una specificità fatta di «una straordinaria professionalità unita a una grande umanità». Renzi ha sottolineato che quella dell'Italia in questa regione è «una presenza storica», fin dalla partecipazione alla forza multinazionale nel 1982 e poi con l'Unifil, comandata attraverso gli anni da ben tre generali italiani: Graziano, Serra, e ora Luciano Portolano.

«È inutile lavorare sulla stabilità e la pace se non costruiamo i ragazzi di domani. Dobbiamo incoraggiare gli sforzi di cambiamento delle nuove generazioni». Il premier, che nel pomeriggio visiterà una scuola di Unicef a Beirut, ha sottolineato l'importanza dell'impegno «per la scuola e la cultura».

 

22.12.2015 -

Offrire visibilità al settore del luna park: questo l’obiettivo del sito Lunaparkitalia.org, un portale per gli appassionati di luna park, che presenta una mappa, mai realizzata prima, con l’indicazione dei parchi itineranti italiani, aggiornata dinamicamente con il contributo degli esercenti.

Al portale web è affiancata una forte presenza sui social network, luoghi virtuali dove si incontrano i giovani appassionati di luna park: una pagina Facebook, un canale YouTube e presenza su Instagram e Twitter permetteranno di condividere foto, video ed informazioni, nella certezza che un divertimento come il luna park possa essere illustrato al meglio presentandolo attraverso le immagini.

Il sito presenta anche la storia del luna park, alcune curiosità, le norme che ne regolano l’esercizio, ed informazioni sugli esercenti dello “spettacolo viaggiante”, secondo il termine che qualifica questo settore.

Lunaparkitalia è un progetto di comunicazione multicanale di ANESV-AGIS, l’associazione di categoria dei parchi divertimento, elaborato con la collaborazione di ByTek Marketing.

21.12.2015 -

I ricercatori dell'Università di Linköping (Svezia) sono riusciti per la prima volta a impiantare circuiti elettrici organici all'interno di piante vive, combinando l'elettronica artificiale con il naturale network di segnali che i fiori usano per sopravvivere.

L'idea delle piante bioniche non è nuova. L'anno scorso un ricercatore del MIT aveva dimostrato che, installando nanotubi di carbonio nei cloroplasti degli spinaci, l'attività fotosintetica delle foglie aumentava. Ma la strada tentata dai ricercatori svedesi è ancora più estrema: è la prima volta che tutti i componenti di un circuito elettronico vengono integrati in un fiore vivente. Infatti, in uno degli esperimenti lo stelo di una rosa è stato immerso in una soluzione a base di un polimero chiamato PEDOT, che è stato risucchiato e assorbito dal sistema vascolare della pianta, senza danneggiarla. I biologi, come spiega la rivista “Science Advincences”, potrebbero sfruttare simili circuiti per regolare o "aggiustare" la fisiologia delle piante (in modo analogo all'uso del pacemaker nell'uomo), controllandone la crescita o i processi chimici interni senza manipolarne il DNA della pianta, ma anche a creare biosensori o a sfruttare la fotosintesi per ricavare energia. Simone Novara

 

17.12.2015 -

A San Michele al Tagliamento il più grandebosco di bambù. Quasi 40 ettari, da Alvisopoli a San Giorgio al Tagliamento, sono stati già piantumati con importanti investimenti per il territorio e nuovi posti di lavoro. «Complessivamente sono 37 ettari di bosco meraviglioso che porterà molti benefici, sia ambientale che economico - spiega Stefano Pesaresi, responsabile del progetto -. Sarà un fiore all'occhiello per l'Italia, anche se è già da vero record dal momento in cui per estensione sarà il bosco più grande d'Europa. È frutto di un gran lavoro di collaborazione che abbiamo portato a termine grazie alla professionalità di tutti. In questo modo portiamo una innovazione nella coltivazione del Veneto, con l'alternativa del bambù».

16.12.2015 -

I film della saga precedenti a “Il risveglio della Forza” sono ufficialmente 6, con l'aggiunta – considerata sacrilega dai fan duri e puri – de “L'avventura degli Ewoks”, zuccheroso spin-off televisivo dedicato agli orsacchiotti della luna di Endor. La space opera narra di un cavaliere Jedi in grado di ristabilire l'equilibrio nella Forza, energia mistica che tutto circonda e controlla. E attorno alla quale si muove l'eterno conflitto fra il malvagio Impero Galattico e l'Alleanza Ribelle. Profondo conoscitore di mitografia comparata, George Lucas, creatore dell'epopea, la inaugurò nel 1977 con “Una nuova speranza” - da noi semplicemente conosciuto come “Guerre stellari” - curiosamente indicato come il quarto episodio dei 9 originariamente previsti dal regista.Vennero poi “L'impero colpisce ancora” (1980, Episodio V, diretto da Irvin Kershner) e “Il ritorno dello Jedi” (1983, Episodio VI, di Richard Marquand).I primi tre prequel furono inaugurati da “La minaccia fantasma” (1999, Episodio I), seguito da “L'attacco dei cloni” (2002, Episodio II) e “La vendetta dei Sith” (2005, Episodio III), tutti diretti da Lucas, tornato, dopo oltre 20 anni, alla macchina da presa. Cronologicamente ambientato 30 anni dopo “Il ritorno dello Jedi”, “Il risveglio della Forza” è diretto da J.J. Abrams, già responsabile dei reboot recenti di “Star Trek”, oltre che autore e produttore di serie come “Lost” e “Fringe”. Sua anche la sceneggiatura, firmata a quattro mani con Lawrence Kasdan, autore degli script de “L'impero colpisce ancora” e “Il ritorno dello Jedi”.

