Qui EA7 Olimpia

Milan4News

Qui EA7 Olimpia

Tutte le news sull' EA7 Olimpia MI Basket

 

 

La società

 

La Pallacanestro Olimpia Milano è una società di pallacanestro italiana con sede nel capoluogo lombardo.

 

È la squadra più titolata d'Italia e una delle più vincenti in Europa. Vanta infatti: 26 scudetti, 4 Coppe Italia e, a livello internazionale, 3 Coppe dei Campioni e altrettante Coppe delle Coppe, 2 Coppe Korać e una Coppa Intercontinentale.

 

La squadra è nota per ragioni di sponsorizzazione come EA7 Emporio Armani Milano.

 

 

EA7 Olimpia news

 

Alessandro Gentile è un cestista italiano, figlio di Ferdinando Gentile, ex grande campione di basket.

 

Capitano dell'Olimpia Milano, è stato selezionato come 53ª scelta assoluta al Draft NBA 2014 dai Minnesota Timberwolves.

 

 

Vai all' articolo...

 

 

 

BASKET- Intervista a Mauro Sartori, Team Manager dell’Umana Reyer Venezia

18.05.2016

Abbiamo raggiunto telefonicamente Mauro Sartori, Team Manager dell’Umana Reyer Venezia, col quale abbiamo fatto un’interessante chiacchierata.

 

DOMANDA: La stagione è stata caratterizzata da risultati altalenanti, spesso al di sotto delle aspettative, nonostante gli ottimi acquisti di Green, Owens e Bramos durante il mercato estivo. Quanto hanno inciso gli infortuni e il cambio di panchina a stagione in corso?

RISPOSTA: Quando si fa mercato si valutano giocatori noti che possano garantire un livello di prestazioni alto. Ovviamente le loro caratteristiche devono essere però messe a confronto e contestualizzate in una realtà di gruppo. Mi spiego meglio: io potrei comprare il primo quintetto dell’Eurolega ma questo non mi garantirebbe al 100% una stagione ricca di successi e nemmeno una delusione. Ci vuole tanto tempo per costruire un roster e far sì che i nuovi giocatori possano inserirsi al meglio e diventare parte integrante del gruppo. In tal senso, è stato importante l’aiuto reciproco all’interno della squadra, tra i vecchi e i nuovi arrivi, i quali hanno preso confidenza con le richieste del coach e lo stile di gioco Reyer in un lasso di tempo relativamente breve, cercando una compattezza solida durante tutta la regular season. Il cambio panchina è stato indubbiamente un passo doloroso ma una scossa era necessaria. Ovviamente la squadra ha necessitato di tempo per rendere propria la filosofia di gioco del nuovo allenatore, ma è altrettanto vero che gli infortuni a cui abbiamo dovuto far fronte non sono riconducibili alla gestione tecnica della squadra e di conseguenza credo che la componente ‘sfortuna’ abbia avuto un ruolo in tutto questo. Non è retorica né vittimismo, è una visione completa e obiettiva dei problemi riscontrati quest’anno. Sempre in termini di sfortuna l’altra settimana Ress ha avuto un piccolo problema che però è stato risolto velocemente. I ragazzi devono essere bravi nel non farsi condizionare da questi fattori ‘esterni’ e concentrarsi sul lavoro da fare in campo.

 

D: Per il secondo anno in fila giungete alle semifinali playoff. Quest’anno l’approdo arriva dopo 4 gare intense contro Cremona che ha saputo vender cara la pelle. Come vi siete preparati per questa serie contro Milano?

R: Innanzitutto onore a Cremona per il grande campionato disputato e la disputa di un ottimo primo turno playoff. È una squadra ostica, organizzata ed allenata molto bene ed è stata una degna avversaria. Queste 4 partite dei quarti di finale ci hanno aiutati a tenere alta la concentrazione che sarà fondamentale contro Milano. L’Olimpia è la favorita alla vittoria finale nonostante la pioggia di critiche ricevute durante tutto l’anno. Il suo potenziale è immenso in ogni ruolo. In fatto di ‘kg’ e talento non hanno eguali. Noi dal canto nostro ci proveremo giocando come abbiamo dimostrato di poter fare. Proveremo a darle fastidio davanti al suo pubblico nonostante il suo gioco stia prendendo via via una forma sempre più nitida e ben oliata. Dobbiamo cercare di far inceppare gli ingranaggi per poi dare il meglio a casa nostra.

