Covid-19 - Ecco le nuove regole del governo

             COVID-19 - Novita'

Nuovo decreto ecco il piano del governo sul Super Green Pass.


Le ultime su Milan4News

CORONAVIRUS - NUOVO DECRETO ARRIVA IL SUPER GREEN PASS

2021

Il decreto che consentirà soltanto ai vaccinati e ai guariti di ottenere il «super green pass» per frequentare le attività sociali, ricreative e culturali potrebbe entrare in vigore la prossima settimana, forse già l unedì 29 novembre, al massimo il 6 dicembre. Adesso Mario Draghi vuole correre e valuta l’obbligo vaccinale per le forze dell’ordine. Anche per il personale scolastico la decisione è matura, ma su questo il premier vuole un «approfondimento ulteriore». La scelta potrebbe essere rimandata a un successivo decreto sulla scuola da varare con il via libera al vaccino per i bambini dai 5 agli 11 anni, che arriverà dopo il sì dell’Aifa e sarà facoltativo.


Per quanto riguarda i mezzi di trasporto, è in corso una riflessione rispetto all’ipotesi di introdurre l’obbligo di green pass (non il super green pass) per i treni. Al contrario, non dovrebbe essere richiesta la certificazione verde per metro, bus e tram. Sul nodo dei trasporti, però, c’è molto dibattito: non è ancora chiaro se finirà col prevalere la linea del rigore.


Il decreto
L’impianto è pronto, l’obiettivo è dichiarato. Per evitare le chiusure di attività e imprese nelle prossime settimane e durante le festività natalizie, anche l’Italia, così come altri Stati europei, decide di escludere dalle attività ricreative chi ha scelto di non immunizzarsi. Di fronte a una risalita veloce della curva epidemiologica, che senza la soluzione del super green pass provocherebbe nuove limitazioni per tutti gli italiani, si sceglie di imporre divieti soltanto ai no vax. La decisione cruciale da prendere è se lo stop per le persone non immunizzate debba scattare in tutta l’Italia indistintamente, già dalla zona bianca, oppure solo a partire dalla fascia di rischio gialla.

Zona bianca o zona gialla
Per Fedriga , Fontana e Zaia la distinzione tra super green pass e certificato verde ottenuto con il tampone deve partire solo quando un territorio vede peggiorare i dati ospedalieri e cambia colore. Secondo gli altri presidenti, le restrizioni dovrebbero scattare già in zona bianca. La cabina di regia guidata da Draghi ha proposto di partire dalla zona bianca. La mediazione potrebbe essere che dal 6 dic si anticipa il green pass rafforzato anche in zona bianca per quelle attività per cui in zona gialla scatterebbero le restrizioni (sport, ristorazione chiuso, spettacoli, feste discoteche, cerimonie pubbliche).

Il tampone
Per andare a lavorare basterà il tampone negativo molecolare o antigenico.

La lista dei divieti

Si impedirà ai non vaccinati di frequentare bar, ristoranti, cinema, teatri, stadi e palazzetti sportivi, piscine e palestre, impianti sciistici, discoteche e sale gioco. Esteso l’obbligo di green pass a spogliatoi e attività sportiva.

Alberghi

In vista delle vacanze natalizie il governo è pronto a imporre il green pass ai clienti degli alberghi.

Discoteche
In fascia gialla scatta la chiusura delle discoteche e i gestori sono già pronti a nuove proteste. La cabina di regia ha proposto che siano accessibili solo a chi ha il super green pass.

Obbligo vaccinale

A Palazzo Chigi si valuta anche la questione, delicatissima, dell’obbligo vaccinale generalizzato. Draghi è cauto, se non contrario. Per ragioni giuridiche: tanti costituzionalisti coltivano dubbi. Per motivi politici: Salvini farebbe le barricate, Renzi non è favorevole e anche nel Pd non tutti sono d’accordo. Poi perché il premier non ritiene che la situazione sanitaria italiana richieda una misura così estrema, che impatterebbe pesantemente sul mondo del lavoro con conseguenze difficili da gestire.


loading...
loading...