16.12.2015 -

Debutta dopodomani, in esclusiva su Sky Uno, la quinta stagione di MasterChef Italia . Reduce dai record di ascolti della precedente edizione, il talent show culinario che ha rivoluzionato il genere riparte con una new entry:Antonino Cannavacciuolo, lo chef protagonista del programma 'Cucine da incubo'. Due stelle Michelin, tre cappelli della guida dell'Espresso, tre forchette del gambero Rosso, con la sua 'imponente' ironia, Cannavacciuolo si aggiunge alla squadra consolidata composta dal pluristellato Bruno Barbieri, lo chef tra i più noti Carlo Cracco e l'imprenditore italoamericano Joe Bastianich, bandiera della gastronomia italiana negli Stati Uniti.Per la nuova edizione sono statioltre 18mila gli aspiranti chefche si sono candidati per uno dei 20 ambiti grembiuli. E, in un supercasting, sono 150 i cuochi amatoriali che affronteranno la prima selezione dei giudici: solo i 20 che supereranno le eliminatorie, il live cooking e la prova ambientata nell'Hangar entreranno nella cucina più famosa d'Italia.

15.12.2015 -

Per oltre un mese, Rapallo e Santa Margherita saranno animate da numerosi eventi natalizi con vie e piazze illuminate. Rapallo ospiterà Babbo Natale nell’Antico Castello sul Mare: dove sarà presente lo studio, la stanza da letto, il laboratorio degli elfi. Santa Margherita si trasformerà nel Santa Claus Village: le casette di legno allestite nei giardini del lungomare accoglieranno i visitatori tra mercatini, giochi e musica.

Anche quest’anno non mancherà il bellissimo presepe di Manarola, uno dei paesi delle Cinque Terre. Sul calare della sera dell’8 dicembre, come da tradizione, le migliaia di lampadine che formano la sacra rappresentazione si sono accese e con le loro luci, riflesse sul mare. Simone Novara

 

15.12.2015 -

Una semplice regola di navigazione com'è normale, di questi tempi può sembrare un allarme di guerra internazionale. Ecco cosa è successo al largo delle coste turche. Una nave militare russa e una della guardia costiera hanno costretto un'imbarcazione commerciale battente bandiera turca a cambiare rotta nel Mar Nero, dopo che aveva intralciato il transito di un gruppo di navi di una compagnia energetica della Crimea che rimorchiavano piattaforme petrolifere. Lo ha annunciato la stessa compagnia, Chernomorneftegaz, spiegando che le piattaforme sono arrivate a destinazione in sicurezza. In un clima di tensione tra Turchia e Russia anche un semplice allarme può sembrare ingigantito agli occhi delle stampa internazionale. D. S.

 

14.12.2015 -

Si pensa sempre che sotto la guida di un cineasta esperto, un film, che non si pone limiti di spesa, abbia tutte le carte in regola per diventare, a tutti gli effetti, un kolossal, capace di sbancare i botteghini di tutto il mondo a suon di record, specialmente nel periodo pre o post natalizio. Il film Heart of the Sea – Le origini di Moby Dick, diretto da uno dei registi del momento: Ron Howard, non ha riscosso il successo sperato negli Usa. Al suo debutto sono stati incassati soltanto 11 milioni di dollari, una vera miseria se si pensa che per questa pellicola si sono sfiorati i 100 milioni di dollari. Un’autentica disfatta per la Warner Bros; gli studios americani si aspettavano un esito assolutamente diverso. Il film che si rifà all’opera di Nathaniel Philbrick, ispirata questa alla storia del viaggio della baleniera Essex, è stato letteralmente ucciso dalla critica. Fatta eccezione per gli effetti speciali, la trama risulta essere scontata e poco emozionante, con dialoghi incoerenti e senza fondamento. I personaggi sono piatti e alquanto stereotipati. Non lo si può certo definire un capolavoro del genere. Simone Novara

 

11.12.2015 -

L’e-commerce si dimostra un alleato potente per combattere la crisi in Italia ed in particolare in questo periodo di Natale dove gli ordini salgono considerevolmente. Infatti, nel 2015 prosegue la ripresa dei consumi iniziata nel 2014, dopo una congiuntura economica negativa durata 6 anni. Rispetto all’anno scorso, infatti, la spesa mensile delle famiglie è cresciuta dello 0,8%. Un segnale molto incoraggiante arriva, in particolare, dall’e-commerce dove nel periodo di shopping natalizio saranno spesi circa 3,5 miliardi di euro.