 

D: Durante la sfida con Cremona si è vista una Reyer più determinata, intensa, volenterosa di far bene e portare a casa la serie. E’ bastata la ‘tensione playoff’ oppure è stata raggiunta quella compattezza di cui mi parlava in precedenza?

R: La qualità di gioco espressa è frutto del lavoro quotidiano di staff dirigente, staff tecnico e staff medico. La compattezza, durante la regular season, come detto prima, è mancata specie a causa degli infortuni. Green è stato fermo per continui problemi alla coscia e al gomito, Goss ha dovuto lottare contro una fascite plantare che non gli dava tregua. Siam stati bravi e un po’ fortunati ad intervenire tramite il mercato per sostituire bene i giocatori infortunati. Pargo ad esempio sta dando un grande apporto, ha un talento straordinario. Ci sta dimostrando quello che c’è scritto nella sua biografia cestistica dopo le belle stagioni in NBA e in Eurolega negli anni passati. Tutti quelli che sono arrivati hanno saputo dare una mano sostanziosa. Lo stesso Savovic, che è un ottimo giocatore, ha dato prova del proprio talento tecnico aiutando tanto la squadra. La Reyer punta sempre al raggiungimento di risultati positivi e gratificanti e gli ultimi acquisti hanno dimostrato di esserne all’altezza al 100%.

D: Come ha anticipato Lei, Pargo è un gran giocatore e la sua storia parla per lui. È altresì vero che quando si sbarca in una nuova realtà la storia deve essere riscritta. Quanto può essere decisivo in ottica playoff?

R: Esatto. La storia grande o piccola che sia va sempre riscritta perché gli ambienti nuovi lo richiedono. Qui deve scriverne una nuova poiché alla sua prima esperienza in italia ma ciò che ha fatto in passato, i suoi numeri e gli obiettivi raggiunti parlano per lui in relazione alla caratura del giocatore che è. Per quanto riguarda i playoff credo possa e abbia già dato dimostrazione di essere decisivo. Appena arrivato si è messo totalmente a disposizione dello staff tecnico e dei compagni assimilando le richieste e lavorando quotidianamente per essere pronto nel momento in cui fosse stato chiamato in causa. E già in questa prima serie playoff sta facendo capire a tutti perché è Pargo.

 

D: State già pensando a come muovervi sul mercato?

R: Sì, monitoriamo il mercato tutto l’anno. Pensiamo di aver buone pedine da poter confermare ma valutiamo lo stesso nuovi possibili giocatori per ogni ruolo. Son tutte circostanze che verranno chiarite a tempo debito e nelle sedi opportune una volta chiusa la stagione.

 

D: Walter De Raffaele prima di subentrare a Recalcati ha fatto da vice per ben 5 anni, 2 dei quali lavorando proprio con lui. Si può pensare che sia l’inizio di un progetto a medio/lungo termine di una sua guida tecnica?

R: E’ vero, il coach ha già una grande esperienza nell’ambiente Reyer e ha sempre fatto un buon lavoro, molte volte è riuscito a valorizzare i ragazzi più di quanto si pensava si potesse fare. Per quanto riguarda la conferma non è una decisione che spetta a me.

 

D: Ci sono più ‘pro’ o più ‘contro’ nel giocare a Desio e non al Forum?

R: Al PalaDesio abbiamo giocato una sola volta in Coppa Italia qualche tempo fa’. Lo avremo a disposizione solo per l’allenamento mattutino prima di gara 1, quindi non avremo grossi punti di riferimento all’interno del rettangolo di gioco. Se come ‘pro’ alludi al fatto che la capienza del palazzetto sia la metà di quella del Forum, ti dico che conoscendo il pubblico di Milano non avrà problemi a seguire la squadra anche lì e farsi sentire; speriamo solo non si facciano sentir troppo! (ride). A parte gli scherzi, i tifosi di Milano hanno una grandissima passione e l’hanno sempre dimostrata, indipendentemente dal luogo in cui gioca l’Olimpia.

 

intervista esclusiva per Milan4News a cura di Filippo M. Capra

 

BASKET - 'What Now?'

