Le spiagge più belle del Lago di Como

Milan4News

Le spiagge più belle del Lago di Como

Milan4Travel

EDIZIONE SPECIALE

Le spiagge più belle del Lago di Como

Scoprile su Milan4Travel

loading...

Meta di molti turisti stranieri per la bellezza paesaggistica, la cucina e i monti, nel pieno dell’estate anche la ricerca di una bella spiaggia può regalare momenti di piacevole benessere e relax per grandi e bambini. Spesso nascoste dietro inaspettate insenature, ai piedi di monti o di piccoli paesi medievali, le spiagge del lago offrono panorami e contesti diversi per chi ama andare alla ricerca delle particolarità lariane. Molte si queste rive sono accessibili solo per via d’acqua, altre si raggiungono scendendo (e poi risalendo) lunghe e sconnesse scale di sasso o sentierini scivolosi, ma ci sono anche quelle a cui si arriva facilmente; ne abbiamo scelte cinque comode per “bagnanti pigri”.


A cominciare dalle Maldive del Lago di Como, con una splendida costiera degli ulivi che si può ammirare sin dalla strada panoramica per raggiungerle, la SPIAGGIA DI ONNO è il simbolo della natura selvaggia che, talvolta, si può trovare sul lago di Como. Situata nel comune di Oliveto Lario è una spiaggia di sassi, non attrezzata, per cui è meglio portarsi tutto l’occorrente per mangiare e rilassarsi al bel sole che la bacia sin dal primo mattino. La si può raggiungere da Lecco, percorrendo la strada che conduce a Bellagio. Particolarmente affollata nei week end estivi, il parcheggio si può trovare lungo la strada, ma conviene muoversi per tempo. L’ingresso è libero, il parcheggio difficoltoso, non ci sono posti di ristoro né la possibilità di noleggiare lettini, conviene portarsi le apposite scarpine per entrare in acqua perché il fondo è ghiaioso.


Ad Abbadia Lariana si può arrivare facilmente con la statale che porta a Lecco, e trovare prati che si affacciano sul lago per una giornata a contatto con la natura. Una location spettacolare: lago, relax, entusiasmo. Spritz, birra, bellagente: la SPIAGGIA PARCO ULISSE GUZZI– Largo dei Pini 23821 – imgresso 4 euro, il parco attrezzato con lettini, sedie sdraio, tavoli da pic-nic, ci si può portare il pranzo al sacco oppure usufruire dei servizi che offre il chiosco all’interno dell’area. Acqua pulita e location molto bella, ingresso a pagamento fino alle 17, aperto fino alle 21, bar e food truck.


Da Abbadia Lariana partono diverse escursioni, fra cui la Cascata del Cenghen (614 m). Per vivere questa esperienza camminando nella natura bisogna raggiungere la frazione di Linzanico di Abbadia Lariana: da lì, l’itinerario comincia dalla piazzetta e, più precisamente, il sentiero parte vicino al lavatoio, il tempo di percorrenza è, a piedi, di circa un’ora. Il percorso è costituito da una comoda mulattiera che offre una vista meravigliosa sul lago di Como, con terrazze di ulivi e alberi da frutto.


Nella frazione Cendraro a Lezzeno, seguendo le indicazioni per il ristorante Stone House, si può trovare la spiaggia pubblica il SALICE, chiamata così perché c’è un bellissimo salice piangente proprio quasi in riva al lago, che si fa cullare dal vento seguendo le onde. Sulla destra c’è un piccolo parcheggio auto, ma è meglio arrivare a piedi perché i posti sono limitati.

Tanti gli itinerari che, a Lezzeno, coprono lunghi tratti che formano una rete di percorsi e sentieri percorribili a piedi che permettono di raggiungere le costruzioni sacre più ai margini: la Chiesa di San Giuseppe si affaccia direttamente sul lago di Como e da qui si possono stabilire tappe scandite dalle molte frazioni di Lezzeno, come Villa Citterio (ora divenuta casa di riposo per anziani), le 14 cappelle con stazioni della Via Crucis – preludio della visione della chiesetta della Santissima Trinità (alla quale si accede tramite una lunga scalinata) – e la Chiesa della Madonna dei Ceppi (curata dal Gruppo Alpini e venerata per via di una statua in marmo raffigurante una Madonna con Bambino).