Trattasi di dati molto incoraggianti che arrivano dalla nuova indagine condotta dall’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano. L’online è scelto per diverse ragioni: in primis è possibile acquistare 24 ore al giorno e 7 giorni su 7, evitare code e ordinare articoli introvabili nei negozi fisici. E’ inoltre più facile contenere la spesa confrontando diverse offerte e accedendo a sconti speciali. In occasione del Black Friday e del Cyber Monday, le due ricorrenze “importate” dagli Stati Uniti che rappresentano l’apertura “ufficiale” dello shopping natalizio, sono numerosissimi gli operatori e-commerce italiani che hanno offerto ai propri clienti promozioni (sconti fino al 30%), offerte lampo (ossia disponibili per un breve periodo di tempo) e spese di spedizioni gratuite.

 

10.12.2015 -

Nel 2011 era toccato al manifestante della Primavera Araba, nel 2012 a Barack Obama (seconda volta per lui), nel 2013 a Papa Francesco, nel 2014 ai combattenti d’Ebola. In chiusura del 2015, il personaggio dell’anno eletto dal settimanale americano Time è la cancelliera tedesca Angela Merkel. Un personaggio, specialmente in questo 2015, molto controverso; di certo influente, di cui si è parlato a fiumi, nel bene e naturalmente anche nel male. C’è chi ha definito la sua apertura agli immigrati puro opportunismo, c’è chi l’ha accusata platealmente di controllare l’Europa e di conseguenza i mercati economici. Una leader che si è dimostrata di ferro quando si è trattato della crisi greca e degli innumerevoli confronti con Alexis Tsipras. Ha avuto le spalle larghe e una grande trasparenza quando venne fuori lo scandalo Wolkswagen. Ha aperto le porte ai flussi di immigrati provenienti, in gran parte, dalla Siria, rischiando di perdere consensi all’interno della sua coalizione, andando così vicino ad una vera e propria crisi di governo. La sua leadership l’ha portata ad ammonire, più volte, i grandi delle terra come il capo di stato russo Vladimir Putin o il presidente Usa Barack Obama. In lizza per l’onorificenza di Time anche il califfo Al Baghdadi, leader dell’Isis, arrivato secondo e Donald Trump, piazzatosi terzo alla fine, contestato per le sue dichiarazioni shock sui musulmani. Simone Novara

09.12.2015 -

Alcuni giorni fa la NASA ha pubblicato le immagini ad alta risoluzione che la sonda New Horizons ha realizzato, lo scorso 14 luglio, ad una distanza di soli 12.500 km da Plutone. «Queste nuove immagini da togliere il fiato ci offrono un'altissima risoluzione sulla composizione geologica di Plutone» ha dichiarato Alan Stern, responsabile scientifico della missione. Le nuove immagini, riprese dalla telecamera LORRI (Long Range Reconnaissance Imager) ritraggono catene montuose, strutture glaciali e pianure costellate di crateri. Le immagini coprono una striscia di superficie larga circa 80 km e lunga più di 800 che si estende dall'orizzonte frastagliato di Plutone, attraverso le montagne al-Idrisi e fino al cuore di Sputnik Planum, la pianura glaciale ricoperta di monossido di carbonio, azoto e metano solidi, che costituisce il lobo sinistro di Tombaugh Regio, regione dove è stata riscontrata molta attività. Simone Novara

04.12.2015 -

L'ex cavaliere Silvio Berlusconi è stato ricoverato al San Raffaele di Milano in questi giorni in gran segreto. Secondo quanto è trapelato, il leader di Forza Italia deve essere sottoposto a un'operazione di sostituzione del pacemaker che gli era stato impiantato una decina di anni orsono. L'ultima volta era stato ricoverato nella struttura meneghina per il problema di uveite .Si tratta di un'operazione di routine già programmata da tempo, che verrà effettuata venerdì. Berlusconi, poi, passerà una notte in osservazione e potrà lasciare la struttura già sabato. Non è la prima volta che un’operazione di questo tipo accada appena prima dell’annunciato rientro sulla scena politica in primo piano dell’ex premier.

03.12.2015 -

Non solo Milano e Roma, lo spettro del terrorismo si aggira anche in altre città, come Genova. Infatti nel capoluogo ligure, stamane, dalle 10 alle 11:30 si sono vissuti momenti di grande tensione a causa di un allarme bomba poi rientrato. La segnalazione è scattata da piazza Acquaverde, antistante la stazione ferroviaria di Principe. Sul posto è stata trovata una valigia sospetta. L’area dove è stato trovato l’oggetto è stata evacuata e chiusa al passaggio; sul posto sono accorse le forze dell’ordine e gli artificieri. Si tratta, quasi sicuramente, di una borsa abbandonata o lasciata lì per sbaglio. Via Balbi, la via universitaria, è stata chiusa a scopo precauzionale. Quello di oggi non è il primo allarme bomba che ha vissuto Genova. Il 27 novembre in piazza Caricamento, davanti al Porto Antico, erano intervenuti Carabinieri e Digos per il ritrovamento di uno zaino sospetto. Il 22 dello stesso mese, questa volta, allo stadio Ferraris, era scoppiato il panico generale per il medesimo motivo. Simone Novara

03.12.2015 -

«All'inizio ci hanno fatto la predica. Ci hanno spiegato che erano lì per le bombe sganciate in Siria e per dimostrare a noi occidentali gli effetti degli aerei laggiù». Sèbastien è sopravvissuto al massacro del Bataclan, prima nascondendosi, poi - racconta ai microfoni di Rtl - una volta trovato dai terroristi, parlando con loro per un'ora, con un kalashnikov puntato verso di lui. «Potevano uccidermi subito. Ma quando hanno cominciato a parlarmi, ho capito che forse ero destinato a vivere». «Ci hanno chiesto se capivamo le loro ragioni, vi lascio immaginare il silenzio che è calato in quel momento» tra gli ostaggi, prosegue Sèbastien, aggiungendo che i terroristi chiedevano loro di fare da intermediari con la polizia dalla finestra. «Ci chiedevano di urlare agli agenti di non avvicinarsi, altrimenti si facevano esplodere».