03.05.2016

E' un Alessandro Gentile sempre più afflitto quello che si è presentato stasera al Forum dopo l'ennesimo infortunio di stagione. Una squadra costruita attorno a lui, nucleo fisso e pilone irremovibile nelle logiche dell'Olimpia Milano, che per troppo tempo ha dovuto reinventare il proprio gioco per far fronte alle difficoltà date dall'importante assenza del capitano. I risultati non sono tardati ad arrivare, ma ogni volta che la squadra trovava un nuovo equilibrio, il rientro del fenomeno campano scombussolava l'assetto del roster milanese. Ale si è sempre detto sereno riguardo la sua situazione fisica e il suo ruolo da 'man in red', ma la recente scelta al draft e la tourneè negli States hanno suscitato una voglia irrefrenabile di lasciare tutto e partire per mettersi in gioco nella lega più importante del mondo. Che la serenità tanto proclamata fosse solo un pagliativo per nascondere l'incertezza di una sua permanenza futura? Noi, ovviamente, speriamo di no. Filippo Capra

 

BASKET - EA7 Milano eliminata dall'Eurocup da una super Aquila Trento

23.03.2016

Davanti a 11000 man in red l'Olimpia prova la grande impresa di ribaltare il risultato della andata dei quarti di Europa Cup. Nel derby italiano del andata a Trento, la squadra milanese non ha fatto una grande partita e ora è chiamata a ribaltare il risultato dell andata. Olimpia che parte in leggero ritardo come il patron Armani che raggiunge il palazzo a partita già iniziata, con la solita ovazione del pubblico di casa. Primo quarto dove Milano sembra molto contratta e non riesce a esplodere la solita mole di gioco. Nel secondo quarto le cose non cambiano, Senders e Gentile sottotono come tutta la squadra milanese incapace di reagire alla verve offensiva di Trento. 46-53 servirà una grande Olimpia per ribaltare il risultato dell andata in due quarti. Partita che si decide all'ultimo quarto ma si fa molto dura per l Olimpia che deve recuperare 22 punti per passare il turno e approdare in semifinale della seconda coppa continentale. Timida ripresa nel ultimo quarto ma non basta Milano troppo brutta per essere vera questa sera. Opache le prestazioni dei big Sanders, Simon e del capitano Gentile (per la verità non al meglio). Finale + 9 Trento va meritatamente alle semifinali, un risultato storico per un piccolo club in difficolta nella classifica della serie A. D.S.

 

BASKET - L'EA7 si qualifica prima e attende la prossima avversaria in EuroCup

06.02.2016

Con la vittoria sull’Alba Berlino, l’EA7 Emporio Armani si è assicurata il primo posto nel girone J di Eurocup. Il primato garantisce negli ottavi di finale (23 o 24 febbraio/1 o 2 marzo) il diritto di giocare la seconda partita in casa (vale il punteggio cumulativo, quindi gara 1 può terminare in pareggio e gara 2 andare al supplementare se il punteggio totale delle due partite fosse pari). Contro chi giocherà l’Olimpia? - La seconda del girone G che offre ancora un ventaglio di tre possibilità. Il Bayern Monaco è 4-1 , il Banvit Bandirma e Bilbao sono 3-2. Nell’ultimo turno è in programma Banvit-Bilbao in Turchia. Chi vince supera il turno, chi perde è eliminato. In sostanza è uno spareggio per affrontare l’Olimpia. L’unica possibilità che questo non succeda si materializzerebbe qualora Bilbao vincesse a Bandirme e il Bayern perdesse contro l’eliminato (0-5 il record) Ulm. In questo caso Bilbao e Bayern finirebbero 4-2, 1-1 negli scontri diretti e pari anche nella differenza punti. A quel punto, subentrerebbe la differenza punti globale. Oggi il Bayern è +31, Bilbao è +27 quindi è probabile che i baschi ribalterebbero qualora il Bayern dovesse perdere. Ovviamente l’ipotesi più probabile è che finisca seconda la vincente di Banvit-Bilbao.

BASKET - L'Olimpia Milano batte Berlino e si qualifica in Eurocup

04.02.2016

In un forum semi gremito l'Olimpia Milano cerca la quarta vittoria che gli assicurerebbe il passaggio matematico del turno. Presente il patron Giorgio Armani , assente in campo il Capitano Gentile ancora alle Partenza subito forte di Berlino nel primo quarto con una parziale di 8 0 che costringe Repesa al primo time out dopo 4 minuti. Continua forte Berlino nel primo quarto fino ad arrivare a + 11 sul finale del tempo. Solo l ingresso di Sanders porta Milano a recuperare e raggiungere la parità a 31 alla metà del secondo quarto. Continua fino a metà partita la sostanziale parità fino a finire + 2 per Milano.

Inizio di terzo quarto in grande ripresa per Milano che con un accelerazione costante arriva fino dieci punti di lunghezze legittimando una costante superiorità . Quindi ottimo terzo quarto dell'olimpia che domina e rimane in vantaggio meritato.

Partita che continua con Milano che amministra nel quarto finale è raggiunge così la qualificazione al prossimo turno di Europa Cup. Ottima la prestazione di Simons e di Sanders meno la difesa che per competere ad alti livelli dovrebbe alzare la soglia di massima attenzione. Appuntamento alla prossima partita di coppa su Milan4News.

nno tutte trasmesse in diretta da Sportitalia, canale 60 del digitale terrestre e 225 della piattaforma Sky.

 

BASKET - Dopo la vittoria contro l'Alba, Repesa ai Microfoni di Milan4News.

04.02.2016

Dopo la vittoria contro l'Alba, molto raggiante in coach milanese si presenta ai Microfoni di Milan4News. Coach Jasmin Repesa “Vorrei fare i complimenti a tutti perché siamo primi ed è importante. Siamo partiti male, concedere 29 punti in un quarto è una cosa che non vogliamo vedere. Poi la difesa è migliorata e abbiamo vinto con merito anche soffrendo a rimbalzo ma contro le squadre tedesche è sempre cosi. Sanders aveva fatto due allenamenti con la squadra. Inserire due nuovi non è facile. Rischi di rompere equilibri. Ma è andato bene. Ho parlato con la squadra di questo argomento. Serve pazienza e precisione per giocare diversamente e con lui possiamo aprire il campo e creerà problemi a tante squadre anche in difesa perché è molto versatile”.

 

BASKET - EuroCup, stasera live su Milan4News EA7 - Alba Berlino

03.02.2016

L’Olimpia è 3-1 nel proprio girone di Eurocup. Ha il 2-0 negli scontri diretti con il Klaipeda, è 1-0 con +44 con l’Aris e 0-1 con -16 con l’Alba Berlino. Dovesse battere l’Alba sarebbe matematicamente qualificata (con il primo posto se Neptunas batte Aris; se l’Aris vince a Klaipeda per il primo posto le sarebbe sufficiente contenere la sconfitta a Salonicco nell’ultimo turno entro i 43 punti di scarto). In caso di sconfitta con l’Alba tutto verrebbe deciso nell’ultimo turno in cui gioca a Salonicco e l’Alba ospita il Klaipeda.

Sono 32 squadre a contedersi l’Eurocup 2016, divise in otto gironi da quattro squadre. Accedono ai sedicesimi di finale le prime due di ogni girone. Da quel momento la formula diventa ad eliminazione diretta con gare di andata e ritorno e prevale la formazione migliore nella differenza punti negli scontri diretti. Finale inclusa. L’Olimpia è inclusa nel Girone J che comprende Alba Berlino (Germania), Aris Salonicco (Grecia) e Neptunas Klaipeda (Lituania). Le gare dell’Olimpia saranno tutte trasmesse in diretta da Sportitalia, canale 60 del digitale terrestre e 225 della piattaforma Sky.

 

BASKET - EuroCup, scopriamo gli avversari dell'EA7 di stasera

03.02.2016

Scopriamo gli avversari dell’Olimpia. L’Alba Berlino è uno dei club più significativi del basket tedesco degli ultimi venti anni. Nel 1995 è diventato il primo club tedesco a vincere un trofeo internazionale quando si assicurò la Coppa Korac proprio ai danni dell’Olimpia. In seguito ha vinto otto scudetti e otto volte la Coppa di Germania, l’ultima nel 2014. La passata stagione sfiorò l’accesso ai playoffs di Eurolega e poi perse la semifinale del campionato tedesco contro il Bayern Monaco in gara 5. Tra i giocatori storici del club Henrik Rodl, Ademola Okulaja, Wendell Alexis, Teo Alibegovic. Jamel McLean è l’ex di turno. Ha giocato prima alla Telekom Bonn e poi un anno all’Alba Berlino dove ha debuttato in Eurolega e segnato il canestro della vittoria dell’Alba contro i San Antonio Spurs. McLean è stato anche nominato MVP della Bundesliga nella sua stagione all’Alba. Non ci sono ex nella squadra di Berlino anche se Jordan Taylor ha giocato in Italia a Roma (ma è infortunato) e Kresimir Loncar ha giocato a Treviso e Teramo. Il coach Sasa Obradovic ha giocato a Roma e vinto una Coppa Korac come playmaker dell’Alba Berlino battendo in finale proprio l’Olimpia Milano nel 1995.