02.12.2015 -

La rivista online Politico.eu ha stilato una lista in cui vengono fuori le ventotto figure politiche, per ogni paese europeo, che, negli ultimi tempi, si sono rivelate le più incisive nel riformare l’Europa. A fare da portabandiera per l’Italia, in questa speciale classifica, è il ministro delle riforme, Maria Elena Boschi. La politica nonché avvocato del Pd si è piazzata al nono posto. Sicuramente la Boschi rappresenta una delle pedine predilette nella squadra di governo di Matteo Renzi. Sempre Politico.eu, appunto, definisce la ministra “una riformatrice costituzionale, che ha mostrato come la giovane età non sia incompatibile con il successo politico”. La 34enne di Montevarchi, inoltre, a detta della testa digitale, non ha mai nascosto di essere a favore delle unioni civili, a differenza del premier, che in proposito ha mantenuto una posizione piuttosto nebulosa. Per gli altri paesi troviamo il leader ungherese Viktor Orban, la danese della sinistra radicale Margrethe Vestager e la popstar belga Stromae. Simone Novara

01.12.2015 -

Sarà la Casa dei Tre Oci, a Venezia, sull’isola della Giudecca, ad ospitare la mostra “Sguardo di donna”. Per l’occasione sono state messe a disposizione 250 fotografie, di 25 autori diversi; l’evento durerà sino al 10 gennaio. Un progetto fotografico che vuole raccontare una complessa drammaturgia, ricca di reportage, che ci permettono di esplorare, con grande oggettività e crudezza, la dimensione della donna. Gli scatti più importanti sono di: Daine Arbus, Martina Bacigalupo, Yael Bartana, Letizia Battaglia, Sophie Calle, Roni Horn, Donata Wenders. A cura di Francesca Alfano Miglietti, la mostra è organizzata da Civita Tre Venezie, in collaborazione con il Corriere della Sera, la 27esimaOra, Fondazione Teatro la Fenice di Venezia, Tendercapital e infine il colorificio San Marco. Simone Novara

01.12.2015 -

Sembra non voler cessare la controversia internazionale fra Russia e Turchia. Dopo l’abbattimento del jet russo, i vertici del governo turco continuano a sostenere la legittimità dell’azione e non intendono, quindi, scusarsi con Mosca. Per contro, il presidente russo, Vladimir Putin, non è disposto a compiere un passo indietro, inoltre ha rifiutato di incontrare il leader turco Recep Tajjp Erdogan ai margini della conferenza sul clima di Parigi. Il Cremlino accusa la Turchia di appoggiare lo Stato islamico per motivi legati al petrolio. Intanto, la “controffensiva” russa non è tardata: il governo, per cominciare, ha vietato la vendita di pacchetti turistici per la Turchia; non solo, sono sottoposti a speciali controlli i voli regolari tra i due paesi. Ieri, allo stretto dei Dardanelli, si è alzata ulteriormente la tensione, quando una nave russa ha incrociato un sottomarino turco. Il presidente Usa, Barack Obama, si propone come mediatore, invitando al dialogo. Simone Novara

01.12.2015 -

Quasi sei svizzeri su dieci (58%) considerano le centrali nucleari esistenti necessarie all'approvvigionamento elettrico del Paese. È quanto emerge da un sondaggio condotto lo scorso ottobre su 2207 persone in Svizzera tedesca, romanda e Ticino dall'istituto Demoscope per conto di Swissnuclear, l'organizzazione dei gestori di centrali. La percentuale è in calo rispetto allo scorso anno (63,5%). Il margine di errore è di +/- 1,9%.

Il 66% (70% nel 2014) degli interrogati è contrario a una limitazione della durata di sfruttamento di un impianto, finché questo è considerato sicuro. Lieve contrazione anche di coloro che considerano le centrali nucleari sicure: 71% contro 78% nel 2014. Da notare che in Svizzera tedesca questo dato sale al 74%.

 

 

30.11.2015 -

Alali Faowaw, 30 anni uno dei due siriani fermati il 18 novembre scorso mentre tentavano, con passaporti falsi, di imbarcarsi su un volo per Malta, è stato accusato di associazione e arruolamento con finalità di terrorismo. Ad aggravare la posizione del trentenne, una sua foto con la divisa dell’Isis, che si è rivelata uno degli elementi fondamentali per le nuove accuse. Secondo gli inquirenti, Faowaz era membro dell’esercito dello Stato Islamico, anche se lui ha giustificato l’immagine sostenendo che si trattava di una divisa da vigile urbano. Bardonecchia invece, un afgano di 22 anni è stato fermato alla frontiera italo-francese, su un treno Tgv della tratta Parigi-Milano, per il possesso di 23 schede sim e di telefonini su cui erano salvate foto di guerra in Siria e Iraq. Il giovane è stato condotto al Cie di Torino. Simone Novara

 

30.11.2015 -

Negli scontri avvenuti nel pomeriggio alla Place de la République tra manifestanti anti-Cop21 e polizia, le persone fermate sono 208. Per 174 di loro - rendono noto fonti della Prefettura - il fermo è stato successivamente confermato.