L’Alba Berlino è terza nel campionato tedesco dietro il Brose Bramberg con un record di 14-5. Le cinque sconfitte sono arrivate a Oldenburg, Ludwisburg e Branuschweig mentre in casa ha perso con Bremerhaven e Bamberg. Nell’ultimo turno l’Alba ha vinto in trasferta 84-75 a Lipsia con 20 punti a testa di Kikanovic e del nuovo arrivato Robert Lowery. Dragan Milosavljevic è il miglior realizzatore di squadra con 13.2 punti per gara; Will Cherry ne segna 12.6 e Elmedin Kikanovic ne segna 12.2. Cherry distribuisce anche 4.2 assist per gara mentre Milosavljevic è il miglior rimbalzista di squadra con 5.2 davanti ai 5.1 di Michael Watt.

 

BASKET - Venerdi al Forum l'EA7 si gioca l Eurocup contro il Limoges

17.12.2015

Ultimo venerdì di Eurolega per l’Olimpia. Al Forum (ore 20.45) sbarca il Limoges CSP. L’obiettivo è quello di vincere la terza partita del girone di ritorno e finire quinti. Si decide a base a questo il destino dell’EA7 nell’Eurocup che giocherà a partire da gennaio. L’Olimpia è matematicamente eliminata dall’Eurolega. Non parteciperà alle Top 16 per la prima volta dopo due partecipazioni consecutive. Viene quindi relegata in Eurocup. Se dovesse battere Limoges finirebbe al quinto posto e quindi nel girone I di Eurocup con Valencia Basket (Spagna), Paok Salonicco (Grecia) e Oldenburg (Germania). Se dovesse perdere scivolerebbe al sesto posto (0-2 negli scontri diretti con Limoges) e quindi finirebbe nel girone J con Aris Salonicco (Grecia), Alba Berlino (Germania) e Neptunas Klaipeda (Lituania). L’Eurocup riprende il 5-6 gennaio (giorno di partite martedì e mercoledi). La formula prevede otto gironi di 4 squadre (sei gare, tre in casa e tre in trasferta). Le prime due di ogni girone accedono agli ottavi di finale che si disputano con la formula dell’andata e ritorno con differenza punti. Sarà così fino alla finale inclusa. La squadra meglio classificata nei girone giocherà le partite di ritorno in casa. In caso di parità ha la precedenza chi ha vinto più partite o ha la miglior differenza punti nell’arco del torneo.Nessuna squadra italiana ha mai vinto l’Eurocup ma l’Olimpia ha vinto tre volte la seconda coppa europea che può essere paragonata all’attuale competizione. Dal 2002/03, da quando si tratta della competizione minore rispetto all’Eurolega, Valencia è la squadra che ha vinto più titoli, tre. Nei 13 precedenti cinque volte ha vinto una squadra spagnola, cinque volte una squadra russa. Si sono inserite due volte Vilnius (Lituania) e Hapoel Gerusalemme (Israele).

EUROLEGA- L'Olympiakos supera l'Olimpia Milano 73-63

04.12.2015

L'Olympiakos supera l'Olimpia Milano 73-63 nel match disputato ad Atene giovedì 3 dicembre. L'ennesima sconfitta rende ulteriormente complicata la qualificazione dell'EA7 alle Top 16.

Eppure, nonostante l'epilogo, la partita era cominciata davvero bene per l'Olimpia. Complice anche la poco incisività dei padroni di casa nel primo tempo, l'EA7 va all'intervallo in vantaggio 25-29 grazie alla buona resa di Jenkins e Ciancirini e a un'altrettanto efficace difesa che impedisce ai greci di trovare continuità al tiro e nelle manovre d'attacco, quest'ultima limitata anche dall'assenza per infortunio di Spanoulis. Anche la ripresa si apre nel migliore dei modi per Milano con il canestro dell'ex Lafayette che porta i suoi a +7 (28-35). Pian piano però l'Olympiakos (anche senza Lojeski perso a partita in corso per un infortunio muscolare) esce alla distanza e l'Olimpia entra in riserva pur senza soffrire ancora eccessivamente il forcing avversario. Con un parziale di 10-0, gli ellenici completano rimonta e sorpasso nel corso del terzo quarto (41-37). Sette punti di McLean riportano, tuttavia, Milano in carreggiata ma è una fiammata che si spegne presto.

La quarta frazione comincia dal 48-48 ma l'equilibrio dura pochissimo. Gli uomini di Repesa vanno in confusione, inesistenti al tiro e al rimbalzo. L'Olympiakos, invece, continua a crescere. Il canestro da tre punti di Athinaou a 6' dal termine avvia l'assolo finale dei vice campioni d'Europa che salgono 60-51 con la schiacciata a campo aperto di Strawberry. Non segna l'Olimpia e gli ellenici si portano anche a +14 (71-57) rendendo, di fatto, ininfluenti gli ultimi minuti di partita nei quali l'EA7 può solo limitarsi ad alleggerire il passivo.

La sconfitta del Cedevita con l'Efes Istanbul (75-81) lascia ancora qualche speranza di qualificazione a Milano. Al prossimo turno, venerdì 11 dicembre, l'Olimpia è attesa proprio a Zagabria, trasferta nella quale è ammesso solo un risultato come all'ultima in casa contro Limoges. Vincerle entrambe, però, potrebbe anche non bastare.

BASKET - Finalmente Milano torna a vincere 87-65 contro Venezia

23.11.2015

Finalmente l'Olimpia torna a vincere e lo fa nel migliore dei modi contro un avversario tosto e davanti a un grande pubblico al Forum d'Assago.

Così Coach Jasmin Repesa: “Mi piace ringraziare il pubblico che ha riconosciuto la nostra voglia di fare bene ed è molto importante. Bello che fossero cosi numerosi. Ho visto progressi non una grande partita però tre cose mi sono piaciute molto. I punti segnati in contropiede che servono soprattutto ad una squafra nuova, dà fiducia. Abbiamo dominato a rimbalzo e ha fatto la differenza. E infine ed è la cosa più importante abbiamo avuto maggiore continuità rispetto alle altre partite, ci servono altri progressi ma è importante. Gentile? Non vuole fare la sua partita ma solo vincere. E in certi momenti quando le cose sono difficili tutti guardano lui e si affidano a lui. Ma lui viene da 35 minuti giocati in nazionale e gli capita di stancarsi. Però non si nasconde mai perché ha orgoglio. Ma tutti devono prendersi le loro responsabilità con fiducia. Senza rifiutare un buon tiro come qualche volta abbiamo fatto”.

BASKET - L'olimpia cerca di risollevarsi per restare in Eurolega

18.11.2015

Resta in corsa l’Olimpia: dopo la doppietta negativa Limoges-Torino il programma prevede la durissima trasferta di Vitoria che apre un girone di ritorno di Eurolega da vivere in rimonta. Il Laboral Kutxa dopo la sconfitta di Milano ha vinto tre gare su quattro, viceversa l’Olimpia ne ha perse quattro di fila. A questo punto ogni gara se non decisiva diventa molto, molto importante per tentare il recupero. Ovviamente non partirà per Vitoria, dopo l’Olimpia si recherà domani via Barcellona-Bilbao, Milan Macvan. Si gioca giovedì 19 novembre alle 20.30. Il bilancio tra questi due club è di 5-4 a favore del Laboral Kutxa Vitoria. L’Olimpia però ha vinto quattro delle ultime cinque uscite. Lo scorso anno nello scontro diretto di Milano vinto dall’EA7 Emporio Armani 99-85, Alessandro Gentile segnò 27 punti, ovvero il suo record carriera in Eurolega. Gentile fece 4/5 da tre ed ebbe 7 rimbalzi oltre a 4 assist. Nella partita di andata l’Olimpia ha vinto 78-76 anche se era stata avanti di 20.

BASKET - EA7 ufficiale l'acquisto di Rakim Sanders.

16.11.2015

L’Olimpia Milano si sta concentrando sugli esterni, lì dove già ci sono Alessandro Gentile, Bruno Cerella, Krunoslav Simon e Robbie Hummel. La scelta della società è quella di puntare su giocatori di talento, bravi e con lo spirito vincente, per cercare di evitare una seconda stagione senza trofei in bacheca: lo smacco della scorsa, dove sia la Coppa Italia che lo Scudetto sono finiti in mano altrui, ha lasciato davvero il segno. E’ tempo di tornare a vincere, è tempo di riportare Milano e soprattutto l’Olimpia Milano ai vertici nazionali e non solo.

’è fermento attorno al basket mercato, Olimpia Milano pronta a lanciare l’offensiva definitiva per portare, nel capoluogo meneghino, Rakim Sanders.

Domenica c'è stato a New York, l’incontro definitivo tra il presidente delle scarpette rosse, Livio Proli, e l’agente del giocatore, per portare l’ala USA classe 1989 a Milano, grande acquisto per la squadra milanese.