Oltre 570'000 manifestanti in tutto il mondo per il clima - Questo mentre oltre 570'000 persone hanno manifestato in tutto il mondo (e in modo non violento) per il clima in circa 2300 cortei alla vigilia dell'apertura della Cop21 di Parigi. Lo riferisce l'organizzazione non governativa Avaaz, citata da media francesi, precisando che si tratta di stime che non tengono conto delle marce che si terranno nelle prossime ore in Messico e Canada, e che potrebbero portare il totale dei partecipanti a ben oltre 600'000.

 

30.11.2015 -

Una dottoressa italiana che lavorava per una associazione umanitaria internazionale è stata uccisa in Kenya, forse a scopo di rapina. Altri tre connazionali sono rimasti feriti.

Rita Fossaceca di 51 anni, è stata uccisa a Mijomboni, un piccolo villaggio nell'entroterra alle spalle di Malindi, dove lavorava per conto della For Life Onlus. "Non sappiamo cosa sia accaduto di preciso", si limita a dire all'ANSA Alessandro Carriero, medico di Novara che ha fondato la onlus nel 2006.

 

25.11.2015 -

Si chiamerà ExoMars, la missione che prevede l’invio di due sonde verso Marte da parte dell’Agenzia spaziale europea e da parte di quella russa. I lanci sono previsti per marzo 2016 e maggio 2018; lo scopo, ovviamente è quello di trovare altre forme di vita.

Per questa spedizione il nostro Paese ha dato un contributo importante. Non è un caso, infatti, che una delle due sonde sia stata sviluppata proprio a Torino, in entrambe le sue componenti: il modulo orbitante, che, come suggerisce il nome, dovrà orbitare attorno al Pianeta Rosso per fare una mappa dei gas atmosferici, e il modulo «Edm». Quest’ultimo dovrà fare atterrare un laboratorio meteorologico. La prima sonda partirà il 14 marzo da Bajkonur, nel Kazakistan. ExoMars 2016, ora, si trova negli stabilimenti di Cannes della Thales Alenia Space, dove viene sottoposta alle ultime verifiche. Simone Novara

 

25.11.2015 -

Alle ore 7.45 di questa mattina, Papa Bergoglio è partito da Fiumicino, alla volta del Centrafrica, da dove aprirà il Giubileo. Questa, per Papa Francesco, è la prima visita pastorale in Africa; non sarà, invece, la prima visita di un Papa al Continente Nero, visto che già Paolo VI, nel lontano 1969, si recò in Uganda, mentre Giovanni Paolo II, girò per ben 42 paesi africani. Per la partenza del Pontefice, il terminal dell’aeroporto romano è stato soggetto a serrati controlli da parte, non solo di Carabinieri e militari della Guardia di Finanza, ma a dare un supporto è stata la polizia locale insieme all’unità cinofila, la quale ha setacciato l’intera area di imbarco. A causa dell’escalation di tensione delle ultime settimane, anche fotografi, giornalisti e troupe televisive al seguito di Francesco, sono stati sottoposti a controlli. Simone Novara

25.11.2015 -

Nel 2016 tutto il mondo guarderà, con notevole interesse, alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti. Con il mandato di Barack Obama che volge inesorabilmente al termine, c’è da chiedersi chi sono i candidati più accreditati per la successione alla Casa Bianca. Sul fronte democratico sembra scontata la candidatura di Hilary Clinton, che ha sbaragliato la concorrenza interna. Forse il radicale “Bernie” Sanders, diventato molto popolare, potrebbe rovesciare i consensi che la ex first lady possiede. I repubblicani, in riposta, vedono, l’ex governatore della Florida, Jeb Bush, lo sfidante perfetto per la Clinton. In lizza ci sono anche: Mike Huckabee, pastore battista e Ted Cruz, senatore del Texas. L’ultima new entry è George Pataki, ex governatore di New York. Simone Novara

24.11.2015 -

Secondo l’Ocse l’Italia è ancora fanalino di coda in materia di istruzione e inserimento nel mondo del lavoro. Nel suo rapporto “Education a glance”, come ogni anno, l’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, ha fatto un’attenta analisi sui 34 stati membri. Dai dati di questo fine 2015, si evince che il nostro è il paese, insieme alla Repubblica Ceca, il cui tasso di occupazione dei laureati, tra i 25 e i 34 anni, risulta essere il più basso. Quindi ad annaspare sono i giovani laureati, che dispongono di titoli di studio che non vanno a coincidere con l’acquisizione di competenze certe, a causa della mancanza di dialogo fra università e aziende. Se i muniti di diploma hanno più certezze di entrare nella rete complessa del mondo del lavoro italiano, i neolaureati si vedono costretti a fuggire in altri paesi, in primis, nella ricca Germania. Simone Novara

24.11.2015 -

I requisiti per avere l'assegno sono più o meno gli stessi previsti oggi per ottenere l'Aspi e la mini-Aspi. Innanzitutto, il lavoratore deve essere stato assunto con un contratto da dipendente e trovarsi in uno stato di disoccupazione involontaria, cioè deve aver perso il proprio posto senza aver presentato dimissioni spontanee (a meno che non si tratti di dimissioni per giusta causa o di un accordo per la fuoriuscita consensuale dall'azienda, in caso di esuberi). Inoltre, il disoccupato deve avere alle spalle almeno 13 settimane di contribuzione negli ultimi 48 mesi (4 anni) e aver svolto almeno 18 giorni di lavoro nell'anno precedente. Chi non possiede questi requisiti, non può beneficiare della Naspi.

L'ammontare dell'assegno è pari all'incirca al 75% della retribuzione media degli ultimi 4 anni, per la parte di stipendio che non supera i 1.195 euro. Per la quota di salario che oltrepassa questa soglia, invece, l'indennità si riduce al 25%. Per tutti i sussidi è previsto comunque un tetto massimo di 1.300 euro lordi, leggermente più alto di quello in vigore oggi per l'Aspi (che arriva sino a un massimo di 1.165 euro lordi). L'assegno si riduce del 3% ogni mese, ma soltanto a partire dalla quarta mensilità. Per i primi 3 mesi, si ha diritto a ricevere l'intero sussidio.

24.11.2015 -

Sofia Vergara e Joe Manganiello sono ufficialmente marito e moglie. La star di "Modern Family", 42 anni, e l'attore di origini italiane, 38 anni, tra gli altri protagonista di film come "Spider Man" e "Magic Mike", si sono uniti in matrimonio ieri in una cerimonia di lusso in un resort a Palm Beach in Florida. Ad accompagnare la sposa all'altare il figlio 23enne Manolo, nato dal suo primo matrimonio con Joe Gonzales.

L'attrice colombiana è più che mai in rampa di lancio nell'élite mondiale delle star del cinema. Anche in Italia si sta sempre più affermando la bellezza e la capacità di recitazione delle Vergara.

 

23.11.2015 -

Secondo le ultime stime elettorali realizzate da Demos, il Partito Democratico starebbe perdendo, progressivamente, molti consensi; pare che il divario fra il partito di Renzi al governo e il M5S si stia, via via, assottigliando. Inoltre, appare assodato che se la coalizione di Centrodestra si presentasse unita alle urne, supererebbe il Centrosinistra. Il Pd, in previsione, perderebbe i voti di quegli elettori che non si riconoscono più nella sinistra moderata e che vedono nella Nuova Sinistra Italiana, a cui hanno aderito: Sel, i fuoriusciti dal Pd e altri gruppi, una valida alternativa. Cresce, costantemente, invece, la popolarità di Matteo Salvini, che con la sua nuova Lega “nazionale”, si attesterebbe al 14% delle preferenze. Simone Novara

23.11.2015 -

Stamattina guerriglia urbana a Tolone. Colpi di arma da fuoco per le strade di Saint-Jean-Du-Var; nello scontro sono stati coinvolti due agenti di polizia, rimasti feriti, mentre un doganiere è stato ucciso. Secondo le ultime ricostruzioni del fatto, sembra che un individuo, dotato di artiglieria pesante, abbia iniziato a fare fuoco sugli agenti doganali. Le autorità, che hanno bloccato l’assalitore, non hanno escluso che la natura dell’attacco sia di matrice terroristica. La città marittima, nel sud est della Francia, rappresenta un bersaglio molto sensibile, vista la presenza di buona parte della flotta militare francese. A fine ottobre era già stato fermato, un presunto fondamentalista islamico, intento, secondo l’intelligence, a pianificare un attentato contro la marina nazionale. Simone Novara

23.11.2015 -

Bruxelles è a tutti gli effetti una città assediata, militarizzata; è ancora massima allerta nella capitale belga, sotto un serrato coprifuoco, dopo i blitz della polizia di questa notte, che hanno portato a 16 arresti. Restano chiuse le scuole, gli uffici pubblici e la metro, inoltre è sotto stretta sorveglianza il perimetro della Grand Place, pattugliato dall’esercito. Intanto il ricercato numero uno, Salah Abdeslam, uno degli attentatore di Parigi, in fuga, è stato avvistato, secondo le ultime indiscrezioni, nella località di Liegi, alla guida di una BMW; è possibile che il latitante stia cercando di raggiungere la Germania. A Parigi, stamane, c’è stato l’incontro fra Hollande e Cameron. I due leader di stato si sono diretti al Bataclan, per rendere omaggio alle vittime. Simone Novara

23.11.2015 -

Italia al 137esimo posto su 189 economie del pianeta nella classifica “Paying taxes 2016“, il consueto report su tasse e imprese di Pricewaterhouse Cooper e Banca Mondiale. Se rispetto allo scorso anno il Belpaese guadagna una posizione, il suo carico fiscale resta però il più alto d’Europa. Le variabili prese in considerazione dall’indagine sono: pressione fiscale, numero di adempimenti, tempo necessario per effettuarli e numero di versamenti obbligatori.

20.11.2015 -

Il partito di Jaroslaw Kaczynski, che ha vinto le elezioni politiche del 25 ottobre scorso ha la maggioranza assoluta nella camera di 460 deputati. Szydlo in un discorso tenuto ieri ha promesso entro 100 giorni di assegnare un bonus di 500 zloty (circa 128 franchi) per ogni secondo figlio dalla nascita fino all'età di 18 anni (ma anche anche a ogni primo figlio di famiglie povere).

Sarà inoltre abbassata rispettivamente a 60 e 65 anni l'età della pensione per donne e uomini. Ogni anziano oltre i 75 anni avrà diritto a medicine gratuite. Per coprire queste spese saranno introdotte tasse per banche e grandi supermercati. Una nuova vita politica si prospetta per la Polonia, una nazione dove il PIL è in costante crescita.

19.11.2015 -

Il rischio di attentati terroristici in Italia c'è, è vero e concreto. A confermarlo anche l'Fbi che, accanto ai luoghi simbolo della cristianità cattolica a Roma, mette tra i possibili obiettivi preferenziali di un attacco jihadista il Duomo e la Scala di Milano. Accanto all'allarme per gli obiettivi simbolo della città, le forze di sicurezza statunitensi hanno indicato alla nostra intelligence i nomi di cinque persone, potenzialmente pericolose, e che potrebbero trovarsi nel nostro paese.

 

19.11.2015 -

Mantova sarà la Capitale italiana della Cultura nel 2016, menzione che va ad aggiungersi a quella di Capitale Europea nel 2019. La città, patrimonio dell’Unesco che si affaccia sul Mincio e che vanta le opere d’arte di Andrea Mantegna, riceverà un milione di euro grazie a questa designazione. Per il primo cittadino, Mattia Palazzi, del Pd, questa sarà un’opportunità per rivitalizzare l’eredità lasciata dalla famiglia Gonzaga come: Palazzo Ducale, Torre della Gabbia, Palazzo Te, monumenti in parte compromessi a seguito del terremoto del 2012. La Camera degli Sposi, l’attrazione che spinge maggiormente il turismo in questo piccolo centro rinascimentale della Lombardia, è stata riaperta al pubblico soltanto il 2 aprile scorso, dopo una ristrutturazione durata quasi tre anni. Simone Novara

 

18.11.2015 -

Piero Parolari, 50 anni, missionario italiano in Bangladesh, è stato ferito gravemente, stamane, alle ore 8 locali; il religioso, mentre si trovava nei pressi di una stazione del bus nella città di Dinaypur, è stato fermato da tre uomini arrivati in motocicletta. Non è ancora chiaro se sia stato accoltellato oppure gli abbiamo sparato; Parolari, trasportato nell’ospedale più vicino, ha riportato ferite alla testa e al collo. Questo di oggi, in Bangladesh, è il terzo attacco ai danni di uno straniero in soli due mesi. Simone Novara

 

18.11.2015 -

Utile record per EasyJet. La compagnia low-cost britannica archivia il suo anno fiscale al 30 settembre 2015 con un utile pre-tasse in rialzo del 18% a 686 milioni di sterline (1,04 miliardi di franchi). Lo comunica la stessa società in una nota.

"Abbiamo aspettative positive nel lungo termine. Vedremo una crescita del numero dei passeggeri del 7% l'anno", ha detto l'amministratore delegato di EasyJet Caroyln McCall. Anche Malpensa si conferma uno dei principali hub di riferimento della compagnia Irlandese.

 

17.11.2015 -

È fissata per domenica 17 gennaio la visita di Papa Francesco alla Sinagoga di Roma. A dare l’ufficialità è stata la Santa Sede che ha accolto positivamente l’invito dell’intera comunità ebraica romana. Intanto in questi giorni, a seguito delle costanti minacce del fondamentalismo islamico, si sono intensificate le misure di sicurezza intorno al perimetro della Sinagoga. Bergoglio sarà il terzo papa nella storia a far visita al Tempio capitolino, dopo i suoi predecessori: Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. Un incontro all’insegna del dialogo interreligioso. Simone Novara

17.11.2015 -

Valeria Solesin, 28 anni, veneziana, una ragazza come tante, ma che nonostante la giovane età aveva già fatto molto, Appassionata, impegnata, indipendente. Un esempio dell’Italia che si dà da fare, quell’Italia che raccontiamo anche su Milan4News e che cerca di costruirsi un futuro. A 16 anni, mentre faceva il liceo, lavorava in un panificio per guadagnarsi i soldi per viaggiare. Laureata in Sociologia all’Università di Trento, da quattro anni viveva a Parigi e lavorava come ricercatrice all’Istituto di Demografia della Sorbona. La sua specializzazione riguardava il ruolo delle donne divise tra famiglia e lavoro. Negli anni del liceo e dell’università ha prestato servizio come volontaria per Emergency. «Studio e impegno erano per lei la stessa cosa» ha raccontato la madre. «E a Parigi andava per strada ad aiutare i clochard. Diceva che era un modo per conoscere la città ed essere d'aiuto». Come lei, tanti altri ragazzi rimasti uccisi nella strage del Teatro Bataclan, una strage che non doveva succedere.

17.11.2015 -

Sedriano, comune nell’hinterland milanese, con i suoi 11 mila abitanti, dopo due anni di commissariamento per mafia, ha il suo nuovo sindaco. Si tratta di Angelo Cipriani, 45 anni, maresciallo della guardia di finanza, appartenente al Movimento 5 Stelle, che strappa, alle elezioni di domenica 15 novembre, la vittoria al candidato Pd grazie ad una manciata di voti: 39 per l’esattezza. Un testa a testa, quindi che ha lasciato soltanto le briciole alla coalizione di centrodestra che con Maurizio Mucciarelli si è fermata al 5.24% delle preferenze. Così la Lombardia accoglie il suo primo sindaco pentastellato. Simone Novara

17.11.2015

Da Venezia passando per Milano, Firenze e Roma, si rafforzano i controlli contro la minaccia islamica. Nella Capitale, il Vaticanoe tutti gli altri simboli della cristianità sono considerati a rischio; il ghetto ebraico è sotto sorveglianza, così come la Sinagoga e leambasciate degli Stati Uniti, francese e israeliana. A Milano massima attenzione alDuomo, alla Stazione centrale e negli aeroporti di Malpensa e Orio al Serio, aFirenze si tiene d'occhio Santa Maria Novella e la stazione, sorvegliati poi il porto e l'aeroporto di Venezia, i ghetti di Padova e Bologna. Ma appunto, gli obiettivi sensibili sono tutti al Nord e al Centro. DS

16.11.2015 -

Dopo gli eventi tragici di Parigi, anche Genova vara un piano anti-terrorismo che prevede il dispiegamento di forze militari sul territorio cittadino, con lo scopo di sorvegliare gli obiettivi sensibili, come la cattedrale di San Lorenzo e il santuario di Nostra Signora della Guardia. Oltre ai principali luoghi di culto, saranno sottoposti a controlli serrati anche i vicoli e l’area portuale del capoluogo ligure; non mancheranno quindi, pattuglie a piedi e posti di blocco.

Simone Novara

16.11.2015

Dopo la notte di terrore senza precedenti a Parigi che ha visto morire 129 persone e causato 352 feriti (di cui 99 gravi), continuano le indagini per raccogliere informazioni sugli attacchi messi a segno venerdì sera nel cuore della città, mentre è stata confermata la morte di Valeria Solesin, la giovane veneziana di cui non si avevano più notizie.

La carneficina è stata rivendicata dall’Isis come «l’11 settembre francese» e s’i indaga sul commando che ha agito: tre sospetti sono stati fermati a Bruxelles ed è stato identificato uno degli attentatori, il 29enne Omar Ismail Mostefai, un cittadino francese già schedato, che ha agito al Bataclan e aveva precedenti di criminalità comune, ma non era stato mai arrestato.

Il passaporto di un rifugiato siriano , transitato da Leros, in Grecia, il 3 ottobre, è stato trovato accanto al corpo di un kamikaze; inoltre è stato trovato un altro passaporto, egiziano, e sono state trovate due delle auto usate dagli attentatori.

Intanto, in serata si è avuta notizia di numerosi raid francesi su Raqqa, la “capitale” dell’Isis in Siria: sarebbero stati distrutti alcuni campi di addestramento.

16.11.2015

La Valtellina è una terra dai sapori forti, dove la tradizione trova spazio in numerosi capi, soprattutto in quello culinario. Da ingredienti semplici e lavorazioni antiche nasce la Bisciola, detta anche Pan di Fich, un dolce che ha il sapore del Natale, ma che è perfetto in qualsiasi periodo dell'anno e momento della giornata

Si narra che la Bisciola sia nata per caso, un po' come il panettone Milanese, quando le truppe di Napoleone invasero il nord Italia, nel 1797. I soldati francesi si fermarono in Valtellina per una tappa, prima di proseguire con l'ultima fase della prima Campagna d'Italia. Napoleone chiese a un cuoco di preparargli un dolce con ingredienti e prodotti trovati in loco. Nacque così la Bisciola, unapane dolce lievitato preparato con farina di grano tenero e farina di segale o di grano saraceno, burro latteria e arricchito confichi, noci, nocciole, uvetta e pinoli.

La Bisciola è un panettoncino basso molto gustoso, ottimo sia freddo che leggermente scaldato (dopo qualche minuto nel forno il profumo dei prodotti della Valtellina diventa ancora più invitante). Per tradizione, le fette di Bisciola, prima di essere mangiate, dovrebbero essere intinte nella grappa.

Nel 2013 è stato costituito un tavolo di lavoro, al fine di tutelare un prodotto e una ricetta tradizionale come la Bisciola. Dall'unione e dalla volontà dei produttori, con il sostegno della Camera di Commercio di Sondrio, il 7 giugno del 2013 la Bisciola è tutelata dal Marchio Collettivo Geografico (MCG), che permette, grazie a un disciplinare di produzione, che questo dolce tipico sia prodotto solo in Valtellina, con ingredienti italiani e del territorio, seguendo una ricetta che si tramanda da generazioni. Nel disciplinare di produzione vengono riconosciute le numerose ricette eseguite dai produttori locali, perché i profumi del burro di latteria cambiano a seconda della zona e della stagione e la scelta degli ingredienti locali permette di avere una grande varietà di profumi e sapori.

A sostegno del Marchio Collettivo Geografico è entrata in gioco anche la Galbusera, importante azienda dolciaria valtellinese, che sostiene i produttori dal punto di vista distributivo.

Copyright © All Rights Reserved