BASKET - EA7 si gioca l Eurolega a Limoges

11.11.2015

La lunga trasferta di Limoges (in realtà si gioca a Boulazac, per l’indisponibilità del palasport del CSP) comincia mercoledì mattina dal Lido, via Bordeaux. L’Olimpia farà allenamento sul campo di gara e poi la seduta di tiro giovedì mattina in vista della palla a due delle 20.30. E’ un bivio fondamentale per superare il turno in Eurolega. L’Olimpia ha bisogna di una vittoria esterna e di girare la boa con due successi. Dovrà farlo però senza Milan Macvan, fuori per almeno cinque settimane (frattura della mano destra, infortunio simile a quello che capitò a Samardo Samuels due anni fa ed è capitato a Gani Lawal in estate). Coach Repesa si ritrova con una sola ala grande di ruolo, Robbie Hummel. Potrà utilizzare in quella posizione Jamel McLean oppure andare con lo “smallball” impiegando Gentile o Simon in quel ruolo per qualche minuto. Limoges è in una situazione di classifica simile e ha appena inserito Yakhouba Diawara, che Repesa allenò alla Fortitudo. Limoges-EA7 Game Notes

BASKET - L'Olimpia si riscatta contro Bologna, Gentile sempre più leader.

09.11.2015

L'Olimpia si riscatta contro Bologna. Dopo lo scivolone, pesante, in Eurolega con il Cedevita di Pozzecco, ritrova finalmente in campionato, il sapore del successo. Grazie a una buonissima difesa e l'EA7 si impone su Bologna 87-72, restando in vetta al campionato (a quota 10 con Pistoia) ma denotando ancora qualche limite nei momenti caldi del match. Brillante prova di Simon, autore di 25 punti e di alcune giocate da applausi. Segni di vita da parte di Macvan (12 punti). Non serve un Gentile in formato Nba (17 punti) sempre più leader di questa Milano. Applausi del Forum a fine partita.

BASKET - Eurolega, non basta un grande Gentile contro Olympiacos

30.10.2015

Non basta una grandissima Olimpia, che sfoggia la sua migliore prestazione stagionale proprio nel big match di Eurolega, per avere la meglio sull'Olympiacos. Milano non sfigura, anzi gioca alla pari per uttil tempo contro contro lo squadrone greco, che si impone però in volata 71-66. Al Forum, davanti a più di 10.000 persone, i biancorossi sono avanti all'ultimo mini break, trascinati da un super Gentile da 24 punti, ma nel quarto quarto soffrono il ritorno rabbioso degli ospiti che non sgaliano niente nelgi ultimi minuti e portano a casa il match.Splendido primo tempo di Milano, che scende sul parquet con la giusta concentrazione per mettere subito in difficoltà la corazzata greca. Gentile è sin dai primi minuti l'arma in più della formazione di Repesa, che difende bene e attacca con convinzione: al primo mini-break è +3 Olimpia (23-20). Nel secondo quarto arrivano i canestri importanti di Young (18) - ben servito dal solito Spanoulis - a ritirare su l'Olympiacos, che prova a dare la prima spallata alla gara balzando sul +7 (27-34): l'EA7 però resta aggrappata al match e risponde con i canestri di Macvan, Lafayette e Jenkins: gap azzerato sul 37-37. Il canestro finale di Hunter vale il 37-39 con cui le squadre tornano negli spogliatoi. Ottima Olimpia in avvio di ripresa ma si scalda anche l'Olympiacos, che con sette punti in fila torna avanti 41-47 al 25'. La gara si accende, poco spettacolare ma molto intensa: l'Olimpia c'è, ha la rabbia giusta per non far scappare i greci e poi sorpassarli prima della sirena del terzo quarto: le triple in fila di Simon, Hummel e ancora Simon portano l'EA7 sul +2 (54-52) con dieci minuti da giocare. Il Forum è una bolgia, Gentile mette il massimo vantaggio (+6, 60-54), ma poi arriva la stanchezza. Gli ospiti trovano un parziale di 10-0 che vale il sorpasso greco, Simon e ancora il capitano trovano l'ennesimo pari (64-64). Per decidere una simile sfida serve l'acuto del campione, che arriva puntuale: prima Spanoulis (14) con un gran canestro e poi Printezis (16) con un gioco da tre spengono la gara, ma non i meritati applausi degli oltre dieci mila del Forum. Grande prestazione di Alessandro Gentile che dimostra di essere un top player a livello mondiale. Fotogallery- EA7 - Olympiacos

BASKET - Eurolega, Olimpia Milano - Olympiacos, i precedenti del match.

30.10.2015

L’Olimpia ha affrontato l’Olympiacos 12 volte, 8-4 il bilancio a favore della squadra greca che ha vinto lo scorso anno due volte vendicando le due battute d’arresto della stagione precedente quando l’Olimpia vinse 81-51 in casa e 88-86 in trasferta (Keith Langford 20).

Daniel Hackett, da quest’anno all’Olympiacos, ha giocato un anno e mezzo a Milano con lo scudetto del 2014 e un playoffs di Eurolega conquistato sempre nel 2014. Incredibilmente l’Olimpia non ha mai perso in regular season di campionato con Hackett in campo: le sconfitte maturate dopo il suo arrivo si sono consumate sempre in sua assenza. Un altro ex è Ioannis Athinaiou che nel 2014 trascorse un breve periodo a Milano e da quest’anno è all’Olympiacos. Othello Hunter (Sassari e Siena) e DJ Strawberry (Fortitudo) hanno giocato ambedue in Italia. Nell’Olimpia l’ex di turno è Oliver Lafayette che ha giocato nell’Olympiacos nella stagione passata vincendo il titolo greco e raggiungendo la finale di Eurolega.

BASKET - Milano, scopriamo l'avversario di stasera: l'Olympiacos

30.10.2015

Fondato nel 1930 e subito club di rilievo in Grecia, l’era d’oro dell’Olympiacos risale agli anni ’90 quando la squadra conquistò la promozione nella massima lega ellenica e subito diventò una società di riferimento anche in Europa. Oltre a vincere quattro titoli greci con coach Ioannis Ioannidis in panchina, l’Olympiacos raggiunse due volte la finale di Eurolega perdendola però sia nel 1994 che nel 1995. Il primo titolo europeo venne vinto nel 1997 a Roma contro il Barcellona. L’Mvp fu David Rivers. Ma negli anni successivi in generale l’Olympiacos è rimasto un gradino al di sotto del Panathinaikos sia in Europa che in Grecia. Il ritorno di Dusan Ivkovic ha riportato il titolo europeo nel 2012 e la sua partenza non ha fermato i “reds” capaci di doppiare a Londra 2013 con Giorgios Bartzokas in panchina. L’Olympiacos ha vinto 11 titoli greci l’ultimo nel 2015, il secondo però in 18 anni. Nove volte ha vinto la Coppa di Grecia, l’ultima nel 2011. Lo scorso anno l’Olympiacos ha perso la finale di Eurolega contro il Real Madrid.

L’Olympiacos è 2-1 in campionato: ha battuto prima il Kolossos Rodi 88-62 e poi l’Arkadikos nell’ultimo turno 89-44 con 20 punti di Matt Lojeski e 17 di Dimitrios Agravanis. Viceversa ha perso, come già era successo in Coppa, contro il Panathinaikos 73-69.

 

BASKET - Milano cerca il riscatto in Eurolega venerdi contro l'Olympiacos

29.10.2015

L'EA7 Olimpia Milano è pronta ha ripendere il cammino vincente. Dopo la vittoria nella prima giornata e la sconfitta di 16 punti contro i turchi dell'Efes, è pronto ad ospitare i greci dell'Olympiacos al Mediolanum Forum di Assago. Hackett e compagni hanno perso all'over time nell'ultima giornata contro il Vitoria, inseguendo gli avversari per tutta la partita, agganciandoli solo negli ultimi minuti e poi perdendo nel tempo supplementare. La partita a Milano sarà un bel test per entrambe le squadre. Il match sarà seguito in diretta da MIlan4News dla Forum alle 20.45 di venerdì 30 ottobre. Altre partire del gustoso antipasto di Eurolega, il Barcellona sfiderà il Panathinaikos, mentre il Fenerbahçe di Gigi Datome giocherà in casa contro il Real Madrid.

BASKET - L'olimpia Milano torna alla vittoria nel derby con Varese (90-62).

06.10.2015

Milano basket torna a sorridere. Dopo un primo quarto equilibrato e chiuso con Varese in vantaggio 23-21, Milano inizia a macinare pallacanestro e per la Openjobmetis è notte fonda. L'Olimpia, reduce da una settimana di veleni dopo il ko all'esordio contro Trento e oggetto di una pesante contestazione da parte dei propri tifosi, tira fuori gioco e carattere e va al riposo lungo in vantaggio 48-40. Si sveglia anche Hummel che, con tre triple di fila, spacca la partita e condanna Varese con largo anticipo sulla sirena. La squadra di Moretti alza bandiera bianca e nel finale i tifosi di Milano possono festeggiare il debutto in A di Andrea Amato, 21enne prodotto del vivaio: per lui 6 minuti in campo e una tripla a